lunedì 30 gennaio 2012

VERBALE DI ACCORDO CESSIONE A TBS

COMUNICATO STAMPA
TBS Group: raggiunto l’accordo con le organizzazioni sindacali per la
cessione dei rami d’azienda IT e Call Center di Agile S.r.l.
Dall’operazione importanti sinergie per il rafforzamento dell’offerta del
Gruppo nei servizi di Global IT per la sanità, la pubblica amministrazione e le
aziende private.
TBS Group, società quotata all’Aim Italia, comunica che con l’approvazione dell’Accordo
sindacale ex art. 47 della L. 428/90 e 63, comma 4, d-lgs. 270/99 avvenuta lo scorso 25
gennaio a seguito del percorso concertativo interno indetto dalle organizzazioni sindacali, è
stato ottenuto il pre-requisito indispensabile alla firma del contratto per l’acquisizione, da parte
di TBS IT (controllata al 100% da TBS Group), dei rami di azienda IT e Call Center di Agile
S.r.l., in amministrazione straordinaria.

In termini economici, il prezzo complessivo offerto da TBS IT per l’acquisizione di Agile è pari a
1 milione di euro, di cui 900.000 per il ramo IT e 100.000 per il ramo Call Center, che verranno
finanziati dall’aumento di capitale di TBS Group in via di finalizzazione.
Il confronto sindacale presso il Ministero dello Sviluppo Economico è stato avviato a seguito
dell’aggiudicazione da parte di TBS Group della procedura di vendita promossa, nel luglio 2011,
dai commissari straordinari di Agile S.r.l. - Stefania Chiaruttini, Oreste Michele Fasano e
Francesco Dimundo.

L’operazione di acquisizione dei rami di azienda di Agile è incentrata su un piano industriale
triennale - esaminato e validato dai commissari straordinari, dal Ministero dello Sviluppo
Economico e da Deloitte, che li ha assistiti in qualità di advisor - che illustra le ragioni di
carattere economico e strategico, nonché le prospettive sul piano occupazionale.
Sono oggetto della transazione i contratti in essere con la clientela e il brand name della
società; non vengono invece ceduti debiti, crediti e immobili di Agile S.r.l.

Relativamente alle ricadute occupazionali, il confronto con le organizzazioni sindacali ha portato
alla definizione di un piano di assunzione ex novo di una parte dei dipendenti che fanno capo
alla procedura.

In particolare, il piano industriale prevede un programma di inserimento occupazionale per step
successivi nell’arco dei prossimi tre anni, condizionato al raggiungimento di alcuni obiettivi di
fatturato dell’area IT di Agile, oggetto dell’acquisizione, secondo il seguente schema:
* primo anno: è prevista l’assunzione ex novo entro il 31 dicembre 2012 di 220 risorse, di cui
13 a tempo determinato;

*
secondo anno: nel corso del 2013 è previsto il raggiungimento di 258 unità totali, attraverso l’assunzione di ulteriori risorse e/o la conversione dei contratti a tempo determinato, a
condizione che nell’esercizio 2012 sia stato conseguito un fatturato minimo di 14,4 milioni di
euro relativo all’area IT di Agile e che la media ponderata dei termini di pagamento da parte
dei clienti attivi all’atto della cessione sia di 180 giorni dalla data di emissione fattura;
*terzo anno: nel corso del 2014 è previsto il raggiungimento di 358 unità totali, attraverso
l’assunzione di ulteriori risorse dalla procedura, a condizione che nell’esercizio 2013 sia
stato conseguito un fatturato minimo di 18,7 milioni di euro relativo all’area IT di Agile e che
la media ponderata dei termini di pagamento da parte dei clienti attivi all’atto della cessione
sia di 180 giorni dalla data di emissione fattura.

L’accordo prevede inoltre che il costo medio del lavoro relativo al personale assunto non sia
superiore ai 41.000 mila euro e che tale costo resti costante nel corso del piano industriale.
Inoltre, qualora specifici programmi di sviluppo, in particolar modo correlati alla domanda di
servizi da parte delle Regioni che intendessero sviluppare specifici progetti relativi alle attività di
TBS Group, dovessero determinare una ricaduta in termini di fatturato aggiuntivo, TBS Group si
è posta l’obiettivo di procedere all’assunzione di ulteriori risorse rivenienti dalla procedura sino
ad un massimo di 200 persone.

L’acquisizione dei rami IT e Call Center di Agile rappresenta un’opportunità rilevante nell’ambito
del piano industriale di TBS Group. Il management ritiene infatti fondamentale in questo
momento porre la massima attenzione sia a tematiche di innovazione, sia di economia di scala
nell’offerta ai clienti, promuovendo in particolare anche i servizi in outsourcing sui sistemi e le
soluzioni di information e communication technology (Global IT).

La componente tecnologica, driver di costo essenziale nel governo della spesa pubblica, verrà
quindi presidiata dalla società TBS IT, alla quale spetterà il compito di perseguire:
* le sinergie di costo ed economia di scala con la società EBM in Italia nei servizi integrati
in outsourcing dei sistemi IT e delle apparecchiature biomediche in particolare ai clienti
dell’area sanità sia pubblica che privata;

*
l’erogazione dei servizi di call center innovativi regionali in outsourcing con alcune Società del Gruppo (EBM e TeSAN), soprattutto nell’assistenza sociosanitaria
domiciliare;
* la costruzione di un posizionamento complessivo più forte e integrato lungo tutta la
filiera dei prodotti IT per la sanità, la pubblica amministrazione e le aziende private,
integrando appropriatamente competenze, prodotti e servizi di Agile con quelli di Insiel
Mercato e di altre società del Gruppo.

“L’acquisizione dei due rami di Agile – commenta Diego Bravar, presidente e amministratore
delegato di TBS Group -, rappresenta una scelta nella direzione di una costante crescita per il
nostro Gruppo. In particolare ci offre l’opportunità di acquisire ulteriori specifiche competenze
che ci consentiranno di operare, soprattutto nell’area della Sanità, in qualità di system integrator
capace di portare autentica innovazione al sistema. La nostra visione è sempre stata quella di
essere più efficienti e competitivi puntando a una gestione integrata, in outsourcing e
multivendor, non solo delle apparecchiature biomediche, ma allo stesso tempo di tutti i sistemi
e le soluzioni di information e communication technology utilizzate dai nostri clienti. E proprio
nel Global IT rileviamo interessanti opportunità di sinergie, di integrazione e di estensione del
nostro perimetro di offerta”.
Agile s.r.l. in A.S.
è una società attiva nella progettazione e realizzazione di soluzioni e servizi
di Information and Communication Technology in Italia, nella quale sono confluite le attività in
tale settore di Eutelia S.p.a. prima del commissariamento di entrambe le società da parte della
magistratura e del Ministero dello Sviluppo.
TBS Group
Con sede nell’AREA Science Park di Trieste e un fatturato 2010 di 190,7 milioni di
Euro, il Gruppo è presente attraverso numerose consociate in 13 Paesi – Arabia Saudita,
Austria, Belgio, Cina, Francia, Germania, India, Regno Unito, Italia, Olanda, Portogallo, Serbia
e Spagna – avvalendosi di oltre 2.000 addetti, di 26 centri di competenza specialistici e di oltre
300 laboratori on site collegati a più di 1.000 ospedali.

9 commenti :

Anonimo ha detto...

ma che ridereeeee !! o piangere !!!

Anonimo ha detto...

E' talmente conveniente per TBS che anche Cloud vorrebbe un accordo analogo con Eutelia, vediamo se i sindacati si caleranno le braghe anche li?

Anonimo ha detto...

Qualcuno sà se i sindacati, in linea con l'accordo TBS, hanno richiesto altra CIGS e per quanti e quanto tempo?

Anonimo ha detto...

e come pensate sia possibile raggiungere gli obiettivi scritti nell'accordo dei 180gg di incasso (non di fatturato) visto che la maggior parte di attivà è fatta con le asl e la pubblica amministrazione?? UTOPIA !! Così come è utopia l'assunzione delle altre persone dopo il primo step !! E' tutto finto e ci hanno inc..ti !!

------------

infatti ci hanno fregati con un problema in più, il tutto è stato fatto con l accordo del sindacato e i caproni che hanno accettato questo scempio, cosa si vuole ora?

Anonimo ha detto...

Si parla di 14 assunti a tempo determinato. Ma non erano 80?

Anonimo ha detto...

Ci volete fregare perché iinvece di prenderci per il culo non ci raccontate come avete deciso di farci morire e a chi ci state vendendo? a. a. e A.c. Ci state prendendo per il culo. Sappiamo che lavorate gia con quelli cloud. Quanti soldi in piu' vi hanno promesso per frefarci? Siete la nostra morte AA. sei un dirigente e servi sempre un nuovo padronevergogna vergognati Sei con il nemico !Senza di noi non ti salvi ne ' ne' il tuo amico nanetto..... Cloud deve sapere che sei un traditore....la lista dei nomi li diamo noi a cloud dovrà sentire noi ci faremo sentire e saremo noi a fregare te e
il tuo amichetti. A che serve pagare tanti soldi a delle sanguisughe che non lavorano !! Ci siamo noi che
lavoriamo mentre voi ci vendete! Vendetta per tutti i lavoratori! Andate via

Anonimo ha detto...

Potete dormine sonni tranquilli: i sindacati vigileranno per noi, in Agile come in Eutelia; i truffatori finiranno in carcere nonostante il patteggiamento; i furbetti del quartierino assaggeranno l'amaro calice della giustizia. Adesso svegliatevi.

Anonimo ha detto...

Avete voluto la bicicletta, ora si pedala, cari colleghi, vi siete messi a 90 gradi e accettato questa proposta indecente e priva di soluzioni, ora di cosa ci lamentiamo, l avete voluta voi o sbaglio. GAME OVER

Anonimo ha detto...

Fanno schifo! Pensano solo ai cazzi loro e a quelli dei loro amichetti! E a noi chi ci pensa Abbiamo sbagliato a fidarci. Dovevamo saperlo che Il nanetto e quell altro si vendevano. Hai ragione scriviamo noi a desimone, diciamogli chi siamo cosa facciamo.