giovedì 24 aprile 2014

Comunicato unitario sindacale AGILE ex Eutelia



Si è tenuto il 17 aprile u.s., l’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico alla presenza
del Ministero del Lavoro e delle Regioni interessate, per la vertenza delle lavoratrici e dei
lavoratori Agile ex Eutelia.
All’incontro i rappresentanti sindacali hanno richiesto di procedere alla realizzazione
completa degli impegni assunti dal Governo, tra cui la proroga della Cassa integrazione e
l’emissione dei bandi gara agevolati per l’assunzione di lavoratori provenienti da
procedure concorsuali.
Le OO.SS. e le RSU hanno inoltre richiesto, considerato che ad oggi ci sono ancora 780
lavoratori in CIGS e che la maggior parte ha oltre 50 anni, di poter studiare misure di
intervento “ad hoc” per trovare occasioni di impiego agevolate e per verificare, alla luce
dell’anagrafica e dei versamenti contributivi, eventuali misure di accompagnamento alla
pensione.
In queste condizioni drammatiche del Paese, difficilmente si potranno reimpiegare se non
con misure specifiche, lavoratrici e lavoratori che hanno oltre 50 anni e che vivono da
diverso tempo lo stato di cassa integrati. Per questo sono fondamentali, oltre alle misure
ancora non attuate dell’accordo precedente, nuove iniziative in grado di affrontare questa
difficilissima situazione.
Il rischio è che, di fronte alla situazione di crisi e senza misure idonee, i lavoratori in
CIGS andranno in mobilità alla scadenza della Cassa integrazione e, in ultimo, saranno
consegnati all’indigenza, per tutto il periodo che separa la scadenza degli ammortizzatori
sociali, fino al raggiungimento del requisito pensionistico.
Sulla base di queste richieste, i rappresentanti istituzionali presenti hanno dichiarato di
sostenere la proroga della Cassa integrazione fino alla fine del 2014 e di essere
disponibili a studiare, attraverso riunioni congiunte del Ministero dello Sviluppo
Economico, Ministero del Lavoro e Organizzazioni sindacali, iniziative specifiche sui
dipendenti over 50 anni.
Come Organizzazioni sindacali e Coordinamento delle RSU valuteremo già a partire dai
prossimi incontri che i rappresentanti del Governo si sono detti pronti a convocare a
breve, la coerenza e la tempestività delle soluzioni proposte, rispetto agli impegni
assunti.

FIM, FIOM, UILM NAZIONALI
Roma, 23 aprile 2014

35 commenti :

Anonimo ha detto...

" la coerenza e la tempestività delle soluzioni proposte "

dopo anni si parla ancora di tempestività. siamo messi bene.

Anonimo ha detto...

bla bla bla

Anonimo ha detto...

Mai dei milioni dati a TBS proprio Potetti non ne vuol parlare, ma che strano.

Anonimo ha detto...

cazzo,visto che il problema è rivolto solo sui 50enni e oltre si potrebbe convertire l'azienda in una baggina: si farebbe prima.

Anonimo ha detto...

Vorrei solo ricordare che chi sa ancora "sostituire martelletti o ingrassare ingranaggi meccanici" era una figura ad altissima specializzazione, quei pochi che sanno smontare una Olivetti composta da pù di mille pezzi meccanici e rimontarla, riportandola al corretto funzionamento, è una persona ricercatissima a cui non manca il lavoro....------------------------------------ed aggiungo che invece di persone che sanno fare il nostro lavoro di informatici, e forse anche meglio visto che siamo fermi da 4 anni e il settore si evolve in continuazione, se ne trovano a migliaia.
-------------------------------------------
Forse non mi sono espresso bene.
Non volevo offendere o diminuire la professionalita' di nessuno ma evidenziare la poca conoscenza del mondo Informatico da parte di un uomo delle Istituzioni che dovrebbe cercare e trovare una soluzione alla nostra vertenza.
Chi ha competenze meccaniche da smontare una macchina OLIVETTI in tutte le sue parti e rimontarla credo che oggi possa tranquillamente definirsi un'ottimo artigiano e potrebbe aprire un'attivita'.Non avra' problemi di lavoro e quindi non credo faccia parte degli 800 rimasti in Cig considerando anche l'eta' visto che la meccanica in Olivetti e' morta negli anni 80.
Per il collega che si sente uno dei tanti vorrei solo ricordargli che oltre 20 anni di esperienza,preparazione e professionalita' in aziende di un certo livello non sono paragonabili rispetto a piccole aziende i cui tecnici erano semplici cambiapiastre.
Noi abbiamo certificazioni riconosciute a livello internazionale ed abbiamo collaborato con Aziende di livello mondiale come HP-DELL-IBM-APPLE-SIEMENS-MICROSOFT-etc quindi non possiamo essere definiti "AGGIUSTATORI"con tutto il rispetto per meccanici e figure equivalenti.
Non siamo come altre migliaia di persone siamo sicuramente piu' preparati e facilmente ricollocabili se lo si vuole veramente.
E' un'altro discorso se parliamo dell'eta' e se la scelta tra un ventenne ed un cinquantenne si deve fare solo sull'anagrafica e non sull'esperienza e la professionalita'.
Di costi non parlo anche se penso che tutti noi saremmo disponibili ad iniziare con retribuzioni da neoassunti ed un datore di lavoro che sia un privato o lo Stato potrebbe acquisire le prestazioni di una Ferrari al costo di una 500 perche' questa e' la differenza tra uno di noi e un ragazzo alla prima esperienza.
Caro amico cerca di avere un poco di autostima
ti assicuro che non sei come gli altri.

Anonimo ha detto...

cazzo,visto che il problema è rivolto solo sui 50enni e oltre si potrebbe convertire l'azienda in una baggina: si farebbe prima.
................................................................................
Nel dialetto milanese credo che il termine baggina voglia dire " Casa di riposo".
Caro collega Milanese,credo che tu lo sia visto che usi il termine " baggina",ma ti ricordo che il tempo "faccio tutto mi che so de Milan " e' finito da un pezzo e personalmente non ho bisogno di una casa di riposo ma di tornare a lavorare quindi evita il tuo cinico sarcasmo.
Ti ricordo che il tempo passa per tutti anche per te.
Se cosi' non fosse, mi preoccuperei perche' cio' vorrebbe dire che ci potresti lasciare prematuramente.
La prossima volta,prima di sparare idiozie, accertati di aver collegato la lingua al cervello.
grazie
un cinquantenne

Anonimo ha detto...

Piena condivisione del post precedente, di base c'e' anche l'assoluta ignoranza delle conoscenze di coloro che a livello ministeriale dovrebbero capire e quindi soluzionare la nostra vertenza, questi non sanno neanche cosa siano certificazioni cisco o microsoft.

Anonimo ha detto...

Mai dei milioni dati a TBS proprio Potetti non ne vuol parlare, ma che strano.
-------------------------
Basta con questa storia dei milioni dati a TBS.
Vuoi sapere?
Fai un esposto alla PROCURA DELLA REPUBBLICA se documentato puoi farlo in forma anonima.
Altra via che puoi seguire e' una telefonata alla Guardia di Finanza.
Ci sono problemi molto piu' seri come farsi ricollocare nel mondo del lavoro e nel frattempo avere i soldi della CIG visto che molte delle famiglie di nostri colleghi sono all'indigenza assoluta se non in poverta'.

Anonimo ha detto...

Piena condivisione del post precedente, ....

ovviamente il riferimento e' al post delle 15:37.

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Relazione dell'incontro al MISE del 18 aprile 2014 di Potetti:
http://www.youtube.com/watch?v=_t_V-zfdcLo&feature=youtu.be

si parla di una riunione ad hoc x gli ultra 50enni (al min 3,00),abbiamo previsto una serie di incontri (min 4,40)da qui al 27 maggio, vi faremo sapere ovviamente quali saranno gli altri step fino al 27 maggio (min 5,22)"

Aspettiamo la pubblicazione DELLE DATE e che vengano RISPETTATE VERAMENTE!! che non sia come gli incontri di verifica del famoso piano del febbraio 2012 !

23 aprile 2014 16:48

Anonimo ha detto...

Anonimo Anonimo ha detto...

cazzo,visto che il problema è rivolto solo sui 50enni e oltre si potrebbe convertire l'azienda in una baggina: si farebbe prima.
................................................................................
Nel dialetto milanese credo che il termine baggina voglia dire " Casa di riposo".
Caro collega Milanese,credo che tu lo sia visto che usi il termine " baggina",ma ti ricordo che il tempo "faccio tutto mi che so de Milan " e' finito da un pezzo e personalmente non ho bisogno di una casa di riposo ma di tornare a lavorare quindi evita il tuo cinico sarcasmo.
Ti ricordo che il tempo passa per tutti anche per te.
Se cosi' non fosse, mi preoccuperei perche' cio' vorrebbe dire che ci potresti lasciare prematuramente.
La prossima volta,prima di sparare idiozie, accertati di aver collegato la lingua al cervello.
grazie
un cinquantenne
_______________________________________
Caro Collega,resta il fatto xche il problema di tutti sia diventato solo per i 50enni e oltre (se non avevi capito )
il collega milanese

Anonimo ha detto...

come al solito... fregati: la FIOM e CGIL, dopo l'assaggio delle ovette pasquali in piazza, ci hanno rifilato la speranza-illusione del prolungamento della cig a dicembre e hanno mollato di nuovo la patata bollente.
Dei FEG e della formazione/ riqualificazione (cioe' la precedente speranza-illusione) non ne parla gia' piu' nessuno....lo avete notato? Ormai s'e' esaurito il suo effetto "sindacal-illusionista". C'e' qualcuno che sbandiera e crede ancora nello stato datore di lavoro, ma si rivelera' anch'essa una specie di ipnosi. TBS, la contro-parte principale dell'accordo sindacale 2012, e' orami assente da qualsiasi tavolo. Siamo tutti disponibili ad essere ipnotizzati per fare voli pindarici di fantasia, ma nessuno che a quel tavolo ha provato a chiedere la cosa piu concreta fra tutte: PAGARCI LA CIGS IN DEROGA.

Anonimo ha detto...

Convocazione MISE del 17 Aprile per Gruppo TBS

"http://www.viaolivetti79.it/Documenti/gestione_tbs/convocazione%20MISE%20170414%20TBS.pdf"

come mai non se ne parla? scommetto che non si sono nemmeno presentati.

Anonimo ha detto...

Amico Milanese il problema non e' solo per i cinquantenni ma considerando il triste e sciagurato modus operandi delle aziende Italiane che nei C.V. guardano prima l'eta' e dopo tutto il resto per le persone in questa fascia d'eta' e' praticamente impossibile ricollocarsi.
Per quanto riguarda TBS si sono presentati ma hanno candidamente dichiarato che non hanno preso soldi senza alcun accenno a nuove assunzioni.
Ma la domanda che mi viene spontanea e': Ma pensate veramente che TBS continui ad assumere nostre persone?
Secondo me e'una pia illusione e pur sperando di sbagliare sono convinto che a breve molti colleghi passati in TBS saranno mandati a casa.
Credo che sia inutile continuare a parlare di TBS o dei 20 milioni di euro che si dice abbia preso ma DOBBIAMO pensare alla nostra situazione cercando con le forze politiche,sindacali ed Istituzionali una soluzione positiva per tutti coloro che sono rimasti in CIG.
Chi diversamente vuole prioritariamente fare chiarezza sulla vicenda TBS puo' fare ricorso alla Magistratura.

Anonimo ha detto...

i contratti a termine in scadenza di TBS sono stati prorogati fino al 31-12-2014, la data in cui tutto sarà finito.

Anonimo ha detto...

Se ricordo bene, l'accordo prevedeva che le fuoriuscite di TBS dovessero tornare in Agile,... sempre che, nel frattempo, noi non si sia andati in mobilità.

Quanto al fatto dei 50-enni, vorrei solo ricordare che il Sig. Potetti, al tempo, fu uno dei primi a sbandierare il concetto "tutti o nessuno": questa si che è coerenza! Come se un 45-enne avesse tutta questa facilità a reimpiegarsi, o non avesse anche lui mutuo, figli e progetti da portare avanti.

Anonimo ha detto...

Le fuoriuscite da TBS sarebbero rientrati in TBS solo se i contratti a tempo determinato non fossero stati rinnovati.
Cosi' e' avvenuto nel passato e non credo che ci siano altri contratti a tempo determinato fino al 31 Dicembre 2014.
Comunque al 1 Gennaio 2015 noi saremmo sicuramente in mobilita' quindi non capisco come potrebbero rientrare in Agile.
Tutti i colleghi che sono stati assunti a tempo indeterminato hanno dovuto dimettersi da Agile quindi se le cose non andranno bene dal 1 Gennaio 2015 potranno avere l'unico ammortizzatore che la legge prevede cioe' la famosa ASPI.
La nostra vertenza finira' quando TUTTI a prescindere dall'eta' anagrafica avranno una degna soluzione al problema che ci e' stato creato quindi con la ricollocazione nel mondo lavorativo a prescindere dall'eta' anagrafica.
Non ci saranno distinzioni o favoritismi per agevolare quelli con piu' di 50 anni e lasciare al loro destino quelli con meno di 50.
Non iniziamo a fare la guerra tra poveri ma concentriamoci sul da farsi e come raggiungere un obbiettivo comune e condivisibile.
Forse se le Istituzioni trovassero una corsia preferenziale per il ricollocamento al lavoro o uno scivolo per la pensione anticipata la precedenza si potrebbe dare ai colleghi portatori di handicap e mi sembra strano che nessuno ne parli.

Anonimo ha detto...

Ormai siamo in questa barca e ... va be', se non si hanno alternative tocca remare insieme, ma dopo aver visto la trasmissione La Gabbia ed aver ascoltato i commenti del funzionario Castano, si capisce ancor di più perché siamo arrivati a questo punto. Ma possibile che di tutte le persone che hanno partecipato ai tavoli dal 2009, tra sindacati e colleghi, nessuno si sia reso conto che Castano non sapeva neanche di chi parlava? possibile che fra tutti non ci sia stato nessuno a chiarire che noi eravamo un'azienda di informatica strutturata non solo con tecnici, ma anche con sistemisti, programmatori, proget manager, commerciali, uffici valutazione gare, margini, solvibilità, correttezza legale dei contratti,valutazione rischi, uffici acquisti, logistica, sicurezza, ecc., perché solo così si spiega perché la nostra vertenza è stata sempre gestita per mettere le pezze e mai per una vero intervento mirato alla ripresa di un'azienda derubata della liquidità necessaria allo svolgimento del lavoro e messa in mano a gente che essendo pregiudicati non avevano i requisiti base per continuare a rimanere sul mercato. Ora si capisce perché ai tavoli non hanno mai partecipato (salvo forse 1 volta) rappresentanti delle istituzioni di maggiore calibro come anche dei sindacati come un Landini o un Bonanni. Posso immaginare che scenario illustrasse il funzionario: un'azienda decotta, fatta di anziani operai, obsoleta. Ma che lo facemmo a fare l'elenco delle commesse in atto il 2010 sotto il sole cocente a Piazza del Tritone? a che è servito? a far capire a qualcuno quali erano i clienti aggredibili per accaparrarsi lavori affidati a noi da anni!? Io continuo a non spiegarmi come una vertenza scandalosa come quella che ci ha travolto sia potuta rimanere nelle mani di un semplice funzionario e mi chiedo anche quale fosse il suo ruolo, e mi chiedo, infine, come LUI si possa permettere di indignarsi quando è LUI che ha detto all' ex ministro Zanonato che eravamo una vertenza conclusa!!!! Mi chiedo infine come possa un funzionario di un'istituzione come il MISE rimanere nello stesso ruolo per 20anni e come questo ministero in tutti questi anni non abbia sentito l'esigenza di cambiare l'interlocutore, considerando che le vertenze "concluse" si sono chiuse solo per interventi politici e non certo per l'operato di un funzionario che non si era neanche accorto che quando si è verificata la vendita di Agile a Omega, aveva difronte , al tavolo, gli stessi personaggi per i quali 20 giorni prima era stata aperta la vertenza da Phonemedia per stipendi non pagati. Come poteva pensare che si sarebbe SVILUPPATA un'attività con simili personaggi? A me piacerebbe proprio che fosse fatta chiarezza da qualcuno su tutti questi punti, perché io sento proprio tanta puzza e se questo è quanto, al massimo delle proprie forze, può fare il Ministero dello Sviluppo, credo proprio che faccia parte di quelle istituzioni costose ed INUTILI che andrebbero soppresse.

Anonimo ha detto...

Bene.
Finalmente i colleghi che hanno cervello iniziano col scrivere su questo blog e coloro che lo usavano per sparare veleno cominciano ad astenersi dal continuare a farlo.
Se Castano continua a seguire la nostra vertenza probabilmente un poco di colpa e' anche nostra visto che questo Sig. prima rappresentava i lavoratori come delegato nazionale FIOM nelle vertenze OLIVETTI e,se la memoria non m'inganna,fu' tra gli artefici dell'accordo che fece passare negli anni 90 molti colleghi in esubero nell'Amministrazione Pubblica sottolineandone le capacita' intellettuali e la compatibilita' nei ruoli che potevano tranquillamente ricoprire all'interno dello Stato.
Oggi quale referente del MISE ci chiama " AGGIUSTATORI" in pratica persone obsolete.
Al pensare che questo Signore per 10 anni abbia seguito la nostra storia,ricordatevi anche il passaggio da Getronics a Eunics/Eutelia,mi viene da piangere di rabbia.
Forse il Ministro Guidi dovrebbe capire che gli obsoleti non sono nella nostra azienda ma all'interno del Ministero che rappresenta.
Chi non sa' cos'e' il mondo Informatico e le varie figure professionali al suo interno chiamando le persone che vi lavorano con un generico " AGGIUSTATORI" non puo' assolutamente sedere ad un tavolo in rappresentanza dell'ISTITUZIONE delegata dal Governo a trovare una soluzione per le 800 famiglie interessate.
Se posso permettermi un consiglio chiederei ai delegati Nazionali FIOM - FIM-UILM che ci rappresentano di far pressioni sul Ministro Guidi affinche' al prossimo incontro ci sia una persona che sappia cosa e' un'azienda Informatica ed il valore umano al suo interno.
Il Ministro Guidi viene dal mondo dell'imprenditoria sa' benissimo valutare il contesto professionale di un'azienda e dei suoi dipendenti quindi la soluzione potrebbe sicuramente trovarla.

Anonimo ha detto...

http://www.key4biz.it/files/000034/00003400.JPG
http://www.key4biz.it/Players/Who_is_who/C/Castano_Giampietro_173306.html

Giampietro Castano
Responsabile Unità Gestione Crisi Industriali presso Italian Ministry of Economic Development.

Questa persona se ne deve andare a casa.

Anonimo ha detto...

""Tutti i colleghi che sono stati assunti a tempo indeterminato hanno dovuto dimettersi da Agile quindi se le cose non andranno bene dal 1 Gennaio 2015 potranno avere l'unico ammortizzatore che la legge prevede cioe' la famosa ASPI""
Ecco amici e ex colleghi, per tornare sul concreto, se noi andiamo in mobilità il 1/01/2015 perdiamo 6 mesi di mobilità, infatti secondo la legge attuale dal 01/01/2015 inizia l'adeguamento alla nuova legge Fornero e noi ultra qarantenni invece di 24 mesi di mobilità ne faremo 6 in meno. Per quanto mi riguarda penso di accedere volontariamente alla mobilità volontaria tra Luglio e Agosto p.v. Comunque la cassa in deroga non la percepiamo prima di 12 18 mesi quindi meglio dare un taglio netto al cordone.

Anonimo ha detto...

""Tutti i colleghi che sono stati assunti a tempo indeterminato hanno dovuto dimettersi da Agile quindi se le cose non andranno bene dal 1 Gennaio 2015 potranno avere l'unico ammortizzatore che la legge prevede cioe' la famosa ASPI""
Ecco amici e ex colleghi, per tornare sul concreto, se noi andiamo in mobilità il 1/01/2015 perdiamo 6 mesi di mobilità, infatti secondo la legge attuale dal 01/01/2015 inizia l'adeguamento alla nuova legge Fornero e noi ultra qarantenni invece di 24 mesi di mobilità ne faremo 6 in meno. Per quanto mi riguarda penso di accedere volontariamente alla mobilità volontaria tra Luglio e Agosto p.v. Comunque la cassa in deroga non la percepiamo prima di 12 18 mesi quindi meglio dare un taglio netto al cordone
------
questo era il disegno iniziale ....una specie di silenzio assenso fra le parti in causa...a poco a poco si realizzera'...vedrete

Anonimo ha detto...

Gira voce che il signor Castano abbia conoscenze ed interessi in Engineering, la ditta che e' subentrata ad Agile in molti appalti

Anonimo ha detto...

A proposito di Castano
https://www.facebook.com/ControLasvenditaDeiPostiDiLavoro/posts/343834515688732

Anonimo ha detto...

Ancora a proposito di Castano
http://forum.termometropolitico.it/66365-giampiero-castano-una-questione-di-fiducia.html

Anonimo ha detto...

Ed ecco un altro fulgido esempio di carriera sindacale.

Mauro MORETTI - AD FS

Si è laureato con lode in ingegneria elettrotecnica presso l'Università degli Studi di Bologna nel 1977.

Nel 1978, a seguito di concorso pubblico esterno, è dapprima quadro presso l'Officina Trazione Elettrica di Bologna e poi dirigente nelle Ferrovie dello Stato, e poi in alcune delle società del Gruppo FS. Iscritto alla Cgil dai primi anni ’80, Moretti scala i vertici aziendali e sindacali fino a diventare segretario nazionale della Cgil Trasporti dal 1986 al 1991

Mauro Moretti - Wikipedia

Anonimo ha detto...

Guarda se non viene fuori che dietro tutto il casino ci sono proprio i sindacati che si sono spartiti i nostri clienti:
http://www.eustema.it/
guardate chi sono i clienti e se fate una ricerca su Google: Eustema CISL ... c'è da mettersi le mani nei capelli.

Anonimo ha detto...

E' obbligatorio che a tutti i prossimi incontri ci sia il nostro collega non sindacalista G. B.

Anonimo ha detto...

A proposito di Eustema, qualche mese fa, scrissi un post che faceva riferimento al fatto che quest'azienda di informatica è della CISL e questo era chiaramente descritto nella pagina di presentazione del sito. Oggi se si entra nel sito, la parola CISL, per quanto abbia cercato, non è più riportata da nessuna parte!!!!!

Anonimo ha detto...

cOSA? LA CASSA IN DEROGA LA PERCEPIAMO DOPO 18 MESI?
CIOÈ GENNAIO 2014 LA PAGANO A GIUGNO 2015?!
IL COLLEGA MILANESE

Anonimo ha detto...

Tutto era già deciso,il nostro destino,è scritto già nei commenti che vanno dal 22 aprile al 16 maggio
2009,tutti sapevano chi era Castano,
e aveva deciso già la nostra morte..
........................... http://collettivolavoratorigetronics.blogspot.it/2009/04/ultimissime-su-euteliainchiesta-frode.html
........................
Il nostro dramma si è compiuto proprio quando ex sindacalista FIOM Castano nel 2009 ha preso in mano la nostra vertenza,per portarla a compimento ora con la morte di 780 famiglie.
Grazie FIOM ora i vostri sindacalisti,possono anche loro diventare funzionari al ministero dello sviluppo economico,assassini.

Anonimo ha detto...

Purtroppo bisogna rassegnarsi,
la nostra cig in deroga verrà pagata solo a fronte di copertura finanziaria,che si prevede venga discussa nella prossima legge di stabilità,quindi nella migliore delle ipotesi a novembre 2014,in quanto il governo aspetterà almeno i dati economici del 3°trim.2014.
Solo dopo l'approvazione della finanziaria si può sperare nel 1°sem. 2015 del pagamento della cig in deroga quella promessa fino al 30 giugno 2014.
Sicuramente a questo punto per chi deve dare da mangiare alla propria famiglia subito, conviene andare in mobilità,almeno l'INPS dovrebbe pagarla entro 60 giorni.
Tanto nella migliore delle ipotesi si perderebbero 6 mesi di cig che non incidono sul totale della computo previdenziale,tanto comunque non si arriverebbe mai alla pensione.
Mi raccomando votiamo tutti per Renzi così il 27 maggio alla prossima incontro al ministero verranno risolti tutti i nostri problemi,tutti in pensione anticipata con qualsiasi età.

Anonimo ha detto...

Credo che dare informazioni non veritiere sia deleterio alla causa.
Spingere la gente ad andare in mobilità vuol dire togliere le castagne dal fuoco a chi dovrebbe trovare una soluzione.
Non e' vero che la CIG sara' pagata dopo 18 mesi perché viene concessa solo se i fondi sono già ' stanziati quindi non occorre attendere alcuna finanziaria.
I tempi sono quelli della burocrazia purtroppo non siamo i soli ad essere in questa situazione.Vero che possono passare anche sei mesi per avere i soldi.
Per quanto riguarda il votare Renzi ognuno e' libero di votare chi vuole.
Personalmente non mi e' molto simpatico ma tutti coloro che lo hanno preceduto non mi pare abbiano fatto cose mirabolanti o risolto la nostra situazione.
Quindi denigrare per partito preso non serve a nessuno e fermo restando che ognuno vota chi vuole credo che nessuno speri di andare in pensione a 50 anni ma di essere aiutati a ricollocarsi nel mondo del lavoro.

Anonimo ha detto...

Gira voce che il signor Castano abbia conoscenze ed interessi in Engineering, la ditta che e' subentrata ad Agile in molti appalti
------------------------------------
sembra pure che abbia fatto il consulente per cap gemini

Anonimo ha detto...

Gira voce che il signor Castano abbia conoscenze ed interessi in Engineering, la ditta che e' subentrata ad Agile in molti
====================================
facciamo arrivare queste voci alla trasmissione "la gabbia" della 7, che sembra essere,al momento, l'unica trasmissione che non guarda in faccia a nessuno.