mercoledì 21 dicembre 2011

Agile-Eutelia: la Tbs It Telematic & Biomedical s.r.l. rileva le attività

PIANO INDUSTRIALE TBS

Dopo tre mesi dalla chiusura del bando è finalmente noto e ufficiale il nome dell’azienda che si è proposta per rilevare le attività di Agile – Eutelia: si tratta della Tbs It Telematic & Biomedical Services s.r.l. di Trieste.
Lunedì scorso si è tenuto a Roma il primo incontro tra l’azienda e i Sindacati.
Tbs Group è tra i principali referenti europei della sanità pubblica e privata in due grandi aree di attività: ingegneria clinica (con servizi in outsourcing di gestione e manutenzione integrata di tutti gli impianti e le tecnologie presenti in ambito sanitario) ed e-Health & e-Government (con servizi e prodotti di informatica medica, teleassistenza e telemedicina nonché soluzioni It per la Pa).
Rispetto alle previsioni di luglio, sulle quali si era basata la Tbs per proporre il proprio piano, i dati economici esposti sono risultati migliori delle attese. «Abbiamo tenuto meglio delle previsioni – ha evidenziato Mariella Rapetti della Rsu Agile di Ivrea, presente a Roma -. La Tbs procederà quindi a una nuova “due diligence” ed è possibile che, rispetto al piano originario, sia possibile un maggior numero di inserimenti dei vecchi dipendenti Agile nella nuova società».

Al momento i numeri prevedrebbero, in tutta Italia, un primo blocco di riassorbimento di 102 unità, ma che, visti i dati positivi, potrebbero aumentare fino a 150. Sempre secondo il piano originario in tre anni dovrebbero essere 500 le persone che verrebbero integrate nella nuova azienda.
Numeri plausibili, ma che , forzatamente, lascerebbero fuori quasi i due terzi degli attuali 1350 dipendenti.

Per quanto riguarda la sede eporediese, che attualmente conta 140 addetti (sono 250 nel Piemonte) potrebbero rientrare al lavoro da un minimo di 38 fino a una cinquantina. Nessuno, invece, dei dipendenti della sede di Torino, dovrebbe rientrare nel primo nucleo di lavoratori richiamati in attività.
Ancora non ben definito il discorso sedi «Anche se in rete sono già comparse delle liste date per definitive – ha evidenziato Rapetti – nulla di certo vi è ancora. Sicuramente alcune sedi verranno chiuse, ma questo non vuol dire che in quella determinata città pur chiudendo la sede, solitamente grande e dispendiosa, non possa venir aperto un ufficio di rappresentanza. Per fare un esempio a Ivrea abbiamo in affitto tre piani della palazzina dove abbiamo la sede, ma solo uno di questi è realmente occupato, cosa che economicamente non ha ovviamente senso».
Il prossimo incontro tra Tbs e sindacati avverrà il 3 gennaio ed entro la fine del mese, almeno secondo quanto previsto dal bando di cessione, tutto dovrà essere stabilito e definito.
«Il grosso problema – conclude Rapetti – sono le persone che rimarranno fuori. Dal Ministero prevedono piani con le Regioni, ma è stato detto esplicitamente che dallo Stato centrale soldi non ne arriveranno»:

37 commenti :

Anonimo ha detto...

SINDACATIIIII, ma veramente pensate che siamo deficienti? Questo accordo ve lo potete anche mettere in quel posto. Tutta la lotta si riduce a riallocare 250 persone? forse deroga per 200 pensionandi e tutti gli altri appesi alla speranza di essere riallocati alla bene e meglio? o rimanere con una mano davanti e una di dietro? Ma non vi vergognate? L'art. 28 è vinto, fate il vostro dovere e mettetelo in esecuzione, poi ricominciamo a discutere, tanto in cassa già ci siamo! E non continuate a dire che ognuno lo può utilizzare, perché solo il sindacato lo può far eseguire, gli avvocati possono solo portarlo "in allegato" all'impugnativa... o siete d'accordo con chi si stà comprando Eutelia?

Anonimo ha detto...

Sante Parole.

Tutto sto casino per far lavorare 250 persone ??

a siete veramente vergognosi, cari sindacati, fate tanto la voce grossa, ma poi Ve la fate addosso e guardate solamente il vostro tornaconto.

Ma dovrete venire a raccontarci la storiella e allora non lamentatevi se poi rischiate di prendervi degli insulti, del tutto meritati.

VERGOGNA !!!!!

Anonimo ha detto...

...poi ricominciamo a discutere, tanto in cassa già ci siamo!..


Appunto, fino a quando sarai in cassa?

Anonimo ha detto...

Dal Ministero prevedono piani con le Regioni, ma è stato detto esplicitamente che dallo Stato centrale soldi non ne arriveranno»:
------------------------------------
Ma che bravi! Figli e figliastri!
A Termini Imerese di soldi dallo stato centrale ne sono arrivati...eccome!!

Anonimo ha detto...

MA CHI SI E' COMPRATO EUTELIA?

Anonimo ha detto...

MA CHI SI E' COMPRATO EUTELIA?
----
Il partner strategico di TBS, cloud Italia, cordata guidata da Mark De Simone.

Anonimo ha detto...

MA CHI SI E' COMPRATO EUTELIA?
----
Il partner strategico di TBS, cloud Italia, cordata guidata da Mark De Simone.

---------------------------
ma chi se lo compra quel bidone pieno di debiti!
magari un giorno scopriremo che la famosa fibra,non e' mai esistita.....

Anonimo ha detto...

Ma che bravi! Figli e figliastri!
A Termini Imerese di soldi dallo stato centrale ne sono arrivati...eccome!!



Informati meglio!
I soldi li ha tirati fuori la FIAT.

Anonimo ha detto...


MA CHI SI E' COMPRATO EUTELIA?
----
Il partner strategico di TBS, cloud Italia, cordata guidata da Mark De Simone.



In teoria ha vinto Cloud, ma non e' ancora stato ufficalizzato l'esito della gara, perche' l'offerta economica, 12,5 miloni di euro, e' molto al di sotto delle aspettative dei Commissari. Come e' stato detto settimane fa', i Commissari stanno valutando l'idea di procedere con una nuova gara.

Anonimo ha detto...

Ma che bravi! Figli e figliastri!
A Termini Imerese di soldi dallo stato centrale ne sono arrivati...eccome!!



Informati meglio!
I soldi li ha tirati fuori la FIAT.


Un po Fiat e parecchi MISE

Anonimo ha detto...

Venerdì 23 Dicembre ore 9.30: Incontro tecnico presso Camera del Lavoro -Corso di Porta Vittoria 43 a Milano- 2° piano Saletta FIOM con colleghe/i che maturerebbero requisiti pensionistici (finestra inclusa) nei 3 anni di mobilità secondo accordo del 2.9.2011.
-----------------------------------
Ognuno va' per conto proprio, i lavoratori delle altre sedi si arrangiano?parlano da soli?, con il muro?

Anonimo ha detto...

ma chi se lo compra quel bidone pieno di debiti!
magari un giorno scopriremo che la famosa fibra,non e' mai esistita.....
------------
Sei davvero fuori... Quelli facevano utili mentre agile andava a fallimento! E cloud se li prende tutti.

Anonimo ha detto...


Ma che bravi! Figli e figliastri!
A Termini Imerese di soldi dallo stato centrale ne sono arrivati...eccome!!



Informati meglio!
I soldi li ha tirati fuori la FIAT.


Un po Fiat e parecchi MISE



Per la precisione:
- FIAT ha stanziato 21 milioni di Euro, come incentivi alla mobilita'.
- MISE 0 Euro
- Ministero del Welfare ha garantito che i lavoratori in mobilita' non saranno soggetti ai cambiamenti sulle modalita' di accederere alla pensione introdotte dall'ultime o da future leggi.

Ti avevo consigliato di informarti meglio!

Anonimo ha detto...

Venerdì 23 Dicembre ore 9.30: Incontro tecnico presso Camera del Lavoro -Corso di Porta Vittoria 43 a Milano- 2° piano Saletta FIOM con colleghe/i che maturerebbero requisiti pensionistici (finestra inclusa) nei 3 anni di mobilità secondo accordo del 2.9.2011.
-----------------------------------
ke significa e poi le rsu delle altre sedi che fanno ??

Anonimo ha detto...

TBS, nel frattempo, eseguira', praticamente, una nuova "Due Diligence"
e valutera' la posizione delle OO.SS. per sedersi, poi al tavolo del 3
gennaio con un nuovo piano industriale.

Ciao.

RSU FIM-Cisl Agile – Pregnana Milanese
-----------------------------------
grazie.
-----------------------------------
cortsemente volete pubblicare il contenuto del piano-slide presentato da TBS il 19 ?
grazie
-----------------------------------
non quello datato 13 dicembre e linkato alla voce PIANO INDUSTRIALE TBS di quta home page.
Ma quello presentato il 19 scorso..
grazie

Anonimo ha detto...

Venerdì 23 Dicembre ore 9.30: Incontro tecnico presso Camera del Lavoro -Corso di Porta Vittoria 43 a Milano- 2° piano Saletta FIOM con colleghe/i che maturerebbero requisiti pensionistici (finestra inclusa) nei 3 anni di mobilità secondo accordo del 2.9.2011.
-----------------------------------
Ognuno va' per conto proprio, i lavoratori delle altre sedi si arrangiano?parlano da soli?, con il muro?

-----------------------------------
Per quelli che non raggiungono questi requisiti si spera almeno in 3 anni di cigs + mobilità per cercare di ravvicinare il traguardo della pensione......

Anonimo ha detto...

Verbale della assemblea sindacale della sede Agile di Prata P. U. (AV) – 21/12/2011 -
I lavoratori della sede di Prata si sono riuniti per analizzare la Proposta di Cessione presentata al
Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) il 19 dicembre scorso.
L'Assemblea dei Lavoratori esprime un giudizio negativo su quanto prospettato per i motivi che
sono emersi dalla discussione e che vengono riportati di seguito.
• La cessione assicura la continuità lavorativa a solo 207 lavoratori, condizionata ad altri
151 lavoratori mentre la possibilità di ritornare al lavoro per gli ultimi 200 lavoratori è
assolutamente aleatoria.
• La selezione dei pochissimi lavoratori che rimarranno al lavoro sarà effettuata in maniera
opaca ai lavoratori stessi e coordinata dallo stesso management che ha impedito il reintegro
al lavoro in modalità “a rotazione” ai lavoratori di questa sede durante l'Amministrazione
Straordinaria.
• La Task-force MISE-Regioni istituita per trovare percorsi di ritorno al lavoro che fossero di
integrazione al Piano di Cessione ad oggi non ha prodotto NULLA, se non una ipotesi di
Progetti FEG da presentare con contenuti ancora da definire. Nel deserto di questa task-force
purtroppo occorre notare l'assenza di fatto della Regione Campania.
Considerati tali presupposti i Lavoratori della sede di Prata giudicano inadeguate le soluzioni finora
presentate e assai lontane dagli obiettivi seppur minimi che erano stati definiti dal Coordinamento
delle Rappresentanze Sindacali e chiedono quindi che il progetto così formulato venga rigettato.

Anonimo ha detto...

Visto che a parlar male si fa peccato, ma spesso si indovina, mi carico quest'altro peccato e speriamo che all'inferno non ci vada io da solo...
Quando la FIOM ci fece andare in tribunale ed ottenne il riconoscimento del carattere truffaldino della vendita dei dipendenti IT ad Agile, non c'era la possibilità (introdotta dal decreto Tremonti quest'estate) di rivalersi economicamente su Eutelia ...e questo la FIOM lo sapeva.
Dopo il decreto Tremonti nessuno di FIOM ha fiatato sulla nuova possibilità che si apriva, fino a Novembre, quando non hanno più potuto fare a meno di attivarsi, quasi in extremis.
I finanziatori della cordata di Mark de Simone, quelli che si spolperanno il solo asset cospicuo rimasto, la rete, non sono anche dei fondi gestiti dai sindacati?
I FEG, coi loro milioni europei, da chi sono gestiti? dai sindacati, per caso?
Ciao.

Anonimo ha detto...

Visto che a parlar male si fa peccato, ma spesso si indovina, mi carico quest'altro peccato e speriamo che all'inferno non ci vada io da solo...
Quando la FIOM ci fece andare in tribunale ed ottenne il riconoscimento del carattere truffaldino della vendita dei dipendenti IT ad Agile, non c'era la possibilità (introdotta dal decreto Tremonti quest'estate) di rivalersi economicamente su Eutelia ...e questo la FIOM lo sapeva.
Dopo il decreto Tremonti nessuno di FIOM ha fiatato sulla nuova possibilità che si apriva, fino a Novembre, quando non hanno più potuto fare a meno di attivarsi, quasi in extremis.
I finanziatori della cordata di Mark de Simone, quelli che si spolperanno il solo asset cospicuo rimasto, la rete, non sono anche dei fondi gestiti dai sindacati?
I FEG, coi loro milioni europei, da chi sono gestiti? dai sindacati, per caso?
Ciao.
-----
La tua ipotesi ha il suo fascino, ma i fondi citati sono americani.
Non c'è nesso, e la tua ricostruzione trova come unica spiegazione la poca capacità dei sindacalisti nel gestire la situazione.
Taluni fanno sindacato, solo per tutelarsi, o tutelare gli amici, e nan sanno come fronteggiare certe situazioni.
Basti pensare ai commenti del dopo cessione, tutto era meglio di Eutelia, salvo poi fare la battaglia per tornarci.
La situazione è quella che è, e come diceva qualcuno (il chè se non ricordo male) la realtà è sempre rivoluzionaria. Per me che non sono marxista invece la realtà è più incredibile della più fosca previsione.
Meglio prendere il massimo del minimo (ammortizzatori, numero dei posti, pensionamenti) che il minimo del massimo (mandare tutti a quel paese, ma restare in mutande)

Anonimo ha detto...

Siamo in contatto con 2 importanti trasmissioni televisive per un programma che parlera' di noi.Chiediamo a tutti quelli che sono a conoscenza di errori compiuti in questi 2 anni da sindacati ed enti pubblici che abbiano contribuito a peggiorare la nostra situazione di preparare una relazione dettagliata,in particolare sul caso Toscana.nei prossimi giorni scriveremo in modo non anonimo e chi vorra' potra' prendere contatti con noi.grazie per quello che farete.

Anonimo ha detto...

sono un ez collega toscano.adesso lavoro in un ente dove prima lavoravo come agileservizi.hai fatto bene a citare la Toscana perchè quello che è successo qui ha dell'incredibile.sarebbero stati presi subito 30 persone circa ed i restanti 50 circa nei mesi successivi da un ente a partecipazione pubblica.la rsu cgil toscana con il rappresentante cgil si è messa di traverso ed ha di fatto impedito la cosa quando Enrico Rossi,allora assessore alla sanita',era gia' pronto a firmare.Devo specificare che il danno è stato maggiore per il fatto che in quel momento stavano lavorando solo 30 persone e quel progetto ne avrebbe coinvolte 80.

Anonimo ha detto...

scusate non ez ma ex

Anonimo ha detto...

..Quando la FIOM ci fece andare in tribunale ed ottenne il riconoscimento del carattere truffaldino della vendita dei dipendenti IT ad Agile, non c'era la possibilità (introdotta dal decreto Tremonti quest'estate) di rivalersi economicamente su Eutelia ...e questo la FIOM lo sapeva.


.. e lo ha sempre detto. Solo chi fa il sordo non sente...


Dopo il decreto Tremonti nessuno di FIOM ha fiatato sulla nuova possibilità che si apriva, fino a Novembre, quando non hanno più potuto fare a meno di attivarsi, quasi in extremis.

Per dirla tutta, il tanto citato decreto Tremonti, citato spesso a sproposito, da al Gestore della Amm.Straord., MISE e Tribunale, la possibilita' di procedee alla riunificazione delle 2 Amm. Straord.
Il MISE ha lasciato decadere a possibilita' di fare la riunificazione, e quindi alla fine di Agosto si e' deciso di procedere all'insinuazione al passsivo, oi si e' perso un po' di tempo, complici le ferie, si arrivati a presentare a Novembre le insinuazioni, in ogni caso molto tempo prima del termine ultimo per farlo, si puo' farlo ancora adesso e per gran parte del 2012, non ricordo la data finale.


Non sempre a pensar male ci si azzecca, spesso si pecca solamenie..

Anonimo ha detto...

Non sempre a pensar male ci si azzecca, spesso si pecca solamenie..
.................
tra di noi abbiamo un filosofo/a, che però controbbatte solo ai dubbi che dice lui, prova a rispondere a quello che si dice essere successo in toscana, filo sindacalista di stà ceppa.

Anonimo ha detto...

filo sindacalista! sei sicuro che "Il MISE ha lasciato decadere la possibilita' di fare la riunificazione" e non siano stati i sindacati delle due parti a concordarlo?

Anonimo ha detto...

VORREI RICORDARE,SEMPRE SUL CASO TOSCANA, CHE AD UNA RIUNIONE PRESSO IL CONSIGLIO REGIONALE (ERANO RIUSCITI AD ORGANIZZARLA ALCUNI COLLEGHI SALTANDO DI FATTO IL SINDACATO),CON ALCUNI ASSESSORI PRESENTI,I RAPPRESENTANTI CGIL SI SONO ALZATI E SE NE SONO ANDATI VIA SENZA NEANCHE ASCOLTARE QUELLO CHE AVEVANO DA DIRE.

Anonimo ha detto...

VORREI RICORDARE,SEMPRE SUL CASO TOSCANA, CHE AD UNA RIUNIONE PRESSO IL CONSIGLIO REGIONALE (ERANO RIUSCITI AD ORGANIZZARLA ALCUNI COLLEGHI SALTANDO DI FATTO IL SINDACATO),CON ALCUNI ASSESSORI PRESENTI,I RAPPRESENTANTI CGIL SI SONO ALZATI E SE NE SONO ANDATI VIA SENZA NEANCHE ASCOLTARE QUELLO CHE AVEVANO DA DIRE.
-----------------------------
tutto tace...

Anonimo ha detto...

tutto tace...
---------
Meglio tacere bene che.....
Ma ora questa polemica ci fa fare qualche passo avanti? No! Al tempo non volevano lo spezzatino, oggi farebbero anche il minestrone. Vogliamo sfiduciarli? E poi? Non è più saggio contrattare gli ammortizzatori e cercare di impiegare più gente in TBS ?
Ma qualcuno sa cosa faranno a Bari? Perché vogliono investire proprio in Puglia?

Anonimo ha detto...

>>> (stiamo elaborando una proposta
in tal senso a partire da un criterio di età anagrafica e carichi familiari) <<<

Giustissimo, vista così sembra però un atto di beneficienza. Questi criteri devono essere incrociati con gli skill; ossia, a parità di professionalità ed esperienza certificata sul campo, la scelta si farà sul dipendente con maggiori carichi familiari. L'età anagrafica la lascerei perdere, dopo la riforma pensionistica vale zero.

Anonimo ha detto...

Ma qualcuno sa cosa faranno a Bari? Perché vogliono investire proprio in Puglia?
-----------------------------------
Perche in Puglia ci sono i piu' bravi per non dire i migliori!!!!
Poi abbiamo delle colleghe molto belle!!!!

Anonimo ha detto...

filo sindacalista! sei sicuro che "Il MISE ha lasciato decadere la possibilita' di fare la riunificazione" e non siano stati i sindacati delle due parti a concordarlo?
-----
------------------------------
SI

Anonimo ha detto...

Perche in Puglia ci sono i piu' bravi per non dire i migliori!!!!
Poi abbiamo delle colleghe molto belle!!!!
-------
E organizzate anche dei bunga-bunga con Tarantini e Frisullo?

Anonimo ha detto...

>>> (stiamo elaborando una proposta
in tal senso a partire da un criterio di età anagrafica e carichi familiari) <<<
------------------------------------
Gli skill (veri), devono avere il loro peso e per la situzione familiare va' privilegiato il\la monoreddito.

Anonimo ha detto...

Ma qualcuno sa cosa faranno a Bari? Perché vogliono investire proprio in Puglia?
------------
perche' probabilmente presso la regione Puglia c'e' un avanzo di fondo pubblico parzialmente usato dal progetto finanziato denominato ABSC, in pratica un Security Operation Center.
Questo progetto e' stato iniziato quando eravamo Eutelia, e poi interrotto dalla regione Puglia dopo qualche mese dalla cessione ad Agile, per evitare che i fondi pubblici finissero li' dove sono finiti i nostri TFR...
anche lo stesso fatto di richiedere una newco, puo' essere inteso come una modalita' piu' trasparente o piu' monitorabile per erogare il resto delle attivita'

Anonimo ha detto...

Perche in Puglia ci sono i piu' bravi per non dire i migliori!!!!
Poi abbiamo delle colleghe molto belle!!!!
-------
E organizzate anche dei bunga-bunga con Tarantini e Frisullo?
::::::::::::::::::::::::::::
se vieni a Bari lo organizziamo con te!

Anonimo ha detto...

Perche in Puglia ci sono i piu' bravi per non dire i migliori!!!!
Poi abbiamo delle colleghe molto belle!!!!
-------
E organizzate anche dei bunga-bunga con Tarantini e Frisullo?
::::::::::::::::::::::::::::
se vieni a Bari lo organizziamo con te!
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ovviamente per rispetto di ospitalita',avrai l'onore di fare il capo-trenino...

Anonimo ha detto...

Perche in Puglia ci sono i piu' bravi per non dire i migliori!!!!
Poi abbiamo delle colleghe molto belle!!!!
-------
E organizzate anche dei bunga-bunga con Tarantini e Frisullo?
::::::::::::::::::::::::::::
se vieni a Bari lo organizziamo con te!
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ovviamente per rispetto di ospitalita',avrai l'onore di fare il capo-trenino...

----------------------------------
ok pero' andro' in retromarcia; quindi fai attenzione !