martedì 10 novembre 2009

Meglio tardi che mai

OKKUPARE LA SEDE DI AREZZO
Grazie per l'aiuto Samuele
senza di te non saremmo mai riusciti ad andare sulle prime pagine
dei maggiori quotidiani italiani, Corriere,Repubblica, La Stampa, Il Giornale





http://www.youtube.com/watch?v=pJaZWwXLwfM

EUTELIA: FIOM, 17 NOVEMBRE SCIOPERO E MANIFESTAZIONE A ROMA

Roma, 10 nov. - (Adnkronos) - Sciopero di tutto il gruppo Omega e manifestazione a Roma il 17 novembre prossimo. Non si fa attendere la risposta della Fiom alla "gravissima aggressione" subita questa mattina nello stabilimento romano che servira' a denunciare anche la grave situazione in cui versa l'intero gruppo informatico. Una situazione che per i metalmeccanici della Cgil dovra' ora rapidamente approdare ad un tavolo a Palazzo Chigi concretizzando cosi' una richiesta che il sindacato avanza da tempo.

15 commenti :

Anonimo ha detto...

Entro il 17 dovrà esserci un tavolo di crisi presso la Presidenza del Consiglio.
Epifani, Bonanni, Angeletti, Polberini devono pretenderlo.
Letta, Fini, Schifani, Berlusconi, Napolitano devono esprimersi.

Anonimo ha detto...

Che peccato, volevamo invitare il Samuele, anche a Torino e Ivrea, ma forse non verrà, comunque noi lo aspettiamo, venga pure con i sui amici, che non ci fanno di certo paura.........

Vieni vieni, che sistemiamo tutti i conti in sospeso.

Anonimo ha detto...

da Arezzo Notizie di oggi 10 nov.2009 Comunicato di Samuele Landi:

Premetto che i dipendenti di Eutelia, a cui viene regolarmente pagato stipendio, non possono più andare al lavoro nella sede di Roma, da circa 12 giorni
a causa di un occupazione dimostrativa di presunti dipendenti di altra società (Omega). Per dovere di chiarezza, nella società Omega oggi composta da oltre 10.000 dipendenti, è confluito 6 mesi fa, un ramo d'azienda ceduto da Eutelia alla stessa, composto da 1800 risorse umane oltre a beni immobili e commesse attive.


Oggi 10 novembre 2009, il sottoscritto si è recato nella sede romana di Eutelia, per accompagnare il servizio di portineria appositamente contrattualizzato. Ero comunque consapevole della possibile occupazione, che avrebbe dovuto però terminare il giorno precedente in seguito ad ulteriore manifestazione e pagamento degli stipendi arretrati, da parte dei datori di lavoro di Omega ai dimostranti


Tentando di entrare nelle sede di proprietà di Eutelia, usando le normali chiavi, ho trovato la porta principale legata con fil di ferro, che ho provveduto personalmente a rimuovere.
All'interno, con mia sorpresa, ho trovato a dormire su brandine, fornite dalla Protezione Civile, e relativa cucina da campo, circa 12-15 soggetti di cui uno solo mi risulta fosse dipendente Agile/Omega, mentre gli altri erano estranei pure a questa azienda, probabilmente appartenenti a centri sociali.

Invitandoli a dirmi chi fossero ed ad uscire, si sono rifiutati e quindi abbiamo provveduto ad allertare le forze dell'ordine senza però alcun contatto fisico con questi loschi figuri, salvo un vano tentativo di aggressione nei miei confronti. Preciso che MAI ne io ne gli altri collaboratori, si sono presentati come Poliziotti o Carabinieri.


La Polizia arrivata sul posto tramite un suo funzionario ha sostenuto che era una regolare occupazione. Regolare!?!? Se qualcuno viene a casa tua, ci si ferma a dormire e mangiare e ti vuole cacciare fuori quando torni è un occupazione regolare? Dove è stato scritto questo nuovo istituto giuridico dell'occupazione, un usucapione veloce,veloce? Non esiste!!!!

Sono andato al commissariato per sporgere regolare denuncia, ma mi è stato consigliato di far uscire il nostro servizio di portineria per motivi di ordine pubblico.
Ovviamente mi sono rifiutato ritenendo che la proprietà fosse tutelata in Italia come in tutto il resto del mondo civile e meno civile. Nel frattempo, tramite pressioni dirette sull'agenzia fornitrice delle risorse, da parte del Dirigente di Polizia preposto, tutti gli addetti sono stati fatte uscire dietro velate ritorsioni.

Risultato finale?

Oggi sappiamo che in Italia, qualunque estraneo può arrivare a casa vostra e cacciarvi via, mentre per motivi di ordine pubblico è meglio che Voi ve andiate in albergo perché tanto, in 6-7 anni gli farete arrivare uno sfratto esecutivo.

Anonimo ha detto...

segue comunicato di Samuele Landi:

A tutti gli Onorevoli Deputati, Senatori, Assessori e Personalità che si sono prodigati a scrivere sulle squadracce MAI esistite, vorrei chiedere a nome mio, di tutte le aziende illegalmente occupate, e di tutti i proprietari di appartamenti che si sono trovati inquilini senza sapere di averne, se intendano fare qualcosa di concreto per il fenomeno dell'occupazione abusiva, se intendano fare in modo che la Polizia possa garantire un diritto sacro e costituzionale.

Sappiate che ne abbiamo TUTTI abbastanza di coloro che fanno della nostra casa, la loro casa, il nostro letto il loro letto e di tutti i nostri beni i loro beni.....
Sapete bene che non è un un caso isolato, solo a Roma ci sono 50 occupazioni abusive di aziende (parole di stamani del Viceprefetto, presso cui ho avuto il piacere di sollecitare un intervento concreto, ma senza esito).


Ai Sindacati che gestiscono e difendono le occupazioni illegali, chiedo come pensano che Eutelia non debba, fra non molto, mettere in cassa integrazione o licenziare i dipendenti di Roma a causa del fatto che questi non possono andare a lavorare? Ma in grave momento di crisi economica generale, alle difficoltà del mercato si devono aggiungere anche queste azioni deplorevoli oltre che illegali da parte dei vostri protetti?
Questo è voler distruggere il Paese, non certo difendere i Lavoratori.

Chiedo infine, come sia possibile che la Protezione Civile fornisca, brandine, tende e cucine da campo per un ILLEGALE occupazione da parte di presunti dimostranti?
Credo che qualunque cittadino si aspetti che questi materiali vengano utilizzati per soccorrere la popolazione vittima di eventi talvolta tragici, come il terremoto in Abruzzo.
Spero che qualcuno si degni di rispondere anche a questo quesito......

Cordiali Saluti.

Samuele Landi

Anonimo ha detto...

Omega Spa in merito alle notizie riportate oggi da organi di stampa

Riguardo a fatti avvenuti nella notte tra il 9 e il 10 novembre nello stabile di via Alessandro Bona a Roma, che ospita gli uffici della società Eutelia e di Agile Servizi, ramo di aziendaceduto nel giugno scorso al gruppo Omega, si precisa che quanto avvenuto non riguarda in alcun modo la stessa società Agile Servizi e/o il Gruppo Omega, che sono del tutto estranei alla vicenda.
Il Gruppo vede da giorni occupati ben cinque stabilimenti Agile - oltre a Roma, sono occupate, a nostro avviso immotivatamente, le sedi di Torino, Ivrea, Pregnana Milanese e Napoli - e, pur potendo procedere in qualsiasi momento allo sgombero dei locali, secondo quanto stabilito dalle leggi vigenti, non intende in alcun modo avvalersi di tale facoltà, nonostante i gravi danni all’organizzazione e all’operatività dell’azienda causati da questa occupazione. Va fatto presente che alle occupazioni degli stabilimenti partecipano esterni, anche incappucciati e che sono state fatte azioni di boicottaggio delle strutture.
Il Gruppo Omega ha già dato ampia disponibilità, sia con i sindacati che in sede istituzionale, per mettere in atto tutte le soluzioni volte a salvare il maggior numero possibile di posti di lavoro, utilizzando gli ammortizzatori sociali, comunque nell’ambito di un programma di ristrutturazione che permetta di gestire gli oltre 50 milioni di euro di perdite gestionali annue. Si tratta peraltro di una situazione ereditata: gli esuberi identificati in Agile Servizi erano già previsti, in misura addirittura superiore, quando Agile era ancora parte del gruppo Eutelia ed erano stati di fatto accettati dalle organizzazioni sindacali
prima ancora dell’arrivo di Omega.
La situazione risulta tanto più grave in quanto sono state proprio frange estremiste riconducibili ai lavoratori di Agile ad impedire con ogni mezzo l’apertura di qualsiasi tavolo negoziale, come dimostrato dal fatto che l’incontro previsto per domani, 11 novembre,presso l’Hotel Hilton a Roma, è stato annullato a causa delle intimidazioni e delle minacce rivolte alla direzione dell’albergo.
E’ inammissibile che i dirigenti di Omega vivano ogni giorno sotto il peso di continue minacce anche di morte e di intimidazioni fisiche, con un vero e proprio linciaggio, mediatico e non, dell’azienda. Tutto ciò mette a rischio l’avviamento commerciale e quindi aggrava ancora più le prospettive occupazionali.
A questo proposito dobbiamo constatare con ansia l’abbandono, anche da parte di alcune RSU, delle modalità legali connesse al diritto di sciopero, in favore di forme di lotta che ricordano in modo impressionante le prime fasi del terrorismo: questo diventa un fattore di estrema pericolosità se si considera che Agile tratta dati sensibili per la sicurezza nazionale.
Pertanto, di fronte all’atteggiamento di chiusura assunto in particolare da alcune sigle sindacali, il Gruppo chiede alle istituzioni e in particolare al Governo di prendere una netta posizione.
MARTEDì 10 NOVEMBRE 2009 19:59 - ufficio stampa

Anonimo ha detto...

....secondo me il comunicato stampa di Omega è scritto sempre da Samuele...

Anonimo ha detto...

Alcuni colleghi ringraziano il capitano per il grande aiuto medianico che ha portato alla causa dei lavoratori licenziati.

Grazie ancora Samuele, sei riuscito a portarci sulle reti nazionali.

Una preghiera ancora, quando incontrerai tuo zio che ti dirà che hai fatto una bella bischerata, informalo che i lavoratori Agile rientreranno in Eutelia.

piocesar

Anonimo ha detto...

samuele, omega, eutelia, ma fatemi il piacere. buffoni.

Anonimo ha detto...

Cara Eutelia sei ormai alla frutta, mentre hai Landi, gli auguro che gli venga un bel male incurabile, e che possano morire soffrendo.

VERGOGNATEVI di quello che avete fatto FARABUTTI !!!!!!!!

Anonimo ha detto...

non so se mi fa più rabbrividire il comunicato di samuele o di omega... in entrambi i casi sembra che siamo li xè non abbiamo di meglio da fare... ma si... in fondo ci mancano solo gli ultimi 2 stipendi (per i più fortunati) i rimborsi spese da luglio in avanti e un posto di lavoro.. in effetti non capisco... di cosa ci lamentiamo??

Anonimo ha detto...

I Farabutti siete voi, schifosi, intanto state con la faccia scoperta e abbiate le palle di affrontare questa situazione, invece di chiamare 10 comunistacci come voi per fare un po' di scena spero vivamente al vostro licenziamento.
NON MERITATE UN CAZZO.
FALLITI

Anonimo ha detto...

caro Samuele, fanno bene i nostri colleghi a stare a viso coperto, viste le intimidazioni e le minacce dirette cui siamo stati sottoposti tutti i giorni in questi ultimi due anni da una dirigenza molto solerte a cogliere tutte le norme vessatorie perpetrate nei confronti di noi lavoratori sul campo ed in contato diretto con i Clienti.

Anonimo ha detto...

" Farabutti siete voi, schifosi, intanto state con la faccia scoperta e abbiate le palle di affrontare questa situazione, invece di chiamare 10 comunistacci come voi per fare un po' di scena spero vivamente al vostro licenziamento.
NON MERITATE UN CAZZO.
FALLITI"

chiunque tu sia ..complimenti!!!
sei talmente squallido che non meriti neanche che io ti insulti per quello che hai scritto (..sotto dettatura???)
per esempio ti faccio notare che tutte le interviste ai telegiornali sono state fatte a volto scoperto....
pero' ti faccio una domanda e spero che quei pochi neuroni che ti sono rimasti ( gli altri sono impegnati per leccare il culo ai tuo padroni) ti facciano riflettere... ma questi sporchi commmmunistacci che non prendono gli stipendi da 3 mesi , i rimborsi pure, i ticket pasto da 1 anno , il fias da 6 mesi e non sanno che succedera' del loro futuro cosa dovrebbero fare secondo te?
p.s.
vorrei ora una bella predica cristiana/vaticanista del meraviglioso Salpietro su lo spettacolo desolante del suo capitano

Anonimo ha detto...

"" Farabutti siete voi, schifosi, intanto state con la faccia scoperta e abbiate le palle di affrontare questa situazione, invece di chiamare 10 comunistacci come voi per fare un po' di scena spero vivamente al vostro licenziamento.
NON MERITATE UN CAZZO.
FALLITI""

VERGOGNATI TESTA DI CAZZO, CHE NON SAI NEMMENO CON CHI STAI PARLANDO, E DI COSA STAI PARLANDO IMBECILLE E INOLTRE STAI DIFENDENDO UNA PERSONA MESCHINA E SENZA PALLE, COME INVECE VUOLE FAR CREDERE, CHE SE FOSSE UN MIO DIPENDENTE, AL MASSIMO POTREBBE GESTIRE LO SGABUZZINO DELLA CARTA IGIENICA.

GUADAGNATELO VOI LO STIPENDIO PARASSITI.

Anonimo ha detto...

L'ex AD è proprio un buffone! Lo è sempre stato, da quando ha iniziato a fottere i soldi con gli 899 porno o i tarocchi del call center romeno!!!!
Ha pure ricevuto un avviso di garanzia per associazione a delinquere e parla di legalità!
Metteranno le mani sulle sue holding, sui loschi traffici con S. Marino oppure con la Liberia (altro paradiso fiscale)
vero coglione??????
Massone del cazzo!!!!! La sede di Arezzo sembra un feudo...
Scappa finchè sei in tempo e...occhio al paracadute, potrebbe non aprirsi