mercoledì 12 novembre 2014

Agile (ex Eutelia): Fiom, serve prospettiva per 750 lavoratori, incontro il 27/11

Il ministero dello Sviluppo economico ha dichiarato che convocherà il tavolo di crisi con tutti i soggetti coinvolti, il prossimo 27 novembre
foto di Attilio Cristini (immagini di Attilio Cristini)
«Grazie all'iniziativa delle lavoratrici e dei lavoratori di Agile ex Eutelia, che ringraziamo, dopo alcune ore di presidio il ministero dello Sviluppo economico ha dichiarato che convocherà il tavolo di crisi con tutti i soggetti coinvolti, il prossimo 27 novembre». Lo ha dichiarato Fabrizio Potetti, coordinatore nazionale Agile ex Eutelia per la Fiom Cgil.

«L'incontro  - ha spiegato il sindacalista - sarà importante per valutare progetti e iniziative in grado di dare opportunità concrete di lavoro ai 750 lavoratori che si ritrovano, arrivati alla fine del percorso degli ammortizzatori sociali, ancora senza lavoro né la possibilità di arrivare alla pensione attraverso la mobilità».

«Come Fiom-Cgil, nelle scorse settimane abbiamo avviato diversi contatti con soggetti istituzionali, dai quali attendiamo risposte, ai quali abbiamo presentato proposte concrete, fatte dagli stessi lavoratori, che potrebbero portare ad una prospettiva di lavoro. Il prossimo incontro al ministero dovrà servire a valutare la sostenibilità di queste proposte ed eventualmente a rimuovere possibili ostacoli alla loro attuazione».

«Inoltre, ci aspettiamo proposte e idee anche dagli interlocutori, poiché senza un sostegno attivo e convinto da parte delle istituzioni, difficilmente quello che è l'obiettivo fondamentale dei lavoratori, il lavoro, diventerà realtà. Finora il percorso degli ammortizzatori sociali ha accompagnato i lavoratori come da accordo quadro, mentre purtroppo sulle opportunità di lavoro nulla è stato fatto. Per il 27 novembre organizzeremo un nuovo presidio nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori a sostegno della vertenza», ha concluso Potetti.

21 commenti :

Anonimo ha detto...

Allora il sindacato ha il compito solo di prendere i soldi a poveri disgraziati e fare affari con padroni e avvocati.
-----------------------
Il Sindacato ha il compito di tutelare i lavoratori che perdono il lavoro o lo stanno per perdere cercando delle soluzioni che dovrebbero portare ad una ricollocazione e non al pagamento a vita della CIG.
Se il Ministero del Tesoro non ha ancora firmato i decreti per pagare non credo che dipende dal Sindacato ma forse da burocrati e politici inetti che abbiamo forse anche votato.
Le cause messe in atto contro i soggetti che ci hanno rovinato non erano dovute e tanto meno eravamo obbligati ad aderire ma il tutto era su base volontaria.
Tutti sappiamo che le cause costano e comunque cio' che e' stato pagato e' nulla rispetto ai costi reali ed attuali di un procedimento penale o civile davanti al Giudice.
Chi non voleva partecipare poteva astenersi dal firmare atti o deleghe e non avrebbe speso un centesimo.
Basta sparare assurde caz....te e ricordate che dal 22 DICEMBRE siamo LICENZIATI DEFINITIVAMENTE quindi se vogliamo una SPERANZA che il MISE mantenga aperta una porta,anche se ho grosse perplessita' che lo faccia, dobbiamo presentarci in massa il giorno 27 Nobembre davanti al Ministero consapevoli che il nostro DESTINO e' nelle nostre mani con o senza manganellate.

Anonimo ha detto...

Quei soldi sarebbe stato bene spenderli per capire bene il ruolo di Potetti & C. in tutta questa sporca vicenda. Ci deve ancora spiegare perché il sindacato, che pure aveva tutti gli strumenti per farlo, non si e' mai opposto alla cessione di Agile a Massa e Liori.

Anonimo ha detto...

meglio senza! comunque concordo, però vorrei che per quanto riguarda questo benedetto decreto e meno male che è l'ultimo, i rappresentanti sindacali, informassero (credo che rientri nei loro compiti) noi colleghi sullo stato dell'arte, ipotesi di tempistiche o perché è fermo e dove, perlomeno ci diamo una regolata perché non ci posso credere che saremo nuovamente senza soldi a dicembre! con pure la TASI da pagare! Se è un problema solo di firma o ci sono altri impedimenti. Non posso credere che un Ministro o chichessia non si renda conto che una firma permette a 780 cittadini di sopravvivere!!!!

Anonimo ha detto...

Ma li leggete i giornali?
La vedete la TV?
Ci sono aziende che attendono la CIG da mesi perche' il decreto non viene firmato.
Ma scusate non e' accaduto anche a noi?
Quanti mesi sono passati prima di vedere un euro del periodo Gennaio /Giugno?
Non ci potete credere? Questi sono i politici e la classe dirigente Italiana che abbiamo e che forse ci meritiamo.
Per mandarli tutti a casa non basta uno sciopero generale di un giorno ma TUTTI I LAVORATORI si dovrebbero fermare ad oltranza e scendere in piazza insieme a pensionati e disoccupati solo cosi' toglieremo l'Italia dalle putride mani di questa feccia umana.

Anonimo ha detto...

Pare, sembra, si mormora che oggi qualcuno vada a parlare con la segreteria del Ministro .... pare, dico "pare" perché a chiunque chiedo le risposte sono: mi sembra, forse, vedrai che i soldi arrivarammo non più tardi di gennaio al massimo febbraio, ma con una tranquillità disarmante. Ma fosse che solo io ho problemi?! ... tutti ricchi, mo' mi spiego perché alle manifestazioni ecc. ci sono solo quei 4 gatti al comando di Po....i

Anonimo ha detto...

Un altro TRISTE Natale?
Senza soldi?
Senza CIBO?
Vi sembra normale?
Non compete forse al sindacato interessarsi al decreto per la sopravvivenza?
Non è abbstanza quello che abbiamo sofferto?

Anonimo ha detto...

AST Terni ha bloccato A1 e sono stati subito ascoltati..così fi fa!! Non come noi che nonostante tutto ancora siamo ballerine della scala

Anonimo ha detto...

Noi possiamo bloccare la tangenziale
Ma dobbiamo essere almeno i 700 da licenziare....
VA BENE ?????

Anonimo ha detto...

Ma cosa volete bloccare ora.
Questa cosa andava fatta quattro anni fa' e forse avrebbe avuto un senso non ora che l'azienda e' stata liquidata.
Invece di occupare la sede e chiedere l'elemosina fuori dai supermercati si doveva bloccare il raccordo,la stazione,la via Tiburtina e cosi via fino a che quei malfattori venissero allontanati e l'azienda venduta a chi aveva voglia di rilanciarla con la riduzione dei costi come gli stipendi di tanti ex Bull/Edison Tel e Getronics stessi.
Investimenti e riqualificazione avrebbero portato a nuove opportunita' ed invece l'Amministrazione Straordinaria voluta e tanto osannata dal Sindacato ha portato alla salvaguardia di pochi raccomandati (TBS) ed alla liquidazione dell'Azienda.
UN VERO SUCCESSO ma riconsolatevi con le sentenze dei processi se vi basta.
Una domanda: Ma pensate che quei Signori andranno in galera? Poveri. ......

Anonimo ha detto...

Il decreto??
Abbiamo fame... siamo prossimi alla disperazione totale.
Non abbiamo soldi per prendere i mezzi pubblici, questo è chiaro al sindacato?
Dopo quasi 3 mesi senza soldi, con bollette e tasse da pagare, come possiamo partecipare all'assemblea?
Una disperazione che dura da anni...
Che il sindacato si dia una mossa nel reperire informazioni sul decreto,
lo stipendio LORO lo prendono!

Anonimo ha detto...

Le tasse? Prima si mangia e poi si pagano le tasse.
Non ci sono i soldi per pagare i mezzi? E non li pagare visto che solo gli Italiani ancora li pagano.
Il Decreto? Manda un tweet al Renzino che forse ti ascolta. Col c..o.
Unica soluzione e' la......e cacciarli a calci nel c..o.
Il Sindacato siamo noi e finche' andremo a chiedere l'elemosina pregando continueranno a bastonarci.
Domani andiamo a sentire le indicazioni di come comportarci per l'atto finale della nostra storia lavorativa ( Passaggio al Collocamento per iscriversi alle liste di mobilita' ed a seguire al Patronato per fare domanda all'INPS per avere la Mobilita' che se ancora non e' chiaro e' una indennita' di LICENZIAMENTO) mi sembra di vedere il boia che spiega al condannato a morte come deve chinarsi per poggiare meglio la testa sotto la ghigliottina.
Tutto molto triste e vile.

Anonimo ha detto...

chiaramente questa volta a Roma il Po..ti non è passato nemmeno per salutare al volo

Anonimo ha detto...

Firmato decreto dal 1/9 al 22/12

Anonimo ha detto...

Amministratore sei una merdina

Anonimo ha detto...

Se devo sperare in un miracolo: spero che Potetti abbia delle ipotesi di riallocazione da mettere sul tavolo, un po' più concrete e ampie che non quelle venute fuori nell'assemblea che sembrano indirizzate solo a qualche personaggio che si stà trovando posto per sé e pochi altri amici, magari per arrotondare una futura pensione, tra l'altro idee neanche condivise da tutti!

Anonimo ha detto...

Vogliamo i soldi

Anonimo ha detto...

Link firma decreto, grazie.

Anonimo ha detto...

Dopo quasi cinque anni di cassa, mi meraviglia che ancora non si sappia dove cercare le informazioni!
Ecco il lynk
http://www.lavoro.gov.it/AreaLavoro/AmmortizzatoriSociali/Cassa_Deroga/Documents/86057.pdf

Anonimo ha detto...

Dai non scandalizzarti per così dopo.

Anonimo ha detto...

Confermo quanto detto dal collega di Roma in merito alla sensazione avuta durante l'assemblea di Martedi' che un piccolo gruppo di persone, all'interno del quale ci sono diversi RSU,che ambirebbero ad avere un percorso preferenziale di ricollocamento con la Regione LAZIO solo per aver partecipato al corso di Energy-manager.
Credo che sia auspicabile e doveroso da parte di POTETTI e di tutte le organizzazioni Sindacali il sedersi al tavolo del MISE per trovare una soluzione generale per tutti i lavoratori rimasti in CIG e non solo per pochi eletti.
E' auspicabile che non si ripeta quanto gia' accaduto nella scandalosa operazione TBS.
Credo che pochi parteciperanno al presidio sotto la Regione Lazio per favorire solo una trentina di persone.
Risposte e soluzioni per TUTTI.

Anonimo ha detto...

La misura del predetto trattamento e' ridotta del 10% per n.658 lavoratori... Questo è scritto nel decreto a pagina 4, chi sa dirci perché questa riduzione. Sempre nello stesso decreto, per esempio per la De Tomaso questa decurtazione non ci sta...