mercoledì 5 ottobre 2011

Rabbia Eutelia Ancora mistero sulle aziende in gara

Lavoratori sul piede di guerra
A dieci giorni dalla prersentazione delle domande non si conoscono i pretendenti

Arezzo, 4 ottobre 2011 - Un giallo, un thriller senza assassino, ma con un moribondo sul lettino dell’ospedale. Lo sfortunato ha un nome e un cognome, si chiama gruppo Eutelia. A dieci giorni dalla presentazione delle cinque domande per l’acquisto della società di via Calamandrei e di Agile, non sono stati diramati ufficialmente i nomi dei pretendenti, una procedura che fa a cozzi contro le aspettative delle maestranze, che da oltre un anno sono precipitati nel limbo e non sanno quale sarà la loro sorte. Sul tavolo del notaio Nicola Atlante sono state depositate cinque richieste, questa è l’unica cosa certa, tre delle quali hanno manifestato il loro interesse in direzione di Eutelia e due, invece, che hanno garantito la loro disponibilità verso Agile.


Cloud Italia e Elsynet, questi i nomi delle società emerse da tempo, entrambe si sono dichiarate pronte a frugarsi in tasca e si sono impegnate all’acquisto del gruppo tlc. Il resto è silenzio. Parla di situazione anomala, il segretario provinciale della Cgil, Giorgio Cartocci, che porta alla ribalta una volta di più il malessere dei 350 dipendenti, interessati, è ovvio, a conoscere i nomi degli imprenditori e dei gruppi, che hanno depositato le buste «A», «B» e «C» attraverso le quali hanno formalizzato le loro proposte.
Il bando per la procedura di vendita dei rami aziendali stabilisce che i tre commissari e l’advisor Deloitte, con l’eventuale assistenza dei consulenti legali e alla presenza del notaio, «potranno invitare, a mezzo opportuna comunicazione scritta, l’offerente a regolarizzare le comunicazioni e/o fornire i chiarimenti opportuni...se si riscontreranno ancora irregolarità sostanziali, i commissari straordinari avranno la facoltà di procedere all’esclusione dell’offerente dalle procedure di vendita». Così si legge al punto 4 del documento. E’ possibile che questa sia la causa del ritardo per ufficializzare l’elenco dei pretendenti e che il lungo lasso di tempo necessario per fornire l’indicazione sia da collegare all’inoltro di lettere e dei successivi chiarimenti. La vicenda, nonostante il tentativo di trovare una spiegazione plausibile, resta ancora avvolta dalle nebbie. Tutto questo mentre i dipendenti restano appesi ad un filo e non hanno modo neppure di «valutare» quanto accade attorno alla loro azienda.
Una volta espletata questa fase, si giungerà alla scelta delle offerte sulla base di un punteggio, che terrà conto di elementi ponderati: sostenibilità degli investimenti, validità del piano industriale, congruità del prezzo, conservazione dell’integrità aziendale e mantenimento dell’occupazione. I «voti» assegnati sono più alti per il prezzo garantito, ma decrescono appena si parla di tutti gli altri parametri, che tuttavia hanno un innegabile peso della graduatoria per individuare il vincitore.
La selezione sarà fatta sulla base di accurate formule matematiche, che non lasceranno, a quanto pare, spazio al caso e alla discrezionalità. C’è solo da augurarsi che Pitagora non deluda le attese della comunità economica e sindacale del territorio, che assieme agli enti locali, hanno invocato la ripresa di un cammino di crescita per l’azienda di via Calamandrei. Non sono in gioco solo posti di lavoro, ma anche le prospettive di una città, che ha visto precipitare nell’incertezza le sue imprese più importanti

109 commenti :

Anonimo ha detto...

commissari commissari, 30 mila euro almese sono tanti... piu' sono i mesi e meglio e'.

Anonimo ha detto...

Scusate ma cosa serve sapere i nomi dei contendenti, una volta saputi i nomi cosa cambia, sbaglio o a noi interessa sapere solo chi ha vinto e qual'è il suo programma in dettaglio.

Anonimo ha detto...

Al Ministero è stata una riunione solo per coinvolgere le Regioni, sono stati forniti i numeri dei sospesi cui si prospetta al massimo altri 2 anni di cassa se non intervengono gli enti locali: Ivrea 89, Torino 79, Pregnana 229, Padova 50, Genova 10, Arezzo 5, Firenze 10, Calenzano 14, Perugia 10, Bologna 31, Roma 193, Napoli 82, Prata di Principato 13, Palermo 20, Bari 74, Rende 14.
Probabilmente questi numeri cresceranno quando verranno resi pubblici i numeri delle offerte.
Le Regioni si sono dette disponibili, tanto per ora non costa niente, speriamo che dopo 2 anni di nulla adesso capiscano che si devono accollare il problema.

Anonimo ha detto...

Acolarsi il problema? :-)
Mi fate sorridere.
Se il governo centrale e quelli perriferisci si comportano cosi come hanno fatto con altre vertenze (è iutile che vi elenchi gli esempi) dobbiamo solo sperare che ci allunghino la CIGS il piu possibile.

Anonimo ha detto...

tra una risata e l'altra qualche valore aggiunto sarebbe utile

Anonimo ha detto...

Ma perchè i commissari non dicono esattamente:
-chi sono gli offerenti
-chi ha fatto l'offerta migliore
-quante sono le unita' lavorative
occupate

In modo che sia piu' semplice capire
il numero dei colleghi rimanenti e cosa fare a livello regionale

Anonimo ha detto...

Se in Lombardia saranno escluse dall'offerta dell'acquirente 229 persone o 279 persone cosa cambia?
Se nel Lazio saranno escluse dall'offerta dell'acquirente 193 persone o 243 persone cosa cambia?
Dietro ogni numero c'è una persona.

Anonimo ha detto...

Ma scusate, invesce di farvi tante domande, chiedetevi: chi sono i vostri rappresentanti che hanno partecipato alle riunioni? i sindacati, allora chiedete a loro...

Anonimo ha detto...

Ma perchè i commissari non dicono esattamente:
-chi sono gli offerenti
-chi ha fatto l'offerta migliore
-quante sono le unita' lavorative
occupate

In modo che sia piu' semplice capire
il numero dei colleghi rimanenti e cosa fare a livello regionale
-----------------------------------
Una spiegazione pare l'abbiano data . Fino a quando gli advisor non completano il loro lavoro di analisi societaria non possono comunicare ufficialmente i nomi.
Il suddetto lavoro dovrebbe terminare per la metà di ottobre e successivamente saranno comunicati i nomi delle aziende.
Presumo che solo dopo la proclamazione ufficiale del vincitore verrà presentata, dallo stesso, il dettaglio del loro piano e solo allora si sapranno i numeri ed il loro ambito. Almeno questo è quello che penso ma posso sbagliarmi.
Come ha già detto un collega ma perchè tutta sta smania di sapere i nomi delle aziende e addirittura quanto hanno offerto. Abbiamo aspettato tutto sto tempo cosa saranno altri 15-20 gg, entro fine mese si saprà il ns destino.

Anonimo ha detto...

Un conto è aspettare, un conto è che in molti manovrano il nostro futuro e noi non possiamo ne controllare ne intervenire.
La vuoi chiamare smania?
Scusate se giocate con il nostro futuro, sulle nostre vite private, ci hanno tolto il lavoro, dobbiammo aspettare e tacere.
StoKazzo!

Anonimo ha detto...

Allora i nomi si sanno???

Anonimo ha detto...

IMPORTANTE

Si ricorda ai colleghi che si stanno licenziando, a chi si è già licenziato,e a chi è al lavoro, di restituire quanto prima il prestito ricevuto dal Fondo.
Grazie.

CC Bancario N.00000130318 - Cod.IBAN IT 78 D 05018 04000 000000130318
...................................
Aggiornate estratto conto di bari; e' fermo a giugno !!

Anonimo ha detto...

Colleghi scusate ma ho un po di confusione non ho capito se oltre a TBS chi e' la seconda partecipante alla gara di Agile?

Anonimo ha detto...

Sei fortunato il tuo è fermo a giugno hai visto gli altri per caso?

Anonimo ha detto...

resoconto dell'incontro al mise

http://lavoratoriagileinlotta.blogspot.com/2011/10/potetti-fiom-per-la-agile-firmeremo.html

Anonimo ha detto...

resoconto dell'incontro al mise

http://lavoratoriagileinlotta.blogspot.com/2011/10/potetti-fiom-per-la-agile-firmeremo.html

=================================
FINALMENTE DOPO TANTO MI SEMBRA UN DISCORSO SENSATO ED ADEGUATO ALLA SITUAZIONE DA PARTE DEL SINDACATO SPERIAMO CHE ALLE PAROLE SEGUANO I FATTI

Anonimo ha detto...

FINALMENTE DOPO TANTO MI SEMBRA UN DISCORSO SENSATO ED ADEGUATO ALLA SITUAZIONE DA PARTE DEL SINDACATO SPERIAMO CHE ALLE PAROLE SEGUANO I FATTI
----------------
Ma cosa devi sperare, ma cosa dovrebbero dire sti 4 ebeti, è logico che dicano che non firmeranno nulla se non si salvano tutti, è la pressi e il modus di ogni bravo sindacalista.
Ma tu veramente credi che si possano salvare 1000 persone, ma dove vivi su marte...

Anonimo ha detto...

Colleghi scusate ma ho un po di confusione non ho capito se oltre a TBS chi e' la seconda partecipante alla gara di Agile?

-------------------------------

Nessuno lo sa.
Penso che sia una piccola azienda che abbia fatto offerta solo per il call center. E vero?

Anonimo ha detto...

Dopo tante promesse disattese, adesso i sindacati dovranno scegliere: 'solo' 1100 a casa oppure tutti a casa.
Ma il Ministero non può lavarsene le mani, le colpe non sono solo dei sindacati. Chi avallo la cessione da banditi a banditi?
E la Presidenza del Consiglio con i suoi comunicati firmati Gianni Letta? Effetto: addio RAI, addio Comune di Roma, addio Bankitalia.
E le Regioni cosa vogliono formare ancora? Siamo iperqualificati, ci devono ricollocare non formare!

Anonimo ha detto...

Mi chiedo come mai se non ci sono soldi gente che sta rientrando dalle commesse invece di essere messa in cassa sta dal 1 settembre in azienda a Roma a scaldare una sedia?? Anche loro alti,biondi e con gli occhi azzurri?? TBS ne prederà forse 150/200 in tre anni e probabilmente con decurtazioni dello stipendio ma chi sta al lavoro è così tanto tranquillo?? L'altra offerta è solo per il call center di Potenza

Anonimo ha detto...

commissari commissari, 30 mila euro almese sono tanti... piu' sono i mesi e meglio e'.
====
scusa sono 33.000,00
3.000,00 non è poco!

Anonimo ha detto...

Infatti, gente come Potetti and company blatera solo per dare un senso allo stipendio (e forse qualcos'altro) come funzionario che lui si' prende tutti i mesi fregandosene di noi.
''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''
Ma cosa devi sperare, ma cosa dovrebbero dire sti 4 ebeti, è logico che dicano che non firmeranno nulla se non si salvano tutti, è la pressi e il modus di ogni bravo sindacalista.
Ma tu veramente credi che si possano salvare 1000 persone, ma dove vivi su marte...

Anonimo ha detto...

In quanti siete oggi alla manifestazione davanti l'INPS?
Siamo stati informati per tempo per partecipare alla manifestazione?
Io sono in cassa se così si può chiamare questo trattamento economico da parte dell'inps, quindi mi sento LIBERO di mandare AFFANCULO sia Potetti che il sig. Michelangelo che gestisce le nostre pratiche all'inps, si si AFFANCULO!
ANDATE AFFANCULO PEZZI DI MERDA!

Anonimo ha detto...

TBS ne prederà forse 150/200 in tre anni e probabilmente con decurtazioni dello stipendio ma chi sta al lavoro è così tanto tranquillo?? L'altra offerta è solo per il call center di Potenza

Potenza? Ma se questa è una commessa in perdita come si fa a prenderla?
Ma! Ci capisco poco....

Anonimo ha detto...

"Stay hungry, stay
foolish":
http://www.youtube.com/watch?v=8ogACjJcNzc&feature=player_embedded

Anonimo ha detto...

Quando la Saitta difendeva i giudici tangentisti, figuriamoci se difende noi POVERI lavoratori!

PROCESSO SME
Verde: nessuna tangente, soldi spesi nel basket
MILANO - Nessuna tangente al giudice, solo il rimborso al figlio del giudice dei soldi anticipati negli anni per una squadra di pallacanestro: dopo gli affari immobiliari evocati dall' avvocato Attilio Pacifico con il giudice Renato Squillante per motivare i rapporti patrimoniali con Cesare Previti, adesso è all' attività di una società di basket che si appoggia a sorpresa un altro degli imputati (il giudice Filippo Verde) per difendersi nel processo Sme dall' accusa di corruzione. Verde fu l' estensore il 19 luglio 1986 della sentenza del Tribunale civile di Roma che diede il primo stop giudiziario all' acquisto, da parte della Buitoni di De Benedetti, del comparto agroalimentare dell' Iri (Sme). Due anni dopo, il 2 maggio 1988, «data immediatamente successiva» al rigetto in Cassazione del ricorso dela Buitoni, Pietro Barilla (voluto da Silvio Berlusconi nella «cordata» anti-Buitoni) dalla InterAllianz Bank di Zurigo accredita 750 milioni di lire all' avvocato Pacifico sul conto Quasar della Sbt di Bellinzona, dove Pacifico il 9 maggio li ritira in contanti. Per l' accusa, Pacifico ne avrebbe poi fatto «pervenire parte, nell' ordine di circa 200 milioni, a Filippo Verde, che li depositava in contanti in più soluzioni sul conto 5335 della Banca di Roma intestato a lui e a sua moglie». No, ribatte ieri la consulente contabile di Verde, Daniela Saitta, quel conto non era di Verde e della moglie, ma di Verde e del figlio Camillo. Vi rileva versamenti in contanti, ma anche prima del 9 maggio 1988, cioè prima che Barilla paghi Pacifico. E soprattutto - consegna ai difensori Renato Borzone e Barbara Bonzano - il figlio di Verde gestiva l' associazione sportiva «Master Valentino Basket», talvolta attingendo al proprio conto (e ad uno precedente, poi chiuso), anziché a quello pur liquido della società, per pagare allenatori, giocatori, palestre. I contanti «incriminati» dai pm non sarebbero che alcune tappe della restituzione di parte di quei soldi. Chi, oltre al figlio di Verde, lo dice al consulente? Non i documenti dei due conti: perché uno non lo prova e l' altro, quello del 1988, non è più conservato dalla banca per il troppo tempo trascorso. E allora la consulente, come ammette di fronte alle contestazioni del pm sul metodo di lavoro, si basa su «una deduzione: siccome è documentato che rimborsi analoghi in contanti vi sono stati nel 1989 e 1990, è immaginabile lo stesso nel 1988». E se un assegno risulta versato da Pacifico, il perito può solo riferire la motivazione del figlio di Verde: «Rapporti professionali». Luigi Ferrarella lferrarella@corriere.it

Ferrarella Luigi

Anonimo ha detto...

TBS ne prederà forse 150/200 in tre anni e probabilmente con decurtazioni dello stipendio ma chi sta al lavoro è così tanto tranquillo?? L'altra offerta è solo per il call center di Potenza.
----------------------------------
Molti che stanno al lavoro continuano a rubare lo stipendio e non di 1300 euro al mese ma esagerati molti senza mansioni.
Forse il vento incomincia a cambiare anche per loro e a bruciargli il c..o infatti ultimamente li vedi anche alle assemblee.
Poi decurtare stipendi esagerati di nullafacenti e' facile basta metterli in cassaintegrazione.
Ma no bisogna mangiare ancora fino all' ultimo senza ritegno.
Speriamo che il vento cambi finalmente.

Anonimo ha detto...

Verranno presi solo i tecnici operativi ,,,non tutti ,qualcuno dove serve verrà richiamato dalla c.i.,gli altri tutti a casa.Questa volta non si tratta di cessione ma di vendita,quindi dopo qualche mese a casa anche gli altri...tutto in regola.

Anonimo ha detto...

Stipendio max 1200 euro chi vuole accetta altrimenti a casa.

Anonimo ha detto...

Non si può commentare un piano industriale che non si conosce. Forse alcune sedi verranno salvate: Bari. Per molti si dovranno attivare ammortizzatori, altri dovranno rimboccassi le maniche. È probabile anche una riduzione degli stipendi, ma 1200 non sono possibili. Ma allo stato, non si può ipotizzare nulla.

Anonimo ha detto...

Domani piove.
O forse ci sara' il Sole, beh forse non e' proprio giusto, diciamo che non sara' nuvoloso.


Dopo domani ve lo dico con certezza!

Anonimo ha detto...

Gira voce che per l'offerta su Agile oltre a TBS la seconda partecipante sia Reply.

Vi risulta?

Anonimo ha detto...

veramente risulta che i Commissari non abbiano ancora rivelato nulla. Per cui queste sono tutte congetture, credo

Anonimo ha detto...

E chi sarebbe secondo te la seconda partecipante?

Anonimo ha detto...

veramente risulta che i Commissari non abbiano ancora rivelato nulla. Per cui queste sono tutte congetture, credo

----------------
non hanno rivelato nulla a te probabilmente, altrimenti come si spiega l'incontro a bari in regione della TBS?

Anonimo ha detto...


E chi sarebbe secondo te la seconda partecipante?


Una piccola sociata' americana: International Business Machines

Anonimo ha detto...

E chi sarebbe secondo te la seconda partecipante?


Una piccola sociata' americana: International Business Machines

07 ottobre 2011 16:29

Non spariamo sempre tante cazzate...in questo forum non c'e' molto da scherzare
Grazie.

Anonimo ha detto...

E chi sarebbe secondo te la seconda partecipante?


Una piccola sociata' americana: International Business Machines

07 ottobre 2011 16:29

Non spariamo sempre tante cazzate...in questo forum non c'e' molto da scherzare
Grazie.

-----------------------------

Concordo con te........

L'International Business Machines Corporation - nota come IBM o Big Blue - è un' azienda statunitense, tra le maggiori al mondo nel settore informatico

Anonimo ha detto...

Non spariamo sempre tante cazzate...in questo forum non c'e' molto da scherzare
Grazie.


In verita' piu' della meta' dei messaggi presenti sono frutto di supposizioni, sentito dire, ipotesi piu' o meno campate in aria, se i Commissari non fanno un Comunicato ufficiale, non serve chiedere notizie, o peggio ancora sparare stupidaggini.

Anonimo ha detto...

Ma siete sicuri che tbs sia stata a Bari? Perché Bari?

Anonimo ha detto...

Qualcuno ha idea di quando riprenderanno le udienze al tribunale fallimentare di Roma ?

Anonimo ha detto...

SEN.ADRIANA POLI BORTONE

In data 12 luglio 2011 è stato pubblicato un bando per la procedura di vendita dei rami aziendali it (“RAMO IT”) e call center (“ramo call center”) facenti capo ad Agile SRL in A.S. Ed eventualmente, anche in via congiunta, con i rami d'azienda telecomunicazioni (“RAMO TLC”) e difesa (“RAMO DIFESA”) facenti capo ad EUTELIA SPA in AS. In data 23/09/2011 i commissari straordinari hanno comunicato di aver ricevuto 5 offerte: 3 per Eutelia e 2 per Agile. Agli inizi del mese di ottobre, presso l'Unità di Crisi della regione Puglia si è svolto un incontro con i sindacati regionali ed una delle aziende che presumibilmente ha presentato offerta per AGILE.

Il 4 ottobre presso l'Unità di Crisi del MISE si è svolto un incontro fra le regioni ed i sindacati per fronteggiare la situazione che dovesse determinarsi in seguito alla vendita qualora ci fossero (come è prevedibile) esuberi. Dal comunicato della UILM del 5 ottobre si evince che le regioni coinvolte hanno dato disponibilità ad intervenire di concerto con il Governo per la soluzione della vertenza. Si vorrebbe sapere quali sono i tempi per l'espletamento della procedura do vendita, posto che il valore dell'azienda AGILE diminuisce per effetto della fine delle commesse rimaste e che stante questa situazione difficilmente saranno rinnovate. Quali sono le iniziative che il Governo e le regioni intendono mettere in campo, sopratutto quelle per i lavoratori delle sedi di Napoli, Palermo, Avellino, Rende, Potenza e Bari che hanno meno commesse e quindi più difficilmente collocabili.

Sen. Adriana POLI BORTONE

Anonimo ha detto...

Che comunicato pregno di contenuti...

Anonimo ha detto...

Ma la senatrice PoliBortone ha fatto un interrogazione in senato? E come fa a sapere dell'incontro a Bari?

Anonimo ha detto...

Si direbbe che ci sia molto movimento a Bari. Forza baresi, cosa bolle in pentola? Vogliamo sapere...

Anonimo ha detto...

a scusate di cosa parlete, lo sanno anche i sassi che quelli della TBS è da almeno 2 mesi che fanno il giro delle sedi in tutta italia e non solo a bari. Se sono tra i possibili compratori è logico che vedano cosa prendono.

Anonimo ha detto...

Basta con il parlare a vanvera!
Fino a quando non si saprà chi sono gli acquirenti e soprattutto quali sono le professionalità che intendono acquisire, è inutile sparare stupidaggini destabilizzanti.

Anonimo ha detto...

Sembra che tutti vogliano riavere il loro lavoro, allora perchè è così difficile far rientrare dalla cassa certe persone?
Hanno un lavoro in nero? Allora sono dei farabutti.
Stanno bene di famiglia? Allora beati loro.
Si accontentano delle briciole dell'INPS. Allora non li comprendo e mi chiedo dove stia la loro dignità..
Ma la cosa più grave è che ci sono colleghi che lavorano, non fanno un c...o dalla mattina alla sera e non accettano di fare altri lavori perchè demansionanti.
Questi andrebbero cacciati a pedate nel sedere e al loro posto bisognerebbe mettere persone che hanno voglia di lavorare seriamente.
Poi, tra qualche settimana forse tutto ciò non servirà a nulla, ma almeno vale la pena di provarci.

Anonimo ha detto...

Non solo TBS è andata a Bari e in altre sedi sparse in Italia

Tutte le società partecipanti hanno fatto il giro delle sedi

Anonimo ha detto...

Mi aspetto che il sindacato emani un comunicato in cui si dice che si DEVONO salvare tutti i posti di lavoro di tutti noi in CIGS, che siamo quelli più deboli.

Anonimo ha detto...

Mi aspetto che il sindacato emani un comunicato in cui si dice che si DEVONO salvare tutti i posti di lavoro di tutti noi in CIGS, che siamo quelli più deboli.

--------------
mi sa che anche tu vivi su marte...

Anonimo ha detto...

Se tutte le aziende che hanno partecipato al bando hanno fatto il giro delle sedi, dovremmo conoscerne i nomi, e quindi sapremmo chi, oltre a TBS si è candidata.
Ma non è così: Tbs si è incontrata con i sindacati e l'unità di crisi della regione Puglia. Questo è detto anche nell'interrogazione della Poli-Bortone, ed è un fatto politico e sindacale. Come mai ai lavoratori non è stato comunicato nulla? Non mi sembra che sia trasparente il comportamento dei sindacati, tantomeno della RSU di Bari.
A meno che non se ne parli lunedì nell'incontro di Roma.

Anonimo ha detto...

Se tutte le aziende che hanno partecipato al bando hanno fatto il giro delle sedi, dovremmo conoscerne i nomi, e quindi sapremmo chi, oltre a TBS si è candidata.
Ma non è così: Tbs si è incontrata con i sindacati e l'unità di crisi della regione Puglia. Questo è detto anche nell'interrogazione della Poli-Bortone, ed è un fatto politico e sindacale. Come mai ai lavoratori non è stato comunicato nulla? Non mi sembra che sia trasparente il comportamento dei sindacati, tantomeno della RSU di Bari.
A meno che non se ne parli lunedì nell'incontro di Roma.

---------------
perchè parli di poca correttezza del sindacato scusa, è logico che se la tbs viene a bari e la regione vuole discutere, che cosa bisogna fare nulla? Al massimo l anomalia o la poca correttezza è da parte del tuo rsu che dorme...

Anonimo ha detto...

---------------
perchè parli di poca correttezza del sindacato scusa, è logico che se la tbs viene a bari e la regione vuole discutere, che cosa bisogna fare nulla? Al massimo l anomalia o la poca correttezza è da parte del tuo rsu che dorme...
-----------------------------------
Se si è parlato di ipotesi sul destino dei lavoratori, forse qualcuno che dice di rappresentarli dovrebbe informarli, anche tramite la rsu.
Questa "riservatezza" desta sospetti, resi ancor più gravi dal momento drammatico che ogni lavoratore vive in questo momento.

Purtroppo n
In questo Paese or
S

Anonimo ha detto...

Il 4 ottobre presso l'Unità di Crisi del MISE si è svolto un incontro fra le regioni ed i sindacati per fronteggiare la situazione che dovesse determinarsi in seguito alla vendita qualora ci fossero (come è prevedibile) esuberi

-----------------------------------
Scusate la Senatrice dice solo dell'incontro a Bari tra l'unità di crisi e i sindacati.
La presenza di TBS all'incontro e' stata invenzione di qualcuno.Pertanto prima di calunniare pensateci!

Anonimo ha detto...

Dall'interrogazione della PoliBortone: Agli inizi del mese di ottobre, presso l'Unità di Crisi della regione Puglia si è svolto un incontro con i sindacati regionali ed una delle aziende che presumibilmente ha presentato offerta per AGILE.
Non di dice chi è l'azienda! Ma perché tanto mistero?

Anonimo ha detto...

Scusate la Senatrice dice solo dell'incontro a Bari tra l'unità di crisi e i sindacati.
La presenza di TBS all'incontro e' stata invenzione di qualcuno.Pertanto prima di calunniare pensateci!

-----------
nessuna calunnia, in daTA 28 sett, esiste un comunicato sindacale che afferma:
All'incontro sono stati invitati:

I membri del comitato Sepac*
Le Organizzazioni Sindacali Confederali Cgil, Cisl e Uil Regionali
TBS Group

informatevi
grazie

Anonimo ha detto...

Dove possiamo trovare il comunicato?

Anonimo ha detto...

Dove possiamo trovare il comunicato?

---------------------
Non facciamo ridere i polli, ci sta gli rsu, hanno fatto loro il comunicato, chiedete a loro.

Anonimo ha detto...

Non c'è nessun comunicato. E comunque vorremmo sapere cosa è scaturito dalla riunione.

Anonimo ha detto...

Non c'è nessun comunicato. E comunque vorremmo sapere cosa è scaturito dalla riunione
------------------
è vero, quindi non ci è stata nessuna riunione...

Anonimo ha detto...

Mercoledì 12 ottobre- Bari
ore 09:00 - Assemblea - Odg:
- Situazione aziendale e coordinamento del 10 ottobre
- Incontro in Regione del 3 ottobre

Finalmente in questa sede verranno forniti i chiarimenti doverosi... Per Bari nutro un cauto ottimismo...

Anonimo ha detto...

E chi saresti mai, tu che addirittura nutri, se sapevi potevi evitare di farci penare una settimana.
giusto?

Anonimo ha detto...

Giusto! Peró si tratta solo di una sensazione fondata sul fatto che non ci sarebbe stato un incontro in regione con TBS se non ci fosse un progetto per Bari. È ottimismo allo stato puro, unito a una grande voglia di lavorare.

Anonimo ha detto...

Giusto! Peró si tratta solo di una sensazione fondata sul fatto che non ci sarebbe stato un incontro in regione con TBS se non ci fosse un progetto per Bari. È ottimismo allo stato puro, unito a una grande voglia di lavorare.

-----------mi auguro che tu abbia ragione

Anonimo ha detto...

State facendo un casino di chiacchiere sul nulla!
Txx è stata a bari come nelle altre sedi. A Bari ha iniziato a capire quali "convenienze" può trovare altrimenti addio sede. Per le altre regioni del sud, l'addio è conclamato.
Per roma, resta ma da capire come. Per milano ed ivrea, è tutto da ...ottimizzare!
Tutto ciò per un totale presunto di 200 persone di cui molti tecnici e qualche altra commessa ancora attiva(se fanno presto).
Le altre aziende che hanno fatto il giro delle sedi...evidentemente sono rimaste "sconvolte" al punto da non presentare un bel nulla altro che offerta.
Sindacati? cioè? dopo alcuni anni, si sta realizzando quello che voleva Lxxxx prima e Mxxxx dopo. Ergo: efficacia dell'azione dei sindacati = ZERO!!!(ho detto zero, nisba, nulla, ecc).
Quindi ora ci aspetta: la straordinaria definizione del "processo" per gestire la situazione, quindi chiacchiere travestite da contrattazione per ottenere la "morte" lavorativa di dell'intera Agile meno quei 200 che forse si salveranno ma con una bella fetta di stipendio in meno.
Insomma, Scxxxxxx, Lxxxx, Mxxxxx/Lxxxxx, sindacati vari, Ministeri e Regioni d'Italia
GRAZIE PER AVERCI ROVINATO E PRESO PER I FONDELLI FINO ALL'ULTIMO!!!

/Stanco/

Anonimo ha detto...

Caro "Stanco" quando dici efficacia dell'azione dei sindacati = ZERO!!! forse ti sei dimenticato quel proverbio che dice: Chiedere è lecito rispondere è cortesia.

Anonimo ha detto...

Caro Stanco, che senso avrebbe fare il giro delle sedi a gara chiusa? Non è logico!
Evidentemente a Bari i sindacati, le Istituzioni e la politica cercano di funzionare.

Anonimo ha detto...

Se tutto va bene...siamo rovinati...

Anonimo ha detto...

Caro Stanco, che senso avrebbe fare il giro delle sedi a gara chiusa? Non è logico!
Evidentemente a Bari i sindacati, le Istituzioni e la politica cercano di funzionare
------------------------------
Temo che stanco abbia ragione.

Anonimo ha detto...

chi ha 55 anni o piu' si salva gli altri sono in mano alle Regioni

Anonimo ha detto...

chi ha 55 anni o piu' si salva gli altri sono in mano alle Regioni

----------------------------
Qualcuno ha qualche informazione sulla soluzione prevista per chi ha più di 55 anni?

Anonimo ha detto...

Ancora niente cigs al 10 di ottobre,
grande impegno di Potetti presso l'inps, grande manifestazione!

Bravo

Anonimo ha detto...


Qualcuno ha qualche informazione sulla soluzione prevista per chi ha più di 55 anni?


Qualcuno butta li' un idea sulle cose da portare al tavolo del Ministero, e gia' siamo arrivati alla soluzione del problema.
In parole chiare: NON CE NESSUNA SOLUZIONE!
Quando si parlera' di aprire qualche scivolo verso la pensione, per i dipendenti piu' anziani, con le dovute garanzie, il Ministero del Welfare firmera' l'accordo ed il Governo emanera' l'apposito decreto legge, allora e solo allora, la tua domanda avra' un senso. Prima di allora tutte le ipotesi hanno ragione ma nessuna esiste. Parlarne oggi, serve soltanto per sentire domani criticare il Sindacato come si legge nella meta' dei messaggi presenti.
In ogni caso, di questi tempi, con le continue richieste di alzare l'eta per andare in pensione, con la penuria di denaro che affligge lo Stato e lo stato di crisi che affligge molte Aziende, meglio non farsi grandi illusioni.

Anonimo ha detto...

Parlarne oggi, serve soltanto per sentire domani criticare il Sindacato come si legge nella meta' dei messaggi presenti
-------------------------
Ma tu credi veramente che i lavoratori credano ancora alle parole di sti 4 cialtroni"rsu", guarda che le persone vengono alle assemblee perchè hanno sete di notizie e verità.
Purtroppo le notizie vere o presunte vere le danno sti qua, altrimenti non se li cagherebbe più nessuno.

Anonimo ha detto...

Ancora niente cigs al 10 di ottobre,
grande impegno di Potetti presso l'inps, grande manifestazione!
.....................................
Per avere la CIGS intorno al 12 del mese, come è successo per agosto, è fondamentale che l'azienda comunichi entro i primi due giorni del mese l'SR100 all'inps e relativi SR41 ai lavoratori.Poi ovviamente entra in gioco l'inps che deve processare
la transazione il più presto possibile e partire da quel giorno, passano ca 10gg affinchè la Banca d'Italia emetta il bonifico.
Quindi occorre far pressione sull'azienda affinchè emetta gli SR41 entro il giorno 1 o 2 del mese e avendolo fatto ad Agosto non vedo perchè non possa farlo tutti i mesi invece di processarli insieme agli stipendi dal 10 in poi.

Anonimo ha detto...

e cmq anche se non c'è ancora nessun avviso è disponibile sul sito agilenet il modello sr41 di settembre 2011 per tutti coloro che sono in cigs.

Anonimo ha detto...

Un augurio di buon inizio a tutti i colleghi impegnati sulle nuove commesse annuali Poste Veneto-Friuli-Trentino ed Umbria ed a quelli impegnati per Intesa San Paolo. Sindacati vigilate.

Anonimo ha detto...

Caro "Stanco" quando dici efficacia dell'azione dei sindacati = ZERO!!! forse ti sei dimenticato quel proverbio che dice: Chiedere è lecito rispondere è cortesia.
---------------------------------
Vero, ma qui le cortesie son finite da un pezzo.
Quindi, o il sindacato ha(aveva) gli attributi ed allora qualche risultato si vede (si sarebbe visto) oppure, e temo sia il nostro caso, il sindacato è molle ed il risultato è conseguente...

/Stanco/

Anonimo ha detto...

Caro Stanco, che senso avrebbe fare il giro delle sedi a gara chiusa? Non è logico!
Evidentemente a Bari i sindacati, le Istituzioni e la politica cercano di funzionare
-------------------------------
E' logico...specie se fissato prima dall'unica azienda realmente interessata.
Essa, sapendo che è l'unica, fissa già PRIMA i contatti, perchè vuole capire se e come può mantenere le sedi...
La sede di Bari è a rischio, la Puglia è una delle regione meno insensibili...
Da qui a dire che funzionano (sindacati, istituzioni, politica) ce ne passa anche se a dirlo fosse un sindacalista, un incarico istituzionale, un politico.
Non credi?

/Stanco/

Anonimo ha detto...

Non credo, Stanco! Con tutto il rispetto, non avendo la sfera di cristallo, TBS non poteva sapere di essere l'unica partecipante! Infatti le partecipanti sono ben due.
Il ragionamento da fare è un altro: Bari fornisce alcune risorse per qualche commessa, e quindi può interessare solo a fronte di un piano industriale di sviluppo. Ecco perché dovevano confrontarsi con istituzioni e sindacati. Perché abbiano scelto Bari non possiamo immaginarlo, peró mercoledì possiamo chiederlo in assemblea.
La cosa veramente strana è perché ci stanno mettendo tanto a valutare le offerte: in fondo sono solo due. Chi sta gestendo la route map? Il sindacato? Il governo? I commissari? Se questo passaggio fosse avvenuto solo sei mesi fa, sarebbe stato più semplice l'accesso agli ammortizzatori e quantomeno scivolare molta più gente, oltre al fatto che si sarebbero salvate più commesse.
Questo è il vero errore del sindacato, non aver gestito la ruote map, andando dietro a utopiche ipotesi di ricongiungimento con Eutelia. I lavoratori sono stati usati per scopi politici, per riempire la piazza contro il governo.
Ecco perché ti senti"Stanco",ma in realtà dovresti definirti in altro modo.

Anonimo ha detto...

Non credo, Stanco! Con tutto il rispetto, non avendo la sfera di cristallo, TBS non poteva sapere di essere l'unica partecipante! Infatti le partecipanti sono ben due.
---------------

Ed invece io lo credo. Nessuna ha la sfera di cristallo ma certe cose sono note da prima. Ed infatti la partecipante è una (txx) perchè l'altra è offerente per il call center e non per agile it!


Il ragionamento da fare è un altro: Bari fornisce alcune risorse per qualche commessa, e quindi può interessare solo a fronte di un piano industriale di sviluppo
---------------
Bari è in Puglia ovvero regione attenta alla situazione. Se bari fosse nel lazio o in calabria/campania ecc. non staremmo qui a discutere sia perchè basta vedere i "vertici politici" sia perchè hanno una situazione sociale/economica/occupazionale molto (più) grave.


La cosa veramente strana è perché ci stanno mettendo tanto a valutare le offerte: in fondo sono solo due.
-------------
Come prima: l'offerta è solo una e quindi la tua sorpresa, in tal senso, è ancora più giustificata. Ma devono capire non solo chi si salva ma anche come moriranno gli altri. Morte più o meno lunga o corta, indecente o dignitosa ma pur sempre morte professionale!


Questo è il vero errore del sindacato, non aver gestito la ruote map, andando dietro a utopiche ipotesi di ricongiungimento con Eutelia.
----------
D'accordo che il sindacato non è stato efficace.
Difficile che possa esserlo ora. Me lo auguro per tutti ma non credo. Non è stato capace quando gli abbiamo conferito forza(manifestazioni/blocchi/occupazioni) figuriamoci ora.
Quasi quasi comincio a pensare che è utto un film già scritto...stiamo solo rendendo migliori i particolari (la sceneggiatura per esempio).


Ecco perché ti senti"Stanco",ma in realtà dovresti definirti in altro modo.
---------------------
Si mi sento Stanco, non so come dovrei definirmi ma una mezza idea forse ce l'ho...

/Stanco/

Anonimo ha detto...

Spero solo che chi compra abbia capito chi comprare e chi no.
Se sono stati nelle sedi sicuramente avranno capito chi gli serve e chi non gli serve solo che forse chi gli serve veramente attualmente non e' in carica ma e' in cassa.
Stipendi stratosferici tra capi capetti e ultra capetti e tutti a continuare a mangiare.
Ma quando decideranno di mettere in cassa chi non ha mansioni e guadagna un sacco di soldi ma non fa' nulla?

Anonimo ha detto...

Primo piano dalla Sede di Bari

IMPORTANTE

Si ricorda ai colleghi che si stanno licenziando, a chi si è già licenziato,
e a chi è al lavoro, di restituire quanto prima il prestito ricevuto dal Fondo.
Grazie.

Anonimo ha detto...

Dopo quello che ci e' successo come minimo la soluzione e' il salvataggio di tutti.
Chi in pensione chi a lavorare.
Un sogno.
Mah

Anonimo ha detto...

Dopo quello che ci e' successo come minimo la soluzione e' il salvataggio di tutti.
Chi in pensione chi a lavorare.
Un sogno.
Mah
-------------------------------------------------------
E perché no? Magari anche una crociera ai Caraibi.
Vabbè era un sogno...

Anonimo ha detto...

Non correi turbare i vostri sonni, ma notizie di ieri?

Anonimo ha detto...

Non correi turbare i vostri sonni, ma notizie di ieri?


Torna pure a dormire tranquillo, se ti riferisci al Coordinamento Sindacale.
E' stato un semplice incontro interlocutorio, probabilmente convocato quando si prevedevano tempi piu' rapidi per la risoluzione del bando, stante questi i tempi e mancando le notizie, checche' ne dica qualcuno, le vere decisioni si prenderanno dopo il comunicato dei Commissari, che comunichera' il vincitore del bando.
Per il resto si prevede una manifestazione nazionale sotto il MISE, in occasione di uno degli incontri programmati MISE-Regioni per la gestione delle vicende Eutelia/Agile.

Anonimo ha detto...

Coordinamnto unitario - sintesi:

I tre coordinatori hanno riepilogato il contenuto dell’incontro al MISE del 04.10, di carattere prevalentemente interlocutorio. Non sono noti i nomi dei due soggetti industriali che hanno risposto al bando di gara né tanto meno il loro piano industriale ed i livelli
occupazionali garantiti. Si presume che una delle due offerte riguardi solo il ramo di Call Center per il CUP della Regione Basilicata. In questo momento le offerte sono al vaglio dell’advisor, il cui parere
dovrà poi essere verificato ed accettato da parte del MISE, del
comitato di sorveglianza e del comitato dei creditori. Si presume che
tale percorso potrà concludersi entro 10/15 gg per poi aprire la
procedura amministrativa ex art.47 che prevede il coinvolgimento delle
OO.SS e che durerà 25gg.
La posizione unitaria delle OO.SS prevede un accordo quadro che dia
risposte e soluzioni a tutti i 1357 lavoratori e lavoratrici
coinvolgendo l’acquirente, il MISE e le istituzioni locali.
All’incontro del 4/10 erano presenti rappresentanti delle Regioni
Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana, Lazio, Puglia e Campania.
Le Regioni e i Ministeri hanno deciso di istituire una task force che
avrà come obiettivo quello di verificare tutte le possibili
"strumentazioni" a disposizione.
Questa task force si dovrebbe riunire (solo Ministeri e Regioni) fra
una decina di giorni. Poi subito dopo e prima dell'avvio delle
procedure di cessione, un incontro con i sindacati per definire
l'accordo quadro e le soluzioni richieste.
Le linee di ragionamento, alla base dell’accordo quadro, condivise
nel coordinamento di ieri sono:
Lavoratori che passeranno nella newco: i numeri non si conoscono ma è possibile che il piano industriale possa prevedere una progressione
temporale. Ovviamente si potrà fare un ragionamento più compiuto solo quando si conosceranno i numeri. E’ comunque indispensabile avviare un processo condiviso dei razionali alla base della scelta dei
lavoratori e delle lavoratrici che passeranno alla newco.
Ammortizzatori sociali: dalla possibile firma sull'accordo sono
ipotizzabili altri sei mesi di vita per la procedura di A.S. e
successivamente max 18 mesi per la procedura di liquidazione, quindi
un complessivo di 24 mesi di CIGS prima di passare alle procedure di
licenziamento collettivo (mobilità).
A questi 24 mesi potrebbero aggiungersi altri 12 mesi di cigs laddove, invece di una vendita immediata, si dovesse transitare attraverso un affitto di ramo d'azienda finalizzato alla vendita. Questo
permetterebbe il proseguimento della A.S. e quindi della Cigs per
tutta la durata dell'affitto.
Accompagnamento alla pensione: è necessario avere dal Governo garanzie
sul congelamento delle regole pensionistiche per coloro che andranno in mobilità durante il periodo di cui sopra. Non possiamo chiedere ai lavoratori di andare in mobilità se il governo non garantisce certezza del pensionamento.
Coinvolgimento attivo delle Istituzioni Locali: estendere il
coinvolgimento anche alle Province e possibilmente anche ai Comuni
interessati, su interventi “concreti” di politiche sia attive che
passive. L'uso della formazione non dovrà essere fine a se stessa ma
finalizzata ad una attività/commessa/occupabilità.
Incentivare le attività e l’impiego di Lavoratori e Lavoratrici presso
i Tribunali Favorire la ricollocazione dei lavoratori e delle lavoratrici in
ambito locale attraverso appositi strumenti legislativi e/o aziende
informatiche regionali e/o facilitazione commesse su territorio.

Anonimo ha detto...

<>
Coinvolgimento attivo del MISE: Richiamare il MISE ed il governo alle proprie responsabilità sulla vicenda Agile-Eutelia affinché proponga e
attui iniziative e proposte che indirizzino soluzioni di prospettive di lavoro. Tra l’altro la possibilità di intervento sul territorio
e' notevolmente differente a seconda della regione interessata per cui è necessario che il MISE garantisca un fattivo coordinamento e la
disponibilità di risorse e/o deroghe al Patto di stabilità.
Coinvolgimento attivo di Eutelia: Non dimenticare e nn far dimenticare il ruolo di Eutelia nella nx vicenda e la truffa alla base della nx crisi con l’obiettivo di non tagliare il cordone ombelicale nei confronti di Eutelia e di trovare delle modalità di coinvolgimento
attivo sia di Eutelia che del nuovo acquirente di Eutelia.
La firma dell’accordo sindacale è vincolante al perfezionamento della vendita, come stabilito in maniera “originale” dal bando di vendita emesso dal MISE. Qualora non si dovessero raggiungere le condizioni di cui sopra, elementi essenziali dell’accordo quadro richiesto
unitariamente dalle OO.SS, si accelererebbe il percorso del fallimento e conseguentemente il periodo di ammortizzatori sociali, delineato
precedentemente, verrebbe significativamente inficiato .
Situazione Vertenze Legali
I legali avvieranno quanto prima le pratiche per la insinuazione al
passivo vs Eutelia, ma ad ogni modo nn esistono vincoli temporali a breve (oltre 12 mesi di tempo). Il tema principale, ancora nn
definitivamente chiuso con i commissari , è trovare una sintesi equa ed omogenea per tutti i lavoratori e le lavoratrici riguardo i mesi di retribuzione (fine 2009 inizio 2010) durante il periodo di presidio di
alcune sedi di Agile.
I legali stanno anche lavorando sulla partita ancora nn chiusa della
sentenza di insolvenza di Agile perché è ancora in piedi il
procedimento di opposizione avviato dai legali di Massa e Liori

Anonimo ha detto...

Brindisi,18 arresti tra disoccupati
Il comitato è accusato di sabotaggio
FOTO ANSA
07:16 - Con le accuse di violenza privata aggravata, arbitraria invasione e occupazione di aziende, sabotaggio e interruzione di servizio pubblico, la Digos ha arrestato 18 componenti del Comitato dei disoccupati di Brindisi. Tra i destinatari dei provvedimenti vi è il capo storico dei Cobas, e promotore del Comitato disoccupati, Roberto "Bobo" Aprile. Le indagini erano partite il primo marzo, dopo l'occupazione delle sedi della Monteco.

Anonimo ha detto...

Anche noi dipendenti Eutelia siamo stanchi di aspettare.......

Commissari datevi una mossa....

Anonimo ha detto...

Anche noi dipendenti Eutelia siamo stanchi di aspettare.......

Commissari datevi una mossa....

12 ottobre 2011 12:07
----------------------------------------------------
...con i commissari Eutelia ha vissuto il suo momento migliore!

Anonimo ha detto...

Allora quando si sapranno i risultati?

A Bari c'e' stata l'assemblea si puo' avere qualche notizia?

Che ne pensano i colleghi di cio' che succede a Bari?

Ci sono buone notizie?

Anonimo ha detto...

Quindi in attesa che le procedure del bando si esplichino, e mi sembra ci vogliano altri due mesi, che si fa?
Si riempie la piazza? Perché? Non si conoscono i numeri!
Sulla pelle dei lavoratori si compie ancora una volta l'ennesima truffa! Verranno presi i tecnici che sono impiegati nelle ultime commesse, si rottameranno quelli con almeno 55 anni, gli altri avranno cassa e mobilità per qualche anno, finendo nell'oblio.
Agitazioni ed affini servono al sindacato in affanno che cercherà di salvare qualcuno dei suoi.
Il governo che finora è stato latitante, da ieri è anche precario, ma sopratutto incapace di fornire alcuno strumento per gestire il problema. Le Regioni non possono certo assumere o affidare commesse saltando le procedure pubbliche. Peggio, sperare in un rapporto con Eutelia, che è stata vittima anch'essa della stessa consorteria.
Consiglio a tutti quelli che non sono nella lista dei salvabili, di rimboccarsi le maniche e pensare seriamente a mettersi sul mercato!

Anonimo ha detto...

Che fine hanno fatto i baresi?

Anonimo ha detto...

Non preoccuparti per i baresi, li ha assunti tutti TBS. Ah... Ah...

Anonimo ha detto...

....Consiglio a tutti quelli che non sono nella lista dei salvabili, di rimboccarsi le maniche e pensare seriamente a mettersi sul mercato!
===========
Si magari a vendere pomodori!
Ma non ci prendono nemmeno per quello visto l'età

Anonimo ha detto...

I Commissari non venderanno a nessuno, staranno sulla barca che e' ancora ricca per spolparla bene (20 milioni di euro di liquidita').

45 consulenti esterni strapagati che hanno nominato i commissari per ogni ridicala funzione servono solo a rigirare i soldi in nero a chi la nominati.
Vi ricordo a tutti che ognuno dei commissari prende solo 30.000 euro al mese ufficiali! Sti' figli/e de troia!

Anonimo ha detto...

I Commissari non venderanno a nessuno, staranno sulla barca che e' ancora ricca per spolparla bene (20 milioni di euro di liquidita').

45 consulenti esterni strapagati che hanno nominato i commissari per ogni ridicala funzione servono solo a rigirare i soldi in nero a chi la nominati.
Vi ricordo a tutti che ognuno dei commissari prende solo 30.000 euro al mese ufficiali! Sti' figli/e de troia!
---------------------------------
sono affermazioni pesanti le tue!!
se hai le prove,ci starebbe un bel esposto in procura!
se invece sono solo cazzate......

Anonimo ha detto...

TBS o non TBS se veramente c'e' una offerta prima bisogna fare fuori la casta che guadagna fior fior di quattrini e non e' capace di fare nulla che non il mestiere di lecchinare per puppare quello che e' ancora disponibile.
Le competenze ci sono purtroppo sono quelle che sono state escluse le uniche che portavano introiti.
Speriamo che chi compra non sia stato condizionato se ha girato le sedi, e si sia fatto un idea dei personaggi ancora appiccicati alla sedia ma nullafacenti e con stipendi stratosferici.
Molti ancora si fanno un c..o nero anticipando soldi per mantenere sta' banda di ladri.
E non si sa' se gli verranno restituti.
Poi io sono un tipo ottimista spero sempre che ci sia una giustizia divina.

Anonimo ha detto...

Agitazioni ed affini servono al sindacato in affanno che cercherà di salvare qualcuno dei suoi.
---------------------------------
Questo è praticamente quello che è stato detto in assemblea oggi a Bari

Anonimo ha detto...

....Consiglio a tutti quelli che non sono nella lista dei salvabili, di rimboccarsi le maniche e pensare seriamente a mettersi sul mercato!
===========
Si magari a vendere pomodori!
Ma non ci prendono nemmeno per quello visto l'età
------------
I non salvabili sono quelli con meno di 50 anni.
Fra cassa e mobilità ci sono 5 anni per collocarsi o mettersi in proprio ( da non sottovalutare).

Anonimo ha detto...

Si magari a vendere pomodori!
Ma non ci prendono nemmeno per quello visto l'età
==================

...conosco uno che già lavora in un supermarket...

Anonimo ha detto...

Si puo' sapere cosa si e' detto in assemblea a Bari?

Anonimo ha detto...

Si puo' sapere cosa si e' detto in assemblea a Bari?

---------------------------------
non solo si puo' sapere cosa si e' deciso nel coordinamento unitario del 10 ottobre.
Non e' stato emesso alcun comunicato.

Anonimo ha detto...

Che ne pensano i colleghi di cio' che succede a Bari?

Ci sono buone notizie?
=======================
Si che le RSU hanno datoconferma di quello che sono veramente....
Sperano di sedere al tavolo con l'aziioeneda per decidere chi dei lavoratori sarà eventualmente dentro o fuori..
E' proprio vero che sono loro i primi CORROTTI!!.Voglio sperare che ciò non avvenga (ma i fatti e gli atteggiamenti mi fanno credere il contrario).Hanno aizzato la guierra dei poveri.Peccato molte persone avevano ancora fiducia di sindadcati.. ma staremo a vedere....

Anonimo ha detto...

Eh si e la shampista se la ride..., Povera lei...
Mi fa pena....
Hanno chiamato i colleghi al lavoro "percettori di stipendio". perchè secondo loro non fanno noinete..
Ma Shiampista e Re...o VOI E' da una vita che bnon fate un cazzo.

Anonimo ha detto...

io sono di eutelia a milano, chi mi savaguarda? sindacati del m..