domenica 16 agosto 2009

Omega acquista Phonemedia e non paga gli stipendi ed i rimborsi

La società inglese Omega, che ha appena acquistato l'IT di Eutelia, rileva la proprietà della società di call center Phonemedia.
Sembra che in Italia stia prendendo corpo una realtà aziendale molto simile al Gruppo Almaviva, che gestisce attività di call center come Atesia e attività informatiche come Finsiel.
Si tratta dell'Omega, società inglese che, dopo aver acquisito le attività informatiche di Eutelia, ora ha acquisito Phonemedia, importante società di call center in outsourcing, con sedi che vanno da Ivrea a Novara, da Casalecchio di Reno a Catanzaro.
Phonemedia negli ultimi tempi era oggetto di forti contestazioni sindacali causate dal mancato e ritardato pagamento delle competenze degli operatori, con scioperi e manifestazioni in tutta Italia.
La crisi finanziaria dell'azienda ha probabilmente indotto l'imprenditore Fabrizio Cazzago, amministratore delegato della società, a passare la mano agli inglesi.
Ora si tratta di vedere che piano industriale i nuovi azionisti hanno in mente per Phonemedia mentre non hanno ancora presentato i loro programmi per le attività IT ex Eutelia.

C'è grosso malumore, sfiducia ed incredulità tra i dipendenti di Agile. Ancor di piu perchè l'azienda aveva promesso il pagamento degli arretrati Eutelia tra l'altro non ancora avvenuta a tut'oggi. I rimborsi spese di giugno e luglio ed lo stesso stipendio di Luglio sembrano una chimera.
I conti correnti si stanno del tutto asciugando al calore ed al sole del ferragosto che per la maggior parte deile maestranze è stato un ferragosto a casa.
I sindacati nel frattempo inviano sterili comunicati che non provocao nessuna reazone da parte dei vertici aziendali che approfittando del periodo estivo e di chiusura prendono tempo.
Ma oramia di tempo non c'è ne è piu
Dopo aver inviato le lettere di impugnazione della cessione e vendita del ramo d'azienda, adesso bisogna,senza transingere ancora, agire legalmente per bloccarla.
Il segnale forte ed inequivocabile deve venire sia dai sindacati che dai dipendenti che devono pretendere dalle OOSS azioni piu fattive e decise.
Alla riapertura dei lavori dovrà essere proclamato uno sciopero generale ad oltranza propedeutico all'incotro del 22 settembre al MSE dove tutti dovranno assumersi le responsabilità della vicenda Eutelia.

Nessun commento :