mercoledì 10 marzo 2010

Sei mesi in più per la Cassa integrazione e caso EX-EUTELIA

In attesa della riforma degli ammortizzatori sociali, annunciata dal ministro Maurizio Sacconi dopo le elezioni regionali, passa in commissione Lavoro alla Camera un progetto di legge bipartisan che allunga da 52 a 78 settimane la cassa integrazione ordinaria.

La disposizione è limitata al biennio 2010-2011 e la copertura, sia pur non quantificata in questa fase, «verrebbe comunque trovata all'interno degli 8 miliardi già stanziati dal governo», ha spiegato il relatore Giuliano Cazzola (Pdl). Nella versione attuale il testo prevede un'applicazione «nei limiti delle risorse disponibili» indicate nel decreto legge 185 del novembre 2008 e in particolare nell'articolo che riguarda gli strumenti di tutela del reddito e di concessione degli ammortizzatori in deroga.

Proprio su questo punto non sono pochi i dubbi che il provvedimento possa passare in Aula.L'iniziativa è frutto di un accordo con il Pd e la Lega (Udc e IdV ieri erano assenti in commissione) che ha consentito l'accorpamento in un testo unico di diverse proposte di legge già calendarizzate per l'Aula. Ora il progetto di legge, cinque articoli in tutto, verrà vagliato dalle altre commissioni, a partire dal Bilancio, per poi passare alla discussione generale «ma sui tempi bisogna essere cauti – ha aggiunto il relatore – e visto l'ostruzionismo in corso sulla conversione del decreto legge sugli enti locali tutto potrebbe slittare al dopo-elezioni».

L'ipotesi di allungamento da un anno a un anno e mezzo della Cigo ha incassato l'immediato consenso di tutti i sindacati. «Questo provvedimento - ha osservato il segretario confederale della Cgil Fulvio Fammoni - conferma che era giusta la nostra impostazione nel chiedere un allungamento della durata della cig». Positivo anche il giudizio della Uil, che però punta i riflettori sull'ammontare del l'indennità, che andrebbe aumentata: «La stragrande maggioranza - ha detto il segretario confederale Guglielmo Loy - prende meno dell'80% dello stipendio». Più cauta la Cisl che definisce «utile» la misura ma si preoccupa dei fondi necessari a renderla operativa: «Ci auguriamo - ha dettato alle agenzie il segretario confederale Giorgio Santini - che per questo provvedimento ci sia la necessaria copertura finanziaria».Ben diversa la reazione del ministro Maurizio Sacconi, fissata in una nota che suona come una presa di distanza. «Non s'introduce una protezione maggiore del lavoro – scrive il ministro – perché già oggi il sostegno al reddito può essere corrisposto attraverso la Cigo, che ora viene conteggiata per giorni e non per settimane con un allungamento di fatto della sua durata, la cassa integrazione straordinaria, che è stata semplificata, riconducendola alla semplice causale della crisi globale, e la possibilità della successiva "cassa in deroga" senza limiti temporali, e senza causali specifiche di crisi aziendale come pure senza la prefigurazione di esuberi strutturali. Non a caso – conclude la nota – ne stanno fruendo lavoratrici e lavoratori ben oltre i 18 mesi ora ipotizzati».

Il progetto di legge, oltre all'allungamento della Cigo, prevede anche la possibilità che l'Inps si faccia garante dei crediti vantati dai lavoratori di aziende in crisi (sembra scritta su misura per la vicenda Eutelia), estende ai collaboratori in regime di monocommittenza la garanzia prevista dal Codice civile sui contributi non versati e apre a una verifica sull'una tantum riconosciuta ai collaboratori a progetto in caso di mancato rinnovo del contratto: si punta ad aumentarne il valore (dal 30% dell'ultimo reddito) e facilitarne l'accesso fino a esaurimento del fondo reso disponibile.


Gli ultimi due articoli introducono nuove misure di controllo sugli elenchi Inps di iscrizione dei lavoratori agricoli e l'istituzione del fondo di solidarietà per il sostegno al reddito, dell'occupazione e della riconversione professionale dei dipendenti delle società di assicurazione (è il frutto di un accordo tra le parti siglato lo scorso mese di ottobre).Grande soddisfazione per il voto è stata espressa dall'ex ministro Cesare Damiano (Pd): «Abbiamo votato gli emendamenti del relatore di maggioranza che hanno migliorato il documento base. Si tratta di un primo risultato della battaglia condotta in commissione dal Pd che ha presentato cinque proposte di legge che ora vengono unificate». Molto soddisfatto anche il presidente della Commissione Lavoro di Montecitorio Silvano Moffa, che in serata ha auspicato che il confronto possa proseguire «sereno» anche nei prossimi giorni.

7 commenti :

Anonimo ha detto...

>>>"una norma “salva Eutelia”, che garantisce l'erogazione
>>> di una parte dei salari ai lavoratori che fossero
>>> bloccati dalla crisi dell'impresa".
>>> Cosa significa?

Provo a spiegartelo:

il 3 marzo 2010 (http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Ddlmess&leg=16&id=459749)
e' stato approvato definitivamente il complesso DDL n. 1167-B, molto corposo, che include tra l'altro:

art. 48:
- Il Governo è delegato ad adottare, entro il termine di trentasei mesi
(prima erano 12 a partire da dicembre 2007, legge n. 247 - ndr)
dalla data di entrata in vigore della presente legge, [......],
uno o più decreti legislativi finalizzati a riformare la materia degli ammortizzatori
sociali per il riordino degli istituti a sostegno del reddito;
- Il Governo [......] uno o più decreti legislativi finalizzati al
riordino della normativa in: a) servizi per l’impiego, b) incentivi all’occupazione [......]

Quindi prima il governo semplicemente "NON POTEVA" trovare una soluzione alla nostra vertenza
a causa di uno o piu' vuoti normativi; ora puo' legiferare a riguardo e per decreto per tutto il 2010,
e sta cominciando a farlo.

Capisco che sembra difficile, d'altra parte basta leggere... invece di sbraitare come inutili
aggressivi bifolchi verso qualcuno (i/le custodi) che non hanno fatto altro che dare una mano a tutti.

Per quanto riguarda il sindacato, queste cose (che conosce benissimo) non le puo' dire, ma si limita ad
affermare che, come disse Epifani, "e' una vertenza complicata"...

Anonimo ha detto...

E' ORA DI SVEGLIARCI: CI HANNO TOLTO ACCESSO ALLA INTRA ED ANCHE LA MAIL MA E' LEGALE VISTO CHE CI SONO ANCHE DATI PERSONALI??
CI HANNO SOSPESO IN ATTESA DI GIUDIZIO
PERCHE' GLI AVVOCATI DEL SINDACATO NON SI MUOVONO SUBITO CON LETTERE UFFICIALI ANZICHE' SCRIVERE I SOLITI COMUNICATI DOVE CI RAMMARICHIAMO DI QUESTE SCELTE?'AZIONE!!!!AZIONE!!!
LETTERE UFFICIALI AI CUSTODI ED ALLA'AZIENDA SUBITO!!!

Anonimo ha detto...

Dal sito di Repubblica:
"Il governo "darà parere negativo all'emendamento" che allunga la durata della cassa integrazione ordinaria da 52 a 78 settimane. Lo annuncia il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, che già ieri aveva definito "inutile" il provvedimento, dal momento che i nuovi strumenti già "proteggono bene" i lavoratori delle aziende in crisi. In particolare, Sacconi aveva sottolineato che è stata semplificata la procedura per la cassa straordinaria e che con la cassa in deroga si coprono "duttilmente e flessibilmente per un tempo anche indefinito tutti i lavoratori che hanno i requisiti".
"

Anonimo ha detto...

E' ORA DI SVEGLIARCI: CI HANNO TOLTO ACCESSO ALLA INTRA ED ANCHE LA MAIL MA E' LEGALE VISTO CHE CI SONO ANCHE DATI PERSONALI??
---------------------------------
A mio parere è legale è successo anche quando eravamo getronics.

Anonimo ha detto...

Ognuno può decidere cosa vuole, anche di lavora e e non essere pagato, contento lui.

Però non si può pretendere che altri lo facciano, fino a prova contraria, tutti abbiamo lavorato per vivere, non per rendere a persone meschine e farabutte.

OK !!!

Anonimo ha detto...

Esprimete le vostre posizioni senza offendere e senza essere offesi, ci mancano gli sbalzi di pressione e speriamo niente infarti

Anonimo ha detto...

OOGI A ROMA INCONTRO DELLE RSU CON IL CUSTODE ING. SCHIRONE VISTO CHE LE ALTRE DUE ALLA FACCIA NOSTRA SONO INSIEME IN VACANZA...SOLITA SPACCATURA FRA LE SIGLE SINDACALI E SPERO CHE PRESTO CI FACCIANO SAPERE COSA SI SONO DETTI !!! BASTA CON LE PIPPE MENTALI FRA LE SIGLE SINDACALI CHIEDO UNITA' DI INTENTI VISTO CHE DI MEZZO CI SONO LE NOSTRE TESTE,LOTTA UNITA E DURA!!!!!