sabato 27 marzo 2010

La regione toscana anticiperà l'indennità di CIGS

QUESTA INIZIATIVA DELLE OOSS DEVE ESSERE PRESA IN TUTTE LE REGIONI
I DIPENDENTI FACCIANO PRESSIONE SUI SINDACATI
AGILE (EX EUTELIA): LA REGIONE ANTICIPA LA CASSA INTEGRAZIONEIncontro fra l'assessore e i sindacati. L'ammortizzatore è comunque stato concesso a partire da febbraio.FIRENZE - L'assessore all'istruzione, formazione e lavoro ha incontrato le organizzazioni sindacali per fare il punto sulla situazione della Agile.
I sindacati hanno informato del fatto che a partire dal 16 febbraio scorso è stata avviata la procedura per assicurare la cassa integrazione ai dipendenti de gruppo che a livello nazionale sono circa 1089, di cui 33 in Toscana.
Alla Regione le organizzazioni sindacali hanno chiesto di poter utilizzare il fondo per l'anticipo della cassa, per sostenere il reddito dei lavoratori in attesa dell'erogazione che, di solito, non è immediata.
L'assessore ha garantito che ciò sarà possibile e ha assicurato che, non appena le richieste saranno formalizzate, sarà cura dell'assessorato sollecitare Fidi Toscana in modo da rispondere in tempi brevi e in maniera positiva alla richiesta.
Nel corso dell'incontro sindacati e Regione si sono dati appuntamento a dopo l'udienza sul concordato preventivo. A quel punto verranno messi in calendario nuovi incontri per fare il punto della situazione.

10 commenti :

Anonimo ha detto...

purtroppo non tutte le regioni hanno una "finanziaria" regionale che consente l'anticipo della cassa integrazione. Comunque visto che non è arrivata neanche la comunicazione (telegramma, raccomandata...) della cassa integrazione sarebbe opportuno che le OO.SS. di ogni territorio facciano qualcosa.

Anonimo ha detto...

La Toscana, il Piemonte e la Lombardia se non erro.....il Lazio che fà?

Anonimo ha detto...

Le notifiche della CIGS verranno inviate dopo la sentenza di Norelli, in questo modo i Custodi pensano di scaricare sul Tribunale Fallimentare la responsabilità delle loro scelte. No, non è così!
Stesso vale per i Dirigenti Omega.

Anonimo ha detto...

giovedi 25 marzo si e' concluso l'iter (partito il 20 dicembre 2009) per inserire i lavoratori Agile delle Marche nella convenzione Regione Marche-Banca Popolare di Ancona sull'anticipo della cassa integrazione. Ai lavoratori verranno anticipati dalla BPA 800 euro mensili fino a che l'Inps non paghera' la CIG (per un massimo di 8 mesi). Un grazie al fattivo impegno della SLC-CGIL che e' stata sempre al fianco dei lavoratori.

Anonimo ha detto...

Hanno colpito anche i dirigenti ma non quelli che dovevano. Le vecchie volpi non sono state toccate. Saranno tutti collusi con custodia, avvocati e giudici?

Anonimo ha detto...

... ora dopo il voto avanti tutta verso il concordato preventivo!

Anonimo ha detto...

Mussari (Mps): con Eutelia non abbiamo nulla a che fare

"Con Eutelia non abbiamo avuto, non abbiamo e non avremo mai nulla a che fare". Giuseppe Mussari, presidente del Monte dei Paschi, torna sulla vicenda che ha accostato la banca senese alla società di telecomunicazioni di Arezzo in occasione dell’assemblea che ha deliberato la sostituzione di un sindaco della banca, dimessosi, che aveva incarichi anche in Eutelia. La presenza del sindaco del Monte dei Paschi, a titolo personale, negli organi di governo di Eutelia "bene non ci ha fatto - ha ammesso Mussari - ma siamo stati accostati a una vicenda dalla quale siamo estranei".

Anonimo ha detto...

Approvazione prog. bil. 2009 rinviato e convocazione di Assemblea Straordinaria

Il Consiglio di Amministrazione di Eutelia Spa, riunitosi in data odierna, tenuto conto:
- che la Società ha ricevuto in data odierna una “Istanza di autorizzazione all’adozione di misura cautelari ex art. 22, commi 1 e 4, D.Lgs 472/1997”, presentata dalla Direzione Regionale delle Entrate della Toscana al Presidente delle Commissione Tributaria Provinciale di Firenze, in relazione ad irregolarità fiscali asseritamente rilevate nel processo verbale di constatazione notificato alla Società il 3 luglio 2008 (vedasi comunicato al mercato dell’11 agosto 2008), per un importo complessivo di euro 12 mln, oltre sanzioni;
- che è prossima la definizione del procedimento pendente al Tribunale di Roma, sezione fallimentare,
riguardante la società Agile srl, cessionaria del ramo IT, che potrebbe stabilire l’applicazione del provvedimento di amministrazione straordinaria della stessa, ai sensi del D.Lgs 270/99 (“Prodi bis”);
- che gli eventi sopracitati potrebbero avere effetti atti ad influenzare in modo significativo i dati economici e patrimoniali della società;
ha deliberato il rinvio dell'esame e dell’approvazione della relazione finanziaria annuale, comprendente il progetto di bilancio di esercizio nonché il bilancio consolidato e la relazione sulla gestione al 31.12.2009.
Inoltre, sulla base dei primi dati provvisori relativi all’esercizio 2009, da cui emerge la concreta possibilità di una perdita rilevante ai sensi dell’art. 2446 cod. civ., il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di
(i) riconvocarsi per la data del 12 aprile 2010 ai fini dell’approvazione del progetto di bilancio e del bilancio consolidato relativi all’esercizio 2009 e
(ii) cautelativamente, in attesa dell’approvazione del progetto di bilancio che fungerebbe anche da situazione patrimoniale ex art. 2446 cod. civ., di convocare l’assemblea straordinaria dei soci per l’assunzione degli opportuni provvedimenti richiesti da tale disciplina.

segue...

Anonimo ha detto...

da post precedente...



Nel corso della medesima seduta, il Consiglio di Amministrazione ha quindi deliberato di convocare
l’assemblea ordinaria e straordinaria dei soci per il giorno 29 aprile 2010 alle ore 08:30,presso la sede sociale, in prima convocazione e, occorrendo, per il giorno 30 aprile 2010 alle ore 16:00, presso l’Hotel Minerva di Arezzo in Via Fiorentina 4, in seconda convocazione, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

Parte ordinaria
1. Bilancio di esercizio e Bilancio consolidato al 31 dicembre 2009, Relazioni del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e della Società di Revisione. Deliberazioni inerenti e conseguenti.
2. Provvedimenti conseguenti alla cessazione di due amministratori. Eventuale integrazione del consiglio di amministrazione previa determinazione del numero dei suoi componenti. Deliberazioni inerenti e conseguenti.



Parte straordinaria
1. Esame della situazione patrimoniale della Società ai sensi dell’art. 2446 del codice civile e opportuni provvedimenti ai fini della copertura delle perdite anche mediante riduzione del capitale sociale.
Deliberazioni inerenti e conseguenti ivi inclusa la modifica dell’art. 6 dello statuto sociale.

2. Proposta di attribuzione al Consiglio di Amministrazione della facoltà di aumentare a pagamento, il capitale sociale ai sensi dell’art. 2443 cod. civ. – in una o più volte anche in forma scindibile ed entro il periodo di cinque anni dalla data di deliberazione – anche con esclusione e/o limitazione del diritto di opzione ai sensi dell’art. 2441, commi quarto e quinto, cod. civ. per un importo massimo di Euro 50.000.000,00 mediante emissione di azioni ordinarie, previa revoca della delega ai sensi dell’art. 2443 cod.civ. deliberata dall’assemblea straordinaria in data 28 maggio 2005. Deliberazioni inerenti e conseguenti, ivi
inclusa la modifica dell’art. 6 dello statuto sociale.
La Società provvederà a mettere a disposizione del pubblico nei termini e con le modalità di legge e di regolamento le relazioni e la documentazione prevista

Anonimo ha detto...

REVOCATORIA DELLA CESSIONE DI RAMO D'AZIENDA !!! CHE GLI AVVOCATI DEI SINDACATI E NON SI MUOVANO E' ORA DI NON PERDERE ALTRO TEMPO PREZIOSO !!
HASTA LA VICTORIA SIEMPRE!!