giovedì 6 febbraio 2014

Agile ex Eutelia, Fiom: "Vertenza non conclusa, urge tavolo di crisi"



La vertenza Agile ex Eutelia non si è affatto conclusa. La Fiom smentisce categoricamente le notizie riportare dai giorni scorso dalla stampa. "La notizia ci sorprende e ci preoccupa, poiché non è così - spiega Fabrizio Potetti, responsabile per la Fiom-Cgil di Agile Eutelia - Ad oggi sono ancora in cassa integrazione circa 800 lavoratrici e lavoratori di Agile che, considerata l'età, sono ancora molto lontani dalla possibilità di andare in pensione e anche di trovare una nuova opportunità di lavoro, senza l'applicazione di tutti i punti dell'Accordo sottoscritto a febbraio 2012 dai ministeri dello Sviluppo economico e del Lavoro, dopo diversi incontri alla Presidenza del Consiglio dei ministri".

Secondo Potetti "considerare chiusa la vertenza significa abbandonare a se stesse queste 800 persone e, nello stesso tempo, non rispettare gli impegni assunti da parte delle istituzioni".

"È necessaria, a questo punto, la convocazione urgente del tavolo di crisi di Agile ex Eutelia, affinché venga rispettato quanto convenuto in presenza di interlocutori così autorevoli e definire come procedere all'attivazione immediata dei punti mancanti dell'Accordo del 2012", conclude il sindacalista.

L'accordo firmato dai sindacati e da Cloud Italia, la società che ha preso in carico il ramo tlc di Eutelia, prevedeva l'assunzione immediata di 240 lavoratori delle sedi di Milano, Arezzo, Roma e Napoli e il reintegro a scaglioni dei restanti 119 entro luglio 2014; per quest'ultimi si prevedeva appunto la cassa integrazione e corsi di formazione mirati alla riqualificazione professionale.

Lo scorso 20 dicembre è stato raggiunto un accordo che garantisce ulteriori 6 mesi di cassa integrazione in deroga ai dipendenti di Agile, ex Eutelia, a partire dal primo gennaio 2014, checonsentirà di accompagnare, senza licenziamenti, le misure a sostegno del reimpiego dei lavoratori, previste dall’accordo quadro del 3 febbraio 2012.

“Le iniziative delle lavoratrici e dei lavoratori - spiegava Potetti in quell'occasione - insieme al sostegno di numerosi parlamentari e delle istituzioni locali, hanno portato a un risultato importante che, nel corso dei prossimi mesi, cercheremo di valorizzare ulteriormente, richiedendo per tutto il 2014, così come previsto dagli accordi sottoscritti in sede istituzionale, ammortizzatori sociali e attività dedicate alla platea di lavoratori rimasti in esubero che, se ben gestite, potranno dare risultati positivi in un momento difficilissimo come quello attuale”.

“Un contributo importante per giungere all’accordo - concludeva Potetti - è venuto dal ministero dello Sviluppo economico, dai commissari straordinari di Agile e dal ministero del Lavoro. La fase finale della trattativa ha visto anche la partecipazione del sottosegretario Carlo Dell’Aringa, che ha seguito costantemente la vicenda e ha sottoscritto l’accordo a nome del Governo. Non mancheremo di stimolare ancora tutte le istituzioni sul rispetto integrale delle intese siglate, l’obiettivo della ripresa del lavoro rimane per noi fondamentale”.

98 commenti:

Anonimo ha detto...

http://www.la7.it/la-gabbia/video/esclusiva-zanonato-sbugiardato-05-02-2014-126117

Si è proprio risolta, poichè tra 6 mesi dal punto di vista del ministro il problema non sarà più del MSE, bensì dell'INPS per il pagamento della mobilità e dei territori in cui questi lavoratori abitano e che andranno ad aumentare il numero di disoccupati.

Bravo bella risoluzione...
Quale differenza c'è tra l'azione di Zanonato ed i suoi predecessori? Scajola, Romani e Passera, tutti a scarica barile..o meglio a rimandare la soluzione..nel frattempo i lavoratori cosa faranno? Quale futuro saranno in grado di dare alle loro famiglie, o meglio ai loro figli, se lo stato italiano non è in grado di assicurare la dignità e il lavoro ai loro padri e alle loro madri ai quali NON LA CRISI ECONOMICA, bensì un gruppo di imprenditori banditi ha a loro sottratto il lavoro e i loro soldi, e il più alto concetto di appartenere alla cittadinanza italiana? NON C'E' CITTADINANZA SENZA LAVORO.

Un osservatore

Anonimo ha detto...

Il 27 Febbraio il ministro Zanonato ci ha convocato a Roma.
Per quel guiorno urge una grande manifestazione.
A proposito...
GIULIO BASILE se grande.......
grazie a tutti i colleghi di Torino..voi si che sapete tenere accesa ancora la nostra vertenza..
Vorrei che foste voi a rappresentarci e non.. questi invertebrati di sindacati e RSU
BRAVI...

Il 27 febbraio a TUTTI A ROMA...

Spero che il Potetti e le RSU di tutte le sedi iniziano da subito ad organizzare una maniofeestazione per il 27 Febbraio a ROMA.

Anonimo ha detto...

Ultima fermata o diamo una svolta il 27 febbraio...a Roma o fine...
Tutti e Rumorosi...

Anonimo ha detto...

Le manifestazioni sono servite solo per avere la cassa lavoro zero.
Ma non vi rendete conto che a questi personaggi non gli può fregare nulla di noi sono arrivati lì e quindi sono tutelati.
E sono sicuro che passeranno la palla al prossimo ministro dello sviluppo economico.
Il ministro Zanonato non sa nemmeno di cosa si parla.
Ma vi rendete conto?
Ma questi vivono in un altro pianeta fin che dura per loro gente che campa a 500 euro al mese e loro super pagati a fare nulla.
Ma prima o poi cambierà almeno spero e qualcuno dovrà incominciare a guardarsi le spalle la gente è inbufalita ma questi non lo capiscono

Anonimo ha detto...

Grande Giulio!! Sono anni che ti batti mettendoci sempre la faccia ed il cuore! La tua grande forza è proprio quella di NON essere RSU..!

☠ ha detto...

a roma si va a fare a mazzate altrimenti il solito teatrino fatelo voi

Anonimo ha detto...

Ma le RSU cosa ca..o stanno aspettando ad organizzare i viaggi per la manifestazioen del 27 a Roma?...

Tutto tace..... vigliacchi..dormite
Forse sono gelosi dei colleghi che da soli sono riusciti ad arruvare al ministro e sputtanarlo.

Anonimo ha detto...

Giovedi' 6 febbraio
Roma - 14,30-16,30 - Assemblea lavoratori Agile Roma
Odg:
- convenzione bancaria per ottenere anticipo di CIG
- stato dell'arte vertenza Agile (firma decreto CIGD ed altro)
- situazione ricorso processo per quantificazione risarcimento civile
- stato dell'arte processo ai 12 lavoratori Agile
- nomina delegato congresso nazionale Fiom-CGIL
L'assemblea riguarda anche lavoratori attualmente impiegati in TBS per i quali l'assemblea è retribuita.

E' prevista la partecipazione di F. Potetti (Fiom nazionale)
e di C. Di Mambro (segr. Fiom-Roma Sud).
c/o sala FILT Via Buonarroti 51 (Pzza Vittorio)
Cari colleghi romani, visto che gli argomenti trattati nella vostra assemblea di ieri sono di interesse generale, potreste condividere se sono emerse novità ?Ringrazio anticipatamente
Un collega pugliese

Anonimo ha detto...

VAI GIULIO VAI!!!

VOGLIAMO GIULIO AL MINISTERO!!!

SOLO UNO DI NOI PUO' RAPPRESENTARCI!

COSI' SI RISPONDE AD UN MINISTRO!

POTETTI FATTI DA PARTE!

CI SAREMO TUTTI AD APPOGGIARE IL NOSTRO GIULIO!

Anonimo ha detto...

GIULIO SEI GRANDE Se si riesce a risolvere il nostro problema ti dovremmo fare tutti una statua. GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE HAI FATTO, SINO AD OGGI E CHE SICURAMENTE CONTINUERAI A FARE IN FUTURO non come quelle teste di CAZZO dei ns. sindacalisti di MERDA

Anonimo ha detto...

Caro collega pugliese,
visti gli sviluppi televisivi di questi giorni, siamo sicuri che vogliamo sapere l'esito dell'assemblea con Potetti?
Io penso che possiamo anche sorvolare...

GRAZIE A TUTTI I COLLEGHI DI TORINO

Anonimo ha detto...

GIULIO BASILE FOR PRESIDENT

VOGLIAMO SOLO GIULIO AL TAVOLO CON IL MINISTRO

FUORI DALLE PALLE TUTTI GLI RSU E QUEL GRAN TESTA DI CAZZO DI POTETTI

POTETTI LA SENTI QUESTA VOCE : VA FAN CULO

Anonimo ha detto...

Ma come mai per il 27 Febbraio (data x l'incontro col ministro) non si sta organizzando niente?????
Potetti latita??? RSU dormite????

Se non siete capati di gestire la nostra vertenza DITELO!

Anonimo ha detto...

secondo me stiamo gia' delirando...

i sindacati si son mostrati degli incapaci, e questo lo sappiamo tutti, ma di qui a fare una statua al sig. giulio basile ce ne vuole...

tanto per chiarire le idee, se ce ne fosse ancora bisogno:

1.siamo gia' in un regime di cig in DEROGA, questo significa che non possiamo tornare alla cig Straordinaria

2. il minitro non ci trovera' mai un posto di lavoro, altrimenti dovrebbe trovarlo ad altre migliaia che stanno come noi se non peggio

3.una delle due promesse (...vi ricordate le belle promesse dei politici che son saliti sul nostro palcoscenico?) che possiamo strappargli e' un prolungamento della cig in deroga ma - attenzione! - solo fino a fine anno, perche' se sconfiniamo nel 2015 ci perdiamo UN ANNO SECCO di mobilita' (...riforma Fornero..). Per dirla tutta, e' su questo vincolo che i sindacati e i commissari si stanno giocando la propaganda "ecco sono usciti in mobilita' volontaria quindi abbiamo dimostrato di averli ricollocati nel mondo del lavoro...".
Preferiamo perdere 1 anno certo di mobilita' o avere la cig in deroga per altri 6 mesi ipotecata dai bilanci regionali?
E poi siamo sicuri che le regioni li approveranno? mi vien da dire, con la stessa solerzia con cui stanno approvando i primi 7...?!!

4.la seconda promessa che possiamo strappare al ministro sarebbe quella di una pressione su TBS IT, ma dovrebbe essere fortissima e inaudita.., affinche' degli 800 rimasti ne riassuma tutti quelli possibili, anche IN DEROGA all'accordo, magari ( e qui ci vuole ancora piu pressione e forza di prima..) svuotando la TBS IT dei vecchi e dei sindacalisti del "cucuzzaro" di area romana che sono riusciti a piazzarvisi, e noi tutti sappiamo chi sono....
Chiaramente non tutti gli 800 potranno entrarvi, ma qui, con la presenza e garanzia del ministro e del ministero, si potranno finalmente "formalizzare" criteri di selezione e magari di ROTAZIONE (..il verbo dimenticato e abbandonato dal sindacato...) piu' obiettivi, pu' meritocratici e piu' ispirati a necessita' socio-economiche.
Vediamo se riusciamo a spingere tutti insieme su questo punto!!
A Roma dobbiamo andare TUTTI con questo obiettivo: UN LAVORO, proprio quello che abbiamo perso per colpa di 4 truffatori, magari condviso e ruotato fra tutti, MA CERTO!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Ma lo sapete che quelli che arrivano da Olivetti non sono mai stati in Getronics ? Non ci credete ? ... andate a vedere l'Estratto Conto Contributivo sul sito INPS. Dal 1997 al 2006 risultiamo essere stati assunti in S.P.A. LA CROCE GIOVANNI LIQUID. GETRONICS SOLUT !?!? Ecchiccazz'e' La Croce Giovanni???? Siamo proprio in un mondo strano che ci nutre d'ignoranza!!!!

Anonimo ha detto...

Si può sapere cosa è emerso da questa riunione?
Grazie.

Anonimo ha detto...

ASPI.
Un’indennità mensile la cui durata, collegata all’età anagrafica del lavoratore, aumenta gradualmente nel corso del triennio 2013-2015 (periodo transitorio), per essere definita a regime con decorrenza 1° gennaio 2016.



La durata massima della prestazione per il periodo transitorio 2013-2015 è di seguito indicata:



Periodo transitorio 2013-2015
Anno di cessazione del rapporto di lavoro Età anagrafica
Inferiore a 50 anni Pari o superiore a 50 anni;
inferiore a 55 anni Pari o superiore a 55 anni
2013 8 mesi 12 mesi 12 mesi
2014 8 mesi 12 mesi 14 mesi
2015 10 mesi 12 mesi 16 mesi

QUANTO SPETTALa misura della prestazione è pari:

•al 75% della retribuzione media mensile imponibile ai fini previdenziali degli ultimi due anni, se questa è pari o inferiore ad un importo stabilito dalla legge e rivalutato annualmente sulla base della variazione dell’indice ISTAT (per l’anno 2013 pari ad € 1.180,00). L’importo della prestazione non può comunque superare un limite massimo individuato annualmente per legge.
•al 75% dell’importo stabilito (per l’anno 2013 pari ad € 1.180,00) sommato al 25% della differenza tra la retribuzione media mensile imponibile ed euro 1.180,00 (per l’anno 2013), se la retribuzione media mensile imponibile è superiore al suddetto importo stabilito.
L’importo della prestazione non può comunque superare un limite massimo individuato annualmente per legge.



All’indennità mensile si applica una riduzione del 15% dopo i primi sei mesi di fruizione ed un’ulteriore riduzione del 15% dopo il dodicesimo mese di fruizione.

Anonimo ha detto...

Questo significa che è molto peggio di chi ha scritto che si perde un anno secco di mobilità

Anonimo ha detto...

Alle soluzioni già dette dal collega, io propongo anche un'altra soluzione da sottoporre all'incontro del 27 febbraio che
potrà, per cosi' dire, sfoltire i nostri 800 esuberi non ancora allocati e andare incontro a dei colleghi che hanno certi
requisiti.
Un messaggio dell'INPS, e precisamente il numero 17606 del 04/11/2013, spiega come si potrebbe rientrare in salvaguardia con la pensione di anzianità previgente. Ovviamente non tutti potranno rientrare ma si può tentare di strappare al Ministro
questa opzione che farebbe bene ad entrambe le parti in causa. E cioè riduzione degli esuberi e diminuizione di pseudo-collocamento per chi rimane con gli ammortizzatori sociali.
Mi spiego meglio. Il messaggio al punto 2 recita testualmente "lavoratori che, nell'ambito degli accordi governativi per la
gestione delle eccedenze occupazionali, vengono a beneficiare di due successivi ammortizzatori sociali: CIGS, nel corso della quale maturano, dopo il 31.12.2011, i previgenti requisiti pensionistici, e indennità di mobilità.
Al riguardo si precisa che le misure di salvaguardia previste dal citato articolo 22, comma 1, lettera a) del decreto legge
n.95 del 2012, convertito con modificazoni dalla legge n.135 del 2012, trovano applicazione nei confronti di coloro, tra
detti lavoratori, che non riescono a perfezionare i requisiti pensionistici previsti dal D.L. n.201 del 2011 entro il termine
della fruizione degli strumenti di sostegno al reddito.
Coloro che, invece, nel perido di fruizione di interventi a sostegno del reddito raggiungono i requisiti previsti dalla legge
214/11 non possono accedere al beneficio della salvaguardia prevista dal suddetto articolo 22 della legge 135/12.
Si fa presente che le procedure informatriche per la gestione della salvaguardia in questione verranno adeguate in base a
quanto sopra precisato.
Il Direttore Generale Nori"
Questo messaggio non si presta a molte interpretazioni. L'affermazione dice che "nel corso della CIGS si doveva maturare i
previgenti requisiti pensionistici", ma poi aggiunge "e indennità di mobilità".
Mia interpretazione: chi raggiungerà nell'arco degli ammortizzatori sociali la quota pensionistica vigente non ha diritto alla salvaguardia. E questo è il caso degli esodati e qualcuno di noi ha potuto approfittarne (beati loro).
Per contro il messaggio dice che avendo noi avuto la CIGS prima del fatidica data della nuova legge pensionistica, potremmo
rientrare nella salvaguardia. Per quei colleghi che sommando anche la mobilità volontaria, possono raggiungere le quote
pensionistiche previgenti. Per chi non lo sapesse era quota 96 o 97 (almeno 61 anni di età anagrafica e almeno 35 anni di contributi).
In parole povere facciamo un esempio per un collega del sud: se uno ha 57 anni compiuti e con i quattro anni di mobilità
spettanti arriverebbe alla fine della mobilità a 61 anni ed ovviamente deve avere almeno 35 o 36 di contributi versati.
Io penso che tra di noi ci saranno molti che potrebbero rientrare e salvarsi dai nuovi requisiti pensionistici.
Ed ora una domanda: ma il Potetti di turno cosa fa? Non le conosce queste circolari? Le dovrebbe conoscere ed andare al
Ministero e contrattare anche questo. Probabilmente il Ministero potrà prenderne atto ed avallare questa richiesta nei confronti di questi colleghi che potrebbero beneficiarne. Questo si chiama "merce di scambio" visto che fino ad oggi non abbiamo ottenuto nulla se non la cassa integrazione.
Pseudo-sindacalisti con Potetti in testa: documentatevi come faccio io per il bene comune di tutti noi. Probabilmente la circolare INPS si presta ad altre interpretazioni, ma si può tentare. Se volete aiutare veramente i vostri colleghi cercate di barattare al Ministero quanto sopra vi ho descritto.
P.s.: Giulio se leggi questo post, e ti auguro di andarci tu a "parlare" con il Ministro, cerca di farti firmare questo accordo.

Anonimo ha detto...

NON SONO IN ACCORDO CON GLI ULTIMI POST.

LO STATO + SINDACATO RESPONSABILI DELL VICENDA EUTELIA/AGILE, PERCHE':
- CESSIONE RAMO D'AZIENDA ILLEGALE,APPOGGIATA DAL SINDACATO CHE NON HA CONTROLLATO LA FAMA DEI NUOVI ACQUIRENTI(BANCAROTTIERI DI LUNGO CORSO) E CHE HA NASCOSTO LA SENTENZA DEL TRIBUNALE DEL LAVORO
- L'INCREDIBILE PRESENZA DELLA GUARDIA DI FINANZA CAPITANATA DAL PM, INTERCETTAZIONI,PERQUISIZIONI,CONTROLLI SU CONTI E AZIENDE, MA NON HANNO INTERROTTO UNA MANOVRA CRIMINALE DI QUESTA PORTATA
- L'ARRESTO DEL FUNZIONARIO/TALPA DEL DOTT. ANTONIO MANGANELLI
- L'INGANNO DI TBS

OLTRE A TUTTI QUESTI PUNTI, AGGIUNGIAMO L'INSTABILITA' POLITICA, CON NUOVE NORME FATTE AD ARTE PER AFFOSSARCI ANCOR DI PIU'...

IL 27 VOGLIAMO PARLARE DI QUANTI MESI DI SUSSIDIO/MOBILITA' POSSIAMO SPILLARE ALLO STATO?
NON CREDO!

ma di qui a fare una statua al sig. giulio basile ce ne vuole...

PENSO INVECE CHE GIULIO RAPPRESENTI IN PIENO IL SENTIMENTO GENERALE, RISOLVERE LA SITUAZIONE TORNANDO A LAVORO, NO DA CASSAINTEGRATO MANTENUTO DELLO STATO.
GIULIO A CHIESTO LAVORO AL MINISTRO, L'EFFETTO DELLA RICHIESTA E' QUELLA CHE VEDI, OVAZIONE GENERALE!
UN RISCATTO DI DIGNITA' PER TUTTI NOI, CALPESTATA DA STATO E SINDACATI.

ATTENDIAMO A BRACCIA APERTE IL NOSTRO GIULIO, UNO DI NOI!



Anonimo ha detto...

Questo significa che è molto peggio di chi ha scritto che si perde un anno secco di mobilità
------------
l' aspi non ci riguarda, fino al 2017 rientriamo nelle vecchie regole di mobilita', chiaritevi bene con l'inps

Anonimo ha detto...

sento puzza di rimpasto nel governo, scommettiamo che zandonato lo mandano a casa prima del 27?

Anonimo ha detto...

Obiettivo sindacale RAGGIUNTO

La strategia sindacale ha funzionato alla perfezione.
Giorno dopo giorno, ripetendo le stesse parole, sono diventate normale abitudine.
Parlano di cassa integrazione, parlano di cassa in deroga, parlano di mobilità,
parlano delle diverse normative che regolano la mobilità, parlano di corsi di riqualificazione.
Appena qualche anno fa, era impensabile tutto questo. Oggi è normalità.
Il prolungamento della cassa integrazione ha generato sui dipendenti una forte crisi economica,
condizione che ha portato ad accettare qualsiasi cosa, anche le menzogne più evidenti.

Il 27 spero si parlerà di lavoro e non di sussidio di stato, altrimenti il sussidio per me possono
interromperlo subito, non voglio alimentare gli interessi di questi signori.

Anonimo ha detto...

Il 27 spero si parlerà di lavoro e non di sussidio di stato, altrimenti il sussidio per me possono
interromperlo subito, non voglio alimentare gli interessi di questi signori.
_______________________________________
Concordo!!

Anonimo ha detto...

Spero che abbiate ragione. Ma è difficile che il Ministro o chi per lui (e se rimane questo) possa ridarci il posto di lavoro
perduto. La realtà è questa. Non credo ci siano alternative al prolungamento degli ammortizzatori sociali. Ecco perchè concordo con i post precedenti riguardo ad incassare il più possibile quanto si può ottenere per tutti noi. Se si riesce a strappare qualche pensione anticipata per dei colleghi che hanno i requisiti, perchè non si può? Chi parla del ripristino del lavoro sa che non sarà possibile riuscire a vincere questa battaglia. Mi sembra una posizione troppo di parte, ma giusta. Non essendo l'unico interlocutore danneggiato ma un gruppo di dipendenti danneggiati, non si può chiedere a nome di tutti qualsiasi cosa. Ecco perchè dico di presentare certe proposte al Ministero e poi far decidere, attraverso un referendum interno, quale soluzione/i vogliamo che si porti avanti.
Per l'amministratore di sistema: banner si scrive banner e non bunner.

Anonimo ha detto...

Chi parla del ripristino del lavoro sa che non sarà possibile riuscire a vincere questa battaglia. Mi sembra una posizione troppo di parte, ma giusta. Non essendo l'unico interlocutore danneggiato ma un gruppo di dipendenti danneggiati, non si può chiedere a nome di tutti qualsiasi cosa. Ecco perchè dico di presentare certe proposte al Ministero e poi far decidere, attraverso un referendum interno, quale soluzione/i vogliamo che si porti avanti.

Ok, ipotesi:
l'80% dei dipendenti rimasti(800) si trova a ridosso della pensione,
vuol dire 640 dipendenti che votano a favore della continuità del SUSSIDIO.

I rimanenti 160:
vittime della logica della maggioranza, senza lavoro, senza dignità, senza soldi, solo per aver appoggiato a turno:
-quelli che sono rimasti in eutelia
-quelli che sono passati in TBS
-quelli che vanno accompagnati in pensione

Come soluzione non mi sembra un grande idea...

Quello che vorrei chiedere:
- individuare i dipendenti vicino alla pensione e accompagnarli/incentivarli/spingerli
o come volete, verso la pensione
- la rimanenza distribuita tra EUTELIA,TBS e altre realtà aziendali(tipo quelle di Stato)
Non dimentichiamo che Eutelia è pienamente responsabile, non sono chiacchiere da bar,
c'è una sentenza del tribunale del lavoro, lo so' è una sentenza che facilmente si dimentica nascosta nelle
tasche di Potetti...

Anonimo ha detto...

Qualcuno sa perchè per qualche periodo ci sono state pagate le festività di "domenica" e poi non più??

Anonimo ha detto...

Ok, ipotesi:
l'80% dei dipendenti rimasti(800) si trova a ridosso della pensione,
vuol dire 640 dipendenti che votano a favore della continuità del SUSSIDIO.

I rimanenti 160:
vittime della logica della maggioranza, senza lavoro, senza dignità, senza soldi, solo per aver appoggiato a turno:
-quelli che sono rimasti in eutelia
-quelli che sono passati in TBS
-quelli che vanno accompagnati in pensione

Come soluzione non mi sembra un grande idea...

Quello che vorrei chiedere:
- individuare i dipendenti vicino alla pensione e accompagnarli/incentivarli/spingerli
o come volete, verso la pensione
- la rimanenza distribuita tra EUTELIA,TBS e altre realtà aziendali(tipo quelle di Stato)
-----------
l'ipotesi non e' strampalata anzi...sarebbe l'unica ragionevole, il problema GROSSO e' che qual percentula dell'80% non sta in piedi, ma lo dico cosi per istinto, puo' darsi ch etu abbia ragione, secondo me e' il 20% che avrebbe i requisiti, e quindi sarebbe 640 quelli da ...sistemare..!!

Anonimo ha detto...

SAMUELE POTETTI CI HA ROTTO IL KAZOO

Anonimo ha detto...

C'è il permesso della questura per poter sostare il 27 feb sotto al ministero?

Se si o no, non ci interessa.

Ci saremo per gridare il nostro disappunto contro ministero e sindacato.

POTETTI NON CI RAPPRESENTI!

Anonimo ha detto...

Ok, ipotesi:
l'80% dei dipendenti rimasti(800) si trova a ridosso della pensione,
vuol dire 640 dipendenti che votano a favore della continuità del SUSSIDIO.

Scusate ma la mia ipotesi è solo un modo per sottolineare il fatto che le persone vicino alla pensione sono più o meno un centinaio, eppure sono anni che si parla di prolungare il sussidio per la pensione.

GIUSTO tutelare tutti, come possibile, ma forse è giunto il momento di pensare ai rimanenti 700 che non andranno in pensione.

Parlare di quanti giorni ancora di sussidio abbiamo a disposizione suona come una FOLLIA.

Vogliamo il lavoro che ci hanno tolto prima e negato poi.

LAVORO!

Anonimo ha detto...

MAESTRI DELL'INFORMAZIONE

Assemblea 6 febbraio

- convenzione bancaria per ottenere anticipo di CIG
- stato dell'arte vertenza Agile (firma decreto CIGD ed altro)
- situazione ricorso processo per quantificazione risarcimento civile
- stato dell'arte processo ai 12 lavoratori Agile
- nomina delegato congresso nazionale Fiom-CGIL

Credo di poter affermare, senza offendere nessuno, che gli ultimi tre punti del programma sono fuori luogo, per il semplice fatto che non riguardano direttamente la nostra vertenza.
Sono dispiaciuto, come tutti credo, per i nostri 12 dipendenti, ma avranno sicuramente un legale che seguirà la vicenda.

Sembra incredibile, ma sono riusciti a racchiudere nella parola 'altro' del secondo punto il destino di 700 famiglie. E' geniale.

Vi prego di leggere ancora una volta questo programma, nella speranza di un vostro riscontro.

Anonimo ha detto...

Ma insomma si può sapere il 27 cosa si fa?
Ma è possibile che non la FIOM non intenda fare niente? E' mai possibile che solo una persona riesca a strappare un incontro col ministro e i nostri sindacalisto sono li a guardare le vacche?

Anonimo ha detto...

la gelosia è una brutta bestia

Anonimo ha detto...

LaFIOM passa dalla CGIL che passa dal PD che passa da RENZI che passa dalla CONFINDUSTRIA che passa da MEDIOBANCA ecc....
Potetti è l'ultima ruota di questo vagone che è l'ultimo vagone di questo treno.
MEDIOBANCA ha deciso che che il 27 febbraio non ci sarà più neanche il governo Letta e tutta la catena di comando obbedisce agli ordini.
A me Potetti mi fa solo pena,
perché viene considerato la nostra unica salvezza, in realtà è solo un povero soldatino che deve eseguire gli ordini

Anonimo ha detto...

Ma riuscite ancora a far funzionare le poche molecole di cervello che vi sono rimaste?? La data del 27 rimarrà semrpe ipotetica fitnanto che non ci sarà la convocazione ufficiale che ancora non è arrivata!!! CHIACCHIERE E DISTINTIVO !!!

Anonimo ha detto...

la gelosia è una brutta bestia
_________________________________
ma che ca..o dici ??? paraculo!!!!

Anonimo ha detto...

Noi dobbiamo abituarci ad essere dei bisognosi, solo così possono sfruttarci.

Ci continuano a ripetere che il lavoro sarà flessibile, che il posto fisso non potrà essere garantito.
I padroni saranno liberi di licenziare quando vogliono.

Ovviamente questo è vero solo per i bisognosi.

Per il dott. Castano ad esempio questo non è vero, possono cambiare anche 1000 ministri, lui ha il posto FISSO, è sempre li.

Anche la Fornero quando parla di flessibilità dei lavoratori, non vale per tutti, solo per i poveri cristi.

Meglio spendere 40 MILIONI di EURO per mantenere in 4 anni lo status di 'bisognosi' della AGILE srl, che determinare una soluzione per salvaguardare il lavoro.

Il bisognoso accetta tutto, anche di essere sottopagato, senza diritti, magari anche di sabato e domenica per 5 euro l'ora.

Sono disposti a pagare anche 40 milioni, l'importante che rimaniate bisognosi da sfruttare!



Anonimo ha detto...

Nel 2014 non c'è uno straccio di video delle assemblee.
Incredibile, nell'era dei smartphone, tablet, smartwatch nessuno si è preoccupato di postare gli incontri, informando
tutti.
Solo quello schifo di programma, poi niente più.

Meglio tenere tutti divisi, poche informazioni, alla fame.





Anonimo ha detto...

C'era qualcuno qualche post fa, che si stava facendo i conti sugli 800 o 600 o 250 da riassumere in TBS IT,e qualcun altro che si chiedeva ancora qualche post fa': "ma oggi c'e' qualcuno che ci dice quanti effettivamente sono stati assorbiti?" ovviamente fra il silenzio assoluto di sindacati, colleghi passati in tbs e ministeri vari..

C'e' qualche dato su cui si puo' fare pero' qualche riflessione, in vista della riunione col ministro.

a. Il piano di acquisizione prevedeva entro il 2014 assunzioni da Agile per un totale di 358 unita'.

b. sul sito pubblico www.tbsit.com a questo link
http://www2.tbsit.com/it/chi-siamo/organizzazione.html si dichiarano le seguenti cose:

"La struttura organizzativa (di TBS IT) è il risultato di un impegno verso il miglioramento continuo della qualità e diversificazione dei servizi offerti ed è articolata così:

- la rete dei Centri Tecnologici dislocati presso le principali sedi di Roma, Milano, Ivrea e Napoli;

- le Unità Operative Periferiche, coordinate dai centri tecnologici a Firenze, Mestre e Bari.

Questa organizzazione garantisce la copertura operativa su tutto il territorio e permette le adeguate modalità di gestione e di controllo.

L’organico operativo è di oltre 200 persone, parte di un organico complessivo di circa 1.000 risorse tecniche attivabili a fronte di progetti e servizi sui Clienti"

Che significa oltre 200? Siamo gia' a 358? Gioco finito per tutti gli altri?

........

Anonimo ha detto...

......
Ma la speranza viene ancora dallo stesso sito al link delle News:
http://www2.tbsit.com/it/news-a-media/news.html

17.01.2014
Insiel Mercato S.p.A., controllata da TBS Group si è aggiudicata una quota dei lotti 1 e 4 della gara indetta dalla Regione Marche per l'acquisizione di beni e servizi riguardanti il suo sistema informativo sanitario e socio-sanitario

15.01.2014
TBS Group: nuovo cliente per la controllata Elettronica Bio Medicale
TBS Group, società quotata all'AIM, informa che la propria controllata Elettronica Bio Medicale S.r.l. (EBM) di Foligno si è aggiudicata un contratto per la manutenzione globale delle apparecchiature biomediche e di laboratorio dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale (IZS) della Puglia e della Basilicata

13.09.2013
TBS Group: la controllata Elettronica Bio Medicale si aggiudica un rinnovo di contratto nell’area di Messina
3,9 milioni di euro per la gestione full risk delle apparecchiature biomediche degli "Ospedali Riuniuti Papardo-Piemonte"
TBS Group, società quotata all’AIM, informa che la propria controllata Elettronica Bio Medicale S.r.l. (EBM) ha siglato - l’11 settembre 2013 - il rinnovo di una commessa quinquennale di oltre 6,5 milioni di euro con l’azienda "Ospedali Riuniuti Papardo-Piemonte" di Messina.

01.10.2012
TBS Group: Elettronica Bio Medicale si aggiudica il rinnovo della gara d’appalto per i servizi di manutenzione sulle apparecchiature biomediche dell’ USL di Bologna
TBS Group informa che la propria controllata Elettronica Bio Medicale S.r.l. (EBM) di Foligno si è aggiudicata il rinnovo della gara di appalto per l'affidamento del servizio di manutenzione ordinaria delle apparecchiature biomediche dell'USL di Bologna. L'appalto avrà una durata di 36 mesi a decorrere dal 1 ottobre 2012 per un ammontare complessivo di 2.260.480,00 euro, e prevede la possibilità di un eventuale rinnovo di ulteriori 12 mesi.

23.05.2012
TBS Group: la controllata TBS IT rinnova il contratto con l’INAIL per la gestione dell’intero parco tecnologico hardware
TBS Group informa che, in data 8 maggio 2012, la controllata TBS IT si è aggiudicata il rinnovo di contratto con l'INAIL - Direzione Centrale Servizi Informativi e Telecomunicazioni - per la manutenzione dell'intero parco tecnologico distribuito su tutto il territorio nazionale.
Il contratto, di durata biennale a partire dal 1 maggio 2012, prevede un volume complessivo pari a circa 665.000 euro e ha come oggetto la fornitura dei servizi di manutenzione del parco tecnologico distribuito (hardware informatico).

Dunque da gennaio 2012, ufficializzazione dell'accordo con Agile, sono stati acquisiti ben 5 contratti. Se entrate nei dettagli di ogni contratto ci sono in gioco importi molto importanti e durate di attivita' su periodi pluriennali.

E nessuno dice niente.....

Anonimo ha detto...

L'approvvigionamento di risorse per il Fondo Italiano di Investimento "va proseguito", perche' quelle attivate finora "non sono tante". "Il modo tecnico lo vedremo". Ribatte cosi' il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, a chi gli chiede se ritiene opportuno un aumento di capitale per il Fondo da parte degli investitori. "E' importante il ruolo moltiplicatore che lo strumento puo' avere - ha sottolineato - e so di poter contare sull'apprezzamento dei soci che hanno assistito a questa iniziativa". Con il primo closing il fondo ha raccolto 1,2 mld di euro, investiti da: Cdp, Intesa Sanpaolo, B.Mps, Unicredit, Istituto centrale delle Banche popolari, Credito valtellinese, B.P.Milano, B.P.E.Romagna, Ubi B., Banca di Cividale. Grazie all'investimento indiretto sono state anche attivate ulteriori risorse per olrtre 1,4 mld, in parte (400 mln circa) provenienti da investitori esteri. gug guglielmo.valia@mfdowjones.it (fine) MF-DJ NEWS 1214:29 feb 2014

Anonimo ha detto...

dal sito
http://www.viaolivetti79.it/

Giovedì 13 Febbraio in Camera del Lavoro-sala Buozzi
ore 14.00: Tesseramento FIOM e riunione dei dipendenti dimessi su insinuazione
ore 16.00-17.00: Congresso CGIL Agile
I documenti del Congresso http://www.cgil.it/news/primopiano.aspx?ID=21709


ECCEZIONALE IL TEMPISMO DEI SINDACATI, MA SI FACCIAMO UNO PO' DI PROPAGANDA...
LA TESSERA CI PERMETTE DI UTILIZZARE LA VASELLINA COME STRUMENTO LUBRIFICANTE IN DEROGA...

Anonimo ha detto...

SU
http://www.eulav.net/

CAMUSSO,
GIU' LE MANI DALLA FIOM

NON FINISCONO MAI DI STUPIRMI, LA PROPAGANDA REGNA SU DI NOI.

IL SINDACATO NON VUOLE MOLLARE LA PRESA, TROPPI INTERESSI.

TUTTI GLI IMPRENDITORI DEL NOSTRO CASO HANNO ABBANDONATO LA SCENA 4 ANNI FA. IL SINDACATO CI E' RIMASTO ATTACCATO COME UN CANCRO MALIGNO, PER SUCCHIARCI ANCHE L'ULTIMA GOCCIA.

BASTA!
NON VOGLIO LA TESSERA!
NON IN MIO NOME!

Anonimo ha detto...

Durate l'assemblea presenziata da Potetti, io, come altri colleghi, abbiamo avuto l'impressione che, lui, non abbia gradito molto l'iniziativa di Giulio (tra l'altro non gli piace la trasmissione); inoltre ho capito che lui non può mettersi nella posizione di uno "scontro" frontale, perché in questo modo le trattative al tavolo diventerebbero più problematiche. Questo per far capire che se vogliamo alzare la "febbre" dobbiamo seguire, spronare, affiancare, aiutare Giulio nelle sue iniziative. Spero che finalmente entri in testa a tutti che se vogliamo ottenere qualcosa (a questo punto non so' più cosa sia possibile) non dobbiamo aspettare che si muova il sindacato, non dobbiamo chiedere consiglio al sindacato, non dobbiamo informare il sindacato su eventuali iniziative, ma dobbiamo fare in modo che sia il sindacato ad inseguirci (cosa che infatti sta' avvenendo). Secondo me il sindacato sta' già portando avanti delle trattative dietro le quinte e la convocazione dell'incontro ci sarà solo quando avranno trovato qualcosa di accettabile da mettere sul tavolo. ATTENZIONE a non farci prendere per i fondelli per l'ennesima volta! BASILE, "che la forza sia con te"

Anonimo ha detto...

Se cade il governo con quale cazzo di ministro andiamo a parlare????

Anonimo ha detto...

Bye Bye Zanonato....

Anonimo ha detto...

Francamente la considerazione:
"Se cade il governo con quale cazzo di ministro andiamo a parlare????" me l'aspetto da un sindacalista, non da un collega e regge fino ad un certo punto, perché nulla vieta di prendere un impegno con l'attuale
"rappresentante" del Ministero ed essere insiriti in un'agenda, poi sarà il Ministero, eventualmente, a comunicare uno slittamento, non capisco perché dobbiamo essere noi a metterci i bastoni tra le ruote e non credo che un eventuale nuovo Ministro, cancellerebbe gli impegni in calendario; certo è, che se non siamo già inseriti nelle priorità sarà più difficile riaprire la breccia con un nuovo Ministro. Io sono dell'idea che bisogna battere il ferro fin che è caldo e non lasciare che le acque si calmino. Ho sentito Potetti già ipotizzare che quell'incontro del 27 non sarà rispettato, perché? Se ci fosse veramente pressing, dovrebbe esserci anche una chiara dichiarazione del Ministro, invece si confida nell'oblio.

Anonimo ha detto...

Ho sentito Potetti già ipotizzare che quell'incontro del 27 non sarà rispettato, perché? Se ci fosse veramente pressing, dovrebbe esserci anche una chiara dichiarazione del Ministro, invece si confida nell'oblio.
===========================
hai ragione.. Potetti sembra non avere nessun interesse a sollecitare tale incontro.. bisognerebbe sperare che il nostro collega Giulio si interessi alla faccenda.Sono sicuro che lo farà.
Mi fido solo di lui.Forza Giulio.

Anonimo ha detto...

Lite a Milano tra Cremaschi ( FIOM) e rappresentanti CGIL che finisce a botte.
Ma la FIOM dove vuole andare? Se pensa di rappresentare solo i rivoluzionari credo che non abbia futuro quindi il muro contro muro non ci serve.
L'incontro al Ministero deve essere confermato e dobbiamo presentare la nostra situazione al nuovo Ministro o in alternativa a Renzi stesso.
Con la FIOM o senza di loro visto che si sono spostati in un'area "extraparlamentare".
Forse al Po..tti ed ai suoi RSU non e' chiaro ma a noi lavoratori interessa risolvere il problema del lavoro tornando ad essere produttivi e non mantenuti dallo Stato per farci raggiungere una esasperazione tale da mirare alla rivoluzione proletaria.
Po....ti non siamo Rivoluzionari siamo gente che vuole lavorare quindi spenditi per andare a parlare con il nuovo Ministro e non per farti eleggere delegato al Congresso CGIL.

Anonimo ha detto...

L'incontro al Ministero deve essere confermato e dobbiamo presentare la nostra situazione al nuovo Ministro o in alternativa a Renzi stesso.
Con la FIOM o senza di loro visto che si sono spostati in un'area "extraparlamentare".
Forse al Po..tti ed ai suoi RSU non e' chiaro ma a noi lavoratori interessa risolvere il problema del lavoro tornando ad essere produttivi e non mantenuti dallo Stato per farci raggiungere una esasperazione tale da mirare alla rivoluzione proletaria.
Po....ti non siamo Rivoluzionari siamo gente che vuole lavorare quindi spenditi per andare a parlare con il nuovo Ministro e non per farti eleggere delegato al Congresso CGIL.
================================
CONCORDO IN PIENO

Anonimo ha detto...

Non ti preoccupare del Governo, il dott Castano è sempre presente!

Pensa che non si è mai mosso...
in tutti i sensi.

Cmq ha firmato cassa per 40 milioni

Anonimo ha detto...

Cosa vuol dire? Cosa è successo?

Anonimo ha detto...

I rami secchi della Fiom stanno per essere tagliati,chi non si allinea ai poteri forti (Renzi,Confindustria,Finanza,)sarà esclusa.
la Fiom è fuori perché non si adegua ai Poteri forti, la CGIL invece ha fiutato l’affare.
Una forza mai vista prima sta per guidare il Paese.
Quando mai è successo nel mondo intero che un semplice sindaco,
abbia tanto potere,per essere a capo del governo di una nazione tra le prime 10 al mondo?
Neanche nei paesi più estremisti e dittatoriali è mai successo una cosa simile,
considerando che Renzi non ha ricevuto alcun mandato dal popolo sovrano.
Il prossimo a cadere sarà Napolitano.
Indiscrezioni da bar:
un parlamentare del PD aveva già la lista dei nuovi ministri già 10 giorni fa.

Anonimo ha detto...

Ritiro effetti personali della sede di Pregnana
Causa svuotamento completo della sede di Pregnana, il presidio rimarrà aperto dalle 8.30 alle 12.30 di Domenica 16 e dalle 8.30 alle 18.00 di Lunedì 17 per recuperare gli effetti personali e per spostare il materiale utile per il presidio; è necessario un aiuto da parte di chi può.

Anonimo ha detto...

Il fatto che siamo in una oligarchia e non piú in democrazia, credo che ormai sia chiaro a tutti e la cosa sinceramente mi spaventa, non mi è chiaro cosa ha a che fare con la nostra vertenza. Puoi spiegarmelo?

Anonimo ha detto...

ciao a tutti
per caso qualcuno sa il nome dell'avocato che si e ocupati del stato pasivo ?
grazie

Anonimo ha detto...

Quando mai è successo nel mondo intero che un semplice sindaco,
abbia tanto potere,per essere a capo del governo di una nazione tra le prime 10 al mondo?
----------------------------------
Forse perchè alle primarie per la segreteria l'ha votato il 70% dei partecipanti??
E' stato eletto democraticamente, mica si è autoproclamato.
Negli USA , la prima potenza mondiale, fu eletto presidente un ex attore, nemmeno di grande fama come Reagan....

Anonimo ha detto...

Renzi non è stato eletto dal POPOLO SOVRANO!

e basta!

Ennesimo GOVERNO non democratico!

Anonimo ha detto...

Potetti vuole verificare lo stato della vertenza al ministero...

Caro c'è poco da verificare, non è successo nulla di nulla, i tuoi numeri solo fantasia, l'accordo con TBS solo chiacchiere per farci star buoni.
Il sussidio di stato il peggio del peggio, previsioni per il pagamento del mese di gennaio: 'LUGLIO'!
Vuoi verificare al MINISTERO?
Cosa?
Il nulla?

Vuoi portarci così fino al 2015?

Sicuro che noi ci arriviamo al 2015?

Sicuro che non esploda la situazione prima?

Pensandoci bene, forse intendevi verificare la situazione fuori dal ministero, che clima tira tra i poveri morti di fame, se sono con la fame ancora un po' rincoglioniti o sono incazzati NERI.

Lo sapremo davanti il ministero.


Anonimo ha detto...

Ennesimo GOVERNO non democratico!

Ma quante volte un governo italiano è stato eletto dal popolo? pochisseme:berlusconi e prodi.


SIAMO UNA REPUBBLICA PARLAMENTARE!
Il presidente del consiglio lo propone il CAPO DELLO STATO!
Poi sarà il parlamento, quello si eletto dal popolo, a dare la fiducia o meno.

Per eleggere il governo dal popolo, ci vuole un sistema politico che lo consenta, e una legge elettorale adatta.
CI VUOLE UN SISTEMA PRESIDENZIALE per eleggere un governo dal popolo....

ma dove sei stato fino adesso???

Anonimo ha detto...

Ma è cosi assurdo pensare che visto che sono due mesi che siamo senza soldi, chiedere di pagarci il nostro TFR con i nostri soldi??? O dobbiamo sperare di farci fare un prestito dalle banche magari pagandogli pure gli interessi???

Anonimo ha detto...

COMUNICATO DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI DI AGILE Srl in AS – SEDE DI ROMA
CONTINUA LA LUNGA ODISSEA DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI AGILE EX EUTELIA DA 3 MESI SENZA SOSTEGNO ECONOMICO
Le lavoratrici ed i lavoratori di Agile ex Eutelia non percepiscono alcun ammortizzatore sociale da dicembre 2013, nonostante la firma al Ministero del Lavoro dell’accordo di cassa in deroga con scadenza a giugno 2014. Nelle scorse settimane le OO.SS. e la rappresentanza sindacale hanno annunciato la possibile stipula di una convenzione con un istituto bancario che consentirà l’erogazione dell’anticipo della cassa integrazione con un tasso di interesse di modesta entità, ovviando così al vergognoso ritardo (ipotizzabile pari a 7/8 mesi) nell’erogazione degli ammortizzatori sociali da parte dell’amministrazione centrale dello Stato. Affinché la convenzione sia operativa e pertanto fruibile da tutte le lavoratrici e i lavoratori, è necessaria la firma della convenzione da parte delle OO.SS regionali. Le lavoratrici ed i lavoratori di Agile ex Eutelia sollecitano le organizzazioni sindacali tutte a tempestivamente firmare la convenzione per non aggravare ulteriormente la loro situazione economica, già pesantemente critica dopo più di quattro anni di CIGS che hanno visto erodere i risparmi di una vita di lavoro. Già alcuni lavoratori sono stati costretti ad accedere alla mobilità volontaria per affrontare questo lungo periodo di assenza di sostegno economico.
Non vogliamo che l’accesso “forzato” alla mobilità “volontaria” sia l’unica soluzione per consentire la sopravvivenza dei 200 lavoratori del Lazio e degli 800 a livello nazionale!.
Ci aspettiamo che le OO.SS siano vicino alle lavoratrici e ai lavoratori in questa disperata situazione e confidiamo nella loro responsabilità sociale, specie in questo periodo di latitanza delle istituzioni, per consentire un’immediata stipula della convenzione affinché entro la fine di febbraio le lavoratrici e i lavoratori di Agile ex Eutelia possano usufruire di una prima boccata d’ossigeno.
Roma, 13/02/2014 I Lavoratori e le Lavoratrici di Agile Roma in AS RSU di ROMA Agile Srl in AS

Anonimo ha detto...

Ogni volta che qualcuno accede alla mobilità volontaria per sopravvivere, è una persona in meno che deve essere ricollocata e nelle statistiche è come se la sua situazione si fosse risolta, un successo dal punto di vista del sindacato.....

Anonimo ha detto...

"Ritiro effetti personali della sede di Pregnana
Causa svuotamento completo della sede di Pregnana, il presidio rimarrà aperto ........"

questo è, fino ad ora, l'unico risultato ottenuto.
la fine di tutto

Anonimo ha detto...

Ogni volta che qualcuno accede alla mobilità volontaria per sopravvivere, è una persona in meno che deve essere ricollocata e nelle statistiche è come se la sua situazione si fosse risolta, un successo dal punto di vista del sindacato.....
----------
infatti! questa lurida "strategia" era stata gia' piu volte segnalata su questo blog...ed ecco puntualmente che si sta avverando

Anonimo ha detto...

Ma la FIOM cosa sta facendo per confermare l'incontro con il 27 promesso dal ministro Zanonato???
Cadrà nel dimenticatoio?????

Anonimo ha detto...

Zanonato chi?

Anonimo ha detto...

Pregnana sta per essere svuotata...e poi? Verra' venduta? E da chi? Dai commissari? Chi gestisce questa vendita? Il ricavato che fine fa? Sara' suddiviso fra i creditori? La signora di cui non ricordo il nome, della RSU di Pregnana, perche' non dice niente al riguardo?

Anonimo ha detto...

Renzi vuole ripartire con i lavoro...se il lavoro e' il primo punto della sua agenda, ebbene lui ha un'occasione unica...SI CHIAMA VERTENZA AGILE EX EUTELIA!!!!
...IL suo partito ed i suoi deputati conoscono bene la nostra vicenda aziendale...loro erano in piazza con noi..quando manifestavamo sotto Palazzo Chigi..nell'autunno inverno del 2009...QUALE OCCASIONE MEGLIO DI QUESTA...UNA VICENDA CHE CHIEDE GIUSTIZIA..ATTRAVERSO IL RITORNO AL LAVORO...una delle 161 vertenze ferme al Ministero dello Svilippo economico...CREDO SIA LA PIU' VECCHIA...una vertenza che ha visto Ministri come SCAIOLA, ROMANI, PASSERA ...ZANONATO?...LAVARSENE LE MANI...se Renzi davvero vuole partire con il piede giusto..noi il 27 febbraio saremo li al Ministero...ci faccia vedere..se e' vero che ha le palle..oppure invece...NOI CI SAREMO... E LUI?----HA UN'OCCASIONE UNICA...

Anonimo ha detto...

News
TBS IT viene incorporata da EBM

Anonimo ha detto...

Come era prevedibile.
I soldi dati a TBS per prendersi i raccomandati di Agile serviranno anche per sanare EBM oltre che ad aver pagato gli stipendi agli amici dei mammasantissima alla faccia del rilancio industriale e del progetto firmato al MISE dai sindacati.
Fallimento completo o truffa?
Ai posteri l'ardua sentenza ed il SINDACATO TACE.
Pot..ti svegliati. ..........la gente non ne puo' piu' ed e' pronta a tutto.

Anonimo ha detto...

Chi spera che Renzi si occupi della nostra vicenda penso che creda ancora alla Befana.
Ieri ad una trasmissione televisiva ho sentito dire dalla " Bamboletta" Serracchiani Presidente della Regione Friuli e molto vicina all'unto dal Signore che si fara' la riforma degli ammortizzatori sociali ad esempio della CIG in deroga e che non e' concepibile continuare a pagarla per aziende senza futuro.
Quindi la nostra che e' cessata rientra fra queste.
Ora vorrei chiedere a questa baldanzosa signora ma dei dipendenti di queste aziende e delle loro famiglie cosa ne facciamo? Li mandiamo nei gulag o li spediamo direttamente nei campi di sterminio?
E' colpa di questa gente se Amministratori incapaci o delinquenti certificati hanno fatto fallire le aziende?
E per i politici che hanno distrutto la Nazione rovinandoci la vita e rubando il futuro ai nostri figli cosa e' previsto oltre ai lauti stipendi ed ai vitalizi da nababbi? Forse un bel posto a 20 mila euro al mese al Parlamento Europeo o in qualche consiglio di AmministraMENTO di Aziende a Partecipazione Statale?
Se questi sono il nuovo che Dio ce ne salvi e liberi.

Anonimo ha detto...

Quindi ci sembra di capire che la trattativa di Potetti salta completamente.

Già i risultati pari a zero non lasciavano dubbi, ora cosa volete verificare al ministero?

Schettino, subito dopo aver parcheggiato su uno scoglio, abbandona la nave.
Potetti ha deciso invece di farci fare tutta la scogliera, forse non si è accorto che non siamo la Concordia, ma il Titanic.

Sputtaneremo Potetti sulla GABBIA!

Te la diamo noi la scalata politica.

Bye bye carriera!

Anonimo ha detto...

Potetti sei un BUFFONE

Anonimo ha detto...

Durate l'assemblea presenziata da Potetti, io, come altri colleghi, abbiamo avuto l'impressione che,

- lui, non abbia gradito molto l'iniziativa di Giulio
- inoltre ho capito che lui non può mettersi nella posizione di uno "scontro" frontale, perché in questo modo le trattative al tavolo diventerebbero più problematiche


La mia impressione:
- certo che Giulio disturba, chiede lavoro al ministro, scavalca di fatto il sindacato, e ne dimostra l'inutilità
- perché scontrarsi su una trattativa falsa? Perché è solo per dar fiducia alla massa... La trattativa, gli accordi, non sono stati rispettati, in nessun punto, eppure il Sindacato già afferma di non volersi scontrare.
Cosa c'è di più problematico di uno ZERO come risultato?
Cosa c'è di più problematico di ricevere la cig con 7-8 mesi di ritardo?
Quando lo scontro frontale?

La resa dei conti alla Gabbia!

Anonimo ha detto...

C'è un ritardo sulla cig di 7-8 mesi?

Scontro frontale?

Ma noooo,
meglio una bella convenzione bancaria che ci fa perdere minimo 100 EURO!

Mi ricorda qualcuno...
Ma, per caso hai paura del buio? Vuoi tornare a casa?

VADA AL MINISTERO CA[ZZ]O!

Anonimo ha detto...

MA quale scalata politica.
Il Pot...ti al massimo potrebbe scalare in ginocchio la scala SANTA di San Giovanni sperando che il Signore lo perdoni per tutti i casini che ha fatto a danno di tutti noi e delle nostre famiglie.
Spero solo per incapacita' personale ed in buona fede altrimenti meriterebbe l'ergastolo per aver ucciso la fede di mille persone che hanno creduto in lui e nella FIOM.
Siamo disperati ed affamati mentre i FORTUNATI di TBS se la ridono e vengono anche invitati a partecipare alle assemblee ( PER LORO RETRIBUITE e sottolineo il Retribuite) solo per farli votare a favore della mozione sindacale che porterebbe il loro SALVATORE Pot..ti come delegato al cogresso generale della CGIL.
Una grandissima presa per il c..o per i 700 colleghi in CIG che forse prenderanno i soldi a Luglio ben 7 mesi dopo la firma dell'accordo del Dicembre 2013.
Ma e' normale, dice il Po...ti, ci sono i tempi tecnici da tenere in considerazione peccato che non ho piu' i soldi per sostenere la mia famiglia.
Po...ti hai mai vissuto una situazione del genere?
Sai cosa vuol dire avere la responsabilita' di mandare avanti una famiglia e non essere in grado di farlo?
Penso proprio di no altrimenti non penseresti alla tua carriera personale ma alle necessita' delle persone che dovresti rappresentare e che sono l'anima della FIOM.

Anonimo ha detto...

Mi stupisco come mai solo ora qualcuno si accorge della sconfitta della nostra vertenza. Negli anni scorsi quasi tutti i colleghi sono andati, come pecoroni, a seguire le manifestazioni dei cosiddetti sindacalisti e non si sono accorti che era pura propaganda politica e non supporto alla reale situazione di quel momento. Qualcuno ha detto che siamo una delle più vecchie vertenze presenti ancora al Ministero e non ancora risolte. E nonostante tutto il Sindacato ci ha marciato alla grande per ottenere più visibilità personale (vedi Potetti) e nazionale coinvolgendo anche personaggi politici di dubbia natura sia di destra che di sinistra. Alla fine cosa chiediamo? Ma si che vada ancora a parlare per nostro nome e per nostro conto sempre lo stesso rappresentante sindacale. Ma non vi siete chiesti come mai la FIOM, visto gli sviluppi negativi che ha portato la nostra vertenza, non ha sostituito il Potetti? Fatevi mente locale e spostate la responsabilità anche a livello più alto. Il Landini non può venire alle trasmissioni televisive a sbandierarsi ancora come salvatore dei lavoratori, perchè sa che non può fare nulla di più. E' pura demagogia. Per come la vedo io i sindacati dovrebbero essere tutti azzerati e ricominciare da zero. I sindacati, ormai, sono politicizzati. E' bene ricordare che il sindacato è nato nei primi anni del '900 come protezione dei lavoratori senza nessun interesse verso la politica. Adesso invece?

Anonimo ha detto...

ci saranno gravi conseguenze

Anonimo ha detto...

MAI E POI MAI POTETTI SALIRA' ANCORA AL MINISTERO IN NOSTRO NOME!

MAI PIU'!

MALEDETTO! SIAMO ALLA FAME!

VAI VIA!

Anonimo ha detto...



SARA' RISSA!

Metodi sicuramente non democratici, socialmente primitivi, ma risolutivi!

RISSA!

Anonimo ha detto...

Alziamo il tiro il giorno della convocazione al ministero!

Alziamo le mani!

Anonimo ha detto...

Calma ragazzi è inutile rovinarsi il fegato tanto non ci sarà nessuna convocazione e tanto meno la manifestazione.

Anonimo ha detto...

Clouditalia Telecomunicazione
Consulenti Commerciali settore Business
Descrizione proposta:
Nell'ambito di un importante progetto di sviluppo della nostra rete di vendita indiretta sull'intero territorio nazionale, ricerchiamo nuovi Agenti di Commercio.

Cerchiamo persone appassionate all'attività di vendita, capaci di lavorare per obiettivi, con competenze relazionali e negoziali, in grado di pianificare un'attività autonoma.

Si richiedono:
- esperienza di almeno 2 anni nel settore della vendita di servizi di telefonia o di servizi e/o prodotti per il mercato Business (PMI)
- P.IVA e iscrizione alla CCIAA
- Auto propria
- Portafoglio di clienti nel settore business

Si offre:
- Contratto Agente di commercio (ENASARCO)
- Remunerazione ai più alti livelli di mercato
- Formazione professionale continua
- Opportunità di crescita professionale
- Certificazione
- Condizioni contrattuali personalizzate per i professionisti del settore.


Anonimo ha detto...

"Si richiedono:
- Portafoglio di clienti nel settore business "
questi per farci lavorare vogliono pure i clienti.
ma andate a cag..e stro..i

Anonimo ha detto...

GIULIO DICCI TU COSA FARE!.
SEI L'UNICO CHE FINORA HA FATTO COSE CONCRETE.
NON MOLLIAMO LA Promessa che IL MINISTRO zANONATO HA FATTO PER IL 27.
Dobbiamo incontrare il nuovo ministro.
Possimo rivolgerci sempre alla trasmissione "la gabbba" che ormai conosce bene la nostra situazione.
Visto che il po..tti se ne frega,
Giulio per favore pensaci tu non siamo tutti a tua disposizione.

Anonimo ha detto...

errata corrige..
Giulio per favore pensaci tu NOI siamo tutti a tua disposizione.

Anonimo ha detto...

TBS IT : EBM = Eunics : Eutelia

Vi ricorda qualcosa ?

Anonimo ha detto...

Puoi spiegarmelo?......
Oggi Michael Ledeen è una delle menti della politica estera del segretario del Partito democratico Matteo Renzi.
Forse è stato anche per garantirsi la futura collaborazione di Ledeen che l'allora presidente della Provincia di Firenze si è recato nel 2007 al dipartimento di Stato Usa per un inspiegabile tour.
Non è un caso che il segretario di Stato Usa John Kerry abbia più volte espresso giudizi favorevoli nei confronti di Renzi.
Ma sono principalmente i neoconservatori ad appoggiare Renzi dagli Stati Uniti.
Secondo il "New York Post", ammiratori del sindaco di Firenze sarebbero gli ambienti della destra repubblicana, legati alle lobby pro Israele e pro Arabia Saudita.
In questa direzione vanno anche il guru economico di Renzi, Yoram Gutgeld, e il suo principale consulente politico, Marco Carrai, entrambi molti vicini a Israele. Carrai ha addirittura propri interessi in Israele, dove si occupa di venture capital e nuove tecnologie.
Infine, anche il suppoter renziano Marco Bernabè ha forti legami con Tel Aviv, attraverso il fondo speculativo Wadi Ventures e, il cui padre, Franco, fino a pochi anni fa è stato arcigno custode delle dorsali telefoniche mediterranee che collegano l'Italia a Israele.

Anonimo ha detto...

Un altro giorno senza vedere un euro di Cig e purtroppo tuttu tace!
Chi mi paga le bollette, il mutuo e chi mi fa l a spesa?????

Anonimo ha detto...

Dice Potetti che è tutto ok, era tutto previsto.
Secondo lui in questi anni ci siamo fatti le ossa, ed è del tutto sopportabile un periodo di 60/90 giorni senza un euro.
Io credo di poter battere questi numeri, posso spingermi sino a 100-110 giorni senza un euro...
Siamo in pieno corso di riqualificazione, diventeremo tutti esperti in SOPRAVVIVENZA!

Anonimo ha detto...

Purtroppo saranno piu' di novanta giorni.
Il decreto per la nostra CIG in deroga non e' stato ancora firmato quindi ufficialmente esiste solo un accordo che dovra' essere ratificato con la firma del Ministro del Lavoro e dell'economia.
Quindi dobbiamo solo sperare che l'accordo con il MPS sia firmato e la banca ci anticipi i soldi della CIG.

Anonimo ha detto...

Durante l'assemblea, Potetti, ha detto che l'accordo al MPS era già in dirittura di arrivo e il "contendere" era con la Regione per negoziare l'eventuale rimborso degli interessi (0,28 annuo). Ora vorrei sapere se Potetti si rende conto dell'urgenza per la sopravvivenza o anche lui vive nel mondo delle nuvole come i nostri pseudopolitici. Per come la vedo io, me ne frego di stare a discutere per un totale che ammonta a meno di 20 euro di interessi e preferirei avere subito l'anticipazione.

Anonimo ha detto...

Durante l'assemblea, Potetti, ha detto che l'accordo al MPS era già in dirittura di arrivo e il "contendere" era con la Regione per negoziare l'eventuale rimborso degli interessi (0,28 annuo). Ora vorrei sapere se Potetti si rende conto dell'urgenza per la sopravvivenza o anche lui vive nel mondo delle nuvole come i nostri pseudopolitici. Per come la vedo io, me ne frego di stare a discutere per un totale che ammonta a meno di 20 euro di interessi e preferirei avere subito l'anticipazione.
----------------------------------
Giusto, sono perfettamente d'accordo, in pratica non sarebbe giusto ma nella condizione in cui versiamo siamo obbligati ad accettare anche questo.

Priscilla Jose ha detto...

Che storia incredibile nella mia vita, il mio nome è la signora Priscilla Jose scorsa settimana che stava cercando un prestito di 580.000,00 allora posso richiedere un prestito in una delle società di prestito online dove ero truffa circa 6000 dei prestiti nel Regno Unito, ma quando ho messo il lamentarmi mio buon amico mi ha detto che l'unico posto per ottenere un prestito on-line, la società è al 100% di garanzia che se applico nel business che per ottenere il prestito senza alcun ritardo nella transazione, per cui chiedo al azienda dove posso trovare il mio prestito la scorsa settimana, quindi il mio consiglio alla gente è che il nuovo modo in cui società è il posto migliore per ottenere un prestito online senza alcun ritardo OK. Per e-mail: mrskatelisaloanhome1@gmail.com così sto qui movimentazione mio progetto di business in modo che io vi consiglio il pubblico che c'è ancora alcuni istituti di credito di prestito legittimi così la posta elettronica la signora Kate Lisa e si incassa il prestito entro 10 minuti va bene, così io sarò qui ad aspettare a qui la tua testimonianza Dio vi benedica.

La signora Priscilla Jose

ricardo leo ha detto...

Avete bisogno di un prestito? Sei stato alla ricerca di dove trovare un prestito? Avete cercato di ottenere qualsiasi tipo di prestito? quindi applicare subito? (rodrigoluliloanfirm@yahoo.com) se si vuole ottenere un prestito conveniente. Prestito è offerto qui a un tasso di interesse molto basso del 3%. Contattaci subito se siete interessati.

osas mike ha detto...

Avete bisogno di un prestito? In caso affermativo email a brent.timmons@ymail.com con i particolari sotto...
Nome completo:
Paese:
Numero di telefono:
Importo del prestito:
Durata:
Scriveteci a brent.timmons@Ymail.com