giovedì 3 giugno 2010

Eutelia commissariata. E ora?

L’azienda toscana di telecomunicazioni posta sotto amministrazione controllata per insolvenza. Gli effetti immediati, i commenti, gli scenari

di Marco Tennyson

E alla fine il commissariamento è arrivato. Dopo l’ex braccio IT Agile, anche Eutelia è stata posta sotto amministrazione controllata.

A seguito infatti del ricorso del pubblico ministero Roberto Rossi, il Tribunale di Arezzo ha dichiarato lo stato di insolvenza di Eutelia e nominato immediatamente tre commissari giudiziali: Daniela Saitta, Francesca Pace e Gianluca Vidal (le due donne sono anche i commissari di Agile). Il commissariamento segue di pochi giorni la notifica del sequestro conservativo dell’azienda di tlc di Arezzo in relazione a irregolarità fiscali.

Il controllo di gestione dell’intera galassia Eutelia è quindi oggi a tutti gli effetti affidato a custodi giudiziali che dovranno trovare al più presto soluzioni per tutelare gli interessi dei lavoratori e dei creditori.

Cosa è dunque lecito aspettarsi?

Tanto per cominciare, un primo effetto il commissariamento lo ha già avuto: Borsa Italiana ha disposto la sospensione a tempo indeterminato dalle contrattazioni delle azioni di Eutelia. L’organo di gestione del mercato borsistico italiano ha motivato la decisione parlando di impossibilità di prevedere con esattezza l’evoluzione della situazione economica, finanziaria e patrimoniale della società, “tale da non garantire il normale andamento delle negoziazioni”.

Il comunicato di Borsa Italiana, che ha seguito di poche ore quello della notifica del commissariamento, è arrivato dopo che nell’ultima giornata di contrattazioni a Piazza Affari il titolo di Eutelia aveva fatto registrare un beffardo rialzo del 41%.

Ma già nelle ultime giornate il titolo della compagine di telecomunicazioni toscana aveva mostrato segni di ripresa, alimentando una serie di voci. La più accreditata dagli analisti quella che vedrebbe molto interessata a rilevare gli asset di Eutelia una cordata di imprenditori guidata dall’advisor Gilberto Gabrielli, esperto nel recupero di società vicine al fallimento.

Della cordata avevamo già parlato a inizio maggio, ma negli ultimi giorni l’ipotesi è stata sbandierata anche dallo stesso presidente di Eutelia, Leonardo Pizzichi. Lo stesso Pizzichi aveva però anche precisato che se la società fosse stata commissariata l’interesse degli investitori avrebbe potuto subire un duro contraccolpo…

Proprio queste dichiarazioni avevano portato la Cgil ad affermare che commissariare l’azienda avrebbe anche potuto interrompere un meccanismo positivo innescato dalla nuova dirigenza. “Eutelia, con la fuoriuscita della famiglia Landi dal CdA, è nelle condizioni di recuperare quella trasparenza che fino ad oggi è mancata. Noi pensiamo che la dichiarazione di insolvenza e l’amministrazione straordinaria possano servire per salvare l’occupazione, ma ci sono anche esempi di scuola eccellenti che dimostrano il contrario”.

Ma a parte questo timore, subito dopo la notizia del commissariamento di Eutelia, la Fiom Cgil ha emesso un comunicato in cui, oltre ad annullare la manifestazione prevista oggi ad Arezzo davanti al tribunale, sottolinea che “finalmente le richieste dei lavoratori e delle OO.SS, che si sono da sempre battute per smascherare gli illeciti intenti che hanno da anni animato l’operato di chi ha gestito l’azienda, hanno trovato soddisfazione. Ora bisogna andare sino in fondo per quanto riguarda le implicazioni legali e tornare a dare, per quanto riguarda l’attività lavorativa, prospettive occupazionali per il futuro a tutti i lavoratori, compreso il settore IT costituito dalla falsa cessione di ramo d’azienda di Agile”.

Quel che è certo è che tutte le parti sociali (Cgil, Cisl e Uil) e i lavoratori ora chiedono che vengano subito prese in esame almeno due questioni urgenti: un nuovo management per l’azienda e un piano di rateizzazione per il pagamento di alcune partite debitorie. E auspicano che si lavori in modo da non cedere gli asset strategici, in primis la fibra ottica.

Secondo le parti sociali, Eutelia può avere un piano industriale che garantisca un futuro. Primo, perché dentro la società sono presenti competenze e professionalità in grado di garantire sviluppi tecnologici importanti. Secondo, perché i conti stanno leggermente migliorando e anche sul piano debitorio sono più contenuti del passato. I sindacati però ammettono che da sola la società non può farcela e che servono aiuti e coperture finanziarie per ripartire. Questo potrebbe riaprire le porte a investitori esterni, salvo che questi non intendano andare a mettere le mani proprio sulla parte core, ovvero la rete in fibra, dell’azienda. Insomma, i commissari hanno in fondo due scelte: risanare (cosa gradita alle parti sociali) o cedere.

Parlando di professionalità interne, è bene ricordare che in Eutelia e soprattutto in Agile operano lavoratori che hanno contribuito alla storia recente dell’information and communication technology italiana. Eutelia era infatti entrata nel mercato IT nel 2006 con le acquisizioni delle filiali italiane della società olandese di servizi IT Getronics e successivamente della francese Bull. Getronics a sua volta aveva acquisito nel 1998 Olivetti Solutions (Wang Global) e nel 1999 Olivetti Ricerca.

Gli stessi lavoratori oggi sul loro blog scrivono: “ Questa [la notizia del commissariamento di Eutelia, ndr] per noi lavoratori di Agile, espulsi dal mondo del lavoro proprio grazie all’Eutelia dei Landi, è una notizia di portata storica”.

E speriamo che la storia continui, ma fuori dalle aule giudiziarie.

20 commenti :

Anonimo ha detto...

Questa sentenza ha dipanato e chiarito sicuramnente un altro elemento, il ricorso processuale sull'art.28, gli effetti potrebbero essere la stessa nullita di un'acclarata e fraudolenta falsa cessione.

Anonimo ha detto...

Questa sentenza ha dipanato e chiarito sicuramnente un altro elemento, il ricorso processuale sull'art.28,........
--------------------------

Sono d'accordo, l'udienza che si terrà il 15 giugno relativamente all'art.28 è probabile che vedrà il definitivo rietro di Agile in Eutelia, senza aspettare la data dell'altra udienza/sentenza che dovrebbe essere a luglio.
QUesta è solo una supposizione.
Ma da un punto di vista logico è inutile aspettare un altro mese.

Anonimo ha detto...

rif: chi ci rende a noi quello che dobbiamo avere?

condivido la perplessità anzi di più

Anonimo ha detto...

leggendo da un articolo
"è stabilito che l'esame dello stato passivo abbia luogo il primo dicembre 2010 e seguenti presso lo stesso Tribunale;"

a dicembre ??
e nel frattempo noi ???

Anonimo ha detto...

Eutelia: notificata sentenza su stato insolvenza

AREZZO (MF-DJ)--Il Tribunale di Arezzo ha notificato ad Eutelia la sentenza con la quale ha dichiarato lo stato d'insolvenza della societa' aretina.

Con la sentenza, precisa una nota, il Tribunale ha nominato i commissari giudiziali nelle persone di Daniela Saitta, Francesca Pace e Gianluca Vidal, ordinato alla societa' di depositare nella Cancelleria del Tribunale i bilanci e le scritture contabili e fiscali obbligatori nonche' l'elenco dei creditori e stabilito che l'esame dello stato passivo abbia luogo dal 1* dicembre 2010 in poi presso lo stesso Tribunale.

Il tribunale ha inoltre assegnato a creditori e terzi che vantano diritti reali mobiliari su cose di possesso della societa' il termine di 30 giorni prima dell'adunanza per le presentazioni delle domande e ha infine stabilito che la gestione dell'impresa sia affidata ai Commissari Giudiziali sino a quando non saranno adottati i provvedimenti di cui all'articolo 30 del decreto legislativo 270 del 1999. com/mur

Anonimo ha detto...

inserito su agilenet sr41 di aprile.

Anonimo ha detto...

Modello SR41 di aprile; la quinta settimana completa di 40 ore, colonna C che riporta N.
Suppongo debba essere S ma sono sicuramente ignorante in materia e che pertanto chiedo lumi ai colleghi piu informati di me.
Grazie

Anonimo ha detto...

Modello SR41 di aprile; la quinta settimana completa di 40 ore, colonna C che riporta N.
Suppongo debba essere S ma sono sicuramente ignorante in materia e che pertanto chiedo lumi ai colleghi piu informati di me.
Grazie
03 giugno 2010 23.59
-----------------------------------

Le note a pag. 2, quadro C, sezione 3 del mod. SR41 dicono :
"Per ogni settimana compresa tra due mesi(il lunedi in un mese, il sabato nel mese successivo) indicare sempre : N per la frazione di settimana che non comprende il sabato"

Infatti il sabato dell'ultima settimana e' stato il 1° maggio.

Anonimo ha detto...

ricompariranno mai sulla intranet agile le presenze da novembre almeno fino a febbraio ???

Anonimo ha detto...

ringrazio i colleghi che hanno contribuito all'emissione del sr41

e rimango a disposizione per un aiuto

Anonimo ha detto...

Eutelia: B.Mps e Ubi B. esposte per circa 40 mln (MF)

MILANO (MF-DJ)--Oltre all'Agenzia delle Entrate, ai fornitori e agli altri creditori, anche le banche battono cassa a Eutelia (Milano: EUT.MI - notizie) , il gruppo aretino di telecomunicazioni finito in amministrazione straordinaria nei giorni scorsi.

Secondo quanto risulta a MF, si legge in un articolo del quotidiano finanziario, i due gruppi piu' esposti sono B.Mps e Ubi B. che negli anni scorsi hanno sostenuto gli investimenti di Eutelia.

L'esposizione di B.Mps ammonta a 20 mln e comprende il finanziamento da 10 mln erogato da Banca Antonveneta e scaduto nel 2009. Centrobanca, la corporate e investment bank del gruppo Ubi, e' invece coinvolta con un finanziamento da 21,4 milioni, anch'esso scaduto l'anno scorso.

L'elenco dei creditori dovra' essere presentato entro 30 giorni e l'esame dello stato passivo avra' luogo dall'1 dicembre.


-------------------
ahahahahahahahahahahahahahahahahhahahahahahahhahahahahahahaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Anonimo ha detto...

Salve sono un collega cassaintegrato. Oggi, 4 giugno, mi e' stato acreditato l'importo di 91 euro e 63 centesimi da Agile Srl Unipersonale con causale "Conguaglio Stipendio Agile Dal 20-04 Al 30-04".
Qualcuno ha informazioni in merito?

Grazie e ciao

Anonimo ha detto...

E' relativo al pagamento della festività del 25 aprile 2010.

Anonimo ha detto...

E' relativo al pagamento della festività del 25 aprile 2010.
_____________________________
ma quando si e' in CIGS si ha comunque diritto al pagamento delle festivita' di domenica?

Anonimo ha detto...

ma quando si e' in CIGS si ha comunque diritto al pagamento delle festivita' di domenica?
------------------------------

Festivita'
Qualora durante il periodo di Cigs cadano delle festivita', ai lavoratori compete il seguente trattamento:

OPERAI:

- ai lavoratori sospesi da meno di due settimane compete il pagamento di tutte le festivita' civili e religiose comprese quelle di sabato e domenica a cura del datore di lavoro;
- ai lavoratori sospesi da almeno due settimane le festivita' infrasettimanali sono retribuite a carico della Cigs, mentre le festivita' di sabato e domenica non sono retribuite;
- tuttavia le festivita' del 25 aprile e del 1° maggio devono essere sempre retribuite a cura del datore di lavoro qualunque sia il periodo di sospensione dal lavoro.

IMPIEGATI:

Le festivita' sono comprese nell'integrazione salariale.

Anonimo ha detto...

l'azienda ha consegnato i mod.sr41 ma non l'sr100. l'erogazione della cigs slitta....che schifo

Anonimo ha detto...

come hai saputo questa notizia?

Anonimo ha detto...

l'azienda ha consegnato i mod.sr41 ma non l'sr100. l'erogazione della cigs slitta....che schifo
---------------------------------
Signori Colleghi, una preghiera, trovandoci in una situazione economica e psicologica a dir poco drammatica, se fornite queste info dovete esserne certi.
Grazie

Anonimo ha detto...

L'SR100 è un modello che l'azienda deve consegnare insieme agli SR41 all'inps ogni mese.
Fino a venerdi all'inps risultavano consegnati solo gli sr41.
Sempre venerdi è stata infaormata l'azianda della mmancanza del mod sr100.

E' stata una mancanza? una svista?, una distrazione? fatto sta che ogni mese c' nè una.

Anonimo ha detto...

FATELO TUTTI E' IMPORTANTE !!!
Costituzione parte civile ad Arezzo presentatevi: è tutto gratuito e coperto dalla Fiom per tutto l'iter e non si rischia nulla nemmeno una controquerela come qualcuno ha falsamente ipotizzato e deve essere vista come un qualcosa di simile ad una ClassAction più siamo più forte sarà il segnale e si possono iscrivere anche chi ha fatto tutte le altre pratiche con legali privati perchè qui si tratta di altra cosa e situazione,ripeto è importate e quindi fatelo in più possibili e non è detto che magari si riesca a racimolare anche qualcosa alla fine della fiera...il massimo sarebbe essere tutti i dipendenti ed anche quelli dimessi quindi fate circolare la voce e chiedete delucidazioni se aveet ancora dei dubbi...ripeto non si rischia nulla ed è tutto gratis ed il segnale sarebbe davvero forte,DATEVI DA FARE !!!