venerdì 8 ottobre 2010

Ex Eutelia-Agile. Sindacati: rimettere insieme ramo It e Tlc

COMUNICATO STAMPA UNITARIO FIOM FIM UILM


Agile. Fim, Fiom, Uilm: “Rimettere insieme il ramo Information technology e quello telecomunicazioni di Eutelia. Al prossimo incontro valuteremo l’impegno del Ministro”

Le Segreterie nazionali dei sindacati dei metalmeccanici Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uilm-Uil hanno diffuso oggi il seguente comunicato.

“L'intervento del Ministro dello Sviluppo Economico, sollecitato fortemente dai lavoratori di Agile, ha reso possibile la sospensione del giudizio su un incontro che, invece, sarebbe stato giudicato assolutamente fallimentare. Infatti, le proposte portate al tavolo dal ministero dello Sviluppo Economico, a seguito dell'incontro tecnico con le Regioni, non davano nessuna risposta alla principale richiesta dei lavoratori: ricominciare a vedere una prospettiva di lavoro.”

“La nomina poi del Direttore generale annunciata dai Commissari di Agile, non servirà a cambiare le sorti dell'Azienda se si continuerà a trascurare sistematicamente l'organizzazione e la gestione aziendale, soprattutto verso i clienti e i partner tecnologici, così come purtroppo fatto sinora.”

“Attendiamo quindi l'esito del prossimo incontro per valutare se l'impegno che ci ha assicurato il Ministro produrrà effetti positivi sulla delicatissima vertenza.”

“Ritorna poi sempre più evidente la necessità di riportare indietro il ramo Information technology di Agile in Eutelia.”

“Questo in base alla sentenza con cui un Giudice ha stabilito l'antisindacalità del comportamento aziendale nella cessione ordinando di rimuoverne gli effetti, oltre che per gli arresti e le indagini delle varie Procure della Repubblica su quanto accaduto che ci dicono chiaramente che l'operazione era assolutamente fittizia e fraudolenta, ma anche per evitare che la gestione dei due Commissariamenti diventi incredibilmente incoerente.”

“Come altrimenti considerare, infatti, la vicenda dell'affitto del ramo aziendale della Geit (di proprietà di Isacco Landi) da parte dei commissari di Eutelia? L’effetto di tale iniziativa, se portata a termine, sarebbe che l’Amministrazione straordinaria pagherebbe ai Landi un canone per l’affitto della società.”

“Per questi motivi, ci pare sempre più opportuno arrivare a rimettere insieme ciò che qualcuno aveva ingiustamente e fraudolentemente separato: il ramo It e quello Tlc di Eutelia.”

Uffici Stampa Fim, Fiom, Uilm
Roma, 7 ottobre 2010

28 commenti :

Anonimo ha detto...

Agile-Eutelia: Luigi Pescarmona nominato Direttore Generale dai commissari
di Federico Bona

Sviluppi nella situazione di Agile-Eutelia: martedì si è svolto a Roma un incontro tra i lavoratori, le organizzazioni sindacali, il Ministero dello sviluppo e i commissari di Agile e di Eutelia.

La notizia più importante che è emersa è l’offerta, fatta dai commissari all’ingegner Luigi Pescarmona (già Direttore di Oliservice in Olivetti) una consulenza come direttore generale.

Una novità accolta con due distinti stati d’animo: c’è chi, pur con la massima cautela, professa ottimismo: «Noi dipendenti tutti conosciamo la serietà e la professionalità di Luigi Pescarmona e gli facciamo i nostri migliori auguri, lo appoggiamo e gli offriamo la massima collaborazione. Certo che dal 3 Ottobre, giorno del suo insediamento, al 20 ottobre quando si dovrà discutere del piano al Ministero i giorni non sono molti… Se non altro, finalmente ci si è resi conto che forse bisogna effettivamente lavorare per un Piano Industriale e per riattivare delle iniziative commerciali e che per fare questo forse servono delle competenze "diverse" dall'essere avvocati e commercialisti».

Più scettiche le organizzazioni sindacali, che in un comunicato congiunto, esprimono perplessità: «Questa nomina non servirà a cambiare le sorti dell'Azienda se si continuerà a trascurare sistematicamente l'organizzazione e la gestione aziendale, soprattutto verso i clienti e i partner tecnologici, così come purtroppo fatto sinora. Attendiamo quindi l'esito del prossimo incontro per valutare se l'impegno che ci ha assicurato il Ministro produrrà effetti positivi sulla delicatissima vertenza».

Il gioco di luci e ombre è continuo: da una parte sembra esserci la volontà per sostenere l’azienda e per provvedere, livello nazionale e regionale, alla formazione e riqualificazione professionale. Ma non è di questo che hanno bisogno i lavoratori: è ben più grave il fatto che le certificazioni aziendali (quella per la sicurezza o quelle per la gestione Cisco, ad esempio), sono rimaste in Eutelia. «E a più di un anno dall'inizio della vicenda – evidenziano i lavoratori - siamo qui che non abbiamo ancora risolto il problema».

E’ pur vero che, come dice il comunicato emesso dal Ministero, «Il Ministro ha garantito il proprio interessamento affinchè si arrivi a una positiva soluzione del problema. In particolare, assieme agli uffici del Ministero, affronterà le questioni relative alle criticità ancora presenti per quanto riguarda le commesse in corso e quelle relative alle commesse da acquisire».

Affermazioni che Fim, Fiom e Uilm accolgono tiepidamente: «L'intervento del Ministro dello Sviluppo Economico, sollecitato fortemente dai lavoratori di Agile, ha reso possibile la sospensione del giudizio su un incontro che, invece, sarebbe stato giudicato assolutamente fallimentare. Infatti, le proposte portate al tavolo dal ministero dello Sviluppo Economico, a seguito dell'incontro tecnico con le Regioni, non davano nessuna risposta alla principale richiesta dei lavoratori: ricominciare a vedere una prospettiva di lavoro».

Ora l’attenzione si sposta sulla data del 20 ottobre, quando le parti si troveranno di nuovo, per un esame preventivo del Piano Industriale. E intanto la richiesta dei Sindacati è precisa: «Ci pare sempre più opportuno arrivare a rimettere insieme ciò che qualcuno aveva ingiustamente e fraudolentemente separato: il ramo It e quello Tlc di Eutelia».

Anonimo ha detto...

«Il Ministro ha garantito il proprio interessamento affinchè si arrivi a una positiva soluzione del problema. In particolare, assieme agli uffici del Ministero, affronterà le questioni relative alle criticità ancora presenti per quanto riguarda le commesse in corso e quelle relative alle commesse da acquisire».

Il ministero parla di criticità ancora presenti

Vorrei sapere quali sono le criticità che sono state risolte.

Io non me ne sono accorto.
Noi siamo in un oceano di criticità!

Anonimo ha detto...

stiamo morendo nelle difficoltà

Anonimo ha detto...

Continua lo scempio della "cricca" in azienda: con le nuove lettere di cassa ancora una volta colpite senza criterio le rimanenze del personale delle altre aziende non facenti parti della lobby ex olivetti/getronics filopadronale che imperterrita continua a dettare la sua legge con la quasi totale epurazione del personale ex Bull in specialmodo a Roma dove anche tutti i dirigenti sempre ex Bull due dei quali impegnati su clienti mandati a casa per mantere ancora in piedi gli unici (sia Roma che Milano) che dovevano essere mandati a casa in quanto i primi fino adesso ad appoggiare pienamente le scriteriate scelte aziendali e fintanto che saranno loro al potere non ci sarà nessuna speranza per chi non fà parte della loro ristretta cerchia. Anche il nuovo importante incarico dato in azienda ad un personaggio ex Olivetti è un chiaro segnale di questo movimento sotterraneo. Ma i sindacati come mai non denunciano apertamente questa situazione? Ma a cosa serve mantenere in servizio persone che dovrebbero sapere situazione e mansioni del personale e che anche ieri in una riunione per la rotazione hanno ampiamente dimostrato la loro inefficenza?? A cosa serve la presenza in azienda di una figura molto ben pagata solo per raccogliere gli SR41 non basta un segretaria??Siamo morti ma se si continua così la putrefazione è immediata.ma per chi lavorano tutti questi loschi personaggi che nonostante tutto sono e continuano ad essere al timone del comando e di cui i commisari continuano a fidarsi nonostante gli errori perpetrati in passato visti i risultati e le continue facilitazioni esclusivamente per i loro quaquaraquà??? Se non si fà parte della ristretta "cerchia" si è già nella fossa. BASTAAAAAAAAAA !!!!!

REDAZIONELAVORAREAGILE ha detto...

Continua lo scempio della "cricca" in azienda: con le nuove lettere di cassa ancora una volta colpite senza criterio le rimanenze del personale delle altre aziende non facenti parti della lobby ex olivetti/getronics filopadronale che

-------------------

I TUOI COMMENTI NON SONO STATI MAI CANCELLATI.
LI PUOI TROVARE ANCHE NEI TRE POST ANTECEDENTI A QUESTO

Anonimo ha detto...

EUTELIA: SINDACATI, RIMETTERE INSIEME RAMI IT E QUELLO TLC
----------------------------
Ma come mai solo ora se ne sono accorti che esiste una sentenza che non hanno voluto far rispettare?
Dopo quasi un anno dalla sentenza e visto che si stanno arrampicando sugli specchi, ora i sindacati inneggiano al rientro in Eutelia. Come volevasi dimostrare: ci hanno usato politicamente e noi co.....i che li abbiamo assecondati.

Anonimo ha detto...

e basta con sta storia che i dipendenti ex olivetti sarebbero privilegiati,come la mettiamo allora con i mega stipendi degli ex bull oltretutto a non fare una mazza? questo perche' volete sempre polemizzare

Anonimo ha detto...

Eutelia, c’è il fondo Atlantis a fianco della cordata

http://www.lanazione.it/arezzo/cronaca/2010/10/08/396434-eutelia_fondo_atlantis_fianco.shtml

Anonimo ha detto...

e basta con sta storia che i dipendenti ex olivetti sarebbero privilegiati,come la mettiamo allora con i mega stipendi degli ex bull oltretutto a non fare una mazza? questo perche' volete sempre polemizzare
====
Al contrario, noi siamo stati i più maltrattati da tutti, dalla politica ai sindacati.
C'è un sacco di gente ex olivetti a casa da anni.

Anonimo ha detto...

Che palle che fate venire, prima quando si lavorava, non ho mai sentito nessuno che si lamentava dei colleghi di questa o quella EX azienda.

Adesso tutti contro tutti, ma vergognatevi ognuno di noi a la sua storia e la suo professionalità, quindi cerchiamo di usarle per difenderci da tutti questi sciacalli che ci stanno ormai rubando tutto, anche il nosto futuro, e delle nostre famiglie.

Anonimo ha detto...

Tutti in Eutelia dobbiamo spingere Sindacato custodi e Ministero..a questa soluzione..I bene Immobili scippati a Olivetti e Bull con il processi nel tempo ritorneranno in Eutelia...Ultima ancora di salvezza ..ed Industriali Seri che investano su Tlc & It...Lottiamo Tutti Insieme Sara' ancora Lunga e Dura ma dobbiam crederci ..Non molliamo con la forza della disperazione...

Anonimo ha detto...

Se insisti e resisti, raggiungi e conquisti Teniamo duro ora...Tutti in Eutelia era ora.....

Anonimo ha detto...

...I bene Immobili scippati a Olivetti e Bull con il processi nel tempo ritorneranno in Eutelia...Ultima ancora di salvezza ..ed Industriali Seri che investano su Tlc & It....

Col tempo. Ci vorrano anni! E nel frattempo che fai?
Ti gratti la pancia?
Sei un sognatore, you are a dreaming!

E poi industriali seri non ce ne sono più.Con l'aria che tira tutti puntano alla speculazione e basta VOGLIONO SOLO SOLDI!

Anonimo ha detto...

Cosa aspettano i sindacati per farci rientrare in Eutelia....una volta venduta ci attacchiamo al ca..o!!

Anonimo ha detto...

Non voglio essere venduto !!! VOGLIO tornare prima in Eutelia e poi essere venduto,tutti insieme appassionatamente !!
E DEVONO essere mandati a casa gli ultimi personaggi filoexpadronali ancora in sella e che tanti danni hanno fatto e probabilmente stanno facendo !!!

Anonimo ha detto...

.....Ma come mai solo ora se ne sono accorti che esiste una sentenza che non hanno voluto far rispettare?
Dopo quasi un anno dalla sentenza e visto che si stanno arrampicando sugli specchi, ora i sindacati inneggiano al rientro in Eutelia. Come volevasi dimostrare: ci hanno usato politicamente e noi co.....i che li abbiamo assecondati.

quoto in pieno tutto!!! si ricordano ora della sentenza, siamo appunto solo un mezzo per far politica facendoci inserire in tutte le manifestazioni pubbliche politiche con la scusa della visibilità.Ma per piacere!!

Anonimo ha detto...

Domanda:
ma si può rientrare in un'azienda che come noi è in Amministrazione straordinaria?
Lo chiediamo agli illuminati sindacati e sindacalisti che fin'ora ci hanno "seguito".
Per me è troppo tardi. Ci dovevano pensare prima che Eutelia cadesse in "disgrazia" come noi.

Anonimo ha detto...

In ogni sede, a seguito dell'ultima riunione al Mise, e degli incontri fatti con i commissari\consulenti presso le sedi, (oggetto rotazione Cigs), si sono tenuti o ci si accinge a fare dei briefing informativi con i lavoratori, perche' Bari e' un eccezione??, cosa si deve nascondere/tutelare??

Anonimo ha detto...

Ma che succede con la CIGS in corso ?

Prosegue il pagamento di quella attivata in febbraio dai custodi giudiziari ?

Oppure i pagamenti verranno ripresi solo quando sarà approvata
dal ministero la nuova procedura richiesta dai commissari attuali?

Anonimo ha detto...

Provo a rispondere alle domande sulla mobilita':
Con la mobilita' i contributi figurativi vengono riconosciuti (come per la CIGS).
Con la mobilita' di fatto si e' dimessi dall'azienda quindi deve essere corrisposto il TFR (i nostri tempi devono tener conto dell'insinuazione al passivo, ecc...) Con la CIGS non si ha diritto al pagamento del TFR perche' si e' considerati dipendenti a tutti gli effetti.
I datori di lavoro che assumono dalle liste di mobilita' hanno agevolazioni anche se assumono a tempo determinato mentre se assumono personale in CIGS li hanno solo per assunzioni a tempo indeterminato (per questo in diversi annunci e' richiesto di essere iscritti nelle liste di mobilita')
Se si lavora a tempo determinato quando si e' in mobilita' questa viene sospesa ma viene mantenuto il monte (mesi). Per interderci, se ho diritto a tre anni e lavoro sei mesi la mia mobilita' diventera' di tre anni e sei mesi e cosi' via (sempre tre anni sono ma vengono spostati nel tempo).
Con la CIGS questo non avviene.
Se mi aggancio alla pensione ho la certezza di andare con le regole attuali (non di poco conto per come vanno le cose con l'INPS).
Dobbiamo ANCHE vedere cosa riescono ad ottenere i nostri "Scarsi Sindacati, RSU"
nella definizione dell'accordo (I Commissari si sono dichiarati disponibili).
Se si vuole aprire una attivita' la mobilita' viene corrisposta in una unica soluzione anticipata ( tutti e tre gli anni insieme).
A disposizione per informarmi e informarvi su eventuali altri chiarimenti

Anonimo ha detto...

Ma che succede con la CIGS in corso ?
------------------
Va avanti cosi'.

Anonimo ha detto...

...A disposizione per informarmi e informarvi su eventuali altri chiarimenti

Se oggi chiedo di andare in mobilità, quanto tempo ci vuole per ottenerla?

Anonimo ha detto...

Se Pescarmona e' un "vecchio saggio" capira' che come prima cosa vanno mandati a casa (sarebbe meglio in galera)tutti i personaggi che si sono venduti a M***a e L***i. Almeno, non vengano presi a riferimento come "prima linea".
Tanto sara' cosi', che Vergogna.
Ma....prima o poi una resa dei conti ci sara' e allora.....

Anonimo ha detto...

emesso modulo sr41 di settembre

Anonimo ha detto...

eì vero che chi e' in mobilita,e' a disposizione per lavori socialmente utili??

Anonimo ha detto...

ci sono 3 amministratori straordinari che hanno nominato un consulente avvocato, ma chi cazzo li paga a tutti?

Anonimo ha detto...

Li pagano con i pochi soldi che ancora dovrebbero arrivare, prima del fallimentom,cosi' per noi non rimarra' nulla. Stipendi da novembre 2009 a febbraio 2010 e probabilmente anche da adesso in poi (speriamo paghino almeno settembre) Addio!!!
Non dobbiamo stupirci in tutti i fallimenti avvengono queste cose.

Anonimo ha detto...

se posso....dici di essere a disposizione per chiarimenti, magari sai anche ( non credo purtroppo) se ci sono news sulla CIGS intendo: C'è speranza che ancora avremo la CGIS oltre quest'anno, prima dell'effetiva mobilità di fatto? Scusa eh, ma vista l' approssimazione in giro..... grazie mille!