venerdì 25 febbraio 2011

Agile (ex Eutelia): Landini, prosegue lotta per lavoro

"Il messaggio che viene lanciato da questa conferenza nazionale è che ci sono persone con competenze significative nel campo dell’informatica e delle telecomunicazioni intenzionate a dare il loro contribuito in un settore il cui rilievo diventa di giorno in giorno più strategico per un paese industriale come il nostro". Lo ha detto Maurizio Landini, segretario generale della Fiom, concludendo a Roma i lavori della conferenza nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori di Agile, svoltasi presso la sede centrale della Cgil.

"All’interno dell’industria metalmeccanica – ha proseguito Landini – ci sono aziende bloccate o assediate da una crisi economica di proporzioni globali. Non è questo il caso di Agile, né quello di Eutelia. Aziende la cui crisi non ha un’origine industriale, o comunque economica, ma deriva solamente da scelte sbagliate di un management dissennato e dall’assenza delle decisioni che qualsiasi governo avrebbe già preso da tempo",
"Proprio queste lavoratrici e questi lavoratori, che sono costretti a stare in cassa integrazione, o che, in alcuni casi, non si sono tirati indietro neppure di fronte all’ipotesi di lavorare senza stipendio pur di non far perdere alla loro azienda il rapporto con clienti importanti per la sua sopravvivenza, hanno elaborato un progetto industriale volto a rimettere insieme informatica e telecomunicazioni, ovvero Agile e Eutelia".
"Di fronte a una crisi ingiustificata e incomprensibile di aziende così importanti per il sistema-Paese, c’è chi ha forse sperato che i lavoratori di Agile e di Eutelia venissero cancellati dalla scena sociale e politica. Ma la caparbia decisione di questi lavoratori di battersi per conquistare un futuro a queste stesse aziende ha fin qui vanificato tale tentativo. Difendere le loro competenze e far sì che queste stesse competenze possano essere utilizzare per produrre innovazione è una cosa utile non solo per i lavoratori di Agile e Eutelia, ma per tutto il tessuto industriale e civile del nostro Paese".

54 commenti :

Anonimo ha detto...

Agile/Eutelia/1. Potetti (Fiom): “Riportare Agile in Eutelia per costruire uno strumento industriale nel segno della convergenza tecnologica”. A Roma la Conferenza nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori delle due Aziende

“La presentazione di un progetto industriale di integrazione fra attività di informatica e di telecomunicazioni, elaborato dalle lavoratrici e dai lavoratori di Agile (ex Eutelia) è la novità che presentiamo oggi con questa loro Conferenza nazionale.” Lo ha detto Fabrizio Potetti, coordinatore nazionale Fiom-Cgil di Agile e di Eutelia, aprendo i lavori della Conferenza che si è svolta oggi, a Roma, presso la sede nazionale della Cgil in corso d’Italia.

“La proposta che lanciamo oggi – ha proseguito Potetti – è quello di riportare Agile entro Eutelia. I lavoratori di Agile hanno le professionalità giuste, mentre Eutelia ha le infrastrutture, ovvero la rete, necessarie. Rimettere insieme le due aziende significa costruire un’impresa di cui un grande paese industriale, come il nostro, ha bisogno per la sua modernizzazione tecnologica.”

“Questo progetto – ha poi aggiunto Potetti – è credibile e fattibile perché alla sua base c’è un’analisi corretta delle tendenze oggi in atto, a livello globale, nel settore dell’Information and Communication technology. Tendenze che possono essere riassunte in una parola: convergenza.”

“Il ministero dello Sviluppo Economico – ha concluso Potetti – assuma adesso un’iniziativa che vada nel senso delineato dalle lavoratrici e dai lavoratori con il loro progetto. Facendo così, non solo darà una risposta alle esigenze poste da 1.800 lavoratori metalmeccanici, ma aprirà la strada alla costruzione di uno strumento industriale di evidente valore strategico.”

Alla Conferenza, cui hanno dato vita circa 200 tra dipendenti e delegati di Agile e di Eutelia, hanno partecipato anche rappresentanti delle forze politiche di opposizione: Pd, Prc e Idv. Nel corso del dibattito, è intervenuto Sergio Bellavita, segretario nazionale Fiom-Cgil responsabile del settore Ict.

Le conclusioni della Conferenza saranno tratte dal segretario generale della Fiom, Maurizio Landini.

In Agile sono attualmente occupati 1.400 lavoratori di cui 900 in Cassa integrazione. I dipendenti di Eutelia sono invece circa 400.

Anonimo ha detto...

adesso dopo questa conferenza e queste parole rivelatorie sicuramente abbiamo una speranza....

-.-

Anonimo ha detto...

Chi vive sperasndo..........muore????

Anonimo ha detto...

disperasto?!?

Anonimo ha detto...

Landini...l'abbiamo capito tutti che te voi tene' er culetto ar caldo sulla sedia della cgil, ma va' a lavora' envece de magna sule nostre disgrezie.

wyatt earp ha detto...

Sentir parlare di convergenza tra servizi TLC e servizi ITC non è una novità nè la soluzione alla nostra vicenda.
Sin dal 2008, se ben ricordate, Eutelia stessa aveva sponsorizzato un approccio del genere che poi per mancanza di volontà o forse di coraggio non ha mai seriamente affrontato.
Tutto questo nonostante uno sparuto gruppo di persone per lo più sotto i 40 anni e con tanta voglia di fare già allora avesse previsto le potenzialità di simili sinergie e le avesse mostrate in azienda non solo sulla carta ma anche e soprattutto nei fatti. Purtroppo però, come spesso capita in un paese gerontocratico come il nostro, si preferisce dar credito a qualche 75enne ben referenziato anzichè a qualche giovane brillante e con una vision decisamente più sviluppata.
Arthur Schopenhauer ha scritto:
"Chi ha giuste intuizioni in mezzo a cervelli confusi si trova come uno che abbia un orologio che funziona in una città dove tutti i campanili hanno orologi che vanno male. Lui solo conosce l'ora esatta, ma a che gli giova? Tutti si regolano secondo gli orologi della città che indicano l'ora sbagliata, persino chi è al corrente che solo il suo orologio segna l'ora giusta."
Forse è il caso che sindacato, azienda e pseudo acquirenti comincino davvero a regolare gli orologi perchè così, a spanne, mi sa che vanno almeno con 3 anni di ritardo.

Anonimo ha detto...

Bando Eutelia, nuova scadenza I creditori: sì al piano industriale
La Nazione (Arezzo)
L'AZIENDA IN VENDITA LA GARA PARTIRA' NELLA PRIMA DECADE DI MARZO
MANAGER Mark De Simone fa parte della cordata aretina
di PIERO SCORTECCI SI DIRADANO le nebbie che hanno avvolto il futuro
di Eutelia. Dalla foschia che ha investito l'azienda aretina emergono
scenari nuovi, che lasciano sperare in un destino meno cupo di quello
che la città e gli stessi dipendenti potevano immaginare: dalle ceneri
del gruppo, come l'araba fenice, prende forma un piano di rilancio
destinato a dilatare gli spazi di mercato e gettare le basi per un
nuovo sviluppo del territorio. Ma per lasciarsi andare a facili
ottimismi è ancora troppo presto. Meglio registrare la cronaca degli
ultimi avvenimenti. mettendo a fuoco le assicurazioni fornite sui
tempi delle procedure che porteranno alla cessione di Eutelia. Il
comitato di sorveglianza, composto dai creditori, ha acceso il disco
verde per il piano industriale presentato dai tre commissari
straordinari, piano che in queste ore sarebbe già sul tavolo del
ministro per ottenere la firma definitiva. Una tappa essenziale prima
di giungere alla pubblicazione del bando di interesse pubblico, che
può aver luogo, e qui le conferme sono numerose, entro la prima decade
di marzo. Una data da prendere con le molle, tenendo conto di tutte le
incertezze e le lungaggini collegate alle lentezze della burocrazia
nazionale. LA CAUTELA è doverosa, ma tutto lascia intuire come
l'intera procedura si stia avviando verso la dirittura finale: la
messa in vendita del gruppo di comunicazione piuttosto che la
liquidazione della società, un pericolo, questo che sindacati, mondo
economico e istituzioni hanno sempre inteso scongiurare. Nella
giornata di ieri le organizzazioni sindacali hanno incontrato il
prefetto Saverio Ordine per richiedere il suo interessamento nei
confronti del ministero e rappresentare i timori dei dipendenti, una
richiesta, a cui il rappresentante del governo non si è sottratto.
Preoccupazione per lo stallo è stata espressa anche dal presidente
della Provincia Roberto Vasai, che ha incontrato De Simone, e dal
sindaco Giuseppe Fanfani: «I tempi per la pubblicazione del bando di
gara per la vendita della società si stanno allungando oltre ogni
previsione hanno sottolineato i rappresentanti dei due enti e crediamo
che che le istituzioni debbano farsi carico di chiedere chiarezza a
chi gestisce le sorti di un'azienda tra le più importanti. Ci faremo
carico di chiedere un immediato incontro con i commissari per fare il
punto sullo stato delle cose e per sollecitare l'avvio delle procedure
di gara». Sul piano operativo le novità maggiori arrivano dal gruppo
«Piero della Francesca», guidato dai manager Marx De Simone e
Piergiorgio Rossi, spalleggiati da Cloud Italia, che a più riprese si
sono dichiarati interessati all'acquisizione di Eutelia: la cordata ha
confermato la firma di un accordo con Seicos del gruppo Finmeccanica
per stringere un rapporto industriale e commerciale per la gestione
della rete; nel contempo ha fissato per il primo marzo un incontro con
l'amministratore delegato per l'Europa meridionale del gruppo Google
per stringere un ulteriore rapporto di collaborazione.

Anonimo ha detto...

la fibra a Finmeccanica? Ma va... ma non era indagato il guargua?? lui non lo toccano eh eh eh

Anonimo ha detto...

Il tema della convergenza TLC/IT è di olivettiana memoria, ricordate De Benedetti?

Il discorso di Landini, mi sembra l'ultimo di un dittatore quando sta perdendo il potere.

Cerca di rendere meno amara la situazione spostando l'attenzione su cose che nessuno ha intenzione,e la possibilità economica di fare.

Anonimo ha detto...

Cerca di rendere meno amara la situazione spostando l'attenzione su cose che nessuno ha intenzione,e la possibilità economica di fare.

-----------------------------------
Il problema non risiede nella possibilità economica di fare, ma nella zavorra di Agile senza nessuna contropartita.

Anonimo ha detto...

Ancora si fantastica...
"Eutelia ed Agile di nuovo assieme"
quando Eutelia sara' ceduta con la consacrazione del Mise
Noi Agile in CIGS siamo per la strada.....basta illusioni....da parte dei Sindacati..

Anonimo ha detto...

L'AZIENDA IN VENDITA LA GARA PARTIRA' NELLA PRIMA DECADE DI MARZO
=====
Siamo vicini alla vendita di Eutelia.

Da qualche parte ho sentito dire che il 3 marzo verrà approvato anche quello di Agile dal MISE.
Cosa c'è di vero?E' una bufala?

Anonimo ha detto...

Compiti del Giudice Delegato

I nuovi compiti del giudice delegato, nell'ambito del fallimento, diventano quindi i seguenti:

riferire al tribunale su ogni affare per il quale è richiesto un provvedimento del collegio;

emettere provvedimenti diretti alla conservazione del patrimonio;

convocare il curatore e il comitato dei creditori;

liquidare i compensi e revocare l'incarico conferito alle persone su richiesta del curatore;

provvedere ai reclami contro gli atti del curatore e del comitato dei creditori (15 gg.);

autorizzare il curatore a stare in giudizio, per ogni grado e per atti determinati;

revocare su richiesta del curatore gli avvocati del giudizio, e liquidarne i compensi;

nominare gli arbitri su proposta del curatore;

accertare i crediti e i diritti reali vantati dai terzi.

approvare il programma di liquidazione;

provvedere in caso di inerzia o inoperatività del comitato dei creditori;

La serie di provvedimenti che vengono pronunciati dal Giudice delegato risultano essere dotati della caratteristica di decreto motivato.
Ricorsi

E' possibile presentare e proporre ricorso al tribunale o alla corte d'appello contro i decreti del giudice delegato. Tale ricorso va presentato entro 10 giorni dalla notifica dell'atto, e deve essere effettuato dal curatore, dal comitato dei creditori o da chiunque ne abbia interesse.

???---> SEQUESTRO CONSERVATIVO NEI CONFRONTI DI EUTELIA <---???

Anonimo ha detto...

DA UN PASSAGGIO DI UN COMUNICATO FIOM....
"da quando è in vigore la cigs il costo azienda nelle gare d'appalto è aumentato notevolmente pregiudicando la capacità della stessa di poter acquisire nuove attività.Ciò appare assolutamente incomprensibile se non rapportato ad un cattivo utilizzo della cigs e ad un coinvolgimento in attività tecniche di personale con retribuzioni altissime e di diversa professionalità"
-----------------------------------
IO SONO IN CIGS MA NON SONO IPOCRITA E POSSO DIRE CHE NELLA MIA AREA NON SI E' VERIFICATO ASSOLUTAMENTE QUELLO CHE AFFERMA IL SINDACATO;ONESTAMENTE DEVO DIRE CHE CHI LAVORA A PARITA' DI PROFESSIONALITA' E' QUELLO CHE PERCEPISCE(SI FA PER DIRE) LO STIPENDIO MINORE.
SINDACATO PER FAVORE....CAPISCO CHE DEVI RENDERE CONTO A COLORO CHE TI PRENDONO PER LA GIACCA,MA QUESTI SONO QUELLI CHE PRIMA SGHIGNAZZANO PERCHE' QUEI POVERACCI DEI COLLEGHI NON PRENDONO LO STIPENDIO E POI VOGLIONO ROTEARE
MENO IPOCRISIA
MENO IPOCRISIA
MENO IPOCRISIA
E POI SINDACATO PERMETTIMI...NON GUARDARE SOLO ALL'AREA TECNICA MA PER DIRTELA PAPALE PAPALE DAI UN OCCHIO ANCHE ALL'AREA AMMINISTRATIVA COMPRESI CAPI E CAPETTI CHE STANNO TUTTO IL GIORNO A SCALDARE LA SEDIA SENZA FARE UN EMERITO CA**O E SOPRATTUTTO GUARDA ANCHE LE LORO RETRIBUZIONI.
AH MA FORSE QUESTI NON TI PRENDONO PER LA GIACCA...

Anonimo ha detto...

Nulla da eccepire. Bravo!

Anonimo ha detto...

intanto a tutt'oggi nemmeno la CIGS di gennaio è visibile sul sito inps....

Anonimo ha detto...

Ecco il link dell'articolo di oggi sulla Nazione.

http://www.lanazione.it/arezzo/cronaca/2011/02/26/465470-fiom_riunire_eutelia_agile.shtml

Arezzo è contraria alla proposta Landini della riunificazione Eutelia/Agile.Addirittura è contraria la fiom locale di Arezzo!

Una guerra tra fratelli poveri.
Landini e i suoi compari fiom nazionali hanno solo voluto mettersi in mostra,sapendo già che la loro è un linea non è attuabile.

Comunque dipendenti Eutelia di Arezzo, li capisco:sono davanti a possibili acquirenti, e sicuramente gurdao al loro orticello.

Anonimo ha detto...

Fiom: riunire Eutelia e Agile
Ma Arezzo non ci sta
Arezzo, 26 febbraio 2011 - Siamo ancora li’: sindacati contro, spac cati sul fronte Eutelia. Da Roma la richiesta è forte: riunificazione con Agile, da Arezzo si risponde che sono balle. Che la salvezza dello stabilimento passa dalla cristallizzazione degli assetti attuali. La bomba arriva stavolta per mano del segretario nazionale della Fiom Cgil, Maurizio Landini, che parla alla con ferneza nazionale dei lavoratori Agile. «La Cgil — dice Landini — intende formalmente rilanciare la necessità di un tavolo di trattativa con il Governo. Esistono offerte serie di gruppi industriali ma dal ministro del Lavoro Paolo Romani, che aveva garantito un tavolo entro novembre, non è arrivata ancora alcuna convocazione». Landini indica le «soluzioni industriali per salvare le aziende Agile e Eutelia». ovvero la riunificazione per «favorire un processo, il cosidetto ‘cloud computing’, che metta insieme l’insieme alla necessità «di un altro investimento, quello per la diffusione della banda larga».

In ogni caso, argomenta la Fiom, quella di Agile e Eutelia è «una realtà che ha tutte le condizioni per essere salvata. Non abbiamo intenzione di accettare il disperdersi di circa 1800 lavoratori» Da qui la richiesta che il Governo convochi immediatamente un tavolo di confronto sulle prospettive aziendali, soprattutto alla luce degli interessamenti per l’acquisto di Eutelia. Ma è qui che si produce la frattura. Formalmente, Giorgio Cartocci, segretario provinciale della Cgil, incassa e va avanti. «Landini — dice — ha una visione generale della questione, noi ad Arezzo dobbiamo anche occuparci dei riflessi locali». Non va oltre, ma la freddezza è evidente e la si tocca con mano nei contatti con ogni fonte sindacale.

segue

Anonimo ha detto...

continua

Cosa si teme? Intanto che il tavolo chiesto a gran voce da Landini e dalla Fiom nazionale possa in qualche modo «sabotare» la svolta ormai imminente, ovvero la cessione dell’azineda. E’ notizia data ieri da questo giornale che il bando di gara sarà attivato entro la oprima settimana di marzo. E non è nemmeno un mistero che importanti società e cordate sembrano pronte a diputarsi gli asset Eutelia. C’è Tiscali, ad esempio; ma c’è anche la cosiddetta cordata aretina, la preferita dai dipendenti, che può contare sugli importanti supporti di Banca Intesa e di Seikos, società della galassia Finmeccanica. Ma un conto, è il ragionamento, acquistare un gruppo con quattrocento salariati. Tutt’altra storia è caricarsi sulle spalle l’onere di oltre duemila dipendenti. Insomma, la ripulsa al ritorno alla casa madre del personale passato ad Agile, resta intatta.



E a poco valgono gli appelli di Fabrizio Potetti, coordinatore nazionale Fiom del settore Itc:«La riunificazione di Eutelia e Agile — dice —e porterebbe alla fusione di due aziende con grandi esperienze nelle soluzioni informatiche e nei servizi di telecomunicazione, dando vita ad una nuova realtà con pochi rivali nel panorama italiano dell’Information and Communication Technology». Prospettiva che ad Arezzo, al momento, interessa poco.

Sergio Rossi

Anonimo ha detto...

Pero', quanti euteliani ci onorano con i loro scritti.
Si vede che avete paura che la riunione mandi a monte la vostra cessione. Eppure se voi foste state presenti giovedi' a Roma avreste visto molte slides marchiate Eutelia che proclamavano che Eutelia era una azienda ICT. Slides spesso preparate da dipendenti Eutelia poi passati in Agile. E poi ci sono le commesse rimaste in Eutelia ma portate avanti da personale Agile.
Comunque state tranquilli per il MISE, la politica industriale e' un di piu' a cui non ha tempo per pensare. Pensare che dopo 18 mesi di totale inattivita' e insipienza, abbia un sussulto e decida di fare qualcosa, richiede una dose di ottimismo che rasenta la follia.

Anonimo ha detto...

Comunque state tranquilli per il MISE, la politica industriale e' un di piu' a cui non ha tempo per pensare. Pensare che dopo 18 mesi di totale inattivita' e insipienza, abbia un sussulto e decida di fare qualcosa, richiede una dose di ottimismo che rasenta la follia.
===========
Testimonianze dicono che un incontro svolto al mise con i sindacati,avrebbe dato il seguente risultato:

-il fondo di garanzia europeo (15mln€) per fidejussioni è stato sbloccato;
-a breve dovrebbero arrivare
lo sblocco Eutelia.Tutti i documenti dovrebbero essere pronti, manca solo firma Tremonti;
-Bandi di vendita: usciranno il 3-4 marzo.

Qualcuno sa qualcosa di più preciso?E' una bufala?

Anonimo ha detto...

Qualcuno sa qualcosa di più preciso?E' una bufala?
===============================
- dello sblocco del fondo si era gia' parlato come cosa fatta un mese fa'!
- per i bandi vendita si parla dell'ultima decade di marzo.

Anonimo ha detto...

Qualcuno sa qualcosa di più preciso?E' una bufala?
===============================
- dello sblocco del fondo si era gia' parlato come cosa fatta un mese fa'!
- per i bandi vendita si parla dell'ultima decade di marzo.
--------------
Allora prima falliamo e poi ci sarà il bando vendita?
E poi immagino che il nuovo acquirente, vorrà assumere un numero limitato di persone,secondo voi quante?

Anonimo ha detto...

si si si adesso ci riassumono tutti in Eutelia perche' la magistratura ci ha dato ragione... ma che film avete visto? Volevano solo f......i la fibra.

Anonimo ha detto...

IO SONO IN CIGS MA NON SONO IPOCRITA E POSSO DIRE CHE NELLA MIA AREA NON SI E' VERIFICATO ASSOLUTAMENTE QUELLO CHE AFFERMA IL SINDACATO;ONESTAMENTE DEVO DIRE CHE CHI LAVORA A PARITA' DI PROFESSIONALITA' E' QUELLO CHE PERCEPISCE(SI FA PER DIRE) LO STIPENDIO MINORE.
-------------------------------------
ma dove vivi??? Oppure sei un lobbysta finto in cigs??? credo tu abbia gli occhi chiusi!!!

Anonimo ha detto...

>>>secondo voi quante?

Ma ovviamente solo quelli operativi, non vorrai mica che si prendano anche tutti le persone certificate che sono in Cigs??!!??
E tutte le altre che hanno bisogno di "formazione"??

Anonimo ha detto...

IO SONO IN CIGS MA NON SONO IPOCRITA E POSSO DIRE CHE NELLA MIA AREA NON SI E' VERIFICATO ASSOLUTAMENTE QUELLO CHE AFFERMA IL SINDACATO;ONESTAMENTE DEVO DIRE CHE CHI LAVORA A PARITA' DI PROFESSIONALITA' E' QUELLO CHE PERCEPISCE(SI FA PER DIRE) LO STIPENDIO MINORE.
-------------------------------------
ma dove vivi??? Oppure sei un lobbysta finto in cigs??? credo tu abbia gli occhi chiusi!!!
-----------------------------------
Si sono finito in cigs ma non sono un lobbysta ho solo il coraggio di dire la verità.Mi sono limitato a dire che la situazione non è uguale per tutte le aree.
Te piuttosto se sei a conoscenza di queste situazioni perchè non fai nomi e cognomi?
E poi dimmi...credi davvero alla favola che agile ed eutelia possano venire riunite in una sola azienda? Poi sono io quello che deve aprire gli occhi; ma và........vai

Anonimo ha detto...

ma dove vivi??? Oppure sei un lobbysta finto in cigs??? credo tu abbia gli occhi chiusi!!!

-------------------
tu avrai pure gli occhi aperti ma ti ostini a vedere solo quello che ti fa comodo...

Anonimo ha detto...

1)riunire eutelia e agile
2)regalare l'azienda (fibra ottica eutelia,contratti rimasti eutelia/agile)dietro l'impegno a finanziare liquidi per mobilita' lunga per il maggior numero dipendenti e assunzione/mantenimento per tutti gli altri.

Anonimo ha detto...

1)riunire eutelia e agile
2)regalare l'azienda (fibra ottica eutelia,contratti rimasti eutelia/agile)dietro l'impegno a finanziare liquidi per mobilita' lunga per il maggior numero dipendenti e assunzione/mantenimento per tutti gli altri.

--------------------------
Cos'è:
1) un sogno
2) un incubo
3) un proclama?

Anonimo ha detto...

A TUTTE LE LAVORATRICI E TUTTI I LAVORATORI
AGILE ROMA

Nella giornata odierna il Ministero degli Interni, Dipartimento di Pubblica Sicurezza, nella persona della Dott.ssa Bardari, in nome e per conto del Prefetto Dott. Maddalena, a seguito alle richieste pervenute dalla nostra O.S., ha fornito chiarimenti e delucidazioni in merito alla fase ed ai rapporti economici in atto tra lo stesso e la soc. Agile in A.S.

Nella discussione la responsabile del Dipartimento ha precisato quanto segue:

1. Le somme che il Ministero deve a fronte dei servizi resi, per la gran parte sono ad oggi in Perenzione Amministrativa, vale a dire sono tornate presso il Ministero dell’Economia e Finanze in quanto, l’azienda, nei tre anni precedenti non ha dimostrato l’interesse a venirne in possesso, mediante il compimento di atti formali (fatturazione etc).
2. In considerazione di ciò il Dipartimento ha attivato le procedure nei confronti del Ministero dell’Economia per sbloccare la Perenzione e disporre nuovamente delle somme, A dire il vero già a Settembre scorso il Ministero era stato sollecitato in tal senso ma ad oggi nessuna risposta in merito è giunta al Dipartimento.
3. Degli oltre 4 milioni di crediti che vanta la società per servizi resi al dipartimento negli anni scorsi, il Dipartimento di P.S. potrebbe mettere in pagamento solo 1.470.000 Euri, in quanto la restante somma risulta in Perenzione Amministrativa .
4. Il capitolo di spesa a disposizione del Dipartimento è al momento costituito da 1.100.000 Euri; pertanto la decisione assunta recentemente dal Prefetto (anche al seguito delle pressioni sindacali ) è stata quella di destinare ad una prima tranche di pagamenti la somma di Euri 500.000, in merito alla quale è stato già emesso il decreto. Con molta probabilità la somma sarà a disposizione della soc. Agile entro 15 giorni.
5. I responsabile del Ministero hanno infine espresso forte preoccupazione per la situazione ma al tempo stesso hanno dichiarato di tenere fortemente in considerazione il lavoro, che nonostante tutto, stanno svolgendo i lavoratori.

La Fiom Cgil Roma Sud ritiene importante il fatto che il Ministero abbia sbloccato la situazione, anche se in maniera insoddisfacente.
Ci dispiace che questi atti e semplici informazioni, debbano divenire patrimonio collettivo solo a seguito di minacce di denuncia o di iniziative legali.
Non comprendiamo come sia possibile che chi è nominato e retribuito per svolgere il ruolo di amministratore di una procedura in una società di servizi, escluda a priori il rapporto con i lavoratori che rappresentano il patrimonio principale della società.

Adesso è necessario che i soldi che entreranno nelle casse aziendali, vengano utilizzati per pagare da subito, le spettanze dovute a tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori. Questa è la priorità.
Un utilizzo diverso sarebbe incomprensibile ed inconcepibile!


Roma 28 Febbraio 2011

Fiom Cgil Roma Sud

Anonimo ha detto...

Adesso è necessario che i soldi che entreranno nelle casse aziendali, vengano utilizzati per pagare da subito, le spettanze dovute a tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori. Questa è la priorità.
Un utilizzo diverso sarebbe incomprensibile ed inconcepibile!
----------------------------------
Assolutamente daccordo, ed aggiungo i lavoratori che ogni giorno lavorano e vanno dai clienti, non viceversa i tantissimi responsabili nullafacenti dietro le loro scrivanie!!!

Anonimo ha detto...

Pensate all'immobile di pregnana, i Landi ce lo stanno ciulando.

Anonimo ha detto...

Non ditemi che è quello che penso: non ci vorranno mica risarcire con il nostro immobile di pregnana, vero? quello a garanzia dei nostri TFR, vero? No, perchè se è così è guerra.
----------------------------------------
Arezzo, 28 febbraio 2011 - Si divide in due l'udienza preliminare per l'inchiesta Eutelia, 15 gli imputati tra cui sei membri della famiglia Landi. Non è stata invece ammessa come parte civile la stessa Eutelia: la richiesta, avanzata dalla gestione commissariale dell'azienda, è stata giudicata tardiva.


Riguardo agli imputati, oggi il gup Annamaria Lo Prete ha fissato una nuova udienza il 29 marzo per l'ex amministratore delegato Samuele Landi, che si trova sempre a Dubai, e altri nove indagati per reati fiscali minori. In quell'occasione si discuterà della richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla procura.

Per gli altri sei componenti la famiglia Landi, il gup, sempre il 29 marzo, fisserà una nuova udienza: questo perchè gli imputati, tramite i loro legali, hanno chiesto al pm Roberto Rossi di patteggiare. A tal fine si stanno accordando per risarcire la gestione commissariale dell'azienda - si parla di circa dieci milioni di euro -, risarcimento che varrebbe come attenuante generica per l'eventuale patteggiamento.


Il procedimento nasce dall'inchiesta condotta dalla guardia di finanza che ha portato, secondo la procura, a individuare un'appropriazione indebita di 33 milioni di euro, piu' 3 milioni di sterline, dal 2003 al 2008: somme ingenti sarebbero state stornate dai conti di Eutelia e dirottate in Svizzera tramite triangolazioni societarie in Inghilterra, Isole del Canale, Romania e Bulgaria, verso banche estere. L'accusa e' stata poi modificata in associazione a delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta.

Anonimo ha detto...

"L'OBBIETTIVO E' STARE IN PIAZZA FINO A QUANDO NON SI SBLOCCANO I PAGAMENTI !"

Non pensate solo agli stipendi ma il futuro dell' Azienda e di quelli che stanno a casa senza futuro.......
Il rilancio Non per pochi eletti ma tutti quelli che con gli ammortizzatori sociali Non possono arrivare alla pensione...

Anonimo ha detto...

ma dove vivi??? Oppure sei un lobbysta finto in cigs??? credo tu abbia gli occhi chiusi!!!
-------------------
tu avrai pure gli occhi aperti ma ti ostini a vedere solo quello che ti fa comodo...
-------------------------------------
mi spiace ma ci vedo e bene...un responsabile commerciale a 4000euro/mese messo ad inserire i dati del passivo,un RSU messo a fare il venditore che non sapeva nemmeno cos'era,capi e capetti inutili dietro le scrivanie...si sanno i nomi ma non si possono certo mettere in pubblico,circa 500 persone al lavoro di cui circa 200 di staff...ahahahahahahahaha ed adesso spiegami bene chi è il cieco??? Ma tanto sei uno dei criccaioli getroniani di M...A!!!

Anonimo ha detto...

>>>Il rilancio Non per pochi eletti ma tutti quelli che con gli ammortizzatori sociali Non possono arrivare alla pensione...

BRAVO! QUOTO fino a + INFINITO!

E' così, siamo in tanti che non arriviamo ancora ai 50 o li abbiamo appena passati, siamo noi quelli da salvare!!!! E le professionalità ci sono.

Anonimo ha detto...

Mi unisco, anche se non interessara perche' riusicro' ad andare in pensione. Dobbiamo lottare uniti per quelli che ancora devono,possono,vogliono, lavorsare. NOn dimentichiamoci mai del fine che ci eravamo prefissarti. Con Voi,colleghi, sempre.

Anonimo ha detto...

Apriamo gli occhi, nessuana commessa e' in attivo e sono da pagare i "lauti stipendi" degli amici di Massa e Liori oltre a quelli di commissari.
Se aaarivano vecchi crediti e' solo pere andare navasntio qualche mese.
Nessuno si chiede perhce' i "compagni di merende" di Massa:Paganini,Grasso, DeStefani , Pioltelli e tanti altri siano ancora al comando della barca affondata.
Massa e Liori se l'azienda non fallisce, ne saranno nuovamente i "padroni". i "servi" stanno facendo il loro dovere. Noi, gente onesta e pulita che vuole solo lavorare,no.
In questo Paese ormai i vslori sonos dolo quelli della prostituzione a qualunque livello, Noi siamo siolo un triste esempio.
Quindi, o ci incazziamo ora o mai piu'.......

Anonimo ha detto...

mi spiace ma ci vedo e bene...un responsabile commerciale a 4000euro/mese...
-------------------------
Te lo ripeto: tu vedi solo quello che ti fa comodo.
Per te al mondo ci sono
a) gli onesti e volenterosi lavoratori
b) la cricca getronics
Ma ti sembra possibile? e i tecnici in servizio sono tutti fancazzisti? e chi sta dai clienti?
E se mi permetto (quale affronto) di non essere daccordo con te sono automaticamente un "getroniano" (tralasciando l'aggettivo)
Ma prova a riflettere e ricordati che il mondo non è bianco o nero

Anonimo ha detto...

avete rotto il c...

Anonimo ha detto...

"l'ex amministratore delegato Samuele Landi, che si trova sempre a Dubai"
non potra' stare sempre all'estero.
prima o poi torna... ed allora si che ci divertiamo!

Anonimo ha detto...

>>>Il rilancio Non per pochi eletti ma tutti quelli che con gli ammortizzatori sociali Non possono arrivare alla pensione...

BRAVO! QUOTO fino a + INFINITO!

E' così, siamo in tanti che non arriviamo ancora ai 50 o li abbiamo appena passati, siamo noi quelli da salvare!!!! E le professionalità ci sono.

RICORDATELO COMMISSARI SINDACATI...

Anonimo ha detto...

"l'ex amministratore delegato Samuele Landi, che si trova sempre a Dubai"
non potra' stare sempre all'estero.
prima o poi torna... ed allora si che ci divertiamo!
--------------------------------------

e' quel prima o poi che puo'fare la differenza.
si dice che a dubai,non si stia poi cosi' male se hai i soldi!

Anonimo ha detto...


Nessuno si chiede perhce' i "compagni di merende" di Massa:Paganini,Grasso, DeStefani , Pioltelli e tanti altri siano ancora al comando della barca affondata.
Massa e Liori se l'azienda non fallisce, ne saranno nuovamente i "padroni". i "servi" stanno facendo il loro dovere. Noi, gente onesta e pulita che vuole solo lavorare,no.



Sarai onesto e pulito ma sei anche abbastanza disinformato per non dire ignorante.
A suo tempo, circa un'anno fa', il Concordato preventivo e' stato rigettato dal Tribunale di Roma che ha provveduto poi a decretare l'Amministrazione Straordinaria.
Se il Concordato fosse stato accettato dal Tribunale, allora si che Massa e Liori sarebbe rientrati in possesso di Agile.
Ora il pericolo non sussiste, l'Amm. Straord. esautora la vecchia propieta' che perde ogni diritto, l'Ammin. Straord. e' un fallimento mascherato da gestione Aziendale. Il Ministero prima o poi, aprira' un bando per cedere Agile (se non falliamo prima), i soldi ricavati andranno a coprire parte dei debiti accumulati dalla precedente gestione.

Anonimo ha detto...

"e' quel prima o poi che puo'fare la differenza.
si dice che a dubai,non si stia poi cosi' male se hai i soldi!"
vero. ma i soldi non li ha solo lui. tutti possiamo andare a trovarlo.
penso che anche lui si stanchera'di nascondersi.avra' nostalgia della sua bella arezzo ed allora....
basta avere pazienza.

Anonimo ha detto...

Ammetto di essere ignorante ma a fine Amministrazione Straordinaria l'Azienda tornera' in mano a Massa e Liori.Questo e' e sara'.Male1111
Meglio il fallinento!!! Immediato!!cosi' recuperiamo almeno qualosa.

Anonimo ha detto...

Ammetto di essere ignorante ma a fine Amministrazione Straordinaria l'Azienda tornera' in mano a Massa e Liori.Questo e' e sara'.Male1111
Meglio il fallinento!!! Immediato!!cosi' recuperiamo almeno qualosa.

Anonimo ha detto...

L'ipotesi che alla fine tutto il giocattolo torni in mano agli pseudo impreditori Ma..a,L...i e compagnia cantanti, non e' tanto bislacca, tutti noi nostro malgrado siamo attori di una sceneggiatura ,che prevedeva in primis l'eliminazione di migliaia di lavoratori, dopo di che' l'azienda libera dai debiti e sopprattutto dai lavoratori ritorna sul mercato libera e bella.

Anonimo ha detto...

L'ipotesi che alla fine tutto il giocattolo torni in mano agli pseudo impreditori....
------------------------------
E' impossibile. Le ipotesi sono 2:
1) Agile viene venduta a Mass. e Co. tornerà la bad company (i debiti)
2) Oppure si fallisce

Anonimo ha detto...

Te lo ripeto: tu vedi solo quello che ti fa comodo.
Per te al mondo ci sono
a) gli onesti e volenterosi lavoratori
b) la cricca getronics
Ma ti sembra possibile? e i tecnici in servizio sono tutti fancazzisti? e chi sta dai clienti?
E se mi permetto (quale affronto) di non essere daccordo con te sono automaticamente un "getroniano" (tralasciando l'aggettivo)
Ma prova a riflettere e ricordati che il mondo non è bianco o nero
----------------------------------
a)onesti e volenterosi lavoratori??? certo ma chissà perchè il 90% è ex getronics
b) vedi sopra cosi come tutti i capi e capetti rimati a gestire la baracca gli eltri erano tutti scemi??
c)tecnici?? per fare 1/2/3 chiamate al giorno ne bastano meno della metà ed anche qui sono quasi tutti getronics....pensa è rimasto al lavoro chi andava la campeggio con il capo,o chi lo invitava a cena oppure ci andava a pesca insieme
d)chi sta dai clienti? anche qui quasi tutti getroniani meno casi impossibili da eliminare ed a volte anche su commesse senza avere i requisiti richiesti negli SLA contrattuali come le certificazioni.
E vogliamo parlare di tutti gli inutile personaggi rimasti come staff totalmente inutili?? Ci sono corridoi pieni di gente che sta solo sedfuta a non fare nulla perchè non serve il loro apporto oppure non sono in grado di dare nessun apporto utile.
Ma pensi davvero di stare a discutere con uno scemo??? Forse sei tu quello che vive nel paese delle meraviglie oppure come è più probabile sei un facente parte della CASTA eletta.Così come molti altri che si muovono nel torbido. E non mi scrivere di fare i nomi perchè quando andrò a testimoniare li farò i nomi e pagheranno tutti!!Spero vi schiantate tutti!!

Anonimo ha detto...

Ammetto di essere ignorante ma a fine Amministrazione Straordinaria l'Azienda tornera' in mano a Massa e Liori.Questo e' e sara'.Male1111
Meglio il fallinento!!! Immediato!!cosi' recuperiamo almeno qualosa.

Anonimo ha detto...

abbiamo capito... e ti hanno già risposto :-)

Anonimo ha detto...

Se per Eutelia il candidato principale dell'acquisizione sembra essere Tiscali,per Agile chi è?