mercoledì 1 dicembre 2010

Piange il telefono

Caso Omega: odissea per novemila lavoratori di Agile e Phonemedia.

Un'odissea che dura da più di un anno, quella dei lavoratori di Phonemedia, colosso di call center, e di Agile, azienda di Infomation tecnology.


Si dicono stanchi ma non rassegnati: hanno fatto presidi, occupato sedi, vissuto senza stipendio, indossato maschere bianche, subito l'irruzione dell'imprenditore aretino Samuele Landi (quello con il coltello tra i denti). Insieme, novemila lavoratori in tutto tra le due società, sono finiti, a metà del 2009, nella rete di Omega, fantomatica azienda a scatole cinesi di Claudio Marcello Massa e Antonangelo Liori, che, controllata dalla holding Libeccio (fallita a maggio) e da due misteriosi fondi inglesi, comprava a costo zero aziende in crisi per spolparle e poi liquidarle.

Un vero e proprio «sistema di frode» disse la Guardia di finanza: incassavano le commesse milionarie senza pagare dipendenti, contributi previdenziali e tasse varie. «Killer di aziende. Hanno messo in strada i dipendenti deliberatamente, c'era un patto dietro il fallimento della società», il parere dei magistrati.
E lo scorso luglio per otto dirigenti sono scattati gli arresti. Pio Piccini, Claudio Marcello Massa, Marco Fenu, Isacco Landi, Salvatore Riccardo Cammalleri e Antonangelo Liori sono ancora dietro le sbarre, mentre Leonardo Pizzichi, dopo un breve periodo di detenzione, ha scontato i domiciliari e attualmente è libero. Samuele Landi, presidente del cda di Agile e amministratore di Eutelia, è sfuggito alla cattura e tuttora è latitante a Dubai.
A testimonianza dell’«aggressività sociale», l’ordinanza del gip romano Elvira Tamburelli riferisce un’intercettazione in cui Liori racconta al fratello Sebastiano di aver detto ai sindacati: «Se Agile fallisce, io continuo ad avere la mia macchina, il mio autista, il mio elicottero, la mia villa... e loro non c’hanno più lavoro... questa è la storia».

La vendita di Agile: è scontro tra commissari e sindacati

A metà novembre, in un incontro con le parti sociali al ministero dello Sviluppo economico, i tre commissari straordinari di Agile (Oreste Michele Fasano, Francesco Dimundo e Stefania Chiaruttini) hanno presentato le linee del piano industriale, o meglio programma di cessione, visto che la società è stata messa in vendita a ottobre.



Prevederebbe la ricollocazione di 400 dipendenti; mentre altri 300 andrebbero in prepensionamento, per 100 ci sarebbero incentivi alla mobilità e per altri 100 ai lavori socialmente utili. Ne rimarrebbe fuori 515, «non allocati, ma coinvolti in processi di formazione». «Senza prospettiva» sbottano i lavoratori. I sindacati non ci stanno.


«Per la lotta straordinaria che hanno portato avanti i lavoratori di Agile hanno diritto a una soluzione che li coinvolga tutti», ha sottolineato il segretario provinciale della Fiom, Federico Bellono.


Fim, Fiom e Uilm hanno presto diffuso un comunicato: «Continuiamo a credere che solo la reintegrazione del ramo ceduto fraudolentemente da Eutelia ad Agile, possa rimettere in condizione tutti i lavoratori di trovare una prospettiva».


Si scontrano, infatti, due strategie: da una parte, i commissari che hanno messo in vendita l’azienda; dall’altra, le parti sociali che chiedono la reintegrazione in Eutelia del ramo IT, per via giudiziaria, che già in primo grado aveva riconosciuto la condotta antisindacale nella cessione del ramo d'azienda IT.


La creazione di Agile non sarebbe stata altro che un percorso intermedio e strumentale alla successiva vendita a Omega. E, ora, sui forum e sui blog, dove da mesi discutono accanitamente i lavoratori, escono le indiscrezioni sui probabili acquirenti di Agile: Buffetti Editore, Maggioli e la francese Solution 30. Non si sentono, comunque, sicuri: «Ne abbiamo già passate troppe, vigiliamo. Non accetteremo soluzioni divisorie o raffazzonate e pretendiamo dignità».

Fallimento Phonemedia: 6500 persone senza lavoro

Promettono: «Torneremo in piazza». Non negano che tra loro ci siano stati «contrasti fisiologici». In particolare con quei pochi, 400, rimasti a lavorare in Eutelia, che temono che le grane di Agile possano riversarsi su di loro.

Gli altri 1500, 300 in Piemonte negli uffici di Torino e Ivrea, le patiscono da oltre un anno e denunciano la controversa divisione tra i rami nel maggio 2009.
«Lavoravo nelle telecomunicazioni, sono stato licenziato da Eutelia e sono finito nel ramo morto, Agile, dell'Information Technology. Di noi interessava ben poco, l'unico scrupolo era tagliarci e ricavare profitti» racconta un dipendente torinese, adesso in cassa integrazione.
E quelli di Phonemedia che fine hanno fatto? Circa 6500 fantasmi in tutta Italia (oltre alle sedi del Nord, ne esistevano quattro al Sud facenti capo ad altre controllate Phonemedia, a Vibo Valentia, Bitritto, Catanzaro e Trapani) in 1500 in Piemonte. Per il Tribunale di Novara non c’erano strade alternative e, nella tarda mattinata dell'11 novembre, ha emesso la sentenza di fallimento. «Per mesi - racconta Salvatore, operatore nella sede di Trino Vercellese - non siamo stati né cassaintegrati né licenziati. È stata dura ma credevamo in una qualche salvezza. Avevamo commesse importanti, per esempio Telecom. Ma non c'è stato nessuno spiraglio».

30 commenti :

Anonimo ha detto...

Si ma ormai la sappiamo a memoria, si scrive sempre le stesse cose ???

Ma qualcosa di nuovo nooo!!!!

Basta con queste notizie trite e ritrite.

Anonimo ha detto...

E' possibile che il capo di Omega gira alla ricerca di chi si compra le commesse Agile?? I sindacati ne sono al corrente??

Anonimo ha detto...

e bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Anonimo ha detto...

MF Dow Jones - News Italia

Eutelia: gara acquisizione slitta a gennaio, societa' valutata 70-80 mln (MF)

Dowjones

MILANO (MF-DJ)--Trovare un compratore per Eutelia per rilanciarne l'attivita' industriale non e' cosa facile. Lo hanno capito in questi mesi i commissari straordinari del gruppo di tlc di Arezzo Daniela Saitta, Francesca Pace e Gianluca Vidal che stanno prendendo tempo sull'avvio della gara tanto che non hanno ancora individuato l'advisor: in lizza ci sarebbero Ernst&Young e Deloitte.

Il bando atteso per fine novembre slittera', si legge in un articolo di MF, a ridosso di Natale: il 7 gennaio e' prevista l'apertura della data room mentre le offerte non vincolanti dovrebbero arrivare sui tavoli dei commissari per fine gennaio. Il closing, e' atteso per gli ultimi giorni di febbraio. Da una prima stima, l'enterprise value di Eutelia e' di 70-80 milioni. red/cus



(END) Dow Jones Newswires

December 02, 2010 03:22 ET (08:22 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.

Anonimo ha detto...

Eutelia: gara acquisizione slitta a gennaio, societa' valutata 70-80 mln (MF)

---------------------

Sarà anche una notizia, ma noi siamo AGILE, e nessuno ancora a saputo dire che fine faremo, al momento l'unica cosa certa e che sono spariti i nostri soldi e sopprattutto il lavoro.

Su questi temi vorrei leggere qualcosa.

Grazie.

Anonimo ha detto...

Eutelia: gara acquisizione slitta a gennaio, societa' valutata 70-80 mln (MF)
==============

Questo dimostra come è difficile acquisire un'azienda con grossi problimi.Anche se ha la fibra ottica.

Per noi dell'Agile è,purtroppo,al limite dell'impossibile

Anonimo ha detto...

Eutelia: gara acquisizione slitta a gennaio, societa' valutata 70-80 mln (MF)

-----

Ottima notizia, noi siamo EUTELIA!

Anonimo ha detto...

Art. 28 Tutti a Roma davanti il Tribunale...Per Tornare Tutti in Eutelia i commissari agile a Casa Incapaci piglia soldi...
Daniela Saitta, Francesca Pace e Gianluca Vidal stiamo arrivando..

Anonimo ha detto...

Ma l'accordo per la mobilità é operativo ?
Qualcuno ne ha già usufruito ?

Deve essere il dipendente a farsi avanti,
oppure é l'azienda che deve chiedere al
dipendente se é interessato ?

Anonimo ha detto...

Giovedì 2 Dicembre Incontro RSU con Direttore Centrale Sistemi Informativi per commessa Comune di Milano.
Qualcuno sa dire, come e' andato l'incontro?

Anonimo ha detto...

Eutelia vale 80 milioni. La gara a gennaio

Attesa nei prossimi giorni la pubblicazione del bando di gara per trovare un acquirente della società di telecomunicazioni di Arezzo
a cura della Redazione Computerworld

Nonostante lo scorso ottobre fosse stata formalizzata ai commissari di Eutelia un’offerta per l’acquisto della società da parte del fondo Atlantis Capital e dei due manager Mark De Simone e Pier Giorgio Rossi, allo stato attuale il rilancio dell’attività industriale della realtà tlc di Arezzo risulta ancora in alto mare.

Secondo quanto riportato infatti da MF, i tre commissari straordinari Daniela Saitta, Francesca Pace e Gianluca Vidal starebbero cercando un advisor per avviare ufficialmente una gara pubblica per la vendita di Eutelia.

A fare da advisor potrebbero essere Ernst&Young oppure Deloitte (a quest’ultima è stata tra l’altro anche affidata la due diligence per la vendita di Agile), e il bando potrebbe essere definito nel periodo natalizio.

Stando alle informazioni in possesso di MF, il 7 gennaio potrebbe essere aperta la data room, con le prime offerte non vincolanti previste per fine gennaio. La chiusura potrebbe avvenire entro la fine di febbraio.

Il valore di Eutelia sarebbe stato fissato dai tre commissari intorno ai 70-80 milioni di euro. A far gola ai possibili acquirenti sarebbero soprattutto i suoi quasi 13mila km di rete in fibra ottica. (sm)

Anonimo ha detto...

Ma l'accordo per la mobilità é operativo ?
Qualcuno ne ha già usufruito ?

Deve essere il dipendente a farsi avanti,
oppure é l'azienda che deve chiedere al
dipendente se é interessato ?

================================
sindacato se non ci informi su queste cose a che c... servi?

Anonimo ha detto...

Daniela Saitta, Francesca Pace e Gianluca Vidal stiamo arrivando..
======

Perchè loro non hanno mangiato soldi da Agile?

Anonimo ha detto...

Se Eutelia vale 80 milioni, è in grado economicamente di riassorbire nuovamente Agile per effetto della sentenza prossima ventura?

FRESH_CIGS ha detto...

>>Allora, ho fatto richiesta "PAGAMENTO DIRETTO ANF" dei mesi novembre 2009 - aprile 2010 (2 figli, 416 euro), mi e' stato riferito lunedi' dalla persona dell'Inps che e' stato accettato ed e' in fase di pagamento, ma non ho ancora ricevuto il bonifico..
==================================
Ma se l'INPS paga gli assegni adesso e poi si accorge che ha sbagliato e vengono richiesti indietro con i relativi interessi ???
Ma qualcuno dei sindacati può darci delle notizie "SICURE" !!!!!?????

----------------------------
Confermo arrivo del bonifico da parte di Inps (provincia di Ve).
Puo' darsi che in futuro li vogliano indietro, intanto li ho io... :-)
Non e' ANFDIP, e' un altro modulo ma se non lo hanno possono fare lo stesso (siamo in Italia, no?)

Anonimo ha detto...

Il giorno 1 dicembre c'e' stata l'udienza per la verifica dello stato passivo di Eutelia.
Qualcuno conferma o e' stata rimandata ?

Anonimo ha detto...

http://www.eutelia.it/images/stories/amm_straordinaria/testocopmpletoamministrazionesordinaria.pdf

Anonimo ha detto...


Ma l'accordo per la mobilità é operativo ?
Qualcuno ne ha già usufruito ?

Deve essere il dipendente a farsi avanti,
oppure é l'azienda che deve chiedere al
dipendente se é interessato ?

================================
sindacato se non ci informi su queste cose a che c... servi?




A cosa serve scrivere i comunicati se poi ce gente che non li legge?

Anonimo ha detto...

"Eutelia vale 80 milioni. La gara a gennaio"

Sanno già che a dicembre non rientriamo in Eutelia,ecco perchè slitta a gennaio.

Anonimo ha detto...

A cosa serve scrivere i comunicati se poi ce gente che non li legge?

=================================
allora visto che sei cosi' intelligente spiegami tu:i 300 del piano che possono andare in pensione con che criterio sono individuati?puo' essere prevista una mobilita' lunga per chi e' sopra i tre anni dalla pensione? c'e' scritto tutto questo nei comunicati?

Anonimo ha detto...

"Eutelia vale 80 milioni. La gara a gennaio"

Sanno già che a dicembre non rientriamo in Eutelia,ecco perchè slitta a gennaio.

-----

Se non rientriamo a dicembre rientreremo dopo, noi siamo Eutelia!

Anonimo ha detto...

"Eutelia vale 80 milioni. La gara a gennaio"

Sanno già che a dicembre non rientriamo in Eutelia,ecco perchè slitta a gennaio.

-----

Se non rientriamo a dicembre rientreremo dopo, noi siamo Eutelia!

------

Slitta a gennaio perchè vogliono sapere come va a finire la nostra questione.
E poi perchè sei così sicuro che rientriamo prima o poi in Eutelia?
Sei ottimista, beato te!!!

Anonimo ha detto...

A Roma pure l'RSU raccomandato per farlo lavorare abbiamo,ma che schifo!!!!!!
Non si è mai saputo cosa facesse prima adesso è presales ma lo saprà fare?? E poi cosa c'è da vendere se non ancora qualche chiappa???Una struttura creata apposta per giustificare i raccomandati e lecchini oltre i soliti amici degli amici.....eheheheheheh

Anonimo ha detto...

A Roma pure l'RSU raccomandato per farlo lavorare abbiamo,ma che schifo!!!!!!
=======
Scusa, ma non si è capito. Puoi ripetere per favore? Non sono di Roma.

Anonimo ha detto...

Paganini,Spersi,Argiolas,Seguiti sono il male e noi dobbiamo essere la cura !!! Erano quelli che gestivano quando c'erano i Landi,poi con i Massa-Liori ed adesso con i commissari come è possibile che non sia cambiato nulal e che non si può cambiare nulla. O non si vuole??? Allora è giusto che si vada in malora!!

Anonimo ha detto...

Paganini,Spersi,Argiolas,Seguiti sono il male e noi dobbiamo essere la cura !!! Erano quelli che gestivano quando c'erano i Landi,poi con i Massa-Liori ed adesso con i commissari come è possibile che non sia cambiato nulal e che non si può cambiare nulla. O non si vuole??? Allora è giusto che si vada in malora!!

-----

La cura è la giustizia, sarà pur lenta ma arriva sempre!

Anonimo ha detto...

sarà pure ma per questi tizi non mi sembra che si stia facendo nulla anzi al momneto sono loro che si stanno riccamente facedno gli affari loro e gestendo la loro cricca e l'azienda con la benevolenza dei commissari!!!

Anonimo ha detto...

Paganini,Spersi,Argiolas,Seguiti sono il male e noi dobbiamo essere la cura !!! Erano quelli che gestivano quando c'erano i Landi,poi con i Massa-Liori ed adesso con i commissari come è possibile che non sia cambiato nulal e che non si può cambiare nulla. O non si vuole??? Allora è giusto che si vada in malora!!

-----

La cura è la giustizia, sarà pur lenta ma arriva sempre!

---------------

sarà pure ma per questi tizi non mi sembra che si stia facendo nulla anzi al momneto sono loro che si stanno riccamente facedno gli affari loro e gestendo la loro cricca e l'azienda con la benevolenza dei commissari!!!

------------------

Comunque la lista non finisce qui'...e' ancora piu' lunga...Vi siete dimenticati di D'Errico ad Ivrea con i suoi portaborse!!! Direi che non gli bastano le benedizioni del suo parente Cardinale di Stato Bertone per ripulirgli l'anima!!! Magari i lavaggi degli Antichi Egizi...

Anonimo ha detto...


A cosa serve scrivere i comunicati se poi ce gente che non li legge?

=================================
allora visto che sei cosi' intelligente spiegami tu:i 300 del piano che possono andare in pensione con che criterio sono individuati?puo' essere prevista una mobilita' lunga per chi e' sopra i tre anni dalla pensione? c'e' scritto tutto questo nei comunicati?



Effettivamente per le tue domande i comunicati non danno risposte.
Anche perche', senza offesa, esprimono dubbi banali e risolvibili applicando un po' di buon senso. In ogni caso rivolgiti ad una RSU credo che ti potra' fornire le risposte opportune.
Compunque adesso provo io a darti le risposte, poi potrai fare il confronto.
I 300 pensionabili sono persone a cui mancano meno di 3 anni di contributi per raggiungere i requisiti INPS per accedere alla pensione. L'ufficio del personale a tutti i dati necessari per fare questo censimento, e' presumibile anzi ovvio che questo numero sia stato dato ai Commissari da Paganini o da un suo collaboratore.
Per quanto riguarda la mobilita' lunga, essa e' materia esclusivamente politica, solo il Governo puo' tramite un opportuno disegno legge, aprire una finestra per accedere alla pensione con piu' di 3 anni di mobilita', mettendo al riparo i benificiari del provvedimento da eventuali future modifiche alle modalita' di accesso alla pensione.
Credo pero' esistano 2 motivi che fanno ritenere questa possibilita' molto remota.
La prima e' che questo Governo finora non ha fatto niente per noi, neppure dei provedimenti poco costosi o quasi gratuiti.
La seconda e' che questo provvedimento graverebbe sulle casse dello Stato in modo consistente e che sopratutto molte altre Imprese in crisi chiederebbero di potervi accedere, incrementando notevolmente il costo del provvedimento.
Spero di essere stato chiaro, e di non aver sparato cazzate, anche se credo che la verita' non possa discostarsi molto.

Anonimo ha detto...

Adesso visto che a Roma è stata creata una apposita BU di presales per mantenere al lavoro i raccomandati mi aspetto che i veri presales ne chiedano conto ai commissari,a Paganini e Spersi così come spero facciano la stessa cosa tutti i tecnici che non ruotano e via discorrendo,vi serve l'indirizzo mail??? SVEGLIATEVI,la cricca continua a comandare impediamoglielo!!!!