mercoledì 22 ottobre 2014

AGILE-EUTELIA, ultimo atto. Dal 22 Dicembre scattano 800 licenziamenti

Ottocento licenziamenti per mettere fine alla vertenzaEutelia. Scatteranno dal 22 dicembre e rappresentano l’ultima tappa di una vicenda nata sette anni fa come una semplice cessione d’azienda, poi finita con una bancarotta fraudolenta e tre arresti. Furono 2500 i lavoratori vittime del malaffare aziendale che nel corso degli anni vennero in parte reintegrati o messi in cassa integrazione. Oggi ne rimangono 800, per loro gli armonizzatori sociali termineranno a dicembre, dopodiché il nulla.
Riassunto delle puntate precedenti. Tutto inizia nel 2007 quando la famiglia Landi di Arezzo, proprietaria della società Eutelia, acquista due filiali di multinazionali che operano in Italia nel ramo dell’information tecnology: l’olandese Getronix e la francese Bull (multinazionale che opera nel campo dell’informatica). Passano appena due anni e nel 2009 Eutelia decide di cedere il ramo it dell’azienda, comprendente circa 2500 lavoratori. I dipendenti verranno trasferiti dapprima in Agile (una controllata di Eutelia), e successivamente ad Omega. Il passaggio di aziende avviene sotto gli occhi del Ministero dello Sviluppo Economico, con in testa Claudio Scajola, che supervisionerà l’accordo. Ma Omega non è un’azienda come le altre. È una scatola vuota, una società fantasma. A rendersene conto per primi sono i lavoratori, che storcono il naso davanti a una cessione aziendale avvenuta con poche garanzie sul piano industriale. E infatti di lì a poco Omega smetterà di pagare gli stipendi e di onorare i contratti con i clienti.
Il Ministero, in compenso, non si era accorto di nulla. Né dell’assenza di un piano industriale serio, né che i vertici di Omega hanno tutti precedenti per fallimenti aziendali. Si direbbe una cessione “a sua insaputa”. I dipendenti ex Eutelia, invece, fanno un esposto in procura. L’ultimo verdetto disponibile è quello del 12 luglio 2013: il tribunale di Roma infligge 9 anni di reclusione ad Antonangelo Liori, già direttore de l’Unione Sarda ed ex patron di Omega; per Claudio Marcello Massa, ex ad di fatto di Agile e poi di Omega, gli anni sono 8; per Isacco Landi, che era nel consiglio di amministrazione di Eutelia, la pena è conteggiata a 6 anni. L’accusa, bancarotta fraudolenta. I fondi distratti, oltre 11 milioni.
I lavoratori della ei fu Eutelia ne fanno una questione di legalità e si costituiscono in massa parte civile al processo. Ma nel frattempo, il lavoro non c’è. Inizierà così un percorso fatto di cassa integrazione e progetti di riqualificazione e reinserimento finanziati dai fondi europei. Nell’accordo quadro firmato nel 2012, si leggono i seguenti obiettivi: prepensionamenti per i lavoratori più anziani, cassa integrazione, circa 250 assunzioni da parte di Tbs Group, società che opera nel settore elettromedicale. La Tbs rispetterà l’impegno delle assunzioni da effettuare in tre anni, con la promessa di integrare altri lavoratori se il fatturato lo permette. Invece, il fatturato non va e gli ingressi si fermano a quota 250. Non danno benefici neanche i prepensionamenti, giacchè nel frattempo arriva la riforma Fornero che allunga gli anni contributivi. Così, la platea dei prepensionamenti si riduce più del previsto, e dei 300 pensionamenti in cantiere, circa 150 diventeranno esodati.
Restano tutti gli altri. Un centinaio effettueranno tirocini presso il Ministero della Giustizia, per i rimanenti c’è la cassa integrazione rinnovata ogni piè sospinto. E poi i famosi feg, i fondi europei per la riqualificazione dei lavoratori. Ogni regione, in accordo con il sindacato, si impegna a creare progetti che favoriscano il reinserimento degli ex Eutelia nel mondo del lavoro. Ma non tutte le regioni sono uguali. In un comunicato sindacale del giugno 2012 si lamenta la continua assenza della regione Campania ai tavoli di concertazione, oltre alla mancanza di iniziative sul piano dei corsi di formazione. Le regioni Umbria e Sicilia tardano ad inviare approfondimenti al Mi.Se., mentre attivissime sono Piemonte e Puglia, che prevedono anche incentivi fiscali per le aziende che assumono gli ex Eutelia. E poi sbloccare i fondi feg non è cosa semplice, tra il dire e il fare ci sono tavoli di concertazione, solleciti sindacali, burocrazia.
E i risultati? Fiacchi. Alcuni dei corsi offerti non erano riqualificanti, ma piuttosto di orientamento al lavoro, oppure generici e inflazionati come i corsi di inglese o di compilazione caf. I soldi investiti in feg sono circa 3 miliardi, dopodiché i lavoratori avrebbero dovuto essere inseriti nel mondo del lavoro attraverso dei bandi che non sono mai stati fatti. Così, tra fondi europei, cassa integrazione e incentivi fiscali alle imprese, lo Stato ha sprecato fior di risorse per ottenere il seguente numero di reinserimenti: zero. E adesso che anche la cig volge al termine, ciò che resta è il licenziamento. Saranno 800 quelli che rimarranno a casa, a dicembre, pochi giorni prima di Natale. Sempreché qualcuno non si accorga di loro.

30 commenti :

Anonimo ha detto...

Incontro al MISE tanto promesso ????
Potetti hai sistemato solo i tuoi amici lecchini del Sindacato...
Bravo ...così incassate subito le parcelle degli avvocati

Anonimo ha detto...

due mesi esatti alla fine di tutto. anni di chiacchiere e soldi(feg) sprecati.

Anonimo ha detto...

Potetti ciarlatano, vile che si nasconde dietro la buona fede di poveri cristi, protetto da quattro tesserati abietti.

BASTARDO BUFFONE

Anonimo ha detto...

I giorni in cui dimentico sono finiti, stanno per cominciare i giorni in cui ricordo.


BASTARDO

Anonimo ha detto...

"mentre attivissime sono Piemonte e Puglia, che prevedono anche incentivi fiscali per le aziende che assumono gli ex Eutelia."
Del Piemonte non so, dalla Puglia solo chiacchiere.

Anonimo ha detto...

Nessuna famiglia senza lavoro.
Papa Francesco

Anonimo ha detto...

"Nessuna famiglia senza lavoro.
Papa Francesco"

Papa Francesco non è della fiom.

Anonimo ha detto...


nonostante le numerose sollecitazioni formali e informali, da parte della Regione Puglia non ci sono segnalI di alcuna natura.
Nessuna convocazione in vista e nessuna ipotesi di soluzione che prenda in considerazione il documento di lavoro da noi proposto.

C'è anzi da aggiungere che le scarsissime informazioni che ci pervengono lasciano addirittura immaginare un peggioramento della situazione.

EVIDENTEMENTE IL TENTATIVO DA PARTE DELLA REGIONE PUGLIA E' QUELLO DI DERUBRICARE, CANCELLANDOLA, LA NOSTRA VERTENZA.

NOI NON LO POSSIAMO PERMETTERE E NON LO PERMETTEREMO.

VENERDI' E' PREVISTO UNO SCIOPERO DI OTTO ORE DELLA FIOM-CGIL DI BARI CON PRESIDIO A PIAZZA S.FERDINANDO DALLE ORE 9.30 (allegato)

CONVOCHIAMO LA NOSTRA ASSEMBLEA A PIAZZA S.FERDINANDO LO STESSO GIORNO.

DECIDEREMO LE AZIONI DI LOTTA NEI CONFRONTI DELLA REGIONE PUGLIA

CI VEDIAMO VENERDI' 24 IN PIAZZA ALLE ORE 9.30

--
Rsu Agile Bari

Emanuele Latagliata
Renato Vicano
--------------------------
Questi 2 pagliacci pur di far vedere che nelle piazze portano ancora dei colleghi, mettono importanti assemblee durante le manifestazioni, non sanno più cosa inventarsi.

Anonimo ha detto...

Concordo con l'espressione pagliacci ma esteso a tutti gli RSU compresi i NAZIONALI.
Dal 22 tutti a casa ma vedrete che mentre la maggioranza dei colleghi saranno in mezzo ad una strada a rabbatarsi qua e la' i nostri " amici" rappresentanti sindacali saranno ricollocati.
Provate a contattarli qualche mese dopo la mobilita' e vedrete che vi diranno: Sai ho avuto una botta di c...o e sono entrato a lavorare in. ......
Altro che art, 18. qui ci vuole il bastone.

Anonimo ha detto...

A colleghe/i interessati alla ricollocazione
Da alcuni giorni è operativo il sito del FREE JOB CENTER, un servizio gratuito gestito da dipendenti Agile della Lombardia che cerca opportunità lavorative attraverso il contatto con aziende del territorio.
Considerato che molte realtà hanno sedi sparse per l'Italia, il team FJC ha pensato di estendere a tutti i colleghi/e, indistintamente dall'ubicazione geografica, la possibilità di caricare il CV; l'accesso al sito è gratuito.

Chi fosse interessato invii una mail a: candidati@freejobcenter.it; saranno inviate le credenziali d'accesso e sarà possibile gestire in autonomia il proprio profilo; nel caso di interesse, si sarà contattati direttamente dalle aziende che consultano il DB.

Per informazioni: info@freejobcenter.it

Anonimo ha detto...

BATTIAMOCI PER UN INCONTRO AL MISE PRIMA DELLA FINE !!!

Anonimo ha detto...

BATTIAMOCI PER UN INCONTRO AL MISE PRIMA DELLA FINE !!!
Tutti i fenomeni che ci dovevano tutelare....dove sono andati a finire i galoppini....ci rivedremo prima del 22 dicembre tranquilli..

Anonimo ha detto...

nonostante le numerose sollecitazioni formali e informali, da parte della Regione Puglia non ci sono segnalI di alcuna natura.
Nessuna convocazione in vista e nessuna ipotesi di soluzione che prenda in considerazione il documento di lavoro da noi proposto.
C'è anzi da aggiungere che le scarsissime informazioni che ci pervengono lasciano addirittura immaginare un peggioramento della situazione.
EVIDENTEMENTE IL TENTATIVO DA PARTE DELLA REGIONE PUGLIA E' QUELLO DI DERUBRICARE, CANCELLANDOLA, LA NOSTRA VERTENZA.
NOI NON LO POSSIAMO PERMETTERE E NON LO PERMETTEREMO.
VENERDI' E' PREVISTO UNO SCIOPERO DI OTTO ORE DELLA FIOM-CGIL DI BARI CON PRESIDIO A PIAZZA S.FERDINANDO DALLE ORE 9.30 (allegato)CONVOCHIAMO LA NOSTRA ASSEMBLEA A PIAZZA S.FERDINANDO LO STESSO GIORNO.
DECIDEREMO LE AZIONI DI LOTTA NEI CONFRONTI DELLA REGIONE PUGLIA
CI VEDIAMO VENERDI' 24 IN PIAZZA ALLE ORE 9.30

--
Rsu Agile Bari

Emanuele Latagliata
Renato Vicano
------------------------------
ma la (ex?)collega barese RSU che sarebbe finita in FIOM (o no?) vi partecipa anche lei ? non vi puo' aiutare nel pressing sulla regione? non ha agganci nella regione del Vendola di sinistra? A vedere il sito web della regione puglia, molto ben colorato e vivace sembra che non ci siano problemi di lavoro, anzi c'e' addirittura un piano-lavoro pluriennale....

Anonimo ha detto...

ma la (ex?)collega barese RSU che sarebbe finita in FIOM (o no?) vi partecipa anche lei ? non vi puo' aiutare nel pressing sulla regione? non ha agganci nella regione del Vendola di sinistra? A vedere il sito web della regione puglia, molto ben colorato e vivace sembra che non ci siano problemi di lavoro, anzi c'e' addirittura un piano-lavoro pluriennale....

===========================
Certo che bella carriera.. la collega ex RSU di Bari(che poi non è stata mai eletta si è autoeletta) ne ha fatto di carriera da shampista a delegata FIOM..
Che schifo

Anonimo ha detto...

Mi unisco al GRIDO dei dipendenti della Meridiana....
POTETTI SEI UNO MERDOSO

☠ ha detto...

ma 'ste cause con agile e eutelia' porcoiddio! censuratemi la bestemmia e andate a fareinculo tutti..il 22 finirà tutta 'sta messa in scena. Merde.Cause che vanno avanti da anni,che bella inculata,i bastoni dovremmo prendere e andare tutti ad arezzo ,altro che corteo con la cgil a Roma.Basta con 'ste pagliacciate.

Anonimo ha detto...

le cause sono un cosa lunga e laboriosa. possono durare anni, anzi anche decenni. intanto i fessi continuano ad avere la tessera sindacale ed a dipendere dai soliti per poter sperare di ottenere qualche cosa. alla fine, se otterremo un po' di soldi, dovremo pure versare la tangente a coloro che si sono battuti così tenacemente per la causa. purtroppo senza ottenere quello a cui tutti miriamo. IL LAVORO.

Anonimo ha detto...

Hai capito quanti soldi hanno fatto questi del sindacato con le cause...
chiedevano anche 30€ per la cancelleria a testa, richiesta fatta da un collega meschino fino all'osso.
30 bastonate merita sto sporco de merda... sto MERDOSO, protetto da quattro vecchi rincoglioniti che hanno fatto di tutto per allungare il brodo per salvarsi con la pensione!
Figli di mignotta, che DIO vi possa far morire su un letto di ospedale tra 1000 sofferenze!

BASTARDI

Anonimo ha detto...

ma la (ex?)collega barese RSU che sarebbe finita in FIOM (o no?) vi partecipa anche lei ? non vi puo' aiutare nel pressing sulla regione? non ha agganci nella regione del Vendola di sinistra? A vedere il sito web della regione puglia, molto ben colorato e vivace sembra che non ci siano problemi di lavoro, anzi c'e' addirittura un piano-lavoro pluriennale....

===========================
Certo che bella carriera.. la collega ex RSU di Bari(che poi non è stata mai eletta si è autoeletta) ne ha fatto di carriera da shampista a delegata FIOM..
Che schifo
-----------------------
ma quale schifo!...lavorare per il sindacato anche per un mese solo conviene!! soprattutto se si e' vicini alla pensione...leggete qui....

http://www.ilsussidiario.net/News/Lavoro/2014/10/8/LEGGE-564-96-Cos-e-e-come-funziona-la-legge-che-garantisce-pensioni-d-oro-ai-sindacalisti/540087/

http://www.giornalettismo.com/archives/1606811/le-iene-e-le-pensioni-scandalo-dei-sindacalisti/

http://www.giornalettismo.com/archives/1620773/pensioni-scandalo-dei-sindacalisti-iene-nadia-toffa/

Anonimo ha detto...

AGILE EX EUTELIA: PRESIDIO NAZIONALE
DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI
LUNEDÌ 10 NOVEMBRE 2014 – ORE 10.30 C/O MISE

Anonimo ha detto...

Troppo tardi!!!!!!!!
I giochi sono fatti e tutto ormai si e' compiuto.
THE END

Anonimo ha detto...

chi scrive su questo blog dovrebbe pensare che chi lo legge, cerca una speranza,una notizia per continuare a credere.
i disfattisti sarebbe più che bene se andassero a fare qualcos'altro, soprattutto ora !
Grazie

Anonimo ha detto...

Non è finita fin che non è finita. Ritirarsi ora o fra 2 mesi non ci cambia nulla ... o magari si.

Anonimo ha detto...

Su questo blog sono circolate solo menzogne.
I vecchi dipendenti hanno fatto solo il loro gioco insieme a quei furbetti che si trovano in TBS...
Censurando SEMPRE i post non graditi che attaccavano il sindacato con VERITA' ASSOLUTE!
Potetti è un VENDUTO, che firmò TUTTE le nostre condanne a morte!
Anche il passaggio in AGILE!
Ci diceva che era stato presentato un PIANO INDUSTRIALE dai signori della OMEGA!

Potetti MERDOSO INFAME

Anonimo ha detto...

chi scrive su questo blog dovrebbe pensare che chi lo legge, cerca una speranza,una notizia per continuare a credere.
i disfattisti sarebbe più che bene se andassero a fare qualcos'altro, soprattutto ora !
Grazie
--------------
disfare = scomporre un sistema ben chiuso e protetto in parti visibili, per buttare le parti negative e ricostruire solo con le positive

credere = accettare e fidarsi di qualcuno o qualcosa in base ai suoi titoli, alla sua storia, alla sua immagine, alla effettivita' visibile (dico visibile)

meglio disfare o credere?

Anonimo ha detto...

Non si tratta di essere disfattisti ma di guardare in faccia la realta' anche se non e' piacevole.
Dopo quattro anni di promesse non mantenute da parte delle istituzioni siamo giunti all'atto finale del licenziamento collettivo e cio' e' la REALTA' tutto il resto fuffa.
I vecchi si sono sistemati con la certezza della pensione. I ruffiani ed i raccomandati sono passati in TBS. Gli RSU o gli attivisti del Sindacato a breve e con acque piu' tranquille saranno ricollocati in aziende o strutture amiche.
Tutti gli altri in mezzo alla strada alla faccia della Rivoluzione e di chi ancora ci crede e scende in piazza a prendere manganellate in nome di un diritto che oggi in Italia esiste solo per i pochi amici degli amici.
Purtroppo la realta' delle cose e' questa; bruttissima ma vera e mettere la testa sotto la sabbia non ci salvera' da una fine gia' scritta dal passaggio in Agile.

Anonimo ha detto...

Un partito che si professa di Sinistra come il PD e governa il paese non dovrebbe permettere di far bastonare gli operai che manifestano per il LAVORO.
Questo una volta si chiamava repressione e non ordine pubblico e guarda caso era molto di moda prima durante il fascio e poi nel periodo del governo di centro destra a guida Tambroni con Scelba Ministro degli Interni.
Ma la storia insegna che Mussolini inizialmente era un uomo di Sinistra e fu' anche direttore del quotidiano socialista l'Avanti forse il pinocchio Toscanino vuol seguire le sue orme?
All'epoca il Re non si oppose alla marcia su Roma ed oggi da parte del Quirinale solo un silenzio assordante.
Prepariamoci al peggio.

Anonimo ha detto...

Eppure il Sindacato ha appoggiato la propaganda del PD in azienda fin dall'occupazione...
Sempre per ricordarlo a tutti che ad oggi il Ministro dell'Interno nel governo Renzi(PD) è Angelino Alfano Presidente del Nuovo CentroDestra.
Beppe Grillo anche se non piace a molti è l'alternativa alle lobby fasciste imperialiste che governano il nostro PAESE!
Il nostro non è uno Stato Democratico, bensì uno stato Militare, un esempio la minaccia da parte di tutte le forze dell'ordine(esercito compreso) di scioperare per il rinnovo dei contratti...
Nel 2014 ancora dobbiamo subire la politica del MANGANELLO, i fatti di ieri non sono casi isolati, anche un nostro collega fu picchiato durante una manifestazione.
Questa è l'Europa che vogliamo?

Anonimo ha detto...

Ieri feriti 4 poliziotti...
forse si saranno feriti mentre manganellavano...

Anonimo ha detto...

Ieri feriti 4 poliziotti...
forse si saranno feriti mentre manganellavano...

----------
si saranno feriti come quegli stronzi che in gruppo (contro uno solo!!) hanno manganellato Cucchi e che ora la magistratura peggiore dichiara innocenti..!!