domenica 15 dicembre 2013

A Senigallia Massimo Cirri e le ex lavoratrici di Agile Ex Eutelia

Sabato 14 dicembre l'iniziativa per presentare il libro "Il tempo senza lavoro"Sabato 14 dicembre l'iniziativa per presentare il libro "Il tempo senza lavoro"


Il tempo senza lavoro” (Feltrinelli Editore) è molto più di un libro, è una sorta di manuale di sopravvivenza. Scritto da Massimo Cirri, autore e voce di Caterpillar, e dai lavoratori dell’Agile ex Eutelia di Milano, il libro verrà presentato sabato 14 dicembre alle ore 17 all’Auditorium San Rocco.
All’incontro parteciperanno Massimo Cirri, Corrado Mandreoli e le ex lavoratrici di Agile Ex Eutelia Carmen Pizzetti e Luisa Scarpa.
Il libro raccoglie racconti attraverso i quali le donne e gli uomini che hanno perso il lavoro a causa delle scelleratezze compiute dai vertici aziendali ripercorrono le vicende vissute, le lotte, le angosce, e soprattutto mettono a fuoco i fantasmi del tempo non occupato. Un libro che ci mostra quali effetti possa produrre nella vita delle persone il dramma della perdita del lavoro. Ed è proprio attraverso la scrittura, guidata dalla Scuola Holden, e grazie agli incontri ai quali partecipano Massimo Cirri (con un’esperienza di 25 anni nei servizi pubblici di salute mentale) e Corrado Mandreoli della Camera del Lavoro di Milano, che i lavoratori riescono a condividere la propria rabbia ed il proprio stato d’animo riuscendo così a non lasciarsi andare.
Massimo Cirri cuce le sequenze di questa narrazione insieme agli autori dei raccontiche sono Patrizia Aprile, Idelma Beghi, Maria Gloria Brazioli, Tiziana Crostelli, Alessio D’Adda, Paola Fontana, Enrico Longoni, Marina Moresco, Carmen Pizzetti, Angelo Ronchi, Luisa Scarpa, Antonella Spinazzi ed Enrica Nicola.

63 commenti:

Anonimo ha detto...

...BLA BLA BLA BLA....

Anonimo ha detto...

Le ricordiamo che il diritto a percepire detto trattamento di sostegno al reddito verrà a decadere
qualora Lei dovesse rifiutare di essere avviato ad un corso di formazione o riqualificazione ovvero
non lo dovesse frequentare regolarmente, senza giustificato motivo.
Distinti saluti.

Anonimo ha detto...

ma andate a fa….

Anonimo ha detto...


Le ricordiamo che il diritto a percepire detto trattamento di sostegno al reddito verrà a decadere
qualora Lei dovesse rifiutare di essere avviato ad un corso di formazione o riqualificazione ovvero
non lo dovesse frequentare regolarmente, senza giustificato motivo.
Distinti saluti.


Ma cosa sta dicendo?

Anonimo ha detto...

Probabilmente se non si partecipa a dei corsi di fornazione ( FEG ) organizzati appositamente per noi in CIGS si perde il diritto all'ammortizzatore sociale in essere.

Anonimo ha detto...

...oppure (accordo tacito indovina fra chi...) si puo' leggere cosi: o decidi di fare i corsi (cioe' decidi a prescindere se possono essere utili o no alla ricollocazione) oppure ti scegli la mobilita', ti scaricano in mezzo alla strada come un salame e .....poi dichiarano ufficialmente: abbiamo agito positivamente per ridurre le eccedenze Agile in CIG...e' un risultato di successo...(facendo immaginare di aver ricollocato tutti)!!!

Anonimo ha detto...

Dall'ultimo comunicato sindacale ho estratto alcuni passaggi:

"Oggi in Agile, degli 813 ancora in cassa integrazione, ci sono circa 70 assunti a tempo
determinato in altre aziende, circa 100 lavoratori impegnati in LSU, oltre 500 interessati dai
progetti formativi presso le regioni. Per questo riteniamo inaccettabile lasciare senza tutele le lavoratrici ed i lavoratori di
Agile ed interrompere così un percorso che lentamente e faticosamente ha visto ridursi
progressivamente gli esuberi da 2.200 agli 813 attuali.
Solo negli ultimi 4 mesi, l’esubero complessivo si è ridotto di 190 lavoratori, perché
interrompere un percorso che sta producendo risultati? Perché restituire alla Comunità
Europea i soldi della formazione? Perche mettere a carico dell’INPS centinaia di
persone in più di quelle presenti ad oggi?"

Avrei alcune domande da fare al sindacato e vorrei delle risposte chiare visto che loro hanno questi numeri.

Prima domanda:
Gli oltre 500 impegnati in progetti formativi presso le regioni, hanno solo sprecato tempo e risorse perchè nessuno si è veramente riqualificato e vorrei sapere quanti di loro hanno trovato un impiego grazie ai FEG.
Secondo:
Fra quei 1387 colleghi che non fanno più parte degli esuberi, quanti sono usciti in mobilità volontaria o sono stati pensionati e quanti realmente si sono ricollocati, le percentuali sarebbero interessanti per capire se tutto questo è stato un colossale FLOP da parte del sindacato.
Terzo:
Se negli ultimi 4 mesi l'esubero si è ridotto di 190 lavoratori anche qui quanti si sono ricollocati e quanti invece hanno approfittato della mobilità volontaria prima che scadesse per poter essere inseriti fra gli esodati ed andare in pensione con le vecchie regole.
E poi geograficamente sarebbe curioso sapere chi ha trovato un nuovo lavoro perchè in alcune zone tipo Milano è molto più facile essere assunti.
Perchè scrivere numeri in questo modo fa molto effetto ma sapere poi che le persone che effettivamente si sono ricollocate sono una minima percentuale rende tutto il panorama completamente diverso, rendendo chiaro che l'accordo firmato non è servito a nulla.
Se il sindacato che credo abbia i numeri esatti volesse rispondere.

Anonimo ha detto...

In Piemonte i cosiddetti FEG sembra siano terminati senza che nessuno si sia riqualificato e nessun corso specifico è stato mai avviato.

Anonimo ha detto...

Da chi sono organizzati i corsi di formazione pagati con soldi pubblici? Ah, saperlo!

Anonimo ha detto...

In Piemonte i cosiddetti FEG sembra siano terminati senza che nessuno si sia riqualificato e nessun corso specifico è stato mai avviato.
-------------------------------
deprimente ed inqualificabile!!!!

Anonimo ha detto...

Feg= soldi rubati dai soliti noti

Anonimo ha detto...

Forse tutto quello che dicono i sindacati serve da una parte per giustificare la nuova concessione della CIG in deroga almeno fino a tutto Agosto 2014 e dall'altra per non chiedere conto di quei famosi 20 milioni di euro che il Ministero ha dato a TBS per il rilancio industriale come scritto nell'accordo.
Come la mettiamo la mettiamo il problema sono e rimangano i Money dati e che nessun vuole chiedere che fine hanno fatto.
Se siamo rimasti in cosi' pochi con qualche piccolo appalto concesso a TBS potremmo essere tutti ricollocati ma a quanto pare l'obbiettivo non e' questo ma solo guadagnare tempo e far passare i famosi due anni.
La politica non esiste si parla solo della disoccupazione giovanile di noi cinquantenni nessuno parla come se fossimo tutti morti o in agonia in attesa dell'ultimo respiro ma forse hanno fatto i conti senza l'oste perche' dietro ad un cinquantenne in CIGS di solito c'e' una famiglia di almeno tre componenti e sono tre voti in meno caro PD o PDL e chi pensa di vincere le prossime elezioni dovra' tener conto di questa variabile. Senza il nostro supporto difficilmente si vinceranno le elezioni ed a buon intenditor poche parole.
Personalmente in famiglia siamo in cinque e alle passate elezioni votammo PD ma ora considerando tutto penso che opteremo per un voto di protesta e non sara' sicuramente per il PD o il PDL.

Anonimo ha detto...

Forse tutto quello che dicono i sindacati serve da una parte per giustificare la nuova concessione della CIG in deroga almeno fino a tutto Agosto 2014 e dall'altra per non chiedere conto di quei famosi 20 milioni di euro che il Ministero ha dato a TBS per il rilancio industriale come scritto nell'accordo.
Come la mettiamo la mettiamo il problema sono e rimangano i Money dati e che nessun vuole chiedere che fine hanno fatto.
Se siamo rimasti in cosi' pochi con qualche piccolo appalto concesso a TBS potremmo essere tutti ricollocati ma a quanto pare l'obbiettivo non e' questo ma solo guadagnare tempo e far passare i famosi due anni.
La politica non esiste si parla solo della disoccupazione giovanile di noi cinquantenni nessuno parla come se fossimo tutti morti o in agonia in attesa dell'ultimo respiro ma forse hanno fatto i conti senza l'oste perche' dietro ad un cinquantenne in CIGS di solito c'e' una famiglia di almeno tre componenti e sono tre voti in meno caro PD o PDL e chi pensa di vincere le prossime elezioni dovra' tener conto di questa variabile. Senza il nostro supporto difficilmente si vinceranno le elezioni ed a buon intenditor poche parole.
Personalmente in famiglia siamo in cinque e alle passate elezioni votammo PD ma ora considerando tutto penso che opteremo per un voto di protesta e non sara' sicuramente per il PD o il PDL.
---------------
sticaz

Anonimo ha detto...

Nessun sindacalista che intende risponderci, eppure il blog lo leggono eccome. Nessun intervento dei soliti noti e tantomeno del mammasantissima. I 20 milioni bruciano e parecchio sotto il sedere di qualcuno.

Anonimo ha detto...

Nessun sindacalista che intende risponderci.....
=================
Ma quella è la peggior specia che esiste in giro....
Sono dei VIGLIACCHI INCAPACI.

Anonimo ha detto...

Fra quei 1387 colleghi che non fanno più parte degli esuberi, quanti sono usciti in mobilità volontaria o sono stati pensionati e quanti realmente si sono ricollocati, le percentuali sarebbero interessanti per capire se tutto questo è stato un colossale FLOP da parte del sindacato.
------------
e' proprio cosi!! credo sia capitato anche a voi sentire qualche volta al TG il tono "leggermente" perplesso del conduttore che afferma: "...evidenti segnali di ripresa dell'economia.L'inps ha diffuso i dati sulla CIG di giugno da cui risulta una riduzione del 3% delle ore di CIG rispetto al mese precedente e del 4,5% rispetto allo stesso mese dello scorso anno." Pausa, e poi continua un po' somessamente imbarazzato: "nello stesso mese di giugno e' aumentato del 3% il ricorso alla mobilita' nei settori industria-commecio e servizi, rispetto al mese precedente e del 6% (alla fine finscono tutti li'!!) rispetto allo stesso mese dello scorso anno ...".
Ragazzi comunque vada, sforziamoci di ridere ancora.

Anonimo ha detto...

Domani probabilmente faranno del tutto per fregarci negandoci la CIG in deroga malgrado un accordo firmato al tavolo ISTITUZIONALE del MISE presenti rappresentanti dello STATO,Regioni,Sindacati e TBS.
Ora penso e spero che davanti al Ministero del Lavoro saremo numerosi compresi coloro che pensano di starsene a casa per scrivere poi le peggio nefandezze contro sindacalisti o colleghi RSU.
Se ancora non lo avete capito domani se non sara' assunto un credibile impegno politico sul rinnovo della CIG in deroga per altri 8 mesi ( il massimo che si puo' ottenere) dal primo di Gennaio 2014 saremo licenziati e messi in mobilita' e tutto sara' definitivamente finito.
Contratti a tempo determinato in essere con altre aziende,Feg, e gli impegni presi dalle Regioni come bandi gara mirati alla ricollocazione dei dipendenti Agile in CIG con rapporto di lavoro in essere,lavoratori occupati in attivita' di LSU o tirocinanti presso tribunali o altri enti.
Tutto legato alla CIG in deroga senza di questa tutto sara' DEFINITIVAMENTE FINITO. THE END.
Quindi domani dovremo restare ad oltranza fino a che non ci sara' ufficialmente riconosciuto il diritto ad avere questo Ammortizzatore sociale vitale non solo economicamente ma per tutto cio' che e' in atto e mirato nel ricollocarci nel mondo del lavoro.
Spero che saremo in tanti da tutta Italia ma in particolare chiedo ai colleghi di Roma di essere presenti in massa perche',se non lo hanno ancora ben capito, la partita domani potrebbe definitivamente chiudersi o riaprirsi anche per loro.
Grazie per l'attenzione

Anonimo ha detto...

w la mobilità, la cassa in deroga pagata con modalità assolutamente vaghe tenetevela voi filo sindacalisti del cazzo.

Anonimo ha detto...

Si sa niente dell'incontro di oggi al ministero?

Anonimo ha detto...

perallora?

Anonimo ha detto...

ma allora si può sapere l'esito dell'incontro di oggi con il ministero?

Anonimo ha detto...

Una altro anno di CIGS.

Anonimo ha detto...

e' stato adesso raggiunto un accordo per cig in deroga da 1 gennaio a 30 giugno 2014

Anonimo ha detto...

Sei mesi di cig in deroga + mobilità volontaria da subito.

Anonimo ha detto...

Malgrado le Cassandre oggi grazie ai colleghi presenti al ministero ed ai SINDACATI è stato raggiunto un accordo di CIG in deroga per altri sei mesi compreso la possibilita' di entrare in mobilità volontariamente.
Ora dobbiamo andare avanti sul proggetto lavoro e chiedere che questi famosi corsi FEG siano propedeuci per un ricollocamento nel mondo del lavoro.
Da Gennaio inizia la vera lotta e chi non ci crede puo' tranquillamente farsi da parte e chiedere di andare in mobilità.

Anonimo ha detto...

Peccato che il decreto non sarà emesso prima di Marzo 2014 più i tempi tecnici per attivare la cigs, rischiamo di arrivare a giugno e non aver percepito neanche un mese visti i tempi di erogazione delle cigs in deroga ... che bella prospettiva

Anonimo ha detto...

Peccato che il decreto non sarà emesso prima di Marzo 2014 più i tempi tecnici per attivare la cigs, rischiamo di arrivare a giugno e non aver percepito neanche un mese visti i tempi di erogazione delle cigs in deroga ... che bella prospettiva
----------------------------------
Infatti mi sa che sulla carta la cigs in deroga ci sia x altri sei mesi ma i soldi li vedremo alla fine del periodo di CIGS in deroga bella prospettiva e noi come mangiamo?
E poi prospettive direi nulle TBS neanche a parlarne contributi FEG a marzo scaduti da restituire i soldi alla comunità europea non utilizzati in quanto veramente non utilizzati.
Qualcuno ha fatto un corso promosso con i FEG?
Nella mia regione nessuno e sono sicuro che anche nelle altre regioni sia uguale.
Grande vittoria

Anonimo ha detto...

http://www.eulav.net/accordo19dic2013.pdf

http://www.eulav.net/accordo19dic2013_procedura.pdf

Anonimo ha detto...

per la sindacalista di Roma l'accordo di oggi è stato positivo.Manon si vergogna, dpo aver retto il moccolo al suo nazionale e giocato sulla pelle dei lavoratori, ancora scrive? Già, dimenticavo, ha solo passato"la velina".

Anonimo ha detto...

ma il punto 1 e 2 del verbale di accordo che significano ? Mi sa tanto di fregatura ....

Anonimo ha detto...

Con l'accordo di oggi , e' statafirmata la morte lavorativa di 8oo lavoratori.
Vi consiglio di far leggere l'accordo ad un avvocato,perché é pieno di incongruenze. Vi saluto perché vado in mobilità.

Anonimo ha detto...

ma il punto 1 e 2 del verbale di accordo che significano ? Mi sa tanto di fregatura ....
-------------
e' la solita presa per il culo dei sndacati che non hanno avuto nenache il coraggio di alzare la voce: 1) il TFR da gennaio 2013 a
a giugno 2014 viene sospeso e vi si potra' accedere in seguito (ma non si precisa quando) con una (credo) nuova procedura di insinuazione al passivo..!!!
2) se per aggiornamenti legislativi la CIG in deroga viene sospesa non e' garantito alcun supporto economico dei lavoratori a carico dell'azienda.
Chiaro?
Sindacati e Potetti, siete grandi....

Anonimo ha detto...

Con l'accordo di oggi , e' statafirmata la morte lavorativa di 8oo lavoratori.
===========================
Ma pensa un pò, se invece ci avessero messo in mobilità da subito ci saremmo salvati tutti!! ma lo sapete quello che scrivete?? Il problema è che i soldi li vedremo molto tardi, non la "morte lavorativa"!!


Anonimo ha detto...

Infatti concordo sul fatto che i punti 1 e 2 (ma anche i precedenti punti a-b-c) dell'accordo siano molto "ambigui"...e che debbano essere spiegati in ogni minimo dettaglio!

Anonimo ha detto...

La postergazione è il fenomeno inverso al privilegio e si realizza quando uno o più creditori, senza rinunciare al credito, permettono che il loro credito sarà soddisfatto solo dopo l'integrale soddisfazione degli altri creditori che assumono, per effetto di ciò, un carattere di privilegio indiretto..

Anonimo ha detto...

ma il punto 1 e 2 del verbale di accordo che significano ? Mi sa tanto di fregatura ....
------------------------------
1) il TFR da gennaio 2013 a
a giugno 2014 viene sospeso e vi si potra' accedere in seguito.
2) se per aggiornamenti legislativi la CIG in deroga viene sospesa non e' garantito alcun supporto economico dei lavoratori a carico dell'azienda.
===============================
Scusate ma questi due punti dove si leggono???
Nel pdf postato su Eulav non ci sono.

Anonimo ha detto...

Postergazione = prenderlo nelle parti posteriori...oppure nelle terga!!

Anonimo ha detto...

E' scritto nel verbale allegato all'accordo
http://www.eulav.net/accordo19dic2013_procedura.pdf

Anonimo ha detto...

E' scritto nel verbale allegato all'accordo
http://www.eulav.net/accordo19dic2013_procedura.pdf

------------------------------------
grazie

Anonimo ha detto...

Nel comunicato de 19/12/2013 di Eulav si sono pure permessi di scrivere:
L'accordo vale per tutti cassaintegrati di Agile, anche per quelli che continuano a disertare le mobilitazioni sindacali.
Come se in Italia le leggi dovessero valere solo per chi ha votato i partiti di governo e non per chi ha votato partiti dell'opposizione e il 30% che nemmeno va a votare.

Anonimo ha detto...

Ed ora tocca alle regioni?????
ahhhhh ahhhh ahhhh!

Anonimo ha detto...

the hirnailDa Gennaio inizia la vera lotta e chi non ci crede puo' tranquillamente farsi da parte e chiedere di andare in mobilità.
============================
Questo bisogna dirlo ai nostri cari RSU.che sembra siano restii a incazzarsi con le regioni...Vero pipa???

Anonimo ha detto...

Ora basta fare lotte per gli ammortizzatori, perché vederete che tra un po' se ne usciranno che c'è da lottare per qualche altro mese di cassa. La battaglia io la voglio fare al Ministero dello Sviluppo, magari non servirà, ma voglio e spero che siano in tanti a pensarla come me, che per gli 800 che rimarranno senza pensione e senza lavoro, ESIGO che i sindacati mettano in campo soluzioni alternative, con il Ministero con le Regioni con chi ca..o gli pare, ma che comincino a battere i pugni perché vengano date soluzioni lavorative c/o TBS o P.A. o Poste o altro con l'impegno di tutti anche dei sindacati che hanno le loro responsabilità per la nostra vicenda e non mi frega niente se altri hanno gli stessi problemi, VOGLIO che siano le istituzioni, eventualmente, a dire "non si può fare", non i sindacalisti stessi che manco ci provano e puntano tutto solo sugli ammortizzatori. D'altra parte tutti i rappresentanti sindacali che abbiamo, più o meno sono ricollocati o hanno la promessa di esserlo o sono in dirittura di arrivo per la pensione e NON HANNO TANTA FAME. Se continuamo a lasciare tutto i mano ai sindacalisti non otterremo mai niente di risolutivo, sarà sempre un trovare una toppa.

Anonimo ha detto...

Nel comunicato del 19/12/2013 di Eulav si sono pure permessi di scrivere:
L'accordo vale per tutti cassaintegrati di Agile, anche per quelli che continuano a disertare le mobilitazioni sindacali.
--------------------------------
Detta così sembra una grande vittoria aver fatto un accordo del genere. Ebbene, vi dovreste solo vergognare per essere arrivati a questo punto senza un nulla di fatto.
Abbiamo tutti gli stessi diritti anche per chi non partecipa alla mobilitazione sindacale. Il commento su Eulav lascia alquanto sgomenti. Complimenti anche all'Amministratore del sito che ha permesso una tale affermazione (ancora peggio se l'ha fatta lui). Da parte si dovrebbe fare il sindacato ed in primis l'RSU visto che si è fatto infinocchiare con un accordo fasullo che ci ha portato a questa conclusione. Quindi non sparate a zero sui colleghi che in una maniera o nell'altra non intervengono più alle manifestazioni da voi indette. Molto probabilmente si sono adoperati o si stanno adoperando per reagire a questa situazione passiva di cassaintegrati (visti i risultati). E dovreste come minimo complimentarvi con loro visto che non rimangono in pantofole sul divano a fare già i pensionati. Questi colleghi vi possono insegnare qualcosa (soprattutto in ambiente di lavoro) e potreste pentirvene in coscienza solamente per averli additati...

Anonimo ha detto...

Nel comunicato del 19/12/2013 di Eulav si sono pure permessi di scrivere:
L'accordo vale per tutti cassaintegrati di Agile, anche per quelli che continuano a disertare le mobilitazioni sindacali.
____________________________________________
I sindacati si domandino il perchè!! Forse perchè sono schifati dal loro comportamento??

Johnny Manzo ha detto...

Vi informo che i lavoratori di Palermo relativamente ai progetti FEG, nei giorni scorsi hanno inviato una nota ai vari uffici della Regione Sicilia per chiederne una proroga. Di seguito la nota:

http://www.file-pdf.it/2013/12/20/comunicazione-lavoratori-agile-progetto-feg/


Giovanni Manzo manzo@postaitalia.org

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Nel comunicato del 19/12/2013 di Eulav si sono pure permessi di scrivere:
L'accordo vale per tutti cassaintegrati di Agile, anche per quelli che continuano a disertare le mobilitazioni sindacali.


??????????????????????????????????

Anonimo ha detto...

??????????????????????????????????
----------------------------------
IL punto interrogativo lo devono porre alle proprie coscienze, coloro che se ne sono sempre fregati o si appoggiano ai quattro sfigati che erano sotto il freddo al ministero l'altro giorno, tanto e' facile dire , criticare, eleggersi a esperti indignati, standosene comodamente seduti sul divano delle proprie case.

Anonimo ha detto...

parassiti

Anonimo ha detto...

Un Invito a tutti coloro che non hanno voglia di lottare ..... prendetevi la mobilità ed andate fuori dalle palle

Anonimo ha detto...

Un Invito a tutti coloro che non hanno voglia di lottare ..... prendetevi la mobilità ed andate fuori dalle palle.
****************************
Confermo le parole del collega.
Chi non ha voglia di combattere o non crede alle iniziative prese puo' tranquillamente togliersi da torno e andare volontariamente in mobilità.
Il Sindacato ha pensato anche a loro concordando questa eventualità quindi non continuino a sputare veleno e se ne vadano fuori dalle pa......
Se siete così bravi trovatevela da soli la soluzione lavorativa ci sono migliaia d'imprenditori pronti ad assumervi siete così bravi e qualificati che non dovreste avere nessun problema anche se superate i 50 anni.
Cosa aspettate?
Paura? E' sicuramente più facile rimanere a casa e sparlare di tutto e di tutti distruggere è facile il difficile è costruire.

Anonimo ha detto...

Paura? E' sicuramente più facile rimanere a casa e sparlare di tutto e di tutti distruggere è facile il difficile è costruire
-------------------
ci sta anche chi lavora e non può venire, parassita di merda

Anonimo ha detto...

ci sta anche chi lavora e non può venire..........
--------------------------------
A maggior ragione vale l'invito, prendetevi la mobilità ed andate fuori dalle ........

Anonimo ha detto...

Ottimo,oltre al resto,siamo arrivati anche alla guerra tra poveri,il massimo della tristezza!

Anonimo ha detto...

Giustissimo.
Visto che lavori mettiti in mobilita' e fatti assumere regolarmente togliendoti dalle pa...
Se sei occupato in attivita' regolari penso che un permesso non ti sarebbe stato negato se invece, come penso,ti prendi la CIGS e lavori in nero abbi il pudore di tacere perche'altro che parassita sei un invertebrato senza dignita'.

Anonimo ha detto...

Se siete così bravi trovatevela da soli la soluzione lavorativa ci sono migliaia d'imprenditori pronti ad assumervi siete così bravi e qualificati che non dovreste avere nessun problema anche se superate i 50 anni.


BRAVO TE! ASPETTA IL SINDACATO E POI VEDRAI.....
NON HAI CAPITO CHE TRA TESSERE E INSINUAZIONI TI (CI) HA SOLO MANGIATO SOLDI?? E TI (CI) HA LASCIATO SULLA STRADA....
...FORSE NON TI E' ANCORA CHIARO...
E IL SINDACATO DICE:"ACCONENTATI DELLA CIGS".

Anonimo ha detto...

Nel verbale allegato all'accordo:
http://www.eulav.net/accordo19dic2013_procedura.pdf
al punto 1 si dice che ci sia un errore, la data esatta dovrebbe essere dal 7 dicembre 2013 e non dal 7 gennaio 2013 in quanto la copertura per il tfr maturato è a carico dell'INPS fino alla partenza della cassa in deroga.

Anonimo ha detto...

Johnny Manzo ha detto...
Vi informo che i lavoratori di Palermo relativamente ai progetti FEG, nei giorni scorsi hanno inviato una nota ai vari uffici della Regione Sicilia
---------
Manzo, quel documento dovevi mandarlo a Potetti...anzi visto che ci sei, pure al nostro nuovo sponsor, il sottosegretario Carlo Dell’Aringa...(camera,PD) !!

Ma avete letto le dichiarazioni di Potetti su Eulav a margine dell'ultimo accordo?

Ma con quale faccia ci viene a raccontare che "Ciò consentirà di accompagnare, senza licenziamenti, le misure a sostegno del reimpiego dei lavoratori, previste dall’accordo quadro del 3 febbraio 2012"?
Ma questo vende veramente fumo!!...Quali sarebbero state le misure a sostegno del reimpiego, previste dall'accordo-beffa? Ci dica, siamo tutt'orecchi.

Forse i FEG?
La sicilia e il Piemonte gia' insegnano....E chi ne usufruira' veramente (nel senso economico) sara' il baraccone del pubblico impiego rappresentato da Italia Lavoro e la miriade di aziende di pseudo formazione professionale legate al politico di turno regionale.

Forse la mobilita' volontaria?
Ma perche' non ci dice la verita' fino in fondo? Perche' non dice che chi l'ha scelta l'ha fatto solo per due motivi: accompagnamento alla pensione (esodati compresi) e opportunita' di sfruttare fino alla fine la vecchia normativa sulla durata della mobilita' prima che entri in vigore la riforma Fornero. Di reimpiego neanche l'ombra!!

Ma pensa che abbiamo l'anello al naso e seguiamo quello che dice come tanti pecoroni? Perche' non ci spiega il significato dei punti 1 e 2 dell'ultimo accordo?

Non che non l'abbiamo capito, anzi, e' gia' tutto chiaro qui sul blog, e' che vogliamo sentircelo dire da lui, direttamente, possibilmente mentre lo guardiamo negli occhi, cosi vediamo se riesce a sostenere i nostri sguardi.

Anonimo ha detto...

A mio avviso, non solo il sindacato, ma anche le altre parti di quell'accordo, vogliono mascherare l'immagine di impotenza e incapacita' che hanno dimostrato in questi lunghi 3 anni e mezzo ad attivare processi concreti e sostanziali di riconversione e ricollocazione lavorativa, facendo passare l'assunto che quell'accordo di febbraio 2012 stia dando i suoi frutti in quell'ottica, sbandierando le 2000-813=1187 uscite. Non c'e' dubbio che ci sono stati sicuramente colleghi che si sono ricollocati, ma e' tutto merito della loro competenza specialistica, del tessuto industriale del loro territorio e delle loro relazioni, soprattutto, non certo dell'accordo con TBS. Eppure mi piacerebbe conoscere il numero di quelli che si sono licenziati rinunciando alla mobilita' volontaria, perche' questo sarebbe effettivamente il numero di chi si e' realmente ricollocato, sul totale.
Ad esempio nella mia sede sono circa l'11% del totale in cigs, una miseria, l'89% e' ancora li, disoccupata, dopo quasi 4 anni.

Perche' non ci danno tutti i dati per dimostrare il presunto successo di quell'accordo-beffa? Perche' non ci dicono invece quanti colleghi, fra i 2000 che eravamo, sono stati ad oggi gia' "accompagnati" alla mobilita' in attesa della pensione (esodati compresi)? Perche' non ci dicono quanti ne contano che se ne andranno in mobilita' nel prossimo anno, spinti dal fatto che, a fine 2014, entreranno in vigore gli effetti della riforma Fornero sulla durata della mobilita'?

Secondo me si son gia' fatti una stima precisa, sanno gia' quanti fra noi chiederanno la mobilita' volontaria il prossimo anno, perche' chi ci va nel 2015 si perde gia' 1 anno di mobilita' grazie al genio di quella professoressa universitaria che abbiamo avuto a capo del ministero del lavoro.
Non solo: adesso, lo spauracchio della interruzione del pagamento della CIG per chissa quanti mesi, in attesa della deroga, sara' una ulteriore motivazione per spingere molti di noi in quella direzione !! Capite? Altro che "..le misure a sostegno del reimpiego dei lavoratori, contenute nell'accordo 2012, senza licenziamenti..." !!

Anonimo ha detto...

Vogliono farci bere la PROPAGANDA che la mobilita' volontaria e' uguale alla ricollocazione lavorativa; ma e' solo PURA propaganda politica perche' useranno un solo dato per questa tesi: la differenza fra i cigs nel 2010 e quelli al termine
del 2014. Vedrete come sbandiereranno ai quattro venti questo semplice dato, ma
della fine che faremo, una volta fuori, non gliene frega una mazza.

Dunque l'accordo sindacati-ministeri-TBS-commissari alla fine avra' (..magicamente)
funzionato!! Avete capito che furbacchioni?

Programma finale. Alla fine del 2014:
1- Potetti & company sventoleranno la bandiera "non abbiamo licenziato nessuno!!"
2- i commissari usciranno dall'ennesima esperienza di fallimento "certificato e
amministrato" super-pagato, non ho ancora capito se con soldi pubblici o anche aziendali
3- il ministero avra' una tavolo caldo in meno
4- alle regioni restera' meno CIG in deroga da autorizzare ma piu' mobilita' da pagare (la famosa barzelletta...)
5- e noi?

Una parte (spero non la maggior parte), quelli con un mix di eta'/reddito piu critico (50enni monoreddito), si licenzieranno di "volonta' propria", con altri 3-4 anni di mobilita' davanti, e chissa' poi cosa, chissa'.
Gli altri, quelli con un mix di eta'/reddito piu' fortunato (40-50enni NON monoreddito), che quindi hanno potuto permettersi il rischio di "attendere" il pagamento della CIG in deroga, potrebbero attendere fino alla fine del 2014 e magari sperare di rientrare in TBS. Ma dovranno fare i conti con i numeri, i nostri famigerati dati, che nessuno vuol dare.

Andate a rileggervi quell'accordo con TBS del febbraio 2012, nel punto 4.i:(al 31 dicembre 2014)..."la forza lavoro riveniente da Agile S.r.l. in Amministrazione Straordinaria sara' – e sempre nel solo caso di avveramento delle condizioni presupposte di cui ai punti 4.b.a. e 4.e.a. che precedono (...cioe',obiettivi di
fatturato!!)- pari ad un numero variabile tra le 358 e le 403 unita'...".

Anonimo ha detto...

Dunque quelli che vorranno attendere la CIG in deroga, anche nella ipotesi piu' ottimistica e ammesso che quegli obiettivi di fatturato vengano raggiunti, dovranno sperare di essere, alla fine della purga del 2014, insieme agli altri gia' passati, in tutto 403....Se saranno di piu', si sottoporrano alle ben note e ...rigidissime regole di selezione politica applicate fino ad oggi dalla moderna-romana-coniurati, se saranno di meno, le regole di selezione si potrebbero trasformare in regole di allocazione molto ben...ponderate (.."adesso sei tu che risponderai al telefono, perche' quello li' si e' stufato di farlo per 3 anni!..."). Pero', almeno, arrivera' lo stipendio a casa.

403. Ma questo numero dipende da almeno due fattori: fatturato annuale e numero di passaggi in TBS progressivi in questi anni.

E dunque, qualcuno di noi sa' se gli obiettivi di fatturato sono stati raggiunti anno per anno come previsto dall'accordo? Bhooo!!
Di conseguenza, nessuno di noi sa' se potranno essere 403 unita' quelle che saranno complessivamente assunte in TBS.
Qualcuno di noi sa' quanti colleghi, ad oggi, sono stati assunti da Agile in TBS anno per anno? Forse Potetti lo sa, voi che dite? E come mai non lo dice a tutta la plebe?
Proviamo a far rimbalzare la domanda all'interno degli uffici di TBS IT. Chi fra i colleghi in TBS ci puo' scrivere sul blog questi dati? Ci sara' qualcuno che rispondera?
Proviamo a far rimbalzare la domanda all'interno degli uffici di Agile in amministrazione straordinaria, ci sono nostri ex-colleghi che ci lavorano li', in amministrazione. Fra l'altro, ora che ci penso, il numero di questi colleghi e' anch'esso un mistero, cosi' come e' un mistero se saranno compresi negli 813 dell'ultimo accordo o no e, soprattutto, quale sara' la loro "destinazione". Voi che dite? Io sospetto che a loro sia gia' stato garantito il passaggio in TBS, sempre grazie alle regole della moderna-romana-coniurati.
Comunque, chi fra di loro ci puo' far avere questi dati? Ci sara' qualcuno che rispondera?

Anonimo ha detto...

La disamina degli ultimi post di oggi delle 13.27, 13.28, 13,29, 13,30 è stata magistrale. Complimenti al collega.
Rispondendo a chi ancora denigra i colleghi e che bene o male hanno trovato una occupazione se pur saltuaria, rispondo che il dover istigare gli stessi a dimettersi o a chiedere la mobilità volontaria è una vera por..ta. Cosa ci guadagnerebbero loro un posto in più ed essere di meno in CIG in deroga e pregare i Santi (con tutto il rispetto per loro) ad essere riassorbiti dalla TBS?
E' vero che i sogni sono destinati ai mentecatti.

Anonimo ha detto...

Se sei occupato in attivita' regolari penso che un permesso non ti sarebbe stato negato se invece, come penso,ti prendi la CIGS e lavori in nero abbi il pudore di tacere perche'altro che parassita sei un invertebrato senza dignita'
----------------
CREDO CHE LA Dignità L ABBIA PERSA TU CARO MIO, SENZA LAVORO E CON UNA MERDOSISSIMA CASSA IN DEROGA, CONTENTO TU CONTENTI TUTTI