giovedì 11 settembre 2014

Eutelia: comunicato incontro Ministero del Lavoro

Roma, 9 Settembre 2014.

Si è tenuto in data odierna un incontro informale presso il Ministero del Lavoro con le scriventi Segreterie Nazionali, convocate per chiarimenti sulla richiesta di cassa integrazione in deroga per i lavoratori di Eutelia, avanzata dalle scriventi Organizzazioni dopo l’incontro del 7 agosto al Ministero dello Sviluppo Economico in presenza dei Commissari Straordinari.
Il funzionario del Ministero del Lavoro, ha affermato che il decreto interministeriale 83473 del 1° agosto 2014, esclude, all’art. 2 c.2, dalla cassa in deroga le aziende cessate e che, il Ministero del Lavoro di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha prorogato tale trattamento entro i limiti di spesa di euro 55.000.000 e, gli effetti di tale proroga non possono prodursi oltre il 31 dicembre 2014. Inoltre, il funzionario ha annunciato che Eutelia non è presente tra le aziende per cui è prevista la proroga.
SLC, FISTEL e UILCOM, hanno fatto presente che nell’incontro presso il MISE del 7 agosto, oltre ad ottenere l’impegno da parte dell’azienda Cloud Italia, per future assunzioni, di effettuarle sempre dal bacino di Eutelia, tutte le parti, compreso il MISE, che ha invitato i Commissari ad adoperarsi in tal senso, si sono espresse per il rinnovo della Cassa in deroga.
Alle scriventi OO.SS. risulta che proprio il MISE ha stilato l’elenco delle aziende per le quali è prevista la proroga e nel quale risulta anche AGILE.
Il Sindacato si dichiara esterrefatto dall’atteggiamento inspiegabilmente irresponsabile del MISE che, di fronte all’intera delegazione il 7 agosto aveva optato per il percorso di salvaguardia, almeno fino a dicembre dei lavoratori di Eutelia. Come Segreterie Nazionali vorremmo capire perché il Responsabile dell’unita’ di crisi del MISE non ha detto come stavano realmente le cose! Non possiamo assistere ad una scelta incomprensibile che rischia di lasciare nel baratro le circa 70 persone di Eutelia.
CHIEDIAMO AL MISE DI INSERIRE EUTELIA NELLA PROROGA!
Le strutture sindacali territoriali, come previsto dall’art. 6 c.3 del citato decreto, potranno rivolgersi alle Regioni di appartenenza che possono disporre, in deroga ai criteri di cui all’art.2, trattamenti di integrazione salariale che, anche in questo caso, se erogati non possono protrarsi oltre il 31 dicembre.

53 commenti :

Anonimo ha detto...

Eutelia? Eutelia chi?

Anonimo ha detto...

Ancora state a rompere con eutelia!!!

Anonimo ha detto...

Basta con Eutelia.
I Sig. rimasti in Eutelia,sicuri di essersi salvati, quando ci fu la cessione del ramo d'azienda ad Agile si sono ben guardati dallo scendere in piazza o dall'appoggiare la protesta di noi colleghi ceduti.
Mi dispiace per loro ma onestamente e' quel che si meritano visto il comportamento avuto nei nostri confronti.
Oggi a me domani a te questo dice un proverbio e di solito i proverbi non sbagliano.
Pensiamo a NOI di AGILE ed alle proposte di ricollocazione da portare all'incontro col MISE. Una idea da proporre potrebbe essere quella di farci inserire in un progetto simile a quello pensato per gli esuberi di ALITALIA, "imporre" a TBS qualche ulteriore assunzione in TBS o la tutela con assunzioni mirate tra l'altro gia' previste dalla legge per i colleghi appartenenti alle categorie protette.
Con un poco di buona volonta' supportata da una iniziativa dei lavoratori e unita alla volonta' Politico /Sindacale si potrebbe risolvere definitivamente e positivamente la NOSTRA VERTENZA AGILE.

Anonimo ha detto...

MANCANO 230 MILA SPECIALISTI IT TLC-E-BUSINESS.

Insomma anche i più accreditati studi in tema di mercato del lavoro indicano che c'è difficoltà a reperire specialisti IT e di questo di deve parlare ai fini della soluzione lavorativa definitiva dei "pochi relativamente rimasti".

I datori di lavoro hanno difficoltà a trovare le figure richieste, in contrasto con la disoccupazione giovanile giunta al record storico. E' quanto emerge dall’indagine svolta da Fondazione studi del Consiglio nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro.

Dai dati raccolti con il sondaggio svolto nel primo trimestre del 2014, presso gli iscritti all’Ordine, risultano essere 35.000 i posti disponibili che nessuno cerca e che nessuno vuole. Per questo motivo, nell’Italia della Youth Guarantee, dove dovranno essere investiti in modo intelligente 1,5 miliardi di euro, è opportuno studiare tutte le criticità legate a un mercato del lavoro che non corrisponde più alle reali esigenze del sistema e che conta oggi 3 milioni e 153 mila disoccupati.

Dall’indagine risulta che per i cosiddetti 'posti in piedi', cioè quelli da svolgere manualmente, continua a sussistere un altissimo livello d’offerta, al quale non corrisponde altrettanta domanda: si tratta di gelatieri, pasticcieri e pizzaioli. Poi è stato esaminato il comparto agricolo, dove si verifica un duplice fenomeno: a fronte di una crescita del 2% di aziende agricole guidate da giovani, di aziende 'made in' e green economy, esiste una difficoltà a reperire raccoglitori stagionali di frutta e ortaggi e di trebbiatori.

Ma l’indagine non si ferma qui. L’analisi prosegue per i lavori specializzati (mancano 230 mila specialisti in informatica, tlc e e-business), per il settore 'cura alla persona e salute' (mancano 60.000 infermieri e il lavoro domestico è coperto da stranieri).

Un’indagine a 360 gradi, quindi, quella di Fondazione studi, che fa emergere anche i valori e le percentuali delle figure più difficili da trovare nel primo trimestre del 2014: commessi, camerieri, parrucchieri ed estetiste, informatici e tematici, contabili, elettricisti, meccanici d’auto, tecnici di vendita, idraulici e posatori di tubazioni, baristi, infermieri, pizzaioli.

Anonimo ha detto...

MISE voglio fare il posatore di tubazioni !!
A chi mi devo rivolgere ?

Anonimo ha detto...

MISE voglio fare il posatore di tubazioni !!
A chi mi devo rivolgere ?
=======
Prova a fare domanda alle imprese....
...forse ti assumono!

Anonimo ha detto...

da "http://www.eulav.net/"
Giovedì 18 Settembre

Roma - 10:00 - Assemblea lavoratori Agile Roma

Saranno presenti funzionari sindacali (Potetti, Di Mambro, Re David)

La partecipazione è obbligatoria.

me cojoni, siamo pure alle minacce dopo anni di nulla.

Anonimo ha detto...

Avviso rimosso su eulav.net ....

Ci hanno ripensato?

Feccia maleodorante rigurgito di fogna!

I PREPENSIONATI HANNO RAGGIUNTO IL LORO TRAGUARDO E NON CI SARANNO.

TUTTI GLI ALTRI SONO I TROMBATI DELLA POLITICA PADRONALE DI POTETTI....

BASTARDI INFAMI

SINDACATO EBOLA D'ITALIA

Anonimo ha detto...

L'avviso non e' stato rimosso e l'incontro e' confermato cosi' come saranno programmati altre assemblee in tutta Italia.
Non e' obbligatorio partecipare e nessuna minaccia ma solo l'invito ad intervenire per sentire e proporre azioni da mettere in campo per far si' che la vertenza son si chiuda DEFINITIVAMENTE.
Forse non e' chiaro a tutti ma il 22 Dicembre non ci saranno ulteriori proroghe ma un licenziamento collettivo con la volonta' del MISE di chiudere la VERTENZA AGILE senza ulteriori impegni sul fronte del ricollocamento al lavoro.
Ognuno e' LIBERO di partecipare o no ma non di scrivere ca..te su questo blog urlando parole senza senso tipo " SIAMO ALLE MINACCE".
Ma pensate che sia interesse di POTETTI o il nostro avere l'impegno delle Istituzioni ad un possibile piano di ricollocamento per le persone rimaste a carico dell'Amministrazione Straordinaria?
Pensate che Potetti se la vertenza si chiudera' avra' ripercussioni sul suo stipendio e quindi sulla sua vita lavorativa e familiare?
Credo proprio di no quindi NOI siamo gli unici a pagare sulla nostra pelle le probabili conseguenze negative dovute dalla chiusura del tavolo Ministeriale quindi e' d'OBBLIGO intervenire in massa alle assemblee non solo per ascoltare il Sindacato ma per URLARE PROPOSTE CONCRETE da portare al MISE.
La rabbia covata sotto la cenere in questi quattro anni deve trovare sfogo in un incedio da far divampare prima alle assemblee e poi al Ministero.
Solo facendoci sentire riusciremo ad ottenere attenzione sia dai media che dai politici.
Ricordatevi che per tutti i media noi dobbiamo essere e siamo "QUELLI DI OLIVETTI" solo cosi' la gente capira'.
Agile/Eutelia sono nomi di AZIENDE che nessuno conosce mentre la OLIVETTI e' parte della STORIA di questo paese e TUTTI sanno di cosa si parla.

Anonimo ha detto...

Mo ti svegli ?
Tu che scrivi queste stronzate da sindacalista dell'ultima ora...
Perchè non vai affanculo insieme a Potetti?
Avete fatto i cazzi di tutti lasciando la massa alla fame, voi e il vostro partito di merda... ovviamente il PD!
Oggi che cercate nuovi tesserati? Volete i voti per le prossime elezioni?
O cercate altre 30€?
E' sempre nel cassetto di Potetti la sentenza dell'annullamento della cessione del ramo d'azienda?

BASTARDI
INFETTI

Anonimo ha detto...

QUI DI OBBLIGATORIO C'E' SOLO UN BEL CALCIO IN CULO - QUELLO CHE MERITATE!

INFAMI VOI E LA FIOM DI MERDA

Anonimo ha detto...

PERCHE' LE CAUSE PER SPILLARE SOLDI LE AVETE SEGUITE...
LA SENTENZA CHE ANNULLAVA LA CESSIONE "DIMENTICATA"!

BASTARDI
BUFFONI

Anonimo ha detto...

Nell'ordine del giorno c'è anche un incontro con la Regione Lazio ?!?!?! per cosa? per chiedere spiegazioni di come hanno gestito i fondi FEG? di come giustificano i 25.000 euro che si sono tenuti per "l'assistenza tecnica" per la procedura FEG? per chiedere come mai la regione non ha messo tutti i soldi che avrebbe dovuto ma poco più della metà? per la rendicontazione di come e quanto è stato speso? o c'è ancora qualcuno che vuole andare a chiedere qualcosa per proprio tornaconto?!?!?!? Noi qui parliamo di puntare su accordi simili a quelli dell'Alitalia e voi calendarizzate un incontro con la Regione?????????

Anonimo ha detto...

E' sempre nel cassetto di Potetti la sentenza dell'annullamento della cessione del ramo d'azienda?........
------------
Bravo e complimenti vivissimi per la tua s..ita'.
Tornavi in Eutelia ed ora non eri nemmeno in CIG ma direttamente a casa licenziato.
Ma hai letto che Eutelia e' in A.S. come Agile e che il MISE non l'ha inserita nella lista di proroga della CIG fino a DICEMBRE e quindi saranno tutti licenziati gia' dal primo di Settembre.
Cosa ci avrebbe portato di buono tornare in Eutelia? Sarebbe stata la medesima cosa quindi non capisco la strategia vincente che non e' stata percorsa.
Ricordati che siamo gli unici ad aver avuto garantiti ammortizzatori sociali per 7/8 anni tra CIGS - CIG- MOBILITA' cosa che nessuna Azienda oltre ad Alitalia ha ottenuto.
Forse ora dovremmo lottare per continuare ad avere un tavolo aperto al MISE per un piano di ricollocamento tipo ESUBERI ALITALIA e per ottenere cio'dobbiamo essere TUTTI PRESENTI.
Fatti non chiacchiere caro contestatore del c...o.

Anonimo ha detto...

Noi qui parliamo di puntare su accordi simili a quelli dell'Alitalia e voi calendarizzate un incontro con la Regione?????????
-----------------
Finalmente un commento costruttivo.
Questo e' il motivo per andare alle Assemblee cioe' dire che a noi di andare alla Regione non ce ne frega un emerito c...o ma vogliamo avere al tavolo del MISE persone sia delle ISTITUZIONI che del SINDACATO che abbiamo il potere di decidere e prendere impegni sul ricollocamento dei Dipendenti AGILE tipo quello siglato e firmato per gli esuberi ALITALIA.
QUINDI AL TAVOLO ci devono essere I segretari Nazionali della FIOM-FIM -UIL ed il Ministro Guidi.
Abbiamo la forza per ottenere una cosa del genere?
Se saremo TUTTI PRESENTI penso di si' altrimenti siamo ai titoli di coda.

Anonimo ha detto...

La riunione ........

Volete sapere cosa serve ai lavoratori di AGILE ?????

Il LAVORO.

Sono 5 ANNI che ve lo diciamo.

Quindi fate in modo di definire una soluzione al MISE concreta, altrimenti abbiate il coraggio di dire che avete/abbiamo fallito.
GRAZIE

Anonimo ha detto...

Per LORO(i sindacalisti e pseudo-sindacalisti) è una vittoria la cigs/cig-deroga a singhiozzo.
COSE DELL'ALTRO MONDO!
Non solo ha causato un DANNO economico, ma anche una DEQUALIFICAZIONE professionale senza precedenti.
Il MISE è stato chiaro, le parole del funzionario che ci segue da anni sono reperibili su youtube...
Ora ci volete ancora raccontare le favole in assemblea?

NO GRAZIE!

Per i più ostinati, fate pure, andate tranquilli, che Dio sia c on VOI

Anonimo ha detto...

Per LORO(i sindacalisti e pseudo-sindacalisti) è una vittoria la cigs/cig-deroga a singhiozzo.COSE DELL'ALTRO MONDO!
---------------
Scusa ma e' il Sindacato che ha fatto fallire Eutelia/Agile?
O sono stati quei Sig.ri che operavano da anni indisturbati nella Finanza Italiana?
Non e' il Sindacato che deve fermare certi personaggi ma le Istituzioni preposte al controllo come il MISE il quale doveva impedire le varie cessioni da GETRONICS in poi a questi loschi individui.
Ecco perche' il MISE non puo' lavarsi le mani sulla nostra vertenza e deve trovare una degna soluzione.
Il Sindacato ha ottenuto piu' di quello che le attuali leggi consentono in merito agli ammortizzatori sociali non a caso molti dipendenti di altre aziende in crisi si trovano a casa senza tutele dopo aver terminato i due anni di CIGS.
L'unica colpa che possiamo attribuire al Sindacato e' di essersi fidato di alcuni politici dimostratesi inqualificabilmente falsi e inetti e purtroppo mi riferisco a molti eletti nelle file del PD.
Ora non ci resta che far rimanere accesa la piccola fiamma del tavolo Ministeriale e cio' una volta messi in mobilita' e' alquanto difficile.
Solo con la vertenza ancora aperta possiamo spingere il Ministero a provvedimenti mirati sul reinserimento nel mondo del lavoro con impegni sottoscritti dal Ministro e non certo da semplici funzionari.
Volere e' potere quindi siamo noi tutti che dobbiamo spingere il SINDACATO su questa strada e non a inutili manifestazioni alla REGIONE.
I FEG sono stati l'esempio tangibile di come vengono sperperati i soldi dati dalla Comunita' Europea alle Regioni quindi il nostro ULTIMO obbiettivo deve essere quello di OTTENERE impegni concreti e reali dal MISE in merito al nostro ricollocamento. VEDI ESUBERI ALITALIA.

Anonimo ha detto...

Scusa ma e' il Sindacato che ha fatto fallire Eutelia/Agile?
1)HAI DIMENTICATO LE PAROLE DI POTETTI... DIAMO FIDUCIA ALLA NUOVA REALTA' INDUSTRIALE...

O sono stati quei Sig.ri che operavano da anni indisturbati nella Finanza Italiana?
2)GLI ACCORDI SINDACALI SULLA CESSIONE PERO' POTETTI LI FIRMO'! LO DISSE E RIBADI' ANCHE SAMUELE LANDI!

Non e' il Sindacato che deve fermare certi personaggi ma...
3)NO IL SINDACATO NON FERMA MA "FIRMA". EPPURE DIETRO AD AGILE C'ERANO BANCANCAROTTIERI DI PROFESSIONE

ORA POSSO ESSERE LIBERO DI SCRIVERE CHE SIETE UNA MASSA DI CORNUTI BASTARDI?
E NON SCRIVERE PIU' QUESTE STRONZATE, CHE ERANO CAZZATE PRIMA FIGURATI ADESSO!

Anonimo ha detto...

Quando usciranno i decreti per il pagamento?
Già accumulato 2 mesi...
Faremo la fine dell'ultima volta?
Arriverà prima la mobilità?
I sindacati insieme alle RSU vogliono continuare a scrivere buffonate o hanno deciso di essere produttivi?
Da queste parti solo fame e bugie!

Anonimo ha detto...

Corriere della sera

Lavoro: Chiamparino a Poletti, tensione per cig in deroga

ROMA (MF-DJ)--"Preoccupazione per la situazione di grave tensione sociale che si sta determinando nei territori". Lo ha scritto il presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino, in una lettera inviata al ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, relativa al tema degli ammortizzatori sociali in deroga aggiungendo che "si tratta di una situazione drammatica che vede le Regioni sottoposte quotidianamente a forti pressioni da parte dei lavoratori che da mesi non percepiscono alcun trattamento". Sul meccanismo della duplice presentazione della domanda da parte delle aziende alle Regioni e all'Inps, Chiamparino ha spiegato che "si tratta di un meccanismo che comporterebbe una duplicazione e un appesantimento della procedura che sta determinando, in questo primo mese di vigenza del decreto, confusione e ritardi nelle risposte ai lavoratori". "Sono certo che il ministro Poletti sapra' agire su questo tema cosi' delicato con la sensibilita' e la prontezza che ha sempre dimostrato in questi mesi di Governo verso tutte le criticita' che riguardano lavoratori e cittadini", ha concluso.

15-09-2014

Anonimo ha detto...

Io invece di certo so che il ministro si beccherà i soliti 25.000 euro anche questo mese (x non parlare degli altri privilegi assurdi!), mentre i lavoratori cornuti e mazziati da una massa di delinquenti bancarottieri, e ridotti sul lastrico andranno a mangiare alla CARITAS!

Anonimo ha detto...

ORA POSSO ESSERE LIBERO DI SCRIVERE CHE SIETE UNA MASSA DI CORNUTI BASTARDI?

Puoi scrivere ed urlare quanto vuoi, MENTECATTO sei e MENTECATTO rimani, le tue fandonie e sciocchezze non possono cambiare la realtà, purtroppo!

Anonimo ha detto...

Mi spiace per te che probabilmente sei solo uno sprovveduto, ma ha ragione lui, peccato non abbia contestato prima.

Anonimo ha detto...

Guardatevi questo è un po' lungo ma ne vale la pena per farsi un'idea dei privilegi del sindacato

http://mdst.it/03v482592/

Anonimo ha detto...

OK va bene cosi' continuiamo a sputare veleno su tutto e tutti e poi?
Tutti a mangiare alla caritas?
Ma vogliamo essere propositivi e presentarci in massa al MISE per riprenderci la Vertenza togliendola dalle mani di quei burocrati Sindacalisti?
Vogliamo proporre un iter percorribile per essere ricollocati?
Se vogliono il problema lo risolvono all'istante come per Alitalia quindi basta piangere ed agiamo.
NON E' TARDI chi dice cio' mente sapendo di mentire quindi ora nessun dorma e moviamoci uniti e compatti alla faccia del SINDACATO e dei suoi adepti.

Anonimo ha detto...

O sono stati quei Sig.ri che operavano da anni indisturbati nella Finanza Italiana?

NON DIMENTICHIAMO CHE MASSA E LIORI FANNO PARTE DEL GIRO DI SORU/PD/SINDACATI ERANO TUTTI D'ACCORDO PER FOTTERSI L'AZIENDA E LA SUA RETE IN FIBRA OTTICA SULLA PELLE DI NOI LAVORATORI! QUESTA E' LA VERITA' CHE LA MAGISTRATURA NON FARA' FATICA AD ACCERTARE!

Anonimo ha detto...

OK va bene cosi' continuiamo a sputare veleno su tutto e tutti e poi?

NO NO QUI SI SPUTA SU IMPRENDITORI CRIMANALI E SINDACATO MASSONE INFAME!
CHE E' BEN DIVERSO SU TUTTO E TUTTI!
E POI... E POI VISTO CHE HANNO LECCATO IL CULO AL SINDACATO O PER RICAVARE UN POSTO IN TBS - RICORDATI DELLE FAMOSE VOTAZIONI MANIPOLATE AD ARTE DA POTETTI - O PER FARSI ALLUNGARE LA CASSA INTEGRAZIONE PER ARRIVARE IN PENSIONE, CI SI ATTACCA AL CAZZO PERCHE' SIAMO L'ULTIMO FARDELLO RIMASTO, LE SCUSE PER NOI SONO FINITE, IL LAVORO PER NOI NON C'ERA E NON C'E'!
RIPETO CHE AL DANNO ECONOMICO SI SOMMA QUELLO DELLA DEQUALIFICAZIONE PROFESSIONALE.
CHIEDERCI ANCHE LA PROTESTA CONTRO MINISTERI-SINDACATI IN QUESTE CONDIZIONI SUONA COME LA PIU' GROSSA CAZZATA DEL MESE!!!

BASTARDI - MAIALI - INFAMI

Anonimo ha detto...

DIMENTICAVO...

POTETTI BOIA INFAME

Anonimo ha detto...

I colleghi dell'MS-DOS???

Non scrivono più?

Già, pensano alla pensione che arriva...
non scrivono più vai a cagare?

MERDE DA PESTARE

Anonimo ha detto...

... E POI VISTO CHE HANNO LECCATO IL CULO AL SINDACATO O PER RICAVARE UN POSTO IN TBS...
____

Forse non sai che tra poco tbsit sparirà, insieme ai suoi dipendenti....

NON ESSERE INVIDIOSO DEL NULLA!
Tra poco quelli della tbsit ti invidieranno che hai la cigs...mentre i tbsini non avranno nulla!

Anonimo ha detto...

... E POI VISTO CHE HANNO LECCATO IL CULO AL SINDACATO O PER RICAVARE UN POSTO IN TBS...
____

Forse non sai che tra poco tbsit sparirà, insieme ai suoi dipendenti....

NON ESSERE INVIDIOSO DEL NULLA!
Tra poco quelli della tbsit ti invidieranno che hai la cigs...mentre i tbsini non avranno nulla!

Anonimo ha detto...

... E POI VISTO CHE HANNO LECCATO IL CULO AL SINDACATO O PER RICAVARE UN POSTO IN TBS...
____

Forse non sai che tra poco tbsit sparirà, insieme ai suoi dipendenti....

NON ESSERE INVIDIOSO DEL NULLA!
Tra poco quelli della tbsit ti invidieranno che hai la cigs...mentre i tbsini non avranno nulla!

Anonimo ha detto...

Giovedì 18 Settembre
Roma - 10:00 - Assemblea lavoratori Agile Roma

Sala FILT - P.zza V. Emanuele 113 - 3°piano - (metro A - Vittorio)
Odg:
- stato della vertenza;
- prossime iniziative;
- prospettive incontro 24 settembre con Regione Lazio;
- varie ed eventuali;

Saranno presenti funzionari sindacali (Potetti, Di Mambro, Re David)

La partecipazione è obbligatoria.
---------------------------------
Notizie ?

Anonimo ha detto...

Notizie?

se trovi i partecipanti...

Anonimo ha detto...

Discrete

Anonimo ha detto...

ABBIAMO PERSO IL LAVORO E LA DIGNITA'!
QUESTE LE NOSTRE CERTEZZE!
PENSATE CHE VOGLIAMO SAPERE DELL'ASSEMBLEA?
VI SBAGLIATE DI GROSSO!
NOI LE PALLE CI SONO RIMASTE E IL CULO AL SINDACATO NON LO LECCHIAMO!
LE "VOSTRE" ASSEMBLEE NON CI INTERESSANO...

BASTARDI - MERDE DA PESTARE

Anonimo ha detto...

Affulenza all'assemblea: la solita meno (giustamente) i colleghi che ormai sanno di agganciarsi alla pensione, quindi eravamo una 50ina considerando che a Roma la cassa è per circa 180 ... che dire!? RIASSUMENDO: il 23/12 saremo in mobilità quindi la 1^ cosa sarà di andare al CPI di pertinenza per l'iscrizione alle liste, 2^ avviare la pratica INPS per la mobilità presso un patronato (tutto questo deve essere fatto nell'arco di 8 gg. per non perdere continuità nei contributi e non oltre 68 gg. per non perdere il diritto alla mobilità). Tutti i tecnicismi ci saranno comunicati dai sindacati prossimamente. Quanto è stato detto in merito al futuro è quanto avremmo voluto che si dicesse già 5 anni fa, comunque, la lotta che si dovrà portare avanti avrà l'obbiettivo di tenere aperto il tavolo delle trattative presso il MISE anche se saremo in mobilità in virtù del mancato raggiungimento degli obbiettivi descritti in quell'accordo famoso e quindi al fine di trovare soluzioni di ricollocazione. Sono state esposte varie ipotesi di progetti, ambiziosi, innovativi, forse utopistici, ma vale la pena tentare considerando anche che pare ci sia attenzione sia da parte dei vertici sindacali che da parte delle istituzioni. Saranno programmati incontri con manifestazioni nel mese di ottobre, inoltre sarà importante essere presenti all'udienza Landi il 31/10. Stringatamente non mi viene in mente altro, comunque immagino che a breve i sindacati faranno dei comunicati ufficiali.

Anonimo ha detto...

ABBIAMO PERSO IL LAVORO E LA DIGNITA'!QUESTE LE NOSTRE CERTEZZE!PENSATE CHE VOGLIAMO SAPERE DELL'ASSEMBLEA?VI SBAGLIATE DI GROSSO!NOI LE PALLE CI SONO RIMASTE E IL CULO AL SINDACATO NON LO LECCHIAMO!LE "VOSTRE" ASSEMBLEE NON CI INTERESSANO...BASTARDI - MERDE DA PESTARE.....
---------
Che pena!!!!!!!!
Sei un povero disgraziato e se hai le p....e come credi di avere presentati ad una assemblea e tutta questa repressione sfogala in faccia a Po...ti od agli RSU presenti.
A noi delle cazz...te che scrivi non ce ne frega assolutamente nulla quindi e' come se sputassi per aria con te sotto.
Ringrazio il collega o la collega di Roma per le info.

Anonimo ha detto...

SEI UNA TROIA!

Anonimo ha detto...

Dopo 5 anni si parla di ipotesi e utopia?
Non c'erano notizie discrete?
Oltre la spiegazione della prassi per la mobilità, ovvero la fine di questa scellerata vicenda, dove sono le notizie positive?
Sarà importante la presenza all'udienza Landi... ma che significa?
Ci si stupisce se qualcuno alza i toni...
Tutto questo, insieme al clima teso Renzi/Camusso-Landini, suona come una fine dolorosa e spietata.

Anonimo ha detto...

Potetti fara' meglio a non farsi vedere in giro, il bastardo con tutto quello che ha rubato a noi lavoratori farà bene a girare alla larga, e' per questo che manda avanti i suoi scugnizzi sudici come lui.
Il sindacato ci ha rovinati e ancora parla, che coraggio! Hanno rubato, si sono arricchiti e fatto carriera sulle nostre vicende, ci hanno svenduto ai Massa e Liori (la cessione l'hanno firmata loro e si sono ben guardati dall'impugnarla davanti al giudice nonostante una sentenza che l'ha invalidata e ancora osano proferire parola. Che schifo!

Anonimo ha detto...

Mi sembra ovvio che ci siano poche persone ancora disponibili ad ascoltare fantasiose scuse, promesse, possibilità, impegni.
Il popolo Agile è stanco, sono cinque anni che sopporta l'imbonitore di paccottiglie, il ciarlatano, il cantambanco, il cantastorie, il Potetti.
E' troppo, mi chiedo, invocare la cessazione di questa sofferenza prolungata?
E' troppo forse?
Non sono abbastanza i soldi, le illusioni, il decoro, la rispettabilità che ci avete sottratto?

Semplicemente BASTA

Anonimo ha detto...

Po...ti gira tranquillo a fare assemblee con i cassintegrati Agile di tutta Italia.
Se avete da dirgli cose fatevi avanti e partecipate ma forse i vigliacchi non hanno nulla da dire di costruttivo solo urlare caz...te.
Facevi valere la sentenza di annullamento della cessione? Bene ed ora dov'eri? In Eutelia ugualmente in CIG o da come scitto gia' in mobilita'.
Lungi da me difendere Po...ti o il Sindacato ma l'errore commesso non e' stato quello di non farci rimanere in Eutelia ma il non aver messo in campo strategie vere e concrete per il ricollocamento delle persone le stesse attuate per gli esuberi Alitalia.
Non e' tardi possiamo ancora ottenerle spetta solo a noi crederci con o senza Po..ti ed il Sindacato.

Anonimo ha detto...

Alitalia?
Va bene che che lo Stato produce cannabis... ma è vietatà l'autocoltivazione!
Sei un drogatello rincoglionito...

Anonimo ha detto...

Drogato sarai tu cog...ne.
Non riesci a vedere oltre il tuo naso.
L'Accordo previsto per gli esuberi Alitalia e sottoscritto dai Ministri Lupi e Guidi prevede il loro certo ricollocamento e scusami se è poco.
Ti farebbe schifo?

Anonimo ha detto...

.....stasera torneremo a far sentire la nostra voce....grazie alla trasmissione....LA GABBIA...
su la7

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Affluenza all'assemblea: …. il 23/12 saremo in mobilità quindi la 1^ cosa sarà di andare al CPI di pertinenza per l'iscrizione alle liste, 2^ avviare la pratica INPS per la mobilità presso un patronato (tutto questo deve essere fatto nell'arco di 8 gg. per non perdere continuità nei contributi e non oltre 68 gg. per non perdere il diritto alla mobilità). …..
20 settembre 2014 11:31
________________________________

Dal 1 gennaio 2015 la mobilita’ diminuisce, come anni concessi.
Per non correre rischi, anche se la mobilita’ dovrebbe essere calcolata sulla base della data di licenziamento, e’ bene che si sbrighino tutte le pratiche per risultare formalmente in Mobilita’, entro la fine del 2014.
Entro questa data, quindi, e’ consigliabile andare al Centro per l’Impiego per l’iscrizione alle liste regionali della Mobilita’ e , subito dopo, andare all’INPS o ad un Patronato per presentare la domanda per percepire l’indennita’ di mobilita’.

┼ ha detto...

quando andremo tutti in mobilità dovrebbero pagarci il tfr? e quando pagheranno il tfr quantoverseremo ai sindacati in percentuale?NON VEDONO L'ORA?

Anonimo ha detto...

Le aziende sono a caccia di figure digital. In Italia quasi un'azienda ICT su due, infatti, non è soddisfatta della preparazione dei neolaureati (48,1%) e per oltre la metà non si trovano manager né professional con le competenze che servono.

Crescono, invece, gli stipendi: del 2,7% per gli impiegati (€27.333) e del 3,1% per i quadri (€52.468), mentre sono in flessione dello 0,2% quelli dei dirigenti (€98.803). Le aziende sono disposte a pagare di più responsabili commerciali (quadri, +9,3%), Key Account Manager (impiegati, +8,3%) e tecnici ERP (+7,8%).

I ruoli strategici più richiesti in questo momento sono l’Account Manager (55,7%), il Project Manager (50%) e l’ICT Consultant (34%) e i più difficili da reperire sono proprio l’Account Manager (35,8%), il Software Developer (22,6%) e il Business Analyst (21,7%). Quasi introvabili anche i Mobile Application Developer per gli Hardware Vendor (60%) e gli ICT Security Manager per le aziende di Digital Solutions (44,4%).

Un gap digitale che allarma e che ha portato alla costituzione del primo Osservatorio delle competenze digitali 2014 secondo lo standard europeo e-CF, che riunisce l’Agenzia per l’Italia Digitale e le associazioni di categoria Assinform, Assintel e Assinter. Unite appunto in una nuova alleanza per dare un supporto comune alla strategia digitale del Paese.

«Un osservatorio che permetta di cogliere i trend e la continua trasformazione di profili ICT è uno strumento di job-intelligence oramai indispensabile», ha rilevato Agostino Santoni, presidente di Assinform, che aggiunge: «È in atto una profonda trasformazione dei modi di produrre e fare sistema, basata proprio sulle tecnologie digitali. È un fenomeno inarrestabile. Allineare le competenze digitali disponibili a fabbisogni in continuo divenire è infatti ormai condizione essenziale per fare impresa e creare occupazione».



Quali sono i principali canali di recruiting?

I manager si cercano ancora con il passaparola, ovvero attraverso il network professionale e personale, nel 43,4% dei casi, attraverso gli executive search nel 34% dei casi e con Linkedin per il 29,2%.

L’uso di Linkedin sale nella ricerca dei professional (45,3%), accanto al network professionale (49,1%) e al sito aziendale (43,4%).

Per i neoassunti, invece, al primo posto c’è il contatto con scuole e università (53,8%), il sito aziendale (51,9%) e le auto-candidature (35,8%).

Quanto poi alla mobilità interna, dalla prima indagine dell’Osservatorio emerge che un’azienda su due non ha sistemi formali di valutazione né di carriera, soprattutto nelle piccole imprese che rappresentano il 95% dell’ICT (122.608). In tutto ciò, la Riforma Fornero è valutata come ininfluente dalla maggioranza delle aziende (58,5%), se non negativa per l’aumento dei costi nella gestione della flessibilità in entrata (per il 22,6% delle aziende, con punte del 50% nelle grandi). È inoltre fallito l’obiettivo di stabilizzare le forme contrattuali flessibili, poiché solo il 10,4% è stato trasformato in contratto a tempo indeterminato.

Inoltre, la formazione è in continuo calo per problemi di budget in oltre la metà dei casi e, per la difficoltà a trovare corsi in linea con le esigenze aziendali, in un terzo delle aziende. Tuttavia, una su quattro usa il training come leva per trattenere i neoassunti. L’altra leva per la retention è l’ambiente di lavoro, prima in assoluto tra i senior. In lieve crescita, poi, l’utilizzo della retribuzione variabile, prevista per il 66,4% dei dirigenti (incide per il 16,3% della retribuzione fissa), per il 52,6% dei quadri (incide per il 10,6%) e per il 23% per gli impiegati, con una incidenza del 23%. Nella metà dei casi è legata al raggiungimento di obiettivi, mentre per un terzo è discrezionale. Le aziende prevedono anche pacchetti benefit extra contratto (portatili, smartphone, tablet, auto aziendale) soprattutto per manager (70,8%) e professional (61,3%).

Anonimo ha detto...

Luglio e agosto in cavalleria?
Se stessa linea... verso dicembre

Anonimo ha detto...

Giovedì 25 Settembre ore 10.00: Briefing a Milano - Camera del Lavoro - sala Buozzi; sarà presente Fabrizio Potetti

notizie da Milano ?

Anonimo ha detto...

Sicuramente come su Roma... Discrete