giovedì 12 novembre 2009

Il manager con il pugnale: fondo un partito

Corriere Fiorentino sezione: Cronache data: 12/11/2009 - pag: 25

Dopo il blitz in azienda Il manager con il pugnale: fondo un partito ROMA — Ora la sua foto col ghigno idiota, il coltello tra i denti e il teschio corsaro sul cappellino da baseball, campeggia nei manifesti dei lavoratori in presidio, lì, sulla Tiburtina. Come un segno dei tempi, un fermo immagine di questi giorni cupi di tagli, squali e recessione.Uno passa davanti all’Eutelia, alza gli occhi e si domanda: chi è quello? Risposta: l’ex amministratore delegato, Capitan Uncino. Chi altri, se no? L’altra notte, Capitan Uncino e quindici suoi pirati («addetti di portineria» dice lui; forse vigilantes in divisa; comunque tipetti decisi, scambiati per poliziotti), dando un’interpretazione un po’ estensiva dei famosi animal spirits del capitalismo, hanno fatto irruzione nell’azienda di servizi informatici di famiglia, occupata da lavoratori e militanti dei centri sociali. Spinte, strilli, parapiglia, finché i poliziotti (veri) non hanno portato tutti in questura. Il giorno dopo, apriti cielo, ecco il caso: dentro cui, come un topo nel formaggio, se ne sta sornione lui, Samuele Landi, questo aretino di 44 anni che ridacchia leggendo le accuse tracimate da siti, blog, agenzie: «Fascista», «squadrista», «mazziere».«E dai! Non sono nemmeno di destra... Giuro. Sono di centro. Anzi, da cinque anni non voto neppure». E perché?«Perché secondo me in Italia c’è un problema: nessuno, né un partito né un movimento, che tuteli gli imprenditori. 'Mi stanno facendo un esproprio proletario in azienda' ho detto a un viceprefetto; mi ha risposto che ce n’erano 50 di aziende occupate a Roma e non poteva farci nulla. Allora, mi sono detto, ci penso io. E magari lo faccio davvero un movimento così, sì, ci sto pensando». E li tutela menando, gli imprenditori?«Macché, sono bonissimo ! Mai neanche uno schiaffo, nemmeno l’altra notte. Erano i comunisti che volevano menare me». Ma se è campione di kickboxing... «Appunto, le arti marziali aumentano l’autocontrollo, si sa».L’uomo ha una certa tendenza all’ipertrofia dell’io: ultimo indirizzo di posta elettronica, numberone@ kryptomail . Il nomignolo di Capitan Uncino nasce nel gruppo di 23 parà che comanda ad Arezzo, gli Sky Dive Tortuga. Perché il pirata delle favole? « Hook, l’uncino, è una manovra d’atterraggio del paracadutismo. L’idea m’è venuta da lì». D’accordo, ma allora perché quella foto da guitto diffusa online? «E dai, era una foto goliardica! Andata in rete per sbaglio. Poi i comunisti ne hanno approfittato». I comunisti sono la sua vera ossessione. Li chiama anche «i signori della sinistra», come Berlusconi. Per contendere i suoi dipendenti e le loro anime ai «signori della sinistra», tre anni fa, da nuovo amministratore delegato, s’è infiltrato nel loro blog, inaugurando uno stile tutto suo di relazioni sindacali: lì ha scaricato il piano industriale e il codice antimobbing, poi, ha cominciato il dialogo diretto. All’inizio i sindacati, tra qualche perplessità, hanno apprezzato il «segnale di discontinuità».Lui è andato oltre. A gennaio 2008 ha scritto ai lavoratori: «L’azienda va bene... decidete di credere a chi vi ha sempre detto bugie o a chi non è mai stato smentito». I sindacati hanno capito l’antifona e cominciato a storcere il naso. Qualche mese dopo, in mezzo a scricchiolii e cessioni di parti aziendali (da Agile a Omega in un complicato domino societario), ha regalato ai dipendenti il Metodo antistronzi di Robert Sutton e ha scritto nel blog: «State tranquilli, non rallentate e applicate il 'Metodo'!». Ora che si è finiti alle denunce incrociate e che della faccenda dell’altra sera s’è occupata perfino la Digos, la famiglia gli ha chiesto le dimissioni anche dal cda Eutelia: «Le darò, ma qualcuno dei miei tira il sasso e nasconde la mano» dice lui, col tono dell’incompreso eroe eponimo di questi anni di ferro. Farà proseliti? C’è da scommetterci. Nel fondo di ogni anima balugina un uncino e Peter Pan è diventato vecchio da un pezzo. G. B.

26 commenti:

Anonimo ha detto...

Da Dagospia.com

Riceviamo e pubblichiamo:

Lettera 1
Gentile Redazione, premetto che oltre ad essere moglie di Samuele Landi, sono giornalista iscritta all'albo della Toscana e vostra assidua lettrice. Dagospia per me rappresenta un modo intelligente e coraggioso di fare informazione in un settore, quello dell'informazione appunto, perlopiù piegato a logiche partitiche e affaristiche. Coraggioso è stato anche l'atto di mio marito.

Saltando a piè pari la barricata dei falsi perbenisti del non si fa non si dice, ha messo sotto gli occhi di tutti quanto sta succedendo in Italia. Un'azienda è stata occupata abusivamente da una decina di affiliati ai centri sociali impedendo ai dipendenti Eutelia di entrarvi per svolgere la regolare attività lavorativa. Di fatto bloccando l'azienda e mettendo a serio rischio i dipendenti Eutelia.


Silvio Berlusconiv - copyright PizziColgo l'occasione per farvi delle precisazioni: La fotografia con il coltello tra i denti ripresa da più parti è nient'altro che un'immagine privata di un momento goliardico, mio marito non ha un passato nella Folgore, più semplicemente pratica paracadutismo sportivo, non sono stati sfondati i cancelli dell'azienda anche se l'occupazione, abusiva, aveva di fatto serrato le porte di ingresso dall'interno, non si fa chiamare Capitan Uncino ma è il soprannome usato in ambiente paracadustico. Concludo allegandovi un comunicato scritto da mio marito che meglio spiega la vicenda. Pregandovi di pubblicazione anticipatamente vi ringrazio.
Laura Gallorini

Anonimo ha detto...

11 nov. - di Federico Tagliacozzo. -
"Quelli dell'ex Eutelia sono lavoratori di alta professionalità che non vengono pagati da mesi, disperati che cercano di difendere il loro impiego. Essi non vedono chiaro nella proprietà, non vedono chiaro il piano industriale e non hanno nessuna prospettiva per il futuro" Lo ha dichiarato il segretario della Cgil Guglielmo Epifani,a margine della presentazione del Rapporto sullo stato sociale 2010 nella facoltà di Economia dell'Università La Sapienza. "
La loro - ha proseguito - era una forma pacifica di protesta. Che si usino irruzioni di questo tipo non si può tollerare. Palazzo Chigi chiami la proprietà a rispondere di quanto è accaduto".

A Epifani ha fatto eco il segretario Uil Luigi Angeletti che ha detto che "è fuori luogo e da condannare la reazione che ha fatto seguito alle azioni dei lavoratori ex Eutelia. Non bisogna sottovalutare i segnali che dicono che la violenza politica può riesplodere".
I due leader sindacali hanno commentato l'aggressione subita nella notte di ieri dai lavoratori negli stabilimenti dell' ex-Eutelia, a Roma, occupato dai dipendenti che protestavano contro la chiusura dell'azienda.

Anonimo ha detto...

Cara giornalista, apprezzando lo slancio d'affetto da consorte, le chiedo se si è documentata quando sostiene che "Un'azienda è stata occupata abusivamente da una decina di affiliati ai centri sociali"? Forse sono persone senza stipendio da mesi, con una lettera di licenziamento in arrivo, il tutto per un gioco più grande di loro a cui è ragionevole pensare che Samuele Landi non sia estraneo.

Anonimo ha detto...

Carissima consorte di Samuele, ma secondo lei siamo tutti coglioni ? Lei saprà benissimo cosa c'è dietro la vendita di Agile o no ? Ma che morale ci viene a fare ? Lei dovrebbe provare ad essere una persona normale con uno stipendio e vedere che cosa abbiamo subito....ma come si puo parlare con una famiglia che fa di hobby "IL PARACADUTISMO"....noi al massiamo andiamo a correre "gratis" nei parchi comunali ....ma mi faccia il piacere, abbia almeno il buon gusto di stare zitta e si vergogni ! Mi auguro solo che il destino vi riservi anche solo in parte tutte le maialate che ha fatto la sua famiglia

Anonimo ha detto...

Prima di andare a prendere in giro persone che da piu' di 20 anni lavorano onestamente per mantenere dignitosamente una famiglia ..un pseudo Industraiale che gioca con un azienda mettendo sulla strada migliaia di famiglie..Lei viene a discutere di CHE si vergogni e resti a casa con suo marito così crea meno danni al prossimo e fa meno il prepotente con le sue certezze ..verso chi protesta GIUSTAMENTE per la propriatà DIGNITA'
Ladri rivoglio i MIEI soldi di TFR Stipendi , Rimborsi ecc...
VERGOGNATEVI e sempre a vostra disposizione...

Anonimo ha detto...

Carissima signora Laura Gallorini,
in Landi,!
forse sarà che la televisione, la sera,all'ora di cena, prende ormai da tempo il posto di un sano normale dialogolo familiare; quel che di solito fa chiacchierare su un po' come si è passata la giornata....
beh..provi un po' a spegnere il televisore in queste sere e veda se magari lo sposo le racconta un po'come in questi mesi ha massacrato 2400 persone durante e dopo la sua diretta presenza.!!
...un suggerimento ..si metta li pronto un "biberone" di Malox...le potrebbe rimanere utile.

Cordialmente
Buonasera
ps buon appetito.

Anonimo ha detto...

ma che cazzo vuole sta "signora"
chi e'

Anonimo ha detto...

mail ricevuta oggi

A tutti i Dipendenti e Collaboratori


Il Ministero della Salute si è pronunciato in merito all'influenza A (H1N1) e ha confezionato un Decalogo di Comportamento (in allegato) in cui sono descritte le azioni da porre in atto contro la diffuzione del contagio.


Vi preghiamo di prendere visione del Decalogo e di rivolgervi ai vostri responsabili e referenti per qualsiasi informazione e chiarimento.


Ringraziandovi per la collaborazione, rimaniamo a vostra disposizione.


Servizio Prevenzione e Protezione
servpreveprotezione@agileservizi.com
-------
Si preoccupano per la nostra salute!!!!Si preoccupassero anche delle nostre tasche!!!!!

Anonimo ha detto...

Cara signora Laura Gallorini in Landi, dal voluminoso culo e dal piccolo cervello, ma, secondo Lei, è normale il gesto che ha fatto quell'esaltato di suo marito?
Se avesse osato una cosa del genere negli anni 70 come minimo si sarebbe preso una coltellata nei coglioni!; ma, per fortuna i tempi sono cambiati ed i lavoratori danno continue prove di civiltà. Al contrario, i cosiddetti " padroni" non perdono una occasione per dimostrare quel che sono: VOLGARI DELINQUENTI DEDITI ALLA DISTRUZIONE DELLA RICCHEZZA NAZIONALE, IN QUANTO EVASORI FISCALI E DISTRUTTORI DI AZIENDE SANE.
Lei ha perso un'occasione per tenere la bocca chiusa!

Anonimo ha detto...

Complimenti che Famiglia la Landi, ma da dove siete venuti, mercenari e LADRI, avete proprio la faccia come il culo, noi stavamo così bene prima che Eutelia ci venisse a insegnare le "BUONE" maniere, se fossi uno dei vostri figli, chiederei di essere disconosciuto.

Il Suo bel maritino, è un gran bel FARABUTTO, e ricordo ancora bene quando siete venuti a parlarci non appena acquistata a 1€ la Getronics, raccontandoci falsità enormi, e inoltre non avete nemmeno mantenuto una sola promessa fatta, ma siete stati molto bravi e ripulire le casse, però questa volta avete sbagliato qualcosa, e forse non vi siete nemmeno accorti, delle traccie che avete lasciato, che al giusto momento usciranno dove sarà necessario.

Le somme si devono sempre fare alla fine.

A presto MASCALZONI !!!!!

Anonimo ha detto...

Gentile Signora Landi premetto che oltre ad essere una lavoratrice che non percepisce lo stipendio da 3 mesi, sono anche una mamma che non riesce a dare da mangiare ai suoi figli.
S.ra Landi siccome ci ha precisato che e' una giornalista, prima di scrivere certe cose non dovrebbe documentarsi?Possiamo denuciarla per diffamazione?
Signora Landi forse suo marito (perche' lei non c'era)si e' confuso perche' ci ha visto tutti in jeans, tute e giacconi, sa non e' molto comodo presidiare in minigonna, in frack e ingioiellati.
Signora Landi era gia' sotto gli occhi di tutti quello che stava succedendo, o lei non legge i giornali o non guarda la tv?
Signora Landi i dipendenti Eutelia sono messi a rischio da suo marito (gia' da mesi si parla di cassa integrazione per 90 persone)vuole forse usarci come alibi?
Signora Landi il suo consorte su Elive e su molte email si e' espressamente firmato il vostro capitano.
Signora Landi concludo allegando una lettera di mia figlia, in cui vi chiede di poterle comprare le scarpe, un giubotto nuovo e visto che tanto voi problemi di soldi non ne avete un cellulare nuovo.
Signora Landi, se lei fosse veramente una signora proverebbe a dire a suo marito che certe bambinate non si fanno e che e' ora di mettere la testa a posto.
Signora Landi sto pensando all'esempio che state dando ai vostri figli e rabbrividisco.
Cordiali saluti.

Anonimo ha detto...

non ci sono parole.........la signora Landi che poi di certo non è una signora non merita nemmeno una riga di commento. Se fosse una vera signora porterebbe un obolo da versare per i lavoratori che il suo paracadutista ha messo sul lastrico!

Anonimo ha detto...

Signora Gallorini in Landi , se tu sei una Signora io sono Padre Pio

Anonimo ha detto...

Carissima signora Laura Gallorini,
in Landi,
ritengo che nonostante la vita coniugale non conosca bene il suo adorato maritino o perlomeno lo spero per lei, perchè in caso contrario sarebbe dimostrata la sua complicità.
A beneficio suo e di tutti i lettori si documenti bene!!! vada a curiosare all'indirizzo www.eulav.net . Mi raccomando legga a piccole dosi perchè anche per una donna come lei, abituata a stare accanto a un farabutto, una dose superiore alla norma potrebbe far male.

Anonimo ha detto...

...un altro bell'articolo.....
http://crisis.blogosfere.it/2009/11/eutelia-macche-crisi-e-dark-economy.html

...ma i risultati???? ...abbiamo qualche convocazione alla Presidenza del Consiglio????

Anonimo ha detto...

....una interessante siintesi....

andreaX,

supponiamo che tu sia un imprenditore che qualche anno fà compra ( ad un euro) un'azienda che si chiama Getronics Italia ottenendo liquidità di cassa per svariati milioni di euro, beni immobili, fatture esigibili, 55 milioni di euro di TFR dei lavoratori oltrechè 2400 lavoratori. Poi compri anche la Bull Italia ( sempre a prezzi simbolici ) ottenendo anch'ora una volta liquidità, TFR, immobili e altre centiania di lavoratori. Per due anni non fai niente ( non investi, non spendi, avvii un politica di contenimento dei costi da paura, imponi regole da oppressione) con la nuova azienda così costituita che viva di "abbrivio" dai progetti ereditati. Dopo due anni l' "abbrivio" finisce, tu ti sei intascato ( facendoli girare all'estero o su finanziarie) tutta la liquidità ottenuta da Getronics e Bull ( parliamo di centinai di milioni di euro....altro che Supernalotto) ma hai un problema : i lavoratori. Che fai, allora, tramite cessioni di rami d'azienda ( di dubbia legalità) passi i lavoratori in mano a gente il cui lavoro è far fallire le aziende. I lavoratori, a questo punto, devono sparire dichiarando esuberi, licenziamenti o fallimento . ...e il TFR???...lo paga lo Stato ....e i mesi di retribuzioni non corrisposti??? ...bohhh.

Ed il lavoro????? ...e chi se ne frega : tutti a vivere per qualche mese sulle casse dello stato ( Cassa integrazione, mobilità, disoccupazione....)

Morale : il "vecchio" proprietario ha in banca ( Svizzera??, San Marino??) centinaia di milioni di euro. Il nuovo proprietario, pagato a suon di MILIONI, ha compiuto il suo lavoro ed i lavoratori a spasso. Ecco perchè l'occupazione di Eutelia : i lavoratori cercano di denunciare questa enorme truffa.



Di chi è la colpa???....del "vecchio" proprietario???...del nuovo????



A te la risposta

Vittorio

Anonimo ha detto...

Signora Landi,
veramente sono MESI che i Lavoratori eutelia cercano disperatamente di mettere in tutti i modi sotto gli occhi dell'Italia quello che sta accadendo con eutelia nel pressochè totale silenzio politico dei media italiani. E gli stessi lavoratori gradirebbero anche che il tutto fosse messo sotto gli occhi anche della Magistratura e degli inquirenti a dirla tutta.
Stia tranquilla succederà, non abbia fretta e vedrà che con NOSTRA GIOIA COMUNE tutto verrà alla luce come lei chiede, i falsi in bilancio, l'associazione a delinquere, le evasioni fiscali, le false cessioni di ramo d'azienda, gli accordi con i compari paesani, i dialer abusivi, il "trottolone" (chieda a suo marito per quest'ultimo), le squadracce di picchiatori (l' "atto coraggioso"), il millantato credito, il caporalato verso i dipendenti. Insomma si chiarirà tutto sulle bugie no? Speriamo. Lo sperano TUTTI i lavoratori eutelia ex e non, di questo può STARNE CERTA. Un saluto ....a presto.
Un lavoratore eutelia.
P.S. L'equazione lotta sindacale- centro sociale-persona poco pulita è sintomo di quel ragionamento becero e provincialotto di persone abituate a non rispettare regole, leggi, persone ed istituzioni sociali facendosi "giustizia da sè".
Mi chiedo, ma lei sarà degna del coraggio di cotanto marito? avrà il coraggio di leggere le risposte alla sua lettera? io mi sono vergognato al posto suo si immagini!!

Anonimo ha detto...

Io non so che cosa aspetta la magistratura ad aprire una inchiesta su tutta questa faccenda.Forse ha bisogno di una querela da parte dei lavoratori?
Su tutti i blos si fanno delle specifiche accuse nei confronti della famiglia Landi e nei confronti di Massa e company, nonchè di alcuni politici.
Cosa dobbiamo pensare: che anche la MAGISTRATURA è implicata in questa vicenda?
Come mai l'inchiesta a carico dei Landi alla Procura di Arezzo non ha avuto seguito?
Come mai la Politica a partire dalla Presidenza del Consiglio e dai Ministeri competenti glissano sul PROBLEMA?
Ma che cazzo c'è di tanto sporco sotto questa faccenda?

Anonimo ha detto...

il lavoro rende liberi, in italia è diventato un lusso lavorare mentre esistono personaggi buffi e direi viziati che si permettono di scandalizzarsi delle necessità primarie delle persone e del bisogno e diritto di manifestare le proprie idee.Esistono persone che approfittano della crisi per sfruttare le situazioni.un giorno una persona carissima disse:" basterebbe che in Italia ognuno facesse il proprio dovere e già questa sarebbe una rivoluzione"!!. Cara signora Landi lei sarà anche una donna con la d maiuscola, ma si metta una mano sulla coscienza , rifletta quale disastro stanno vivendo migliaia di famigie,quanti figli non potranno vivere in modo dignitoso nè avere una famiglia serena e gioiosa, perchè qualcuno che poteva non ha voluto gestire in modo coerente e oserei dire rispettoso risorse rispettabilissime. non è un esempio da lasciare ai posteri , certamente non rientrerà nei libri manageriali questa storia squallida e sporca, ove non è ancora detto che a trionfare sarà la giustizia , auguriamocelo e evviva l'italia che riesce ancora a creare posti di lavoro, senza specularci sopra come è spudoratamente avvenuto in questo caso.Che bell'esempio invece uomini, imprenditori preparati che con la loro intelligenza e signorilità hanno dato e continuano a dare lavoro a tanta gente -) quell'italia piace di sicuro all'estero, è un esempio stupendo di imprenditoria.

Anonimo ha detto...

PER CORTESIA NON OFFENDIAMO L'INTELLIGENZA, COME SI PUO' DIRE CHE L'ATTO DI SAMUELE LANDI E' STATO CORAGGIOSO?E' RIDICOLO E QUASI GROTTESCO, A ME PERSONALMENTE MI HA FATTO TANTO RIDERE !!!!!!! MASSIMO RISPETTO INVECE PER I CORAGGIOSISSIMI E DIGNITOSISSIMI DIPENDENTI OLIVETTI, GETRONICS , WANG, EDISONTEL, OTTIME E BRAVISSIME PERSONE , ESEMPIO DA SEGUIRE

Anonimo ha detto...

Samuele..brutto stronzo...fatti vivo su Romauno...codardo bastardo....

Anonimo ha detto...

MA NON SI VERGOGNA DI ESSERE LA MOGLIE DI UNA PERSONA DEL GENERE...
SUO MARITO NON è UN IMPRENDITORE è UNO CHE CALPESTA LA DIGNITA DELLE PERSONE PER IL PROPRIO EGOISMO...
UNA GIORNALISTA NON DOVREBBE AVERE GLI OCCHI BENDATI....SONO LA MOGLIE DI UN LAVORATORE CHE HA DATO IL CULO PER 30 ANNI LAVORANDO DI FESTA E IN FERIE E ADESSO SI RITROVA SENZA LAVORO E SENZA DIGNITA CON DUE FIGLI DA CRESCERE E IL MUTUO DA PAGARE...

Anonimo ha detto...

Eutelia, Landi si è dimesso dal cda
stampa l'articolo |
"A seguito degli accadimenti del 10 novembre scorso, il consigliere non esecutivo Samuele Landi ha rassegnato le dimissioni dal consiglio di amministrazione". Lo si apprende da un comunicato di Eutelia diffuso nella notte. "La società - conclude Eutelia - ribadisce la propria totale estraneità ai fatti svoltisi".


COME MAI SI E' DIMESSO, POVERINO, ADESSO Sarà UN DISOCCUPATO, CHE SCENDA IN PIAZZA CON NOI, CHE UN POSTO NEL CORTEO LO TROVIAMO, SPERANDO CHE NON ARRIVI QUALCHE SUO AMICO E NON LO RICONOSCA E MAGARI LO PRENDE PURE A BOTTE.

SAMUELE, NON HO PAROLE PER DEFINIRE PERSONE COME TE, MA NON TI PREOCCUPARE, CHE I NODI VERRANNO AL PETTINE, PREPARATI, CHE NE HAI BISOGNO.

Anonimo ha detto...

Cara signora landi.."Coraggioso è stato anche l'atto di mio marito" ??
Ma se lo poteva anche risparmiare!!

Anonimo ha detto...

Ai lavoratori Eutelia vanno tutta la mia solidarietà, sostegno e simpatia.
Solo chi ha lavorato in Eutelia può comprendere a quale regime di vessazione e a quali soprusi sono stati sottoposti i lavoratori.
Spero che i Landi finiscano al più presto dietro le sbarre, anche se in Italia è difficile...

Anonimo ha detto...

carissima signora se così si puo' ancora chiamarla...come mai se il suo consorte è così innocente è a Dubai col suo caro amico Mercurio e poi ad ottobre dello scorso anno ha anche aperto la BATCOM spa a roma (nuovo gestore telefonico che prenderà il posto di eutelia) fottendo i crediti di una azienda di osimo e passandoli alla Alligator (altra aziendina da scatola cinese creata dalla VoicePlus)??? ci spiega se lei è al corrente di tutto questo??? e non si permetta di dire di no perchè (combinazione vuole) l'amministratore delegato in BATCOM è il signore Alessio Rossi che lei conosce benissimo (ricorda chi è Saahra landi?...brava)...ci spieghi ci spieghi adesso...perchè adesso stiamo preparando una nuova bomba per il carosamuelino...mia cara moglie "io non sapevo nulla"...
bye bye