lunedì 14 settembre 2009

Sciopero nazionale Phonemedia: a Monza adesione oltre il 90 per cento

Ha registrato un’adesione superiore al 90 per cento, a Monza e nelle altre sedi, lo sciopero nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori delle aziende del Gruppo Phonemedia, indetto per ieri, venerdì 11 settembre, dalle RSU e dai sindacati di categoria (SLC CGIL, UILCOM UIL e FISTEL CISL). All’origine della mobilitazione, i cronici ritardi nel pagamento degli stipendi, che ormai si protraggono da un anno.
Da tempo l’azienda era solita pagare le retribuzioni in due tranche mensili. Poi, negli ultimi mesi, ha iniziato a non rispettare neppure queste scadenze, ignorando di fatto i richiami dei sindacati.
Il Gruppo Phoenemedia conta circa 2000 dipendenti in tutta Italia. A Monza, in via Mentana, è presente la sede di RAF Phonemedia, un call center nel quale lavorano 250 persone. Molte di queste lavoratrici e lavoratori hanno partecipato al presidio organizzato questa mattina davanti all’ingresso degli uffici.
Prima delle ferie, Phonemedia ha presentato ai sindacati un nuovo progetto finanziario, ipotizzando la costituzione di un network con Omega, un’altra grande società che opera nel settore, la quale, però, è anch’essa in cattive condizioni finanziarie.
I sindacati di categoria chiedono l’apertura di un tavolo di crisi nazionale per Phonemedia (per Omega è già aperto) e sono in attesa della presentazione di un piano industriale.
La prossima settimana è previsto un incontro tra i rappresentanti delle lavoratrici e dei lavoratori del call center di via Mentana e l’Amministrazione comunale di Monza.

Nessun commento :