giovedì 11 marzo 2010

Buco nell'acqua

Tra pioggia, freddo e vento si è tenuto ieri lo sciopero e la manifestazione dei dipendenti Agile ex-Eutelia sotto palazzo Chigi.
Ancora una volta il numero dei partecipanti non era all'altezza della gravità della situazione.
Intorno alle 16.30, visto il poco interessamento (diciamo nullo) da parte della Presidenza del Consoglio alla vicenda Agile i lavoratori hanno bloccato via del Corso, anche se però questo è valso a poco.

Forse il governo era troppo impegnato per la votazione dell'ennesima legge salva-Berlusconi, il decreto relativo al leggittimo impedimento, fatto sta che la manifestazione indetta per avere una data di incontro con Letta non ha avuto successo.
Si sono visti e fermati tra le fila dei lavoratori in protesta gli Onorevoli Bersani e Di Petro, che hanno cercato in qualche modo di far si che il governo si accorgesse della protesta......ma niente.

Sembra che da parte del PD la settimana prossima venga proposto un DL per l'amministrazione controllata di aziende nella condizione di Agile.

Nei commenti diversi articoli sull'accaduto di ieri.

56 commenti:

Anonimo ha detto...

Eutelia/ Bersani: Governo lavori ad amministrazione straordinaria
"Da 3 mesi niente stipendi, bisogna intervenire"
Roma, 10 mar. (Apcom) - La situazione dei lavoratori Eutelia è ormai insostenibile e bisogna intervenire immediatamente, innanzitutto andando ad una "amministrazione straordinaria". Lo dice il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, a margine della manifestazione dei lavoratori Eutelia davanti a palazzo Chigi.

"Bisogna fare anche una forzatura - insiste Bersani, ma l'azienda va messa in amministrazione straordinaria". Poi, continua il segretario democratico, "i lavoratori Eutelia sono senza salario da 3 mesi: io avevo anche presentato un emendamento al decreto 'mille-proroghe' per affrontare questa emergenza, ma il Governo l'ha fatto cadere". Infine, "il governo si era impegnato ad una ricognizione delle commesse pubbliche, ma non mi pare che questa ricognizione sia stata fatta".

Anonimo ha detto...

Ex Eutelia torna in piazza
«Ad oltranza davanti Palazzo Chigi»
I lavoratori Omega-Agile: «Letta ci riceva, vogliamo un decreto che risolva la nostra vertenza

ROMA - «Se non ci danno udienza, rimaniamo lì a oltranza con un camper. Siamo disposti a dormire anche in strada, finché Letta non ci riceverà. Vogliamo una soluzione alla nostra vertenza». Più combattivi che mai, mercoledì 11 sono tornati davanti Palazzo Chigi i lavoratori Omega-Agile (ex Eutelia) impegnati in una lunga battaglia legale e sindacale per evitare 3.100 licenziamenti in tutta Italia. E stavolta in piazza minacciano di rimanerci a oltranza: hanno parcheggiato un camper nelle vicinanze e hanno già definito i turni del presidio. «È una situazione allucinante» ha commentato il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani che ha ascoltato a lungo i lavoratori.

«NON CE NE ANDIAMO» - «Da qui non ce ne andiamo - ha detto a Bersani uno dei dipendenti dell'Eutelia - vogliamo subito un decreto della maggioranza e dell'opposizione che affronti la situazione». Dopo i primi incontri a Palazzo Chigi e l’interessamento del sottosegretario Gianni Letta, i dipendenti (da mesi senza stipendio) accusano il governo di non aver dato vita ad atti concreti e i sindacati hanno indetto per mercoledì otto ore di sciopero in tutte le sedi. «Il governo non deve prendere tempo – aggiungono i lavoratori - ma intervenire urgentemente, sollecitando l’amministrazione controllata, trovando una soluzione per il sostegno al reddito e intervenendo per la restituzione delle commesse, pubbliche e non, perse ultimamente». Bersani si è recato alla Camera per «capire dal governo se sta facendo quello che si era impegnato a fare. Noi – ricorda il leader del Pd - avevamo chiesto l'amministrazione straordinaria e poi il governo si era impegnato ad una ricognizione delle commesse pubbliche, e ora vorrei capire se questa ricognizione è stata fatta».


Il blitz sul Tevere (foto Evangelisti)
BLITZ A PONTE VITTORIO – Nella prima mattina di mercoledì, i lavoratori Omega-Agile (ex Eutelia) hanno dato vita a un blitz davanti al Palazzaccio. Dal parapetto sul Tevere è stato srotolato uno striscione di 10 metri con su scritto: «Il tempo è scaduto. Giustizia e lavoro subito. Agile (Ex Eutelia)». «In contemporanea – aggiunge Paola - un nostro collega si è calato con una corda ed è rimasto sospeso nel vuoto per un quarto d’ora. Tutti i lavoratori Omega-Agile (Ex Eutelia) si sentono appesi, sull’orlo del baratro».

CONTRO LA SPECULAZIONE - «Dopo mesi di lotta e di denunce – commenta Federico Bellono, della Fiom - nessuno può più dire che la vicenda non sia chiara. Le iniziative sindacali e i provvedimenti della magistratura sia sul piano penale che civile, hanno ormai messo a nudo il progetto di Eutelia, Omega». Da circa un anno, i lavoratori dell’ex Eutelia lottano per evitare quello che ritengono un licenziamento di massa camuffato da una cessione di ramo d’azienda alla società Omega-Agile. Recentemente la Procura di Arezzo ha chiesto il rinvio a giudizio per Samuele Landi, ex amministratore delegato di Eutelia, per appropriazione indebita di 33 milioni di euro stornati dai conti dell'azienda e dirottati in Svizzera.

Anonimo ha detto...

Agile (ex Eutelia), lavoratori in presidio a Roma


“Dalle ore 17 di oggi (10 marzo), le lavoratrici e i lavoratori del gruppo Agile (ex Eutelia) stanno attuando un presidio in via del Corso a Roma, all’altezza di Palazzo Chigi”. A dirlo in una nota è la segretaria nazionale della Fiom Cgil, Laura Spezia.

“L’obiettivo della manifestazione - prosegue Spezia - è quello di ottenere dalla presidenza del Consiglio dei ministri la convocazione di un incontro. Ciò allo scopo di dare una svolta a questa incredibile vicenda sindacale che si intreccia con indagini penali e civili e con una gestione manageriale a dir poco dubbia. I lavoratori del gruppo, che non hanno nessuna certezza sul loro destino professionale - conclude la dirigente -, non stanno ricevendo da mesi neppure un euro delle retribuzioni che gli spettano. Il presidio andrà avanti fino all’arrivo della convocazione

Anonimo ha detto...

LAVORO, EUTELIA - DILIBERTO: "SERVE DECRETO SALVA LAVORATORI"


Con la stessa rapidità con cui ha licenziato lo scandaloso decreto ‘salva-lista Pdl’ il Governo intervenga immediatamente per salvare i lavoratori Eutelia”. E’ quanto afferma Oliviero Diliberto, segretario nazionale del PdCI – Federazione della sinistra, a margine del presidio di protesta che i lavoratori Eutelia stanno tenendo sotto Palazzo Chigi.
“Serve subito il commissariamento dell’azienda – continua – e un piano industriale che abbia al primo punto la tutela dei posti di lavoro e il rilancio dell’attività”.

Anonimo ha detto...

Eutelia: Passoni, "Governo risponda a lavoratori anzichè occuparsi di legittimo impedimento"
"Ancora una volta i lavoratori dell'Eutelia sono in piazza per difendere il lavoro e l'occupazione". Lo dichiara il senatore del Pd Achille Passoni che ha oggi partecipato al presidio dei lavoratori dell'Eutelia davanti a Palazzo Chigi.
"La vicenda di questa azienda è tragica anche per la presenza di un imprenditore dai comportamenti inqualificabili. Gli stipendi - continua Passoni - non vengono pagati da troppo tempo, le commesse, anche pubbliche, di importanti aziende sono progressivamente venute meno e addirittura i custodi hanno sospeso i lavoratori senza seguire procedure corrette e concordate con il sindacato dal che i lavoratori stessi si ritrovano senza ammortizzatori sociali".
"Il governo, anziché occuparsi esclusivamente di salvare il Presidente del Consiglio dai processi che lo riguardano, ha il dovere di rispondere a quelle persone che si trovano in queste ore davanti al suo Palazzo. Le uniche direttrici sulle quali Palazzo Chigi deve concretamente impegnarsi - conclude Passoni - riguardano il lavoro. Deve sollecitare il ripristino di commesse e un percorso che porti presto al commissariamento dell'azienda".

Anonimo ha detto...

CRISI: DI PIETRO INCONTRA LAVORATORI GRUPPO OMEGA
(AGI) - Roma, 10 mar. - Il Presidente dell’Italia dei Valori, on. Antonio Di Pietro, e il responsabile del dipartimento Welfare e Lavoro IdV, Maurizio Zipponi, hanno incontrato i lavoratori del gruppo Omega che protestavano davanti Montecitorio. “La vicenda del gruppo Omega, di cui fanno parte ex-Eutelia e Phonemedia, coinvolge circa quattordicimila lavoratori in Italia, soprattutto giovani, molti dei quali sono da circa sette mesi senza stipendio ne’ cassa integrazione e stanno vivendo, sulla loro pelle, situazioni disperate”.Hanno detto alla fine.

“L’Italia dei Valori - aggiungono - si e’ impegnata direttamente, con i propri legali, a intervenire sul Tribunale di Roma affinche’ questo si renda conto che non esistono alternative al commissariamento che e’ l’unica strada per fare uscire questa azienda dallo stallo in cui si trova. Allo stesso tempo, in Parlamento, chiederemo con forza che il Governo convochi, prima del 31 marzo, le organizzazioni sindacali onde esercitare quella responsabilita’ che non e’ delegabile al Tribunale ma che fa parte degli indirizzi di politica industriale che un normale Governo dovrebbe indicare”. Zipponi e Di Pietro hanno inoltre ribadito che “L’Italia dei Valori, in tutti i territori, dalla Sicilia al Piemonte, ha messo a disposizione le proprie strutture e rappresentanze istituzionali per sostenere i lavoratori fino al raggiungimento dell’obiettivo: nuovi e seri industriali che sappiano mantenere e riprendere le commesse, dando cosi’ un futuro sereno ai migliaia di lavoratori che oggi stanno lottando per tutelare quello che e’ un loro diritto”.(AGI) Nic

Anonimo ha detto...

Qualcuno prepara il terreno .?.?.?
<<
Romani: "Mediaset nella società della rete? Nulla di male"
>>
http://www.corrierecomunicazioni.it/index.php?section=news&idNotizia=77049

Anonimo ha detto...

Qualcuno prepara il terreno .?.?.?

Si, ma per Eutelia.

Anonimo ha detto...

Agile/ Lavoratori lanciano volantini. Bagarre in Aula Camera
di Apcom
Ufficio di presidenza esaminerà la questione

Roma, 11 mar. (Apcom) - "Situazione Eutelia: Vergogna! I lavoratori ancora aspettano gli impegni del governo e del sottosegretario Letta. A che serve il Parlamento?". Questo il testo di alcuni volantini che un gruppo di lavoratori di Agile, ex Eutelia, che assistevano dalle tribune ai lavori dell'Aula della Camera sul dl enti locali, hanno lanciato sui deputati. Subito è stata bagarre. Il comportamento dei lavoratori è stato stigmatizzato dal vicepresidente, Rocco Buttiglione, che ha ordinato ai commessi di far uscire i lavoratori. Mentre tra opposizione e maggioranza c'è stato un acceso scambio di accuse. Poco prima del lancio dei volantini, a prendere la parola in Aula era stato il leader dell'Idv, Antonio Di Pietro, che si dice "disposto ad allearmi anche con il diavolo, sottoscrivendo i provvedimenti che il governo vorrà proporre" per risolvere la vicenda dei lavoratori ex Eutelia. Subito la replica del presidente della commissione Lavoro, Silvano Moffa (Pdl), che ha accusato l'Idv di "fare demagogia" e di essere invece "assente" durante i lavori della commissione dove "si sta lavorando ad una norma che cerca di salvare quei lavoratori". Moffa è stato a sua volta contestato con degli insulti. Buttiglione ha invitato l'Ufficio di presidenza di Montecitorio ad esaminare l'episodio.

Anonimo ha detto...

Camera: lavoratori Eutelia in tribuna, tensione in Aula

Roma, 11 mar. (Adnkronos) - Tensione nell'Aula della Camera per la presenza in tribuna di una delegazione di lavoratori dell'Eutelia. A loro ha rivolto un saluto il deputato del Pd Cesare Damiano, sottolineando "le gravi responsabilita' di chi dirige quest'azienda" che rischia la chiusura, aggiungendo che "il Parlamento deve ribellarsi a questa situazione". Subito e' intervenuto il vicepresidente della Camera Rocco Buttiglione, che stava presiedendo i lavori: "Devo farle osservare -ha affermato- che gli ospiti di quest'Assemblea non li salutano i singoli deputati ma la presidenza dell'Assemblea, onde evitare che si possano generare delle situazioni indebite, qualora le parole usate da chi li presenta fossero in qualche modo offensive per un'altra parte dell'Assemblea".

Anonimo ha detto...

tensione in AulaRoma, 11 mar. (Adnkronos) -


Tensione nell'Aula della Camera per la presenza in tribuna di una delegazione di lavoratori dell'Eutelia. A loro ha rivolto un saluto il deputato del Pd Cesare Damiano, sottolineando "le gravi responsabilita' di chi dirige quest'azienda" che rischia la chiusura, aggiungendo che "il Parlamento deve ribellarsi a questa situazione". Subito e' intervenuto il vicepresidente della Camera Rocco Buttiglione, che stava presiedendo i lavori: "Devo farle osservare -ha affermato- che gli ospiti di quest'Assemblea non li salutano i singoli deputati ma la presidenza dell'Assemblea, onde evitare che si possano generare delle situazioni indebite, qualora le parole usate da chi li presenta fossero in qualche modo offensive per un'altra parte dell'Assemblea".

Sono comunque seguiti una serie di interventi di deputati di altri Gruppi sulla questione, con il centrodestra che non ha mancato di accusare l'opposizione di "demagogia". Quindi e' nuovamente intervenuto Buttiglione per "assicurare i lavoratori del sostegno unanime di tutta l'Assemblea". Buttiglione ha quindi salutato i lavoratori mentre lasciavano la tribuna, da dove a quel punto e' partito un lancio di volantini, subito ripreso dal presidente dell'Assemblea, che ha stigmatizzato suprattutto chi in quel momento stava strumentalizzato la vicenda.

A quel punto si e' aperto nuovamente un breve dibattito, innescato dal deputato del Pdl Amedeo Laboccetta, che ha chiesto di conoscere "come sono stati accreditati i nostri ospiti questa mattina". Quindi la chiusura di Buttiglione: "i questori e l'ufficio di presidenza verranno investiti di quello che e' accaduto. Non direi che i lavoratori dell'Eutelia si sono comportati in modo reprensibile, c'e' stata una, forse due persone, che non sappiamo neanche se siano effettivamente dei lavoratori, che hanno tentato di strumentalizzare la cosa".

Anonimo ha detto...

Operai alla Camera: è bagarre. E l'onorevole Pd si autodenuncia
Protesta e volantini ("Vergogna, a cosa serve il Parlamento") in aula dei lavoratori ex Eutelia, malumore fra i parlamentari. L'Ufficio di presidenza valuterà il caso. Esposito (Pd): "Li ho portati io, punitemi pure

ROMA - Sono entrati in aula, sedendosi nelle tribune ospiti, su invito di qualche deputato di opposizione, e la situazione è sfuggita di mano. Una decina di lavoratori ex Eutelia, dopo che alla Camera si è aperto un dibattito sulla loro situazione, hanno lanciato dalle tribune volantini con su scritto "Vergogna, i lavoratori ancora aspettano gli impegni del governo e del sottosegretario Letta. A cosa serve il Parlamento?". I volantini sono finiti sulla testa dei deputati e i lavoratori sono stati fatti uscire dal presidente di turno dell'assemblea, Rocco Buttiglione.

La presenza dei lavoratori è stata presa dai parlamentari di maggioranza come una "strumentalizzaione" da parte dell'opposizione. Amedeo Laboccetta (Pdl) chiede chi abbia "permesso che ciò accadesse. Questo è un precedente grave- osserva- se ognuno qui porta la sua claque dove finiamo? E' una cosa ignobile da parte chi l'ha organizzata". Il suo collega di partito Maurizio Bianconi urla: "No a strumentalizzazioni sulla pelle dei lavoratori. Non si fa demagogia". Buttiglione annuncia che l'ufficio di presidenza di Montecitorio si occuperà del caso. Il vice presidente della Camera ha poi invitato a "non generalizzare o strumentalizzare" perché "i volantini li hanno buttati una o due persone che non sappiamo neanche se siano dei lavoratori".

ESPOSITO (PD): "SONO STATO IO" - Stefano Esposito ci mette la faccia. "Se la presidenza della Camera cerca un responsabile per il lancio di volantini da parte dei lavoratori Eutelia, si risparmi la fatica della ricerca: il responsabile sono io". Il parlamentare torinese del Pd critica duramente anche quei colleghi di partito che non hanno gradito la protesta in aula dei dipendenti Eutelia: "E' stata una violazione del regolamento, certo. Ma vivaddio: in Parlamento entri la vita del paese, non solo la mortadella e lo champagne della destra". Insieme al collega Antonio Boccuzzi, del resto, Esposito e' stato tra i piu' attivi a sostenere la battaglia dei lavoratori. Lo scorso Natale, per dire, Esposito e Boccuzzi erano incatenati nella sede Rai di Torino per protesta contro la decisione del Cda di non rinnovare la commessa ad Eutelia. "La protesta di oggi alla Camera e' del tutto comprensibile- dice Esposito- anche se si tratta di una violazione delle regole interne a Montecitorio. Ma deve essere chiaro che il Pd non e' assolutamente irritato con i lavoratori che da nove mesi non prendono lo stipendio e vengono presi in giro dal governo. Qui l'unica cosa che irrita e' che il governo e il centrodestra non abbiano la benche' minima intenzione di intervenire per aiutare queste persone". Ma non e' solo il centrodestra a criticare il Pd e i lavoratori dell'Eutelia. Anche la Camera accertera' l'accaduto. "Ecco, se cercano un responsabile, se la prendano con me, mi autodenuncio- dice Esposito- Attendo di essere sanzionato. Lascino in pace Cesare Damiano, lui non c'entra niente".

Anonimo ha detto...

Polverini contestata da lavoratori ex Eutelia, lei replica: vergognatevi

ROMA (11 marzo) - «Vergogna, buffona». Così la candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Lazio Renata Polverini è stata contestata stamani da un un gruppo di di lavoratori dell'Eutelia e da alcuni militanti del "popolo viola", da giorni in presidio davanti a Montecitorio.

La candidata era andata per portare la sua solidarietà ai lavoratori del Santa Lucia, anche loro in presidio davanti alla Camera, che protestavano per il rischio chiusura della struttura sanitaria della Capitale. Ma prima di poter parlare e portare la sua solidarietà anche agli altri lavoratori, è stata fischiata e nei suoi confronti sono cominciate ad arrivare grida di offesa e di insulti.

Poi la Polverini ha deciso di parlare ugualmente ai lavoratori, parte dei quali - soprattutto quelli del Santa Lucia - l'hanno applaudita. Tra i lavoratori c'è stato anche qualche momento di tensione con spintoni tra "supporter" e contestatori. «State tentando di disturbare persone che sono in piazza altrettanto disperate di voi. Vergognatevi voi. Nessuno mi spaventa o mi farà fare un passo indietro. Non ci riuscirete», ha detto con un megafono l'ex sindacalista rivolta ai contestatori

Anonimo ha detto...

EUTELIA/OMEGA/RESTFORM/MEDIASET

Eutelia parte I

http://www.youtube.com/watch?v=yhLbRBhJzfA

Eutelia parte II

http://www.youtube.com/watch?v=9zCSrOHE1QI

La parte I e' un prologo ben fatto
La parte II rivela rilevanti intrecci tra persone MEDIASET/RESTFORM etc etc

Diffondiamola ma cerchiamo di non affidarci a chi non avrebbe interessi a farlo

Anonimo ha detto...

EUTELIA/OMEGA/RESTFORM/MEDIASET

Eutelia parte I

http://www.youtube.com/watch?v=yhLbRBhJzfA

Eutelia parte II

http://www.youtube.com/watch?v=9zCSrOHE1QI

La parte I e' un prologo ben fatto
La parte II rivela rilevanti intrecci tra persone MEDIASET/RESTFORM etc etc

Diffondiamola ma cerchiamo di non affidarci a chi non avrebbe interessi a farlo

Anonimo ha detto...

Penso che gesti quali i bliz a ponte Vittorio o a Montecitorio siano più efficaci della manifestazione nazionale. BRAVI

Anonimo ha detto...

Ciao,
sono una vostra collega di Bari e vorrei inviarvi una nota che ha scritto un'altra
nostra collega in riferimento alla giornata di oggi 8 marzo..nonostante la giornata stia già volgendo al termine!
Mi piacerebbe condividere le sue parole con tutte le colleghe ...sospese e non!
A presto
Oggi è l’8 marzo, ma, per noi lavoratrici Agile sono tanti anni in cui ogni giorno è l’8 marzo (ovvio, nella sua accezione di giornata di lotta, non di pizze e spogliarelli).

Per anni abbiamo lottato in un mondo del lavoro costruito secondo paradigmi maschili: abbiamo dovuto continuamente dimostrare di essere più brave per poter svolgere lo stesso lavoro dei nostri colleghi, abbiamo dovuto combattere/accettare ritmi ed organizzazioni che non tenevano in nessun conto la conciliazione con i tempi della vita privata.

Abbiamo lottato e subito le prime crisi: Olivetti e Getronics, nelle quali le donne sono state le prime ad essere espulse dal mondo del lavoro.

Stiamo vivendo quest’ultima terribile, lunghissima vertenza, un mostruoso incubo da cui non riusciamo a svegliarci: la fase Eutelia Agile.

Abbiamo partecipato attivamente al presidio della sede, alle iniziative, alle manifestazioni, alle discussioni……. ancora tanti 8 marzo.
E, pur essendo numericamente parecchio inferiori ai nostri colleghi, la nostra partecipazione è stata percentualmente più alta.
PERCHÈ?
Perché noi non rischiamo di perdere solo il nostro posto di lavoro come i nostri colleghi (e scusate se è poco!)

Noi rischiamo di perdere in un sol colpo tutte le nostre lotte, tutti i tanti 8 marzo della nostra vita.

Rischiamo di perdere uno stipendio che è anche indipendenza individuale.

Rischiamo di perdere il lavoro nel quale ci siamo impegnate con passione, sentendo le nostre capacità aumentare, accettando nuove sfide e scoprendo di essere brave. Rischiamo di perdere il piacere di lavorare misurandoci prima di tutto con noi stesse.

Noi abbiamo investito nel lavoro una domanda forte di valorizzazione, esistenza, riconoscimento.

Per noi il lavoro è IDENTITÀ, AUTONOMIA, LIBERTÀ, in una parola CITTADINANZA, INTESA COME POSSIBILITÀ DI AUTOREALIZZAZIONE A PARTIRE DAL “PROPRIO POSTO NEL MONDO”.

NOI RIVOGLIAMO IL NOSTRO POSTO NEL MONDO PERCHÈ A TORNARE A CASA NON CI PENSIAMO NEMMENO!!!!!!!!!!!

===========================

hanno pure il coraggio di scrivere le "colleghe" di bari con la presenza di UNA DICO 1 unica rappresentante nella manifestazione di ieri a Roma a palazzo chigi?

Anonimo ha detto...

Ex Eutelia: dal centrosinistra proposta di legge per il commissariamento
Le parti sociali e i lavoratori chiedono di abbreviare i tempi, senza dover aspettare la Magistratura


Dopo che il Tribunale di Roma ha rinviato al 31 marzo l'udienza per decidere circa il commissariamento dell'ex ramo IT di Eutelia, ceduto il giugno del 2009 ad Agile e poi ad Omega, i lavoratori sono scesi in piazza a Roma temendo ulteriori dilazioni a seguito della richiesta di concordato preventivo presentata dagli avvocati di Agile/Omega.

Oggi una delegazione dei lavoratori dell'ex Eutelia ha presenziato a una seduta della Camera dei Deputati ricevendo la solidarietà della classe politica. Tuttavia secondo Fabrizio Potetti, coordinatore nazionale Fiom-Cgil del gruppo Eutelia/Agile, “la solidarietà che i rappresentanti del Governo hanno espresso oggi alla delegazione di lavoratori e lavoratrici di Eutelia presenti in aula è stata veramente poca cosa rispetto alla necessità di trovare una soluzione per questa vertenza”.

“Le lavoratrici e i lavoratori sono stufi di veder rimbalzare il loro destino tra aule di tribunali e Parlamento, senza mai avere una risposta certa”, ha aggiunto Poletti, rivelando che il centrosinistra, che da ieri occupa la piazza insieme ai lavoratori in presidio permanente davanti a Montecitorio, presenterà una proposta di legge per ottenere il commissariamento di Eutelia, senza dover aspettare i tempi della Magistratura.

“Chiediamo al Governo di sostenere questo provvedimento o di presentarne uno proprio in modo da dare una risposta alle lavoratrici e ai lavoratori”, ha concluso Poletti”.

Anonimo ha detto...

buonasera amici,coraggio!

noi di ex answers seguiamo sempre le vostre vicende.

abbiamo ricominciato a lavorare da tre settimane ma siamo sempre senza soldi...come voi.
vi vediamo la sera al tg3 e vi riconosciamo. A vedervi protestare a roma ci viene un brivido lungo la schiena perchè ancora non è finita.

anche penzolare sul tevere! dio mio che si deve fare per mandar via questi delinquenti??

vorremo dirvi che siamo vicini a voi.
ormai manca poco.
il 31 marzo la situazione si deve sbloccare in tutti i modi.

ciao a tutti.

Anonimo ha detto...

e chi ci crede più....?

Anonimo ha detto...

OOGI A ROMA INCONTRO DELLE RSU CON IL CUSTODE ING. SCHIRONE VISTO CHE LE ALTRE DUE ALLA FACCIA NOSTRA SONO INSIEME IN VACANZA...SOLITA SPACCATURA FRA LE SIGLE SINDACALI E SPERO CHE PRESTO CI FACCIANO SAPERE COSA SI SONO DETTI !!! BASTA CON LE PIPPE MENTALI FRA LE SIGLE SINDACALI CHIEDO UNITA' DI INTENTI VISTO CHE DI MEZZO CI SONO LE NOSTRE TESTE,LOTTA UNITA E DURA!!!!!

Anonimo ha detto...

Ciao amico ex answers.....

fammi capire... state lavorando e comunque non si vedono soldi lo stesso?

Ma avete prospettive di risquotere a breve, oppure è l'ennesima fregatura?

Anonimo ha detto...

Due video ben fatti!!!



Eutelia parte I

http://www.youtube.com/watch?v=yhLbRBhJzfA

Eutelia parte II

http://www.youtube.com/watch?v=9zCSrOHE1QI

Anonimo ha detto...

da: ex answers

Noi siamo stati ceduti da omega a altra società Call&Call. il primo stipendio lo riscuotiamo ad aprile.
non credo sarà una fregatura! I nuovi dirigenti mi sono sembrati molto seri e professionali. Vedremo!
Comunque la cosa buona è che il ns cliente ENEL, che con noi si è comportato benissimo, ha veramente capito la situazione e ha mantenuta la nostra commessa.

a presto

Anonimo ha detto...

A Roma c'è la Guardia di Finanza. Qualcuno ha delle informazioni?

Anonimo ha detto...

La bagarre alla camera
http://www.youtube.com/watch?v=dNmXZC_ULO8

http://www.youtube.com/watch?v=VB_b6DIVApQ

http://www.youtube.com/watch?v=_vaEO92nUAM

http://www.youtube.com/watch?v=FUINi_TOYgU

Anonimo ha detto...

A Roma c'è la Guardia di Finanza. Qualcuno ha delle informazioni?
==========================
sembra che hanno perquisito l'uffucio di P..ini dirigente eutelia che si occupava/occupa del traffico internazionale

Anonimo ha detto...

Pare che il nome di M. P.......i lo abbia fatto Di Girolamo.

Anonimo ha detto...

Non e' che l'irruzione del nostro carissimo ex AD era per portare via qualcosa prima che arrivasse la GdF?

Anonimo ha detto...

Eutelia parte I

http://www.youtube.com/watch?v=yhLbRBhJzfA

Eutelia parte II

http://www.youtube.com/watch?v=9zCSrOHE1QI
*****************************
questa si chiama chiarezza!

......e dietro chi c'è?: Sempre Lui
quello che sostiene che siamo il migliori in Europa e che "siamo fuori dalla crisi".
ma in che paese viviamo?Mi sembra che siamo tornati al ventennio!!!!

Sveglia!! tutti devono conoscere questi fatti!!
quest'uomo è un pericolo per la democrazia e per i lavoratori.
Lui ci vorrebbe tutti "servi della gleba".
Lui ha in mano Il Potere e noi con le nostre "cazzate" lo disturbiamo,ecco perchè dopo mesi di lotta siamo ancora al palo: DIETRO C'E LUI!!!!!!!!!!!!!!!!!!
spero che se c'è ancora qualche collega che nel segreto delle urne aveva qualche dubbio dopo aver visto questi reportage APRA gli occhi!!!
è ora di dire BASTA!

Anonimo ha detto...

Ciò che mi lascia esterrefatto, e che la magistratura, non si sia ancora espressa al meglio, facendo pagare a questi farabutti, le loro malefatte.
Invece noi onesti lavoratori da mesi cerchiamo di sopravvivere.

Da persona onesta e senza mai avere avuto un debito, mi trovo a essere povero e a farmi debiti, per poter continuare a sopravvivere, mentre questi signori se la godono, alle spalle nostre, io mi auguro solo di non incontrarne mai uno, altrimenti sono guai.

Anonimo ha detto...

dobbiamo trovare il modo di fare pevenire i filmati dei clashworkers
all'estero, al parlamento europeo!
in italia siamo spacciati
è tutto in mano a lui che soffocherà tutto come è stato fatto fin'ora sia con la magistratura che con la politica per non parlare dell'informazione
DOBBIAMO TROVARE UN CANALE,MAIL ETC.. DI PARLAMENTI EUROPEI ESTERI SPIEGANDO LA QUESTIONE!!!!!!

Anonimo ha detto...

il canale per il parlamento europeo e'"De Magistris"

Anonimo ha detto...

Asor Rosa, in un intervista di ca 2 mesi fa su Berlusconi.

"In fondo Berlusconi non è che il prodotto finale e coseguenziale di una lunga decadenza - l'involuzione de sistema liberaldemocratico - cui nessuno per trent' anni ha saputo offrire uno sbocco politico-istituzionale in positivo. Egli è figlio naturale del craxismo. E' figlio naturale anche del dell'affarismo democristiano dell'ultima stagione(ben altro, s'intende, è il blasone storico della Democrazia Cristiana). E' figlio naturale di quella tendenza che in lui ha assunto forme parossistiche, ossia il culto dell'interesse personale.La democrazia che incarna presenta gravi aspetti di degenerazione, come ha evidenziato la spallata istituzionale contro il Quirinale a proposito del caso Englaro: il disprezzo per la Carta Costituzionale;la denegazione crescente della separazione dei poteri; la tendenza a sottomettere tutto ad un potere unico, anzi personale. Mi sembra che tutti i suoi gesti rappresentino con chiarezza la scalata verso una diversa forma dello stato, dove le procedure elettorali avranno una valenza solo immaginaria".

Intervista pubblicata su "Il Mucchio Selvaggio" n.667 febbraio 2010.
La rivista viene pubblicata sull' omonimo sito in formato pdf, dopo qualche mese, dove potrete leggere tutta l'intervista.

Anonimo ha detto...

Visto che il giorno dopo la manifestazione a Roma, si è discusso della nostra situazione in Parlamento e con toni non proprio pacati, spero che ciò possa servire alla nostra causa.

E' ormai chiaro che tutto dipende da una persona.

Moltiplichiamo le nostre manifestazioni, per dare fastidio il più possibile a questo regime, prima che sia troppo tardi.

Anonimo ha detto...

il canale per il parlamento europeo e'"De Magistris"

================================

mi sembra una buona idea inviare i 2 video a conoscenza del parlamento europeo tramite l'IDV con De Magistris. Qualcuno conosce il canale giusto? oppure l'email di Di Pietro o IDV?

Anonimo ha detto...

Per i colleghi di ROMA.
Propongo di fittare un maxischermo,da piazzare a Montecitorio e proiettare a ciclo continuo i due video che ci interessano e che guarda caso interessano tanto da vicino Berlusconi e Letta.Vediamo se così facendo le acque si smuovono.
Un collega di Bari

Anonimo ha detto...

dipietro@antoniodipietro.it

Anonimo ha detto...

dipietro@antoniodipietro.it

==============================

grazie. Già fatto

Anonimo ha detto...

L'incontro con il custode Schirone è stato disertato da tutte le sigle sindacali oppure le solite m......cce sono andate a farsi coccolare e chiedere umilmente si essere risparmiati??? FATE CHIAREZZA !!! E NON MANDATE COMUNICATI FARSA!!

Anonimo ha detto...

Qualcuno ha modo di chiedere ai custodi, quando ca...o vedremo qualche euro di stipendio ?

AGILE AFFAMATO

Anonimo ha detto...

Per lunedi non si organizzanulla?? niente sciopero???

Anonimo ha detto...

Due video fatti benissimo complimenti!

perchè non le mandate a REPORT?


http://www.report.rai.it/

Anonimo ha detto...

Salve, sono un cittadino dell'Italianistan.
Vivo a Milano 2, in un quartiere costruito dal Presidente del Consiglio.
Lavoro a Milano in un’azienda di cui è principale azionista il Presidente del Consiglio.
Anche l'assicurazione dell'auto con cui mi reco a lavoro è del Presidente del Consiglio, come del Presidente del Consiglio è l'assicurazione che gestisce la mia previdenza integrativa.
Mi fermo tutte le mattine a comprare il giornale di cui è proprietario il Presidente del Consiglio.
Quando devo andare in banca, vado in quella del Presidente del Consiglio.
Al pomeriggio, quando esco dal lavoro, vado a far la spesa in un ipermercato del Presidente del Consiglio, dove compro prodotti realizzati da aziende partecipate dal Presidente del Consiglio.
Alla sera, se decido di andare al cinema, vado in una sala del circuito di proprietà del Presidente del Consiglio, e guardo un film prodotto e distribuito da una società del Presidente del Consiglio: questi film godono anche di finanziamenti pubblici elargiti dal governo presieduto dal Presidente del Consiglio.
Se invece la sera rimango a casa, spesso guardo la TV del Presidente del Consiglio, con decoder prodotto da società del Presidente del Consiglio,dove i film realizzati da società del Presidente del Consiglio sono continuamente interrotti da spot realizzati dall'agenzia pubblicitaria del Presidente del Consiglio.
Seguo molto il calcio, e faccio il tifo per la squadra di cui il Presidente del Consiglio è proprietario.
Quando non guardo la TV del Presidente del Consiglio guardo la RAI, i cui dirigenti sono stati nominati dai parlamentari che il Presidente del Consiglio ha fatto eleggere.
Quando mi stufo navigo un po’ in internet, con provider del Presidente del Consiglio.
Se però non ho proprio voglia di TV o di navigare in internet leggo un libro, la cui casa editrice è di proprietà del Presidente del Consiglio.
Naturalmente, come in tutti i paesi democratici e liberali,anche in Italianistan è il Presidente del Consiglio che predispone le leggi che vengono approvate da un Parlamento dove molti dei deputati della maggioranza sono dipendenti ed avvocati del Presidente del Consiglio, che governa nel mio esclusivo interesse, per fortuna!

Anonimo ha detto...

IN DATA ODIERNA LA GUARDIA DI FINANZA HA PERQUISITO GLI UFFICI DI VIA BONA DI ROMA, ....
___________________________________

la parte comica della vicenda è che sono arrivati alle 8, e hanno dovuto bussare a fondo e più volte per farsi aprire da un assonnato Palermo in semipigiama.
Poi a tutti i colleghi non aderenti allo sciopero della CGIL è stato impedito di entrare al lavoro !
Non vediamo l'ora che si arrivi alle elezioni regionali così finisce sto cinema...

Anonimo ha detto...

Indovinate chi è il nuovo AD di Omega??
Il sig.re Domenico Lo Jucco
Questo signore è stato il tesoriere di Forza Italia, grande amico di Dell'Utri e persona di spicco di Berlusconi.
Che coincidenza oggi (15/03/10)andiamo in CIGS ed oggi il nano mette le mani su Omega.
Quindi adesso si andrà verso un concordato di Agile con il beneplacido del giudice (anche lui corroto)e a questo punto si può pappare anche Eutelia. Eravamo noi pazzi che dicevamo che Mediaset aveva interessi o semplicemente siamo in una monarchia moderna??
Ecco perchè la nostra vertenza non doveva venire fuori!!
SPUTTANIAMOLI, inondiamo di mail i giornali le redazioni, i nostri colleghi, cerchiamo di contattare Anno Zero.
-----------------------------------

Apriamo un dibattito perchè a mio avviso, questo potrebbe essere un modo per entrare nella nostra faccenda ... a modo suo. E se ciò fosse positivo ?

Anonimo ha detto...

Oddio, le premesse lascerebbero pensare il contrario ... più di 1000 esuberi conclamati dopo mesi di fame e di lotte, cmq se cìè del positivo meglio così.Sinceramente in questa vicenda di positivo non c'è nulla. Di positivo era un bravo manager che dava lavoro , non certo ammortizzatori sociali che portano dolcemente alla disoccupazione. ma forse mi sbaglio....

Anonimo ha detto...

[San Marino] CRONACA - Francesca Biliotti di Corriere Romagna San Marino scrive: la società “Omega si presenterà in Tribunale il 23 marzo per far accettare la sua proposta di concordato ai creditori della Puntoshop ”, l’azienda sammarinese al centro di un complicato processo di rinnovamento e con debiti verso lo Stato di San Marino di 2 milioni di euro.

La società Omega, “assuntore del concordato ”, è impelagata a quanto pare a sua volta in un rapporto con la società Eutelia (oggi Agile) coinvolta in una complessa indagine italiana ricostruita in parte da Roberto Galullo di IlSole24Ore.

Scrive la Biliotti: “Eutelia aveva ceduto a una società, chiamata Omega, le proprie attività industriali nell’ambito dell’information technology.
La cessione è avvenuta attraverso la vendita a Omega del 100% della propria controllata Agile Srl, società alla quale erano state in precedenza trasferite le attività di information technology di Eutelia”.

Anonimo ha detto...

[San Marino] CRONACA - Francesca Biliotti di Corriere Romagna San Marino scrive: la società “Omega si presenterà in Tribunale il 23 marzo per far accettare la sua proposta di concordato ai creditori della Puntoshop ”, l’azienda sammarinese al centro di un complicato processo di rinnovamento e con debiti verso lo Stato di San Marino di 2 milioni di euro.

La società Omega, “assuntore del concordato ”, è impelagata a quanto pare a sua volta in un rapporto con la società Eutelia (oggi Agile) coinvolta in una complessa indagine italiana ricostruita in parte da Roberto Galullo di IlSole24Ore.

Scrive la Biliotti: “Eutelia aveva ceduto a una società, chiamata Omega, le proprie attività industriali nell’ambito dell’information technology.
La cessione è avvenuta attraverso la vendita a Omega del 100% della propria controllata Agile Srl, società alla quale erano state in precedenza trasferite le attività di information technology di Eutelia”.

Anonimo ha detto...

voci: i sindacati non firmano accordo per cigs...i custodi vanno avanti lo stesso e noi lo prendiamo in quel posto anche perchè con questi nuovi movimenti l'accettazione del concordato è quasi certa !! PORTIAMO AVANTI L'AT.28 E TORNIAMO IN EUTELIA E' L'UNICO MODO PER SPERARE DI SALVARE IL SALVABILE CHE GLI AVVOCATI DEL SINDACATI SI DIANO DA FARE ALTRIMENTI SFIDUCIAMO ANCHE LORO COSI' COME DOVREMO FARE CON I CUSTODI CHE HANNO SOLO LEGALIZZATO LA SCREMATURA DELL'AZIENDA!! ME..CCE!!!!!

RESISTERE RESISTERE RESISTERE ha detto...

SONO D'ACCORDISSIMO.CI STANNO SEMPLICEMENTE FACENDO FUORI FRA L'INDIFFERENZA DEI COLLEGHI SALVATI.RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA LOTTA SENZA GUARDARE IN FACCIA NESSUNO .

Anonimo ha detto...

COME AL SOLITO NON SI SA' NULLA DI QUELLO CHE E' SUCCESSO IERI,MA CHE SENSO HA MANTENERE IN PIEDI QUESTO SITO?? SE LE NOTIZIE SONO QUELLE CIRCOLATE CREDO SIA NECESSARIO AUMENTARE IL LIVELLO DELLO SCONTRO VISTO CHE TUTTI A PARTIRE DAI CUSTODI,DALL'AZIENDA E ORSE DAI SINDACATI SI STANNO RICCAMENTE FACENDO GLI AFFARI LORO ALLA FACCIA DI NOI LAVORATORI!! CHE ADESSO SI MUOVANO GLI AVVOCATI,SVEGLIAAAAAAAA!!!!

Anonimo ha detto...

Breve resoconto della giornata di Ieri.
Ieri al ministero del lavoro è stato concluso l'iter per la procedura di CIGS richiesta dalla custodia cautelare. L'iter si è concluso con il non accordo fra la custodia e le OO.SS., ed è stato scritto un verbale di esperita procedura nel quale le OO.SS. hanno inserito le proprie ragioni per non sottoscriverre un accordo con la stessa.
Visto che la custodia può richiedere in assoluta autonomia la CIGS questa è stata concessa dal Ministero del Lavoro e partirà retroattivamente dal 16 Febbraio 2010.
La custodia non è in grado di anticipare l'indennità di cassa per questo motivo sarà fatta richiesta all'INPS, in genere questa richiesta richiede tempo, il ministero non si è voluto esprimere sui tempi di risposta dell'INPS, di solito passano non meno di 3 mesi prima che i lavoratori vedano qualcosa.
E' stato ricordato che dopo la decisione del giudice del tribunale di Roma, qualsiasi sia il suo giudizio (concordato preventivo o ammnistrazione straordinaria), sarà necessario effettuare una nuova procedura di cassa integrazione sulla base del giudizio.

Anonimo ha detto...

E' tutto già fatto !!!!
E' stato comunicato dalla custodia, che OMEGA ha nominato un nuovo A.D."DOMENICO LO JUCCO", dalle prime indiscrezioni (internet docet) sembra essere stato esponente di rilievo di Forza Italia.
Ancora si spera in qualche soluzione?
A Berlusconi interessa solo la fibra ottica di Eutelia!!!!!!
Meditate gente ! Meditate !

Anonimo ha detto...

Dopo 7 mesi di manifestazioni, scioperi, interviste, trasmissioni in TV, riunioni di qua e di la, denunce, occupazioni, proiezioni, mercatini, solidarietà, tutto procede secondo i piani: noi cestinati con 1 anno di CIGS. That's all!

Anonimo ha detto...

http://www.petizionionline.it/petizione/appello-al-governo-per-un-intervento-urgente-a-sostegno-delle-lavoratrici-e-dei-lavoratori-di-eutelia-agile/910