martedì 20 dicembre 2011

Arezzo: inchiesta Eutelia, 22 avvisi garanzia per bancarotta fraudolenta

Arezzo, 19 dic. (Adnkronos) - Ventidue avvisi di garanzia sono stati recapitati oggi ad altrettante persone, con l'accusa di bancarotta fraudolenta nell'ambito del secondo filone d'inchiesta della Procura di Arezzo sull'azienda di telecomunicazioni Eutelia. Il pm Roberto Rossi ha chiuso le indagini, condotte dalla Guardia di Finanza, e secondo l'accusa si configura un'ulteriore bancarotta fraudolenta per alcune decine di milioni di euro.
Tra i destinatari gli ex proprietari dell'Eutelia, Samuele, Angiolo, Raimondo e Isacco Landi. La bancarotta sarebbe stata realizzata attraverso acquisti, mancati pagamenti e cessioni con relative distrazioni di somme di denaro. L'accusa e' la stessa che ha caratterizzato il primo filone dell'inchiesta, condotta sempre dal pm Rossi.

la nazione Arezzo

23 commenti :

Anonimo ha detto...

A ma allora vedi che la Magistratura fa il suo corso.
Anche se i tempi sono lunghi, ma non avevo dubbio che ci arrivasse.

Prima o poi questi farabutti pagheranno ciò che hanno fatto, devastato 1.800 famiglie.

Dispiace a dirlo, ma che passassero il natale al fresco, ma non im montagna .................

Buona Natale a tutti i Colleghi !!!

Anonimo ha detto...

Si sa niente di ieri?

Anonimo ha detto...

Si sa niente di ieri?
_______________________________

Partecipa alle assembree e verrai informato!

Anonimo ha detto...

Partecipa alle assembree e verrai informato
===================================
tenete presente che alcuni colleghi non stanno ne' aRoma ne' a Milano Ivrea Torino ecc ma in capo al mondo e hanno il piacere e il diritto ad essere informati grazie!!!

Anonimo ha detto...

Si sa niente di ieri?
_______________________________

Partecipa alle assembree e verrai informato!

-------------------
risposte come questa sono solite dei TDC!!!
Da tutti coloro che non abitano nella capitale o a Milano, si chiede ai Sigg.ri TDC dove hanno luogo le assemblee??

Anonimo ha detto...

Partecipa alle assembree e verrai informato
===================================
tenete presente che alcuni colleghi non stanno ne' aRoma ne' a Milano Ivrea Torino ecc ma in capo al mondo e hanno il piacere e il diritto ad essere informati grazie!!!
------
Io abito in montagna!

Anonimo ha detto...

tenete presente che alcuni colleghi non stanno ne' aRoma ne' a Milano Ivrea Torino ecc ma in capo al mondo e hanno il piacere e il diritto ad essere informati grazie!!!
-----------------------------------
quando lavoravi, ognitano usci da in capo al mondo?

Anonimo ha detto...

tenete presente che alcuni colleghi non stanno ne' aRoma ne' a Milano Ivrea Torino ecc ma in capo al mondo e hanno il piacere e il diritto ad essere informati grazie!!!
-----------------------------------
quando lavoravi, ognitano usci da in capo al mondo?
-------
... se ti confessassi che non ho i soldi per la benzina e che a Natale i miei figli rimangono con la madre perché non i soldi per farli mangiare, potresti permetterti in commento così stupido?

Anonimo ha detto...

quando lavoravi, ognitano usci da in capo al mondo?

============================
secondo te come c... faccio ad andare ad una assemblea a 3 400 km da casa?

Anonimo ha detto...

secondo te come c... faccio ad andare ad una assemblea a 3 400 km da casa?
---------------------------------
aha aha aha aha aha aha

Anonimo ha detto...

siamo alla frutta

Anonimo ha detto...

Io ho perso tutti i risparmi di quindici anni di lavoro,il futuro della mia famiglia è stato rovinato per non dire la gioia di vivere.
Mi auguro che nel conto,la GIUSTIZIA consideri anche queste realtà.
BUONE FESTE

Anonimo ha detto...

No, è un caso unico

Anonimo ha detto...

Oggetto: Comunicato: Incontro al MiSE.

Oggi, come sapete, si e' tenuto il previsto incontro al MiSE di Roma
per l'avvio della procedura di cessione di ramo d'azienda alla
societa' TBS IT Telematic & Biomedical Services S.r.l..

All'incontro erano presenti sia i Rappresentanti del Ministero che
della TBS oltre ai Commissari Straordianri e le OO.SS. con le proprie
Rappresentanze RSU.

La riunione ha visto la presentazione del piano industriale della TBS,
presentazione che ha ricalcato i contenuti dei documenti che vi avevo
gia' fatto pervenire ultimamente.

Le OO.SS. hanno espresso ed argomentato la perplessita' sui numeri del
personale coinvolto nel passaggio a TBS tanto quanto sul numero delle
sedi coinvolte, sulle modalita' di contrattazione dei passaggi a TBS e
sul costo medio del lavoro, precisando, anche, che l'eventuale accordo
non puo' esulare da un chiaro quadro completo sul futuro di tutti i
lavoratori Agile, sia per quelli che potrebbero passare a TBS sia per
gli altri.

E’ stata ricordata, quindi, l’importanza di chiarezza su eventuali
ammortizzatori scociali, sui risultati del lavoro che le Regioni sta
svolgendo e sulla possibilita' di ricondurre ad Agile, commesse di
Eutelia che "ieri" erano gestite dalla nostra azienda e che oggi
Eutelia ha dato a terze parti in quanto non in grado di evaderle
autonomamente.

Il Ministero si e' detto sensibile a queste richieste assicurando che
tutto il cammino sara' seguito con la propria presenza e col massimo
impegno.

In coda alla presentazione e' stato fatto notare a TBS che l'impianto
del piano industriale parte dall'assunto di un Backlog di circa 6,7
milioni di Euro ma che questo valore non e' realistico essendo, oggi,
il Backlog intorno ai 12, 7 mioni di Euro.

A questa affermazione tutto, praticamente, si e' bloccato.

La TBS ha spiegato che questa differenza e' possibile visto che loro
hanno fatto i conti su una fotografia di qualche mese fa, fotografia
con la quale hanno formalizzato, poi, l'offerta.

TBS ha fatto intendere che, evidentemente, se il Backlogo sara’
maggiore, sara’ necessario, non rivedere l'impianto del Pinao
Industriale ma, perlomeno, i numeri e, quindi, che sara' possibile
che, sia i territori coinvolti sia i lavoratori coinvolti, possano
decisamente variare.

E' stato, quindi, deciso rimandare la discussione al 3 gennaio 2012
alle ore 10,30, sempre al MiSE, con la presenza anche delle Regioni.

TBS, nel frattempo, eseguira', praticamente, una nuova "Due Diligence"
e valutera' la posizione delle OO.SS. per sedersi, poi al tavolo del 3
gennaio con un nuovo piano industriale.



Ciao.


RSU FIM-Cisl Agile – Pregnana Milanese

Anonimo ha detto...

ma dei pensionandi proprio non se ne vuole parlare... quelli che potevano andare in pensione e dal 1 gennaio non possono più andarci. il sindacato proprio non se ne vuole occupare!!!!

Anonimo ha detto...

Tanto oramai siamo nella m..rda totale.
Crediamoci per l' enessima volta chissa' magari finalmente qualcuno e' disposto a dare lavoro a lavoratori super con esperienze super che hanno lavorato su commesse importanti pure senza stipendio per ben 4 mesi.
Basta che cambiano i soliti interlocutori la cricca per eccellenza che ancora puppa i soldi rimasti vaganti senza fare nulla.
Ma perche' i super stipendiati che non stanno facendo nulla debbano essere retribuiti mentre chi era dal cliente ora perso grazie alla loro abilita' sia stato messo in cassa integrazione subito dopo neanche 24 ore.
Spero nella meritrocazia finalmente sarebbe anche ora basta avete puppato abbastanza.
Andate a casa

Anonimo ha detto...

scusate sono un programmatore, cos'e' il backlog?
se e', ad intuito, una specie di portafoglio ordini allora la situazione di partenza per TBS le consentirebbe di partire effettivamente da 258 unita', come recita la sua stessa offerta

Anonimo ha detto...

TBS, nel frattempo, eseguira', praticamente, una nuova "Due Diligence"
e valutera' la posizione delle OO.SS. per sedersi, poi al tavolo del 3
gennaio con un nuovo piano industriale.



Ciao.


RSU FIM-Cisl Agile – Pregnana Milanese
-----------------------------------
grazie.

Anonimo ha detto...

Speriamo che quelli di TBS siano abbastanza seri e lungimiranti da guardare i curricula di tutti, anche di quelli in cassa.
Scoprirebbero emeriti ignoranti e incompetenti a lavoro solo perché vicini a qualche cricca, viceversa tante persone qualificate ed esperte escluse dal lavoro perché imbarazzantemente troppo brave per chi avrebbe dovuto dirigerle.

Anonimo ha detto...

Speriamo che quelli di TBS siano abbastanza seri e lungimiranti da guardare i curricula di tutti, anche di quelli in cassa.
Scoprirebbero emeriti ignoranti e incompetenti a lavoro solo perché vicini a qualche cricca, viceversa tante persone qualificate ed esperte escluse dal lavoro perché imbarazzantemente troppo brave per chi avrebbe dovuto dirigerle.

--------
Imbarazzante è pensare che tutto si capisca dai curricula. Sono tante le cose che vanno valutate. Comunque auguri.

Anonimo ha detto...

Il Ministero si e' detto sensibile a queste richieste assicurando che
tutto il cammino sara' seguito con la propria presenza e col massimo
impegno.

------------------------
E' stata valutataa la presenza di ammortizzatori almeno durante i 3 anni del Piamo indistriale?

Anonimo ha detto...

TBS, nel frattempo, eseguira', praticamente, una nuova "Due Diligence"
e valutera' la posizione delle OO.SS. per sedersi, poi al tavolo del 3
gennaio con un nuovo piano industriale.

Ciao.

RSU FIM-Cisl Agile – Pregnana Milanese
-----------------------------------
grazie.
-----------------------------------
cortsemente volete pubblicare il contenuto del piano-slide presentato da TBS il 19 ?
grazie

Anonimo ha detto...

I nomi degli indagati nel filone bis di Eutelia

Arezzo, 20 dicembre 2011 - Ecco chi è sotto inchiesta dopo l’avviso di conclusione delle indagini preliminari. Angiolo Landi, come presidente e amministratore delegato Eutelia dall’11 maggio 2004 al 30 aprile 2009, i nipoti Raimondo, Samuele e Isacco Landi, amministratori delegati e consiglieri sempre nello stesso periodo dal 2004 al 2009, Leonardo Pizzichi, amministratore delegato Eutelia dopo la gestione Landi, Laura Gallorini (moglie di Samuele Landi), Andrea Iorio, Marco Palmerini, Davide Calabrese, Emilia Tomasoni, Giuseppe Maranghi, Marco Mariotti, Maurizio Corsi Bartolomei (noto commercialista), Roberto Rondoni, Felice Marano, Luigi Minischetti, Marco Rigotti, Walter Giacomini, Maurizio Sorini, Franco Pardini, Maurizio Buscaini e Azelio Senserini