domenica 6 giugno 2010

17 Giugno manifestazioe Eutelia/Agile p.zza Montecitorio

Per il 17 giugno è stato indetto unitariamente dalle sigle sidacali metalmeccaniche una manifestazione nazionale di Agile ed Eutelia per sensibiliazzare il governo, perchè purtroppo ce ne ancora bisogno, sulla riapertura del tavolo istituzionale promesso dallo stesso governo nella persona del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio On. Gianni Letta, per trovare una definitiva soluzione alla vertenza

Dopo il commissariamento di Agile ed Eutelia ,e la dichiarazione di fallimento di Libeccio il futuro di piu di 2000 lavoratori diventa sempre piu incerto.
Puntare su uno spezzatino e vendere al miglior offerente o cercare di risollevarne le sorti?

Il ritorno di Agile nelle file di Eutelia non è del tutto certo, il 15 ci sarà un'altra udienza sul caso dell'antisindacalità della cessione del ramo IT di Eutelia. Con l'estromissione dei vertici Eutelia lo scenario potrebbe però cambiare definendo da subito, senza aspettare l'ulteriore data del 13 luglio, la sentenza per la nullità della cessione.
Questa potrebbe essere una sentenza indicativa su come si pensa di risolvere la sempre piu aggrovigliata situazione.
La decisione di lasciare le due aziende separate andrebbe nella direzione della vendita a spezzatino viceversa si cercherebbe di sollevarne le sorti con l'entrata di nuovi imprenditori e capitali o comunque la vendita in toto dell'intero pacchetto.

Quest'ultima ipotesi è quella piu gradita ai sindacati ed ai lavoratori che hanno sempre dichiarato, sin all'inizio della vertenza, di voler mantenere unita l'azienda senza effettuare parcellizzazzioni, cosi come Omega nel caso di Agile si stava affrettano a fare ed Eutelia nel caso Noitel.

Come all'inizio di tutta la vicenda è stato subito chiaro che ci fosse una regia occulta che lavorasse in modo da arrivare alla dismissione di Agile ed occultare le malefatte dei Landi, allo stesso modo adesso sembra ci sia un'altra regia che tenti di ripristinare o quanto meno riportare l situazione ad uno stato normale di diritto.

Quello che chiedono i lavoratori?
Riprendiamoci l'azienda
Riprendiamoci il lavoro
Riprendiamoci il futuro

64 commenti :

Anonimo ha detto...

FATELO TUTTI E' IMPORTANTE !!!
Costituzione parte civile ad Arezzo presentatevi: è tutto gratuito e coperto dalla Fiom per tutto l'iter e non si rischia nulla nemmeno una controquerela come qualcuno ha falsamente ipotizzato e deve essere vista come un qualcosa di simile ad una ClassAction più siamo più forte sarà il segnale e si possono iscrivere anche chi ha fatto tutte le altre pratiche con legali privati perchè qui si tratta di altra cosa e situazione,ripeto è importate e quindi fatelo in più possibili e non è detto che magari si riesca a racimolare anche qualcosa alla fine della fiera...il massimo sarebbe essere tutti i dipendenti ed anche quelli dimessi quindi fate circolare la voce e chiedete delucidazioni se aveet ancora dei dubbi...ripeto non si rischia nulla ed è tutto gratis ed il segnale sarebbe davvero forte,DATEVI DA FARE !!!

Anonimo ha detto...

A proposito di professionalità...

Stefano in 04/06/2010 07:12:48

Premesso l'ovvio supporto ai lavoratori Eutelia in questo momento così difficile, avrei qualche appunto da fare sulla 'qualità' dei servizi offerti.
Chi come me risiede in una frazione non coperta dalla adsl 'classica' cioè su cavo conoscerà bene Eutelia e la sua offerta di connessione wi-fi, e avrà già capito di cosa parlo. In 4 anni di utilizzo del servizio abbiamo subito decine e decine di malfunzionamenti, guasti e problemi di ogni genere, e l'assistenza non è MAI esistita. Giusto i primi periodi, poi il completo far west. Quando spariva il segnale e chiamavi l'assistenza, già sapevi che non sarebbe servito a niente; dovevi solo sperare che tutto ripartisse magicamente da solo.
Non sono parole di un singolo utente, basta andare a vedere sul forum di Euteliavoip e non troverete un post di un utente soddisfatto. Periodi lunghissimi (giorni, se non settimane) senza il servizio e senza che nessuno ti facesse sapere niente di niente.

Se la colpa fosse della poca professionalità dei dipendenti o della mancanza di competenza dei dirigenti non lo so, ma dal lato 'utente' il fallimento di Eutelia viene visto come una naturale e logica conseguenza di un pessimo servizio.

Anonimo ha detto...

un'idea forse fantascientifica: chiedere ad un imprenditore dotato di "senso etico" (potrebbe essere de benedetti?) di riprendere in mano il destino dell'IT italiana, a patto (scritto e sottoscritto) di gestirla in maniera etica. i lavoratori lavorerebbero e de benedetti avrebbe a disposizione la fibra ottica attraverso la quale interrompere il monopolio mediatico e potrebbe/dovrebbe avviare progetti di ricerca nel settore ITC a vantaggio della nazione.
eventuali coperture finanziare dovrebbero pervenire solo da banca etica. certo ci vorrebbe un governo serio.

Anonimo ha detto...

In riferimento al post "a proposito di professionalità"...
Verissimo quello che dici anche perchè l'hai provato sulla tua pelle di utente Eutelia ed io invece come dipendente con lo stesso risultato anche se da diverso aspetto.
Ai "manager" e "Dirigenti" di Eutelia, sicuramente parole grosse e non appropriate, a mio parere non è mai interessato fare impresa e dalle vicende che stanno venendo fuori si evince con estrema chiarezza. Tutt'altro sono stati i loro obiettivi!!!!
Ora speriamo, Utenti e Dipendenti, che l'amministrazione straordinaria porta condurre e guidare l'azienda su giusti binari utilizzando appieno la professionalità, il rispetto delle persone, dei clienti, dei dipendenti, della loro professionalità, del mercato e di fare la giusta e sana attività imprenditoriale che si conviene a persone e management serio.

Anonimo ha detto...

un'idea forse fantascientifica: chiedere ad un imprenditore dotato di "senso etico" (potrebbe essere de benedetti?) di riprendere in mano il destino dell'IT italiana, a patto (scritto e sottoscritto) di gestirla in maniera etica. i lavoratori lavorerebbero e de benedetti avrebbe a disposizione la fibra ottica attraverso la quale interrompere il monopolio mediatico e potrebbe/dovrebbe avviare progetti di ricerca nel settore ITC a vantaggio della nazione.
eventuali coperture finanziare dovrebbero pervenire solo da banca etica. certo ci vorrebbe un governo serio.

--------------------

quoto la tua idea. Anche io qualche tempo fa ho pensato qualcosa del genere proprio in merito a De Benedetti, oltre ai motivi che citavi tu cisarebbe anche quello di una sua "responsabilità" etica nei confronti dell'informatica italiana in qualità di persona che ha contribuito non poco ad affossarla. Questa per lui potrebbe essere una opportunità di riscatto (e di business). Fantascienza??? Forse però... almeno tirarlo in ballo in qualche modo di dovrebbe/potrebbe.
Proviamo a contare quanti ci credono?

siamo a 2

Anonimo ha detto...

...............Proviamo a contare quanti ci credono?

siamo a 2
+++++++++++++++++++++++++++++

siamo già in 3

fvg

Anonimo ha detto...

4

Anonimo ha detto...

a qualcuno è arrivata la notifica del bonifico cigs di aprile?

Anonimo ha detto...

ma ancora vi fidate di benedetti?

Anonimo ha detto...

O siete troppo giovani o la memoria non funziona piu', se siamo in questa situazione e' colpa anche e soprattutto di Debenedetti che ha distrutto l'Olivetti.
Pensate che si sia pendtito e voglia redimersi? Per carita'......

Anonimo ha detto...

e siamo a 5

Anonimo ha detto...

Ora siamo arrivati sognare l'avvento
di un impreditore etico che d'emblée metta i capitali, e faccia impresa.
Signori con la fantasia non si va' da nessuna parte!!!!Purtroppo!!!!

Anonimo ha detto...

Scriviamo in molti alla d'Urso per far parlare di noi nella nuova trasmissione di canale 5:
agentilerichiesta@mediaset.it

Anonimo ha detto...

Eutelia e Agile: due realtà e due aziende diverse

Martedì 08 Giugno 2010 15:02

Un comunicato sindacale unitario a firma di FIM CISL, FIOM-CGIL,UILM-UIL, datato 4 giugno u.s., nell’annunciare una manifestazione a P.zza Montecitorio per il 17 giugno p.v., titola:
“Vertenza Agile/Eutelia: ora che Agile ed Eutelia sono commissariate bisogna agire in fretta”. Nel corpo del comunicato vengono ugualmente citati, assieme a quelli di Agile, i dipendenti Eutelia.

Le RSU di CISL, CGIL e UIL di Eutelia vogliono chiarire e comunicare che non sono stati assolutamente coinvolti nell’organizzazione della manifestazione e nella stesura del documento e che loro e I DIPENDENTI DI EUTELIA NON appoggiano la manifestazione organizzata e NON parteciperanno alla stessa, in quanto Agile ed Eutelia sono due realtà e due aziende completamente distinte.
Le RSU di CISL, CGIL e UIL di Eutelia chiedono inoltre a FIM-CISL, FIOM-CGIL, UILM-UIL di porre maggiore attenzione nelle prossime comunicazioni che realizzeranno perché non si possano più confondere le due realtà.

Fonte :
http://www.arezzonotizie.it/index.php?option=com_content&view=article&id=52271:eutelia-e-agile-due-realta-e-due-aziende-diverse&catid=83:varie&Itemid=1100

Anonimo ha detto...

sono un collega siciliano e so io come vorrei partecipare a questa manifestazione che in questo momento mi sembra rivestire un'importanza strategica.Devo però constatare che il sindacato,pur sapendo le difficoltà economiche che i lavoratori attraversano sembra fare orecchie da mercante di fronte ad una richiesta di contributo per affrontare le non indifferenti spese di viaggio che abbiamo noi della Sicilia per venire a Roma.Io spero fin in fondo di poter esserci,ma se ciò non accadrà sappiate che noi siamo e saremo sempre al fianco di tutti i colleghi che rivendicano la giusta attenzione da parte della presidenza del consiglio.

Anonimo ha detto...

Sono sconcertato per questa precisazione del sindacato di Eutelia...siamo arrivati proprio in fondo!!!!!
Lo stesso sindacato sembra ormai avallare la fraudolenta cessione ad agile e mettere dei distinguo!!!Non mi pare che stiate facendo un bel lavoro per l'unità dei lavoratori,anzi,mi pare proprio che stiate remando contro!!!
Siamo dunque arrivati alla guerrra fra poveri??'

Anonimo ha detto...

IN RISPOSTA ALLA VERGOGNOSA NOTA DELLE RSU EUTELIA( dove sono state finora???)PUBBLICATA SU AREZZO NOTIZIE
________________________________

WOW !! Era ora ! I nostri esimi colleghi di EUTELIA hanno fatto un comunicato ..e per dire cosa? Un' altra grande caduta di stile ! Era necessaria questa nuova vergognosa precisazione, ma ora siamo tutti quanti in fondo al pozzo.. entrambi commissariati e tutti derubati da (im)prenditori senza scrupoli.
Ma stavolta vi diamo ragione ...Siamo sempre state due aziende ; non era necessaria questa vostra misera precisazione.
Eravamo due Aziende; mentre voi di Eutelia ricevevate regolarmente gli stipendi noi elemosinavamo le nostre spettanze.
Eaavamo due Aziende quando i nostri TFR, le nostre commesse ed i nostri immobili servivano anche a pagare i vostri stipendiucci
Mentre voi ricevevate regolarmente i buoni pasto noi avevamo solo un calcio nei fondelli.
Mentre voi privilegiati di Eutelia, la grande EUTELIA, ricevevate regolarmente la corresponsione dell'intergrativo su TELEMACO noi derelitti di getronics ( lettera minuscola) non avevamo neanche versati i contributi INPS.
E questo accadeva NON DOPO LA FINTA CESSIONE ma durante questi maledetti anni di forzata coabitazione. Per voi siamo stati sempre un altra Azienda, anche quando lavoraravamo con e per voi.
Eravate un altra Azienda quando eravamo a supplicarvi fuori dai locali di Eutelia ad aiutarci ; mai un cenno di solidarietà.. una riga di comprensione..mai!
Siamo stati sempre due aziende anche quando il Capitano ( a proposito..ora non vi aiuta?) vi scriveva dicendo che il nostro sacrificio era necessario per salvare VOI , uomini e donne ariane di Arezzo.. voi che lavoravate mentre noi pidocchiosi ex Olivetti rubavamo lo stipendio.
Eravamo due Aziende quando noi eravamo all'addiaccio a fare manifestazioni o occupazioni e voi invece stavate tutti nei vostri uffici.. nel vostro piccolo mondo ovatattato.
Siamo stati stati due Aziende ..anche quando vincevamo cause, vincevamo ricorsi ed EUTELIA ..opss..ma era solo per un piccolo errore.. fatturava ed incassava i soldini di competenza di quei morti di fame di agile ( con la a minuscola)
Ora siamo sempre due Aziende .. una fatta di Uomini che lottano da più di un anno ed una altra di piccoli lavoratori.
Ma purtroppo siamo tutti sulla stessa barchetta di salvataggio..visto che la nave è stata affondata da un branco di ladri .
Ma questa volta..cari amici ..vi tocca remare anche a voi

Anonimo ha detto...

Sappiate, grandi lavoratori di Eutelia, che Olivetti è stata depredata nel corso degli anni da Im-preditori della stessa risma del vostro beneamato capitano (a cominciare dal caro ing. De Benedetti, vedi Omnitel).
Per cui cerchiamo di non mischiare la lana con la seta !!!

Anonimo ha detto...

Eutelia e Agile: due realtà e due aziende diverse

---------------------------------

Non ci sono parole per esprimere tutto lo sdegno e lo schifo!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Scriviamo tutti una nota di protesta ad arezzonotizie.. che vergogna questi sciacalli di eutelia !

Anonimo ha detto...

Le RSU di CISL, CGIL e UIL di Eutelia vogliono chiarire e comunicare che non sono stati assolutamente coinvolti nell’organizzazione della manifestazione e nella stesura del documento e che loro e I DIPENDENTI DI EUTELIA NON appoggiano la manifestazione organizzata e NON parteciperanno alla stessa, in quanto Agile ed Eutelia sono due realtà e due aziende completamente distinte.
Le RSU di CISL, CGIL e UIL di Eutelia chiedono inoltre a FIM-CISL, FIOM-CGIL, UILM-UIL di porre maggiore attenzione nelle prossime comunicazioni che realizzeranno perché non si possano più confondere le due realtà.

--------------------------------

... è una comunicazione fatta sotto l' effetto di allucinogeni oppure trattasi di gente (?) che ha il cervello piccolo piccolo...

dopo tutto quello che è successo (e succederà) si difendono ancora il capitano & Co., ma quello era un pirata che depredava e basta.

...dire che sete C......ONI è poco.

Anonimo ha detto...

Da "il corriere delle comunicazioni": Fastweb ed Eutelia nel mirino del fisco.

Le due aziende figurano nella maxi operazione della Gdf che indaga sull'occultamento di fondi da parte delle società calcistiche. Le telco avrebbero evaso 1,5 milioni ciascuna
Nell'inchiesta milanese sull'evasione fiscale internazionale portata avanti dalla Guardia di Finanza di Milano - 150 i milioni di euro "occultati" principalmente da società di calcio - sono coinvolte anche Fastweb ed Eutelia.

Le due aziende avrebbero evaso il fisco per un milione e mezzo di euro ciascuna.

8 giugno 2010
di Mila Fiordalisi

Anonimo ha detto...

O siete troppo giovani o la memoria non funziona piu', se siamo in questa situazione e' colpa anche e soprattutto di Debenedetti che ha distrutto l'Olivetti.
Pensate che si sia pendtito e voglia redimersi? Per carita'......

--------------------------

Non sono né giovane né smemorato. Infatti ho definito De Benedetti "persona che ha contribuito non poco ad affossarla" riferendomi all'ICT italiana. Penso però che, ora come ora, DB rappresenti una delle poche lobby finanziarie potenti non filo-berlusconiane, anzi. Penso che lui e chi gli sta davanti, dietro e di fianco (gruppo Espresso/Repubblica in testa e altre realtà industriali/finanziarie) potrebbe avere un ritorno di immagine (e di business) a mettere le mani nell'ICT risolvendo nel contempo alcuni (Agile, Selfin, SSC per esempio) grossi problemi occupazionali del settore. Nessuna speranza nella filantropia o nella "redenzione" di De Benedetti e poche speranze, però penso che mettere pubblicamente De Benedetti di fronte alle sue responsabilità di persona che ha innescato questi disastri nell'informatica, potrebbe avere un significato in più rispetto alla semplice provocazione.

Chiamarlo alle sue responsabilità con una lettera aperta da pubblicare da qualche parte, magari proprio su Repubblica. Che ne dite? Siamo rimasti in 5? Se qualcuno pensa possa avere un senso possiamo metterci in contatto.

Anonimo ha detto...

Pian piano tutti i nodi vengono al pettine.

I "colleghi" di eutelia, ci hanno sempre snobbato, gente con un cervello molto piccolo, e di vedute molto ridotte, abituate a tenere la testa bassa, quando il loro beneamato INCAPACE capo gli raccontava le favole.

Oggi dove si trova, e perché non viene a salvarvi, molto probabilmente vi a trattati per quello che eravate CARNE DA MACELLO.

Che brutta storia, siete ancora in tempo a fargliela pagare, visto che sicuramente alcuni di voi conoscono fatti e misfatti di questi "signori".

Anonimo ha detto...

Fisco,tra 280 società perquisite Eutelia, Fastweb, Poltrona Frau
martedì 8 giugno 2010 15:40

Eutelia, Fastweb e Poltrona Frau sono tre delle 280 aziende perquisite oggi in Italia dalle Fiamme Gialle nell'ambito dell'inchiesta della procura di Milano che ipotizza una evasione fiscale internazionale per una cifra globale di 150 milioni di euro, realizzata grazie a fatture per operazioni inesistenti.
Lo hanno riferito oggi fonti investigative.

Per Fastweb ed Eutelia, spiegano le fonti, gli investigatori ipotizzano una presunta evasione di 1,5 milioni di euro ciascuna, mentre per Poltrona Frau una cifra attorno ai 30-40.000 euro.

Al momento non è stato possibile avere un commento dalle tre società

Anonimo ha detto...

Le RSU di CISL, CGIL e UIL di Eutelia vogliono chiarire e comunicare che non sono stati assolutamente coinvolti nell’organizzazione della manifestazione e nella stesura del documento e che loro e I DIPENDENTI DI EUTELIA NON appoggiano la manifestazione organizzata e NON parteciperanno alla stessa, in quanto Agile ed Eutelia sono due realtà e due aziende completamente distinte.
Le RSU di CISL, CGIL e UIL di Eutelia chiedono inoltre a FIM-CISL, FIOM-CGIL, UILM-UIL di porre maggiore attenzione nelle prossime comunicazioni che realizzeranno perché non si possano più confondere le due realtà.

*********************************

CAMBIATE SPACCIATORE....
vi fornisce roba tagliata male........

Anonimo ha detto...

Eutelia: no commment dei commissari sui inchiesta delle Gdf

I commissari giudiziali di Eutelia hanno preferito per il momento non commentare le notizie in merito alle perquisizioni eseguite ieri dalla Guardia di Finanza nelle sedi di 280 società. Secondo quanto riportato da Milano Finanza a Eutelia potrebbero essere contestate fatture per 1,5 milioni di euro. Le operazioni delle Fiamme Gialle sono collegate alla cosiddetta "lista Guastalla" scoperta nell'ambito di indagini sul caso Italease.

Anonimo ha detto...

A proposito del comunicato delle RSU di Eutelia: non mi meraviglio affatto della affermazione che viene fatta, cioé che Eutelia ed Agile sarebbero 2 realtà diverse. Questo non fa altro che confermare l'impressione che ho avuto nei 2 (DUE) anni che ho vissuto e lavorato in Eutelia ad Arezzo (ora sono fuori dall'azienda), che il sindacato in Eutelia esiste solo perché ci deve essere, dato le dimensioni dell'azienda, ma é assolutamente FASULLO, per non dire connivente.
So che può essere un affermazione forte ma in quegli anni (2004-2006) non ho mai visto una assemblea sindacale, nè un comunicato qualsiasi, nè ogni altra cosa che potesse fare pensare della presenza in azienda di una rappresentanza sindacale.

Anonimo ha detto...

chi è il rappresentante sindacale di eutelia? il mitico capitano travestito da telefonico o metalmeccanico? invece del coltello tra i denti cosa si è messo adesso? un cavo in fibra ottica o un doppino?

Anonimo ha detto...

Le RSU di CISL, CGIL e UIL di Eutelia vogliono chiarire e comunicare che non sono stati assolutamente coinvolti nell’organizzazione della manifestazione e nella stesura del documento e che loro e I DIPENDENTI DI EUTELIA NON appoggiano la manifestazione organizzata e NON parteciperanno alla stessa, in quanto Agile ed Eutelia sono due realtà e due aziende completamente distinte.
Le RSU di CISL, CGIL e UIL di Eutelia chiedono inoltre a FIM-CISL, FIOM-CGIL, UILM-UIL di porre maggiore attenzione nelle prossime comunicazioni che realizzeranno perché non si possano più confondere le due realtà.
-----------------------------------

Scusate non e' il caso di interpellare i nazionali di CISL, CGIL e UIL, e chiedere spiegazioni in merito, da questa nota farneticante si evince che sono Marte!!!!

Anonimo ha detto...

A questo punto urge un chiarimento delle orgsnizzazioni sindacali nazionali !!!

Anonimo ha detto...

speriamo di tornare presto tutti una grande famijjjaa...........
aff...lo!!!!

Anonimo ha detto...

Prima di sparare a zero contro le RSU di Eutelia, chiederei alle RSU di Agile se li hanno "coinvolti nell’organizzazione della manifestazione" del 17 giugno.

Di contro alle RSU di Eutelia suggerirei di convincersi tanto quanto i giudici di Arezzo, Roma, Milano che le due realtà Eutelia ed Agile sono legate a filo doppio.

Eravamo e siamo colleghi, eravamo e siamo sulla stessa barca, prima si comincia a remare nella stessa direzione e maggiori saranno le probabilità di salvare qualcosa.

Anonimo ha detto...

Prima di sparare a zero contro le RSU di Eutelia...

In effetti sarebbe grave se le nostre RSU avessero indetto una manifestazione che coinvolge il personale Eutelia senza esssersi preventivamente accordati con le relative RSU.

Il comunicato delle RSU di Eutelia è comunque fuori luogo: prende le distanze da Agile quando perfino un cieco si rende conto che le due aziende sono accomunate dallo stesso destino. O vogliamo ancora parlare dei lavativi di Olivetti e degli stacanovisti di Arezzo?
Per me le dichiarazioni delle RSU di Eutelia sono figlie di quelle ancora più farneticanti di Miceli della SLC CGIL.
Il sindacato deve darsi da fare per ricucire questo strappo, altrimenti siamo TUTTI ancora più deboli

Anonimo ha detto...

In effetti sarebbe grave se le nostre RSU avessero indetto una manifestazione che coinvolge il personale Eutelia senza esssersi preventivamente accordati con le relative RSU.

-----

Le RSU di Agile non conoscono neanche le RSU di Eutelia, sono troppo occupate a litigare tra loro

Anonimo ha detto...

dovete spezzare l'azienda e ricominciare a lavorare per riprendere le commesse.

si stanno ricreando nuove aziende che possono rubarvi il lavoro. accellerate in questo senso per ripartire al più presto.

auguri

Anonimo ha detto...

dovete spezzare l'azienda e ricominciare a lavorare per riprendere le commesse.
======

MA CHI SEI?

Anonimo ha detto...

Nuovo blitz a Eutelia
Ancora indagato Landi
Maxi-giro di evasione con fondi in Svizzera: Pm milanese ordina perquisizione: "Un milione e mezzo esportato all'estero"

Non finiscono mai i guai di Eutelia, non finiscono mai le traversie giudiziarie della famiglia Landi. L’azienda appena commissariata e gli amministratori di un tempo, quelli che facevano capo agli azionisti di riferimento, entrano adesso nel mirino di un altro Pm, il milanese Carlo Nocerino, il quarto ad occuparsi di eventuali illeciti penali in via Calamandrei dopo il sostituto procuratore aretino Roberto Rossi, che diede la prima scossa, il procuratore aggiunto di Milano Pier Francesco Greco e un pubblico ministero romano che segue soprattutto il versante Agile.

L’inchiesta (clamorosa, già ieri è approdata sui Tg nazionali e sulle edizioni web dei quotidiani) è stavolta quella sul maxi-giro di evasione fiscale (150 milioni) in cui sarebbero coinvolti grandi nomi dell’imprenditoria nazionale come Fastweb (un’altra società telefonica), Poltrone Frau e molte squadre di calcio importanti, dal Catania all’Udinese.

La sede di Eutelia è stata ancora una volta perquisita ieri mattina, l’ex presidente Angiolo Landi raggiunto da un’informazione di garanzia per l’utilizzo di false fatturazioni e i conseguenti reati fiscali. Gli uomini della Guardia di Finanza (anche del comando provinciale di Arezzo) sono arrivati in via Calamandrei di buon mattino, armati del decreto di perquisizione firmato da Nocerino. Ad accoglierli sono stati appunto Angiolo Landi, ultimo rappresentante della prima generazione della famiglia fondatrice, e il nipote Raimondo, fino a pochi mesi fa membro del consiglio d’amministrazione e vicepresidente. In azienda c’erano anche i commissari nominati dal tribunale nell’ambito della procedura di amministrazione controllata, ma loro, alle prese con questa ennesima grana che riguarda tuttavia la penultima gestione, preferiscono limitarsi a un gentile no comment.

Dei 150 milioni che le Fiamme Gialle stimano come il totale dell’evasione, a Eutelia ne vengono imputati un milione e mezzo, stessa cifra che si ipotizza per la concorrente Fastweb. Nascerebbe tutto dall’organizzazione messa in piedi dal faccendiere svizzero Giovanni Guastalla, arrestato, sempre dalla procura di Milano, lo scorso 27 ottobre. Chi aveva necessità di creare una provvista in nero oltre confine si rivolgeva a una delle società dell’uomo d’affari elvetico e stipulava un contratto di collaborazione con un interlocutore che cambiava a seconda del settore: ce ne era uno per il calcio, uno per il settore produttivo, uno addirittura per il porno. Peccato che la costellazione Guastalla fosse fatta solo di cartiere, cioè società che esistevano esclusivamente sulla carta e non produceva altro che carta. Nel caso specifico le fatture in favore delle aziende richiedenti, che le utilizzavano poi per scaricarle dai costi e ridurre dunque il proprio carico fiscale. In questa situazione si sarebbe trovata anche Eutelia, che avrebbe utilizzato falsa documentazione per frodare le tasse.

Sempre secondo la ricostruzione dell’accusa, il denaro con cui venivano pagate le fatture finiva, dopo qualche giro puramente fittizio attraverso finanziarie di paradisi fiscali, nelle filiali delle banche svizzere. Chi aveva bisogno di riportare parte del denaro in Italia poteva contare sui servizi degli spalloni messi a disposizione dall’organizzazione, emissari che attraversavano il confine con i soldi in contanti e in nero. Per quanto riguarda la società aretina, gli esercisi interessanti sarebbero quelli degli anni 2005 e 2006. Inutile dire che Angiolo Landi nega tutto: "Ipotesi senza fondamento, noi ed Euelia non c’entriamo".

Salvatore Mannino e Piero Scortecci

Anonimo ha detto...

Nicotra (FDS): "per l'unità dei lavoratori di Eutelia e Agile"

Alfio Nicotra, capogruppo provinciale della Federazione della Sinistra, ha rilasciato la seguente dichiarazione:
Le vicende di Eutelia e di Agile sono figlie della stessa mano e dello stesso sporco gioco fatto sulla pelle dei lavoratori.
La direzione di Eutelia ora sotto processo, ha provato a coprire le proprie responsabilità cercando di dividere i lavoratori, mettendo quelli di Arezzo contro tutti gli altri. Una posizione illusoria alla quale si è adeguata anche buona parte della classe politica ed istituzionale aretina. Questa linea non solo non ha evitato il commissariamento, ma rischia di precludere la strada ad una doverosa iniziativa unitaria di tutti i lavoratori per la difesa del posto di lavoro e il salvataggio sia di Eutelia che di Agile.
Appare evidente che la scelta del tribunale di Arezzo nel commissariare Eutelia, di scegliere due su tre commissari tra gli stessi già nominati per Agile, ha un preciso significato : ricostruire un quadro unitario per capire dove sono finiti i soldi (tra i quali il tfr dei lavoratori) e se la cessione di ramo d’azienda è avvenuta secondo la legge o invece, come tutto fa presupporre, violandola. Capisco che si può legittimamente avere posizioni diverse sulla scelta del commissariamento di Eutelia. Capisco anche che non coincidono gli atteggiamenti di chi, pur dentro un quadro d’incertezza, ha continuato a ricevere uno stipendio e a lavorare e chi, invece, è da mesi che non riceve più un centesimo.
Ma compito del sindacato (di tutte le sigle e categorie) , delle forze politiche e delle istituzioni è quello di rinsaldare l’unità tra i lavoratori a prescindere dalla loro attuale collocazione aziendale. Tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici sono vittime di una condotta industriale e finanziaria dissennata i cui contorni illegali non sono ancora del tutto – come dimostrano le nuove inchieste in corso - stati dipanati. Una guerra tra poveri farebbe solo il gioco di chi vuole liquidare il patrimonio di Eutelia, lasciando a spasso tutti i lavoratori. E’ invece fondamentale arrivare al più presto all’apertura del tavolo alla Presidenza del Consiglio e impegnarsi per non perdere le commesse e i contratti con la clientela privata e pubblica.
Proporrò agli altri colleghi capigruppo la presentazione di una mozione al consiglio provinciale affinché sia chiara la piena collaborazione della Provincia di Arezzo con i commissari e il pieno sostegno ai lavoratori e alle loro famiglie

Anonimo ha detto...

"Costituzione parte Civile"
Msg indirizzato agli ex Bull firmatari di uscita incentivata come da accordo sindacale al Ministero del Lavoro dell'aprile 2006.
Ricordiamo tutti la triste vicenda e cmq faccio un breve pro-memoria.

1- Aprile 2006, accordo sindacale c/o Ministero lavoro per gestione esuberi in Bull Italia.

2- Uscita volontaria e incentivata ma obbligatorietà di andare in CIGS per 12 mesi.

3- CIGS dal 2 maggio 2006 fino al cambio proprietà (telegramma di rientro a gennaio 2007).

3- Con il cambio proprietà e dopo il rientro in Eunics, lettera raccomandata degli interessati per confermare l'accordo sottoscritto con Bull italia.

4- Rifiuto dell'azienda motivando la necessità delle figure professionali per la nuova società Eunics spa.

5- Assegnazione delle attività in Eunics di dette figure professionali (Livelli 6, 7 e quadri), fortemente demansionate rispetto alla qualifica, professionalità e altro.

6- Spavalde affermazioni dell'AD verso questi lavoratori additandoli come lavativi, parassiti della società.. avallate queste, anche dagli stessi lavoratori/colleghi che scrivevano assiduamente sul blog (collettivolavoratorigetronics).

7- Per ultimo, la disponibilità accantonata da Bull Italia di circa 8ML di euro, lo stesso AD aveva altresì asserito di averla utilizzata per finanziare il fatidico "piano industriale".

Ritengo che tutto ciò, alla luce di quanto accaduto, dichiarazione di crisi già nei primi mesi del 2008 circa gli esuberi e conseguente contratto di solidarietà, le vicende giudiziarie intervenute prima e dopo, sia un fatto estremamente grave e che debba essere approfondito nelle sedi opportune.
Oltre al danno morale, sono stati inferti danni materiali rilevanti e aspettative cancellate definitivamente.
Invito i colleghi a formalizzare alle RSU di competenza la propria volontà per illustrare dettagliatamente al servizio legale tutti gli incartamenti in possesso di ognuno.

Anonimo ha detto...

Per Roma...quanti piu' possibili presenti venerdi per la costituzione parte civile: E' IMPORTANTE !!!! non si paga nulla,non si rischia nulla e lo possono fare anche chi è seguito da altri avvocati privati DIAMO UN SEGNALE FORTE DI UNITA'!!

Anonimo ha detto...

dovete spezzare l'azienda e ricominciare a lavorare per riprendere le commesse.

si stanno ricreando nuove aziende che possono rubarvi il lavoro. accellerate in questo senso per ripartire al più presto.

auguri

----------------------

Un altro buon samaritano che cerca di dare buoni consigli che accettiamo.

Però informiamo i colleghi di mandare alle mail dei colleghi RSU tutte le informazioni che acquisite su queste commesse diciamo "DISTOLTE", perchè oltre ai risarcimenti che chiederemo a Eutelia (che forse non avrà i soldi), con il materiale raccolto e non avendo nulla da perdere ci costituiremo tutti (con solo un euro a ex dipendente) contro tutte le aziende, le amministrazioni e gli enti che non hanno adottato le procedure corrette.

Quando un appalto non è affidato in maniera corretta, sul piano civile, ma ci vuole tempo per dimostrarlo, ne risponde con le proprie finanze il capo dell'organizzazione e il responsabile della procedura di affidamento che per esempio in un qualsiasi comune sono il SINDACO e il RUP.

Meditate come rompere i cog..ni a tutti; tanto tra CIGS e MOBILITA', la gente seria, non ha un ca..o da fare.

Anonimo ha detto...

dovete spezzare l'azienda e ricominciare a lavorare per riprendere le commesse.
======

ciao siamo ex omega , ex phonemedia.
siamo ripartiti con altra societa' che ci ha comprato. lentamente stiamo recuperando le commesse. ma è dura, c'è tanta concorrenza.

se trovate dei compratori vi conviene rendere autonome le varie sedi.
auguri
fatevi aiutare dal sindacato

Anonimo ha detto...

EUTELIA - NICOTRA (FDS): "SUBITO L'INCONTRO TRA I CAPIGRUPPO E I LAVORATORI

"Per un disguido solo questa mattina i capigruppo consiliari sono stati informati della richiesta dei lavoratori di Eutelia di essere ricevuti in Provincia. Il Presidente del consiglio provinciale Alpini ha correttamente subito individuato una data per l'incontro dimostrando totale sensibilità al problema. Trovo la lettera dei dipendenti Eutelia dello stabilimento di Arezzo quanto mai opportuna e le loro richieste di solidarietà e sostegno assolutamente condivisibili. Mi auguro che dall'incontro tra i capigruppo e i dipendenti Eutelia scaturisca anche una mozione la più unitaria possibile del consiglio provinciale. E' il momento di stringersi intorno ai lavoratori e non quello di alimentare polemiche o divisioni", conclude il capogruppo della Federazione della Sinistra Alfio Nicotra.

Fonte: http://www.informarezzo.com/comunicati_stampa/3210-EUTELIA---NICOTRA-FDS-SUBITO-LINCONTRO-TRA-CAPIGRUPPO-LAVORATORI.html

Anonimo ha detto...

I lavoratori Eutelia ieri si sono rivolti ad Associazioni, Istituzioni e Rappresentanti Politici per chiedere di essere ascoltati in relazione alla situazione di commissariamento giudiziale dell’Azienda.

Mentre restavamo in fiduciosa attesa delle risposte alle nostre richieste di incontro (alcune già prontamente arrivate), siamo stati trascinati, nostro malgrado, in dibattiti che non sentiamo nostri, come è stato ampiamente dimostrato dal nostro comportamento durante gli ultimi mesi.

Oggi, dobbiamo rispondere anche al Cons. Alfio Nicotra, che pure ha ricevuto la nostra lettera e la nostra mail, (lettera e mail sottoscritta da lavoratori), sorpresi di come un politico che parla sempre di difesa dei lavoratori, si dimostri così bravo a fare “orecchie da mercante” alle richieste degli stessi.

Ringranziandolo comunque per l'interessamento, ci teniamo a sottolineare e chiarire che le nostre iniziative sono indipendenti da quelle dei lavoratori Agile e che le stesse non li danneggiano in nessuno modo, come loro stiamo tentando di salvare la nostra azienda e il nostro posto di lavoro.

Chiediamo nuovamente (come già fatto nella lettera e nella mail che anche Nicotra ha ricevuto) a tutti i capigruppo di essere ricevuti in Conferenza dei Capigruppo, perché la eventuale mozione possa responsabilmente portare la voce di tutti i lavoratori Eutelia e non solo quella del Cons. Alfio Nicotra.

Dipendenti Eutelia
email: dipendenti@eutelia.com
RSU EUTELIA

Fonte:
http://www.informarezzo.com/lettere-alla-redazione/3203-Lettera-aperta-dei-dipendenti-Eutelia.html

Anonimo ha detto...

L'intervento di Alfio Nicotra:

Ci scusiamo per aver male interpretato il sindacalese. Questo il testo del comunicato del consigliere provinciale della Federazione della Sinistra


NICOTRA (FDS) : “ PER L’UNITA’ DEI LAVORATORI DI EUTELIA E AGILE”

Le vicende di Eutelia e di Agile sono figlie della stessa mano e dello stesso sporco gioco fatto sulla pelle dei lavoratori.
La direzione di Eutelia ora sotto processo, ha provato a coprire le proprie responsabilità cercando di dividere i lavoratori, mettendo quelli di Arezzo contro tutti gli altri. Una posizione illusoria alla quale si è adeguata anche buona parte della classe politica ed istituzionale aretina. Questa linea non solo non ha evitato il commissariamento, ma rischia di precludere la strada ad una doverosa iniziativa unitaria di tutti i lavoratori per la difesa del posto di lavoro e il salvataggio sia di Eutelia che di Agile.
Appare evidente che la scelta del tribunale di Arezzo nel commissariare Eutelia, di scegliere due su tre commissari tra gli stessi già nominati per Agile, ha un preciso significato : ricostruire un quadro unitario per capire dove sono finiti i soldi (tra i quali il tfr dei lavoratori) e se la cessione di ramo d’azienda è avvenuta secondo la legge o invece, come tutto fa presupporre, violandola. Capisco che si può legittimamente avere posizioni diverse sulla scelta del commissariamento di Eutelia. Capisco anche che non coincidono gli atteggiamenti di chi, pur dentro un quadro d’incertezza, ha continuato a ricevere uno stipendio e a lavorare e chi, invece, è da mesi che non riceve più un centesimo.
Ma compito del sindacato (di tutte le sigle e categorie) , delle forze politiche e delle istituzioni è quello di rinsaldare l’unità tra i lavoratori a prescindere dalla loro attuale collocazione aziendale. Tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici sono vittime di una condotta industriale e finanziaria dissennata i cui contorni illegali non sono ancora del tutto – come dimostrano le nuove inchieste in corso - stati dipanati. Una guerra tra poveri farebbe solo il gioco di chi vuole liquidare il patrimonio di Eutelia, lasciando a spasso tutti i lavoratori. E’ invece fondamentale arrivare al più presto all’apertura del tavolo alla Presidenza del Consiglio e impegnarsi per non perdere le commesse e i contratti con la clientela privata e pubblica.
Proporrò agli altri colleghi capigruppo la presentazione di una mozione al consiglio provinciale affinché sia chiara la piena collaborazione della Provincia di Arezzo con i commissari e il pieno sostegno ai lavoratori e alle loro famiglie

Fonte:
http://www.informarezzo.com/comunicati_stampa/3199-Lintervento-Alfio-Nicotra.html

Anonimo ha detto...

è arrivato l'SR41 di maggio....ma qualcuno ha notizie dei soldi...veri????

Anonimo ha detto...

Per quanto riguarda Roma l'assegno cogs di aprile dovrebbe arrivare il 17 giugno e di conseguenza quello di Maggio verso la fine di giugno.

Comunque sono giunte notixie che in diversi casi non sono stati attribuite le detrazioni per familiare a carico.
QUindi controllate presso le sedi inps.

Anonimo ha detto...

...Dipendenti Eutelia
email: dipendenti@eutelia.com
RSU EUTELIA

RSU Eutelia ??????


mi sono ammazzato dalle risate!!!!

Anonimo ha detto...

Accreditato stipendio di maggio con valuta 11

Anonimo ha detto...

beato te a noi della cassa integrazione di aprile non si vede neanche l'ombra!

Anonimo ha detto...

Colleghi di Roma dateci se possibile qualche news riguardo la riunione di questa mattina con i commissari
Se aspettiamo info dal sindacato stiamo freschi......

Anonimo ha detto...

dalla riunione è emerso che la cassa integrazione va rivista e spalmata meglio per regione, con apertura di una nuova CIGS,incontro subito con Letta che è l'unico che può salvare l'azienda, che dovremmo andare in amministrazione straordinaria, che loro puntano alla vendita delle varie commesse, compresi i lavoratori, e che dovrebbero emettere per luglio tutte le buste paga arretrate a zero ore, questo è quanto ma molto sinteticamente, secondo me ci vuole una grossa botta di culo, per rientrare in azienda.
BUONA FORTUNA A TUTTI

Anonimo ha detto...

che vuol dire buste paga a zero ore ??

Anonimo ha detto...

cosa vuole dire a zero ore abbiamo lavorato ci sono le timbrature

Anonimo ha detto...

Incontro del 14cm, tappa importante e attesa da tutti noi ma purtroppo, come al solito, nessuna info da parte del Sindacato che ha partecipato vero???????
Pertanto, giriamo nel blog e troviamo cedolini a "zero ore" o altro che leggeremo nelle prossime ore.. di conseguenza tutti a farsi domande tipo "cosa significa" o altro..
Non va bene questo, mi fa inc...re e molto, fortunamente sono lontano dalle sedi e quindi mi sfogo "soltanto" a scrivere queste poche righe di disappunto..

Anonimo ha detto...

vediamo in quanti andiamo a Roma il 17 poi parliamo,comunque il sindacato ci deve informare se no che ci sta a fare?

Anonimo ha detto...

Incontro del 14cm, tappa importante e attesa da tutti noi ma purtroppo, come al solito, nessuna info da parte del Sindacato che ha partecipato vero???????
___________________________________

Si erano circa quaranta.

-Zero ore solo per chi non ha giustificato/timbrato presenza, e quindi 0 euro;
- Tecnicamente la soc. è fallita;
- Solo un ultriore ridimensionamento puo' far affacciare possibili acquirenti;
- Corasiniti ha offeso un commissario che se ne è andato via;

Fine

Anonimo ha detto...

Maurizio ha fatto benissimo, l' offesa e' il minimo che si meritano questi commissari!!!!

Anonimo ha detto...

volevamo i commissari? ora ce li teniamo!

Anonimo ha detto...

VOLEVAMO DEI COMMISSARI SERI NON DEI CIALTRONI CHE PENSANO SOLO AD ARRICCHIRSI!!!!!!!

Anonimo ha detto...

purtroppo in italia i cialtroni sono ormai la maggioranza

Anonimo ha detto...

La Verita' detta tra i denti fa male!!!!!

Grande Maurizio!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Estratto dal verbale dell’incontro tra OO.SS. e i commissari giudiziali di Agile, Di Mundo,
Pertile e Fasano.

Viene chiesto dalle O.S. cosa comporta da un punto di vista legislativo
la presenza delle due Amministrazioni Straordinarie, ancorché da
consolidare formalmente, di Agile e di Eutelia, e se non è opportuno per
la natura ed il legame delle due società che l'Amministrazione
Straordinaria fosse unica.
I Commissari precisano che non è possibile che da due Amministrazioni
Straordinarie si passi ad una Amministrazione Straordinaria, ormai le
due Amministrazioni Straordinaria sono formalmente aperte.
L'Avv. Fasano afferma che nello stato attuale ed in casi del genere,
solo mediante l'intervento del legislatore con una legge può ricondurre
la questione a fattor comune.
Sulle aspettative che la politica istituzionale dia soluzione alla
ripresa delle attività i Commissari si manifestano pessimisti dato che
non ravvisano la possibilità che gli appalti pubblici possano essere
affidati ad Agile senza l'effettuazione di regolari gare così come
previsto per legge.