giovedì 25 ottobre 2012

Eutelia: Fiom Roma, timori per 1000 lavoratori in Cigs


“Sono passati più di tre anni dal passaggio fraudolento di ramo d’azienda da Eutelia ad Agile e la conseguente ‘sparizione’ di 54 milioni di euro di tfr, di circa 100 milioni di euro di portafoglio ordini e la distruzione di oltre 1500 posti di lavoro. Dopo mesi di occupazione delle sedi aziendali, lotta che ha permesso il successivo sequestro dei beni aziendali di Agile, dopo più di 2 anni e mezzo di cassa integrazione, dopo 29 mesi di amministrazione straordinaria, a 9 mesi dalla firma dell’accordo fra ministero dello Sviluppo Economico, ministero del Lavoro, Regioni niente è mutato circa la sorte degli oltre 1000 lavoratori in Cigs”. Lo afferma in un comunicato Roberta Turi, segretaria generale Fiom Cgil di Roma sud.
“L’obiettivo della nostra lotta – prosegue – è sempre stato quello di riottenere il lavoro che ci è stato rubato e per questo è essenziale che quanto sottoscritto da Mise, ministero del Lavoro e Regioni il 23 gennaio scorso venga rispettato. E cioè l’immediata convocazione del tavolo con i ministri Passera e Fornero per l’assunzione immediata degli impegni; la conferma della Cigs per tutta la durata del piano industriale di Tbs.It, società cessionaria dei rami di azienda di Agile in A. S.; in seguito e se necessario, la conferma della mobilità come previsto alla data dell’accordo; il congelamento delle norme pensionistiche alla data di sottoscrizione dell’accordo di mobilità per coloro che maturano nel periodo i requisiti pensionistici; l’impegno della società cessionaria di Eutelia in A. S. a ripristinare la filiera produttiva favorendo personale Agile per le attività di It; l’inserimento nei bandi pubblici di clausole premianti in favore dell’assunzione di lavoratori in Cigs provenienti da aziende in procedura concorsuale; l’utilizzo di fondi europei per specifici progetti formativi indirizzati a tutti i lavoratori di Agile e finalizzati al reinserimento lavorativo dei lavoratori esclusi dalla cessione verso Tbs. It.”

“Vogliamo che il nostro progetto, presentato alla conferenza nazionale dei lavoratori Agile, presso la Cgil, l’11 febbraio 2011 e successivamente in audizione alla Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati, sia inserito all’interno degli interventi del governo nell’ambito degli investimenti relativi all’agenda digitale italiana. In quel progetto illustravamo modalità e attività per la ricollocazione delle professionalità Agile, proprio su alcune aree tematiche oggi caratterizzanti l’Adi”.

“Le professionalità dei lavoratori Agile devono incontrare le prospettive dell’Adi. L’Ict italiana di Bull, Edisontel e Olivetti non deve essere distrutta. Il Mise deve rappresentare un soggetto di coordinamento pubblico capace di uscire da una politica industriale di carattere prevalentemente difensivo che ha lasciato anche aziende ‘sane’ senza sostegno e indirizzo, per avviare un percorso virtuoso con interventi di carattere strutturale e un approccio sistemico che dia certezze nei tempi e nelle risorse, regole chiare e controlli efficaci, garantendo trasparenza ed equità”.

Per domani, 17 ottobre, è previsto un presidio davanti alla Prefettura a piazza SS. Apostoli dalle ore 15

21 commenti :

Anonimo ha detto...

26-9-2012 :
http://www.arezzonotizie.it/home/cronaca/item/87240-gli-ex-di-eutelia-in-protesta-davanti-alla-prefettura-mandati-a-casa-con-una-mail-e-senza-cassintegrazione

Anonimo ha detto...

siamo fuori cronologia...sveglia !!!

Anonimo ha detto...

COMUNICAZIONE

Cari colleghi, nell'ultimo incontro in regione, alla presenza dell'assessore Gentile, tra i punti elencati, è stato citato il percorso relativo alle politiche attive per agevolare il reimpiego dei lavoratori.
La settimana scorsa c'è stato, sullo stesso, tema, un ulteriore incontro con la Regione (task force) assistita da Italia Lavoro.
Italia Lavoro è una società per azioni, totalmente partecipata dal Ministero dell'Economia e delle Finanze. Opera, per legge, come ente strumentale del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali per la promozione e la gestione di azioni nel campo delle politiche del lavoro, dell'occupazione e dell'inclusione sociale.

La prima fase di questo percorso prevede lo screening ed il bilancio delle competenze.
In questa fase tutti i lavoratori di Agile in A.S., sia in CIGS che con un contratto a tempo determinato (in qualsiasi azienda) saranno contattati, da Regione Puglia/Italia Lavoro, per dei colloqui individuali necessari alla definizione del bilancio delle competenze.

Comincerà in questo modo un percorso formale, che è anche un atto amministrativo pubblico.
Per questo, i lavoratori hanno l'obbligo di rispondere alla convocazione. In caso contrario, è previsto un regime sanzonatorio che potrebbe arrivare alla sospensione della CIGS.

Abbiamo fornito agli enti preposti tutti gli indirizzi di mail ed i recapiti telefonici in nostro possesso per cui sarete contattati con tutti i canali possibili, non esclusa la raccomandata.
Vi invitiamo comunque a fare un passa parola tra di voi, in modo che tutti quanti abbiano le informazioni necessarie.

Siamo a vostra disposizione per chiarimenti
-----------------------------------
Colloqui per bilancio competenze svolti tra giugno e luglio 2012.
Si sa piu' nulla ??

Anonimo ha detto...

italia lavoro sara' cancellata dal governo monti: ente che e' perfettamente inutile basta guardare il sito collegato e da loro sviluppatoe promosso (mi pare si chiami cliclavoro) e ci si puo' render conto che si tratta di una parastruttura pubblica per dar lavoro a raccomandati e magna magna porta voti

Anonimo ha detto...

http://www.arezzonotizie.it/home/cronaca/item/87240-gli-ex-di-eutelia-in-protesta-davanti-alla-prefettura-mandati-a-casa-con-una-mail-e-senza-cassintegrazione
------------------------------------
Ho letto l'articolo,e' una vicenda assurda e paradossale.Quello che ha fatto l'azienda oltre ad essere anti sindacale, e' contro tutte le leggi dello statuto dei lavoratori.Mi voglio augurare che gli avvocati del sindacato ci stiano lavorando e portino in tribunale gli autori di questa vicenda. PS.Da exEutelia (AGILE) una cosa pero' ve la devo dire:se voi di Eutelia a suo tempo foste stati piu' solidali con noi forse le cose oggi sarebbero andate diversamente.

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Da un controllo sul fondo Telemaco ho visto che mi hanno accreditato i contributi mancanti. Ora sono allineati al 30 giugno 2012

19 ottobre 2012 13:17
.........
Si, accredito contributi fino a giugno-2012, ma solo per la componente TCO (TFR - Contribuzione Ordinaria) e non ACO/LCO.

20 ottobre 2012 00:11
-----
che coincidenza a Giugno Agile e' cessata per decreto, quindi questi sono gli ultimi contributi TFR dell'aziensda per Telemaco....

Anonimo ha detto...

Si sa qualcosa se la cigs si potrà avere per 3 o per 5 anni?
Grazie.

Anonimo ha detto...

Ma la cassa di settembre quando la pagano? Ho finito i soldi, dove vado a mangiare??????

Anonimo ha detto...

Siamo oramai diventati dei parassiti della società! e dire che potevamo dare ancora tanto! forse questo è il vero obiettivo di questa italia: farci sentire tutti in colpa, anche se non abbiamo fatto nulla!
Così siamo più facilmente indirizzabili e condizionabili! Chi lo era già è stato premiato (guarda chi è rimasto in TBS!).
Oramai siamo ai margini della società!

Anonimo ha detto...

>>Oramai siamo ai margini della società!
Quoto, e diro' di più; solo in un paese come questo( al nord Europa ti aiutano "sul serio" a ricollocarti) si tengono per anni lavoratori in uno stato di quiescenza, come essere in prigione, in cui non ti è conveniente fare nulla:
- se ti licenzi perdi diritti per ammortizzatori, quindi a 50anni puoi farlo solo per un posto che ti da certezze
- se sospendi gli ammortizzatori per un lavoro a tempo determinato NON ti prendono perchè il datore non ha gli sgravi fiscali
- se cerchi un lavoro non lo trovi perchè o sei troppo anziano o hai troppa professionalità... e costi troppo
- puoi solo lavorare in nero in attesa della mobilità, e chissa che questa storia di m... finisca una volta per tutte!

Anonimo ha detto...

E' brutto dirlo ma anche solo pensarlo, però è la realtà: DI NOI NON IMPORTA NIENTE A NESSUNO. Aggiungiamo anche che i casi di crisi aziendale si sono moltiplicati e quindi noi adesso siamo parte del calderone di disperati.
Governo, politici, sindacati, se ne fregano e ci raccontano solo delle gran palle.
Se quello capitato a noi fosse accaduto negli USA, li avrebbero messi in galera e gettato via la chiave dopo avergli sequestrato tutti i beni, ma qui siamo in Italia dove le leggi sono fatte ad personam.
A noi ormai resta solo la speranza che qualche cammello si inchiappetti l'uomo di Dubai.

Anonimo ha detto...

E' brutto dirlo ma anche solo pensarlo, però è la realtà: DI NOI NON IMPORTA NIENTE A NESSUNO. Aggiungiamo anche che i casi di crisi aziendale si sono moltiplicati e quindi noi adesso siamo parte del calderone di disperati.
Governo, politici, sindacati, se ne fregano e ci raccontano solo delle gran palle.
Se quello capitato a noi fosse accaduto negli USA, li avrebbero messi in galera e gettato via la chiave dopo avergli sequestrato tutti i beni, ma qui siamo in Italia dove le leggi sono fatte ad personam.
A noi ormai resta solo la speranza che qualche cammello si inchiappetti l'uomo di Dubai============================
NON CI CONSIDERA NESSUNO ANCHE PERCHE' SIAMO I PRIMI A FREGARCENE, A ROMA ALLE MANIFESTAZIONI CI SONO 100 MAX 200 PERSONE,GLI ALTRI 800 DOV'ERANO? SONO TUTTI RICCHI?NON GLI INTERESSA IL LAVORO?
EPOI ADESSO IL SINDACATO ORGANIZZA UNA MANIFESTAZIONE NAZIONALE CON 2 PRESIDI UNO A ROMA E UNO A MILANO,INVECE DI ESSERE TUTTI A ROMA IN 1000 INCAZZATI COME QUELLI DELL'ALCOA VUOI VEDERE CHE IL MINISTERO SI SVEGLIEREBBE?

Anonimo ha detto...

Il primo annuncio che oggi condividiamo è quello pubblicato da Clouditalia che cerca 150 commerciali junior e senior. L’azienda si occupa di telecomunicazioni e servizi cloud e per un graditissimo ampliamento della propria rete commerciale cerca, in tutta Italia, profili junior e senior che operino nel settore commerciale, si occupino di nuovi mercati e gestiscano trattative di vendita.

Anonimo ha detto...

Sul sito dell inps non c'e' nessun riferimento alla cassa di Settembre...qualcuno ha qualche info o aggiornamento a riguardo? Grazie in anticipo

Anonimo ha detto...

NON CI CONSIDERA NESSUNO ANCHE PERCHE' SIAMO I PRIMI A FREGARCENE, A ROMA ALLE MANIFESTAZIONI CI SONO 100 MAX 200 PERSONE,GLI ALTRI 800 DOV'ERANO? SONO TUTTI RICCHI?NON GLI INTERESSA IL LAVORO?
_____________________________
Non è questione di fregarcene! credo che siamo solo stufi di essere presi in giro dal governo, dalla giustizia, dai sindacati,dall'azienda quando c'era, dai colleghi o pseudo imboscati a nostre spese, etc...! A tutto c'è un limite!

Anonimo ha detto...

Sul sito dell inps non c'e' nessun riferimento alla cassa di Settembre...qualcuno ha qualche info o aggiornamento a riguardo? Grazie in anticipo
.....................................

In effetti non c'e' nulla....qualcuno riesce a recepire qualche notizia?
Tks

Anonimo ha detto...

Senti, senti....TBS è in crisi e i nostri ex colleghi si stanno cag..do sotto al punto da organizzare assemblee e forse scioperi (ma non ci credo, non hanno le palle per farlo).
Intanto a fine anno non verranno rinnovati parecchi contratti a tempo indeterminato, ma anche quelli che credono di avere il posto fisso stiano accorti perchè possono sempre essere lasciati a casa.

Anonimo ha detto...

"a tempo indeterminato"
Lapsus, ovviamente intendevo dire tempo determinato.

Anonimo ha detto...

NON CI CONSIDERA NESSUNO ANCHE PERCHE' SIAMO I PRIMI A FREGARCENE, A ROMA ALLE MANIFESTAZIONI CI SONO 100 MAX 200 PERSONE,GLI ALTRI 800 DOV'ERANO? SONO TUTTI RICCHI?NON GLI INTERESSA IL LAVORO?
_____________________________
Non è questione di fregarcene! credo che siamo solo stufi di essere presi in giro dal governo, dalla giustizia, dai sindacati,dall'azienda quando c'era, dai colleghi o pseudo imboscati a nostre spese, etc...! A tutto c'è un limite!
=================================
Cero posso anche darti ragione.."attutto c'è un limire.. Ma se ci abbandoniamo alla rassegnazione allora è sicura che di noi non gliene fregjerà a nessuno.Invece diamo prova che non siamo rassegnati e parteciapiamo in massa alle meniferazioni del 5 Novembre.
A tutti un in bocca al lupo.
"LA rassegnazione è per noi il peggior nemico".

Anonimo ha detto...

Infatti iniziamo a partecipare intanto in massa alle manifestazioni di Milano e Roma tanto per ricominciare a farci sentire e a ricordare che non e' perche' la nostra azienda e' stata comprata da TBS che la nostra vertenza e' risolta come dice il ministro Passera.
Siamo credo ancora 1200 o giu' di li' a casa, giugno arriva presto e visto l' andazzo da 2 anni e mezzo a questa parte non c'e' da stare allegri.

Anonimo ha detto...

Senti, senti....TBS è in crisi e i nostri ex colleghi si stanno cag..do sotto al punto da organizzare assemblee e forse scioperi (ma non ci credo, non hanno le palle per farlo).
Intanto a fine anno non verranno rinnovati parecchi contratti a tempo indeterminato, ma anche quelli che credono di avere il posto fisso stiano accorti perchè possono sempre essere lasciati a casa.
----------------------------------
Il punto e', che non e' che non hanno le palle,bensi' sono troppo lecchini.Quindi saranno due gatti quelli che parteciperanno allo sciopero.