lunedì 4 giugno 2012

COMUNICATO SINDACALE AGILE EX EUTELIA

Si è tenuto nella giornata del 29 maggio u.s., l’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico per la verifica dell’accordo Agile del 23 gennaio 2012.

All’incontro erano presenti la Dott.ssa Tomai per il Ministero del Lavoro, l’Avv. Fasano per l’Agile in A.S. e le Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Puglia e Calabria.

L’incontro è cominciato con l’esposizione da parte delle Regioni dei programmi formativi e dei percorsi intrapresi per il reinserimento al lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori Agile ex Eutelia. Tutti i rappresentanti istituzionali hanno presentato i loro programmi con particolari interessanti rispetto ai provvedimenti di Piemonte e Puglia. In queste due regioni infatti si sono già previsti oltre ai programmi formativi che debbono cominciare nel prossimo autunno (il Piemonte attraverso i FEG, la Puglia con il FSE), anche degli incentivi economici all’assunzione da parte delle imprese, aggiuntivi a quelli legati alla CIGS e alla mobilità.

Riteniamo che questi elementi possano diventare patrimonio comune per la predisposizione di tutti i piani, oltre naturalmente ad eventuali nuove esperienze che potranno provenire da altri territori, in relazione con le rappresentanze sindacali.

La dott.ssa Tomai ha spiegato che sui FEG si è a buon punto e che entro la fine di giugno tutto l’iter a livello italiano sarà completato. La previsione è che entro la fine dell’anno si avrà l’esito della procedura dalla Comunità Europea (confidando nella velocità della Regione Umbria e Sicilia nel rispondere ad alcuni approfondimenti richiesti dal ministero del Lavoro).
Fim Fiom Uilm, stigmatizzano l'ennesima assenza ad un tavolo Istituzionale della Regione
Campania, non consentendo di confrontarsi nel merito delle decisioni, considerato anche che
nessun provvedimento o iniziativa fin qui adottata dalla stessa nei confronti dei lavoratori
campani. Come Organizzazioni sindacali siamo a sollecitare la Regione a riconsiderare la propria
posizione al fine di dare una riposta ai lavoratori coinvolti in questa tormentata vertenza al fine di
avviare un percorso di reinserimento e sostegno a lavoro.
Come OO.SS. e coordinamento nazionale abbiamo sollecitato anche l’adozione di tutti gli altri
provvedimenti previsti dall’accordo, a partire dai bandi di gara con sistemi “premianti” per le assunzioni di lavoratori di aziende in procedura concorsuale, il confronto con la società Cloud Italia per la verifica sulle attività informatiche date all’esterno e la gravissima vicenda dei lavoratori che potrebbero maturare i requisiti

FIM, FIOM, UILM NAZIONALI
Roma, 1° giugno 2012

14 commenti :

Anonimo ha detto...

embè?

Anonimo ha detto...

Embe', Embe'

Anonimo ha detto...

A fine giugno chiude la sede di Pregnana !!

Anonimo ha detto...

Arezzo, 4 giugno 2012 - E' terminata l’udienza per il caso Eutelia ed è
arrivato il verdetto del giudice Lo Prete. Accolte le tre richieste di
patteggiamento, fra cui quella a 4 anni di Raimondo Landi.

Patteggiamento accolto anche per Alessandro Landi, figlio di Angiolo e
rappresentante dell’ultima generazione e per Marco Mariotti,
Responsabile Finanziario di Eutelia:due anni per ciascuno di loro.
Il Gip ha poi rinviato a giudizio tutti gli altri imputati, fra i quali
Samuele (sempre con l'accusa di bancarotta fraudolenta per la quale e'
prevista la riunifcazione col primo filone), il fratello Isacco e lo zio
Angelo, patriarca della famiglia, che sperava in un proscioglimento e
che invece dovrà presentarsi in aula (bancarotta per entrambi).

A giudizio per bancarotta non solo i tre Landi ma anche molti ex
amministratori della società, fra i i quali spiccano l'ex presidente
Pizzichi e Giuseppe Maranghi, uomo di collegamento fra la famiglia e la
finanza milanese. Fratello di quel Vincenzo che fu alla guida di
Mediobanca, delfino di Enrico Cuccia.

Il patriarca Angelo, già presidente della società, aveva rinunciato al
patteggiamento, mentre il nipote Isacco, aveva proposto un
patteggiamento (due anni e mezzo) che l’accusa ha ritenuto non congruo.

Per Leonardo Pizzichi, primo presidente del dopo-Landi, le accuse
(sempre bancarotta) sono relativamente lievi, ma non al punto che il Pm
Rossi accettasse il patteggiamento a sei mesi proposto dalla difesa.

Assoluzione con formula piena per Laura Gallorini, moglie di Samuele
Landi per la quale il Pm Rossi aveva chiesto 1 anno e 4 mesi per
concorso in bancarotta. Il Giudice Lo Prete in occasione del rito
abbreviato richiesto dalla stessa imputata ha ritenuto del tutto
insussistenti le accuse mosse dal Pubblico Ministero e, contro ogni
previsione, ne ha decretato l'assoluzione perche' il "fatto non
sussiste". Si tratta della seconda sentenza di assoluzione dopo il
clamoroso dissequestro del castello di Policiano. Il processo e' stato
aggiornato al prossimo 30 Ottobre.

La Nazione
Salvatore Mannino

Anonimo ha detto...

Laura Gallorini, moglie di Samuele
Landi spero che i soldi guadagnati sulla nostra pelle li spengerai in un lebbrosario per curarti le piaghe

Anonimo ha detto...

POSSO MANDARE TUTTI AFFANCULO O MI CENSURANO?

Anonimo ha detto...

puoi,puoi,esprimi il sentimento di noi tutti

Anonimo ha detto...

Voi a Bari non avete problemi!!!!!!

Tra poco ci sarà la NEWCO che metterà tutti a lavorare..

Anonimo ha detto...

VIVA LA NEWCO DI BARI!!!

SARA' DI ESEMPIO PER TUTTI!!!

Anonimo ha detto...

Voi a Bari non avete problemi!!!!!!

Tra poco ci sarà la NEWCO che metterà tutti a lavorare..
------------------------------------
Ah si meno male che ci sei tu a dare quest notizie ora sono più tranquillo sapendo che fra un pò ricomincerò a lavorare poi dicono che il blog non serve a niente e si dicono solo cazzate. Grazie di ....cuore ...... ma roba da matti.

Anonimo ha detto...

Probabile nuova acquisizione da parte di TBS di ramo di azienda di consorzio nazionale imprese decotto ed in procinto di fallimento che si occupa di informatica??? Chi sà parli!!! meditate gente..fonte abbastanza sicura. Ed inoltre sembra che TBS abbia lasciato iniziativa e idea di sostenersi da soli adesso volgio vedere come la cricca farà a pagarsi gli stipendi!!

Anonimo ha detto...

meditate gente..fonte abbastanza sicura.
------------------------------------
Un pò troppo generico non ti pare?

Anonimo ha detto...

A proposito di Bari un grazie grande grande alla regione per la tempestivita' dei suoi interventi ; siamo arrivati a giugno e... bla bla bla...

Anonimo ha detto...

Adesso voglio proprio vedere come la cricca potrà pagare gli stipendi e giustificare tutte le assunzioni da chiavica che hanno fatto fare e chi sacrificheranno per continuare a mantenersi in piedi visto che i contratti si perdono ma non si fanno ( con questa struttura commerciale del resto..) e che TBS sta dicendo che devono essere in grado di mantenersi da soli e se prima non funzionava adesso come potrebbe funzionare???