martedì 23 giugno 2009

Comunicati sindacali

RSU BARI

Le Rsu Eutelia di Bari recependo le tensioni, giudizi e valutazioni a caldo dei lavoratori di Bari e sulla base, principalmente, delle informazioni, non buone, presenti in rete danno un giudizio non positivo dell’avvenuta cessione ad Omega Spa.
In particolare genera molti dubbi e desta molta preoccupazione sia il confuso perimetro di riferimento (prima 1950, poi circa 1800 ed, infine, apprendiamo dalla stampa, 2160) che la modalità con cui è avvenuta la cessione.
Eravamo in una complicatissima situazione che nell’arco di lunghi mesi non aveva trovato serie risposte industriali e, quindi, il concretizzarsi in poche ore di una cessione di queste dimensioni sembra un salto nel buio e richiama alla mente, ancora una volta, operazioni di natura finanziaria e speculativa, piuttosto che industriale.
La scelta fatta dalla vecchia e dalla nuova proprietà di operare al di fuori del tavolo istituzionale al MiSE che vedeva la presenza di tutte le regioni interessate alla vertenza, è un ulteriore elemento di forte preoccupazione.
Noi non riteniamo affatto interrotto il percorso che, a fronte di molte ore di sciopero e nonostante l’iniziale ostruzionismo del MiSE, ci aveva permesso di far sedere al tavolo di crisi anche le Regioni e gli Enti locali.
In totale continuità con questo percorso, allora, è urgentissimo che venga riconvocato il tavolo presso il MiSE con la presenza delle Regioni, in cui sia presentato un serio Piano Industriale e, soprattutto, un credibile piano di investimenti
Se dovessimo ritenere insoddisfacente o, peggio, negativo, questo passaggio, valuteremo insieme a tutti i lavoratori, il proseguimento di tutte le possibili azioni di lotta e di contrasto a difesa del nostro posto di lavoro.
Bari, 19 giugno 2009


RSU NAPOLI

I lavoratori della sede di Napoli, riunitisi oggi in assemblea hanno discusso della situazione attuale, con tutti i cambiamenti accaduti in corso di opera, in particolare del passaggio in Agile s.r.l. come dichiarato da Eutelia, mentre si attendeva una convocazione Ministeriale, per discutere di alcune proposte riferite ad Aziende pronte a rilevare risorse nel proprio organico, sospendendo tale passaggio.
La discussione è poi continuata ipotizzando che, il passaggio in Agile s.r.l. fosse a norma. Pertanto i lavoratori, entrando nel dettaglio della cessione, hanno chiesto dei punti fermi :

· Il contratto di lavoro DEVE essere quello dei Metalmeccanici
· tutti i contratti in essere nel perimetro Getronics/Bull DEVONO essere ritenuti validi
· DEVONO essere ripristinate immediatamente tutte le pendenze economiche dell’ Azienda nei confronti dei dipendenti
· DEVE essere confermata la sede attuale o DEVE esserne eventualmente valutata immediatamente un’altra, nel perimetro cittadino.

In chiusura i lavoratori chiedono alla RSU e alle OO.SS. di controllare che tutte le procedure di questa vertenza abbiamo una regolarità Legale.
La RSU si impegna a verificare le eventuali imperfezioni legali, chiedendo all’Azienda acquirente un incontro territoriale dove esporre le problematiche del sito produttivo di Napoli.
RSU EUTELIA NAPOLI



Comunicato Sindacale
FIM, FIOM, UILM NAZIONALI
FISTEL, SLC, UILCOM NAZIONALI
Si è tenuto martedì 16 giugno 2009, l’incontro tra le Organizzazioni Sindacali nazionali e territoriali metalmeccaniche e comunicazione, unitamente alle RSU del Coordinamento Nazionale, l’incontro con i rappresentanti della nuova proprietà che ha acquisito Agile Srl con tutto il ramo IT oggetto del trasferimento, comprensivo di alcuni assets immobiliari.
L’incontro, sollecitato dalla rappresentanza sindacale, considerato quanto accaduto nella giornata di ieri con l’assenza della società Eutelia al tavolo ministeriale (con evidente sconcerto di tutte le parti presenti che avevano fino a quel momento ragionato su presupposti completamente differenti) può essere considerato una prima presa di contatto per chiarire alcuni punti dell’operazione.
I rappresentanti del Gruppo Omega SpA, nel comunicare l’acquisizione della società Agile Srl,
hanno dichiarato che presenteranno a breve il piano industriale per il rilancio e lo sviluppo delle
attività IT e che la nuova realtà entrerà in un network di imprese più grande, nell’intento di
incrementare le attività oggi ereditate.
Inoltre hanno dichiarato che al momento non intendono ricorrere ad ammortizzatori sociali e che,
come prima cosa, è per loro importante conoscere a fondo l’azienda, le sue problematiche e le sue
criticità.
Sulla base di quanto sopra si è deciso di procedere ad effettuare ulteriori incontri con le RSU
direttamente sui territori.
Nel contempo si è anche sollecitata Eutelia di comunicare l’esperita procedura di trasferimento del ramo IT ad Agile Srl, considerato che le OO.SS. ed i lavoratori non hanno ricevuto alcuna
comunicazione.
Nel merito dell’operazione societaria invece, come OO.SS. e come Coordinamento delle RSU,
riteniamo opportuno, nel più breve tempo possibile, tornare in sede istituzionale per la
presentazione dettagliata dell’operazione, dei suoi aspetti finanziari (compresi i debiti acquisiti),
degli investimenti in risorse economiche ed umane e del piano industriale a sostegno di tutto ciò, e degli scenari futuri di Eutelia S.p.A. che vede notevolmente ridimensionato il suo numero di addetti nel comparto telecomunicazioni.
Permangono, infatti, le preoccupazioni espresse sul trasferimento ad Agile Srl ed il fatto che
l’operazione sia avvenuta fuori dal contesto istituzionale, lascia ulteriori perplessità.
Solo un piano industriale credibile, sostenuto dagli opportuni investimenti (ingenti, considerato
quanto accaduto in precedenza), possono rendere plausibile uno scenario industriale che viene
presentato in maniera radicalmente diversa dal precedente.
In sede di Ministero dello Sviluppo Economico, alla presenza di tutte le regioni coinvolte,
valuteremo compiutamente l’operazione e gli effetti sui lavoratori.
Riteniamo, infatti, fondamentale non disperdere il ruolo di sostegno e garanzia svolto dalle
istituzioni locali e nazionali nella vertenza dei lavoratori oggi di Agile Srl (ex Eutelia SpA) che,
proprio in virtù delle novità sorte, acquista ancora più importanza e valore.




I SINDACATI CHIEDONO UN INCONTRO SULLA QUESTIONE AGILE
18/06/2009 13.14.48[Basilicata]

I segretari generali e quelli di categoria della Cgil, Cisl e Uil in una lettera hanno sollecitato un incontro al presidente di Eutelia Samuele Landi, al presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo, al direttore generale di Agile, Antonio Buongiorno ed alle segreterie nazionali dei sindacati in merito alla questione di Agile.Nella lettera i sindacati dichiarano: “Avendo appreso dagli organi di stampa che in data 16 giugno 2009 Eutelia avrebbe perfezionato la cessione alla società Omega del 100 per cento delle proprie attività industriali in ambito IT, avvenuta attraverso la vendita di Agile ad Omega Spa, le Organizzazioni sindacali regionali di categoria e le Confederazioni regionali chiedono al presidente di Eutelia, Samuele Landi, un immediato incontro per conoscere il reale stato di tale procedura.Forti – prosegue la lettera - sono le preoccupazioni che investono i lavoratori Agile di Basilicata, soprattutto in funzione dell’imminente scadenza del contratto in essere tra Agile e l’Ente Regione.Riteniamo inoltre che il presidente della Regione Basilicata debba urgentemente convocare un tavolo di confronto per chiarire tutte le eventuali ricadute che potrebbero derivare dalle nuove situazioni.Le Organizzazioni sindacali – continua ancora la lettera - denunciano anche l’ennesimo ritardo nel pagamento degli stipendi che assume livelli non più tollerabili.Per sostenere l’avvio del confronto e il rispetto degli accordi, si proclama lo stato di agitazione e si indice una prima ora di sciopero per la giornata di lunedì 22 giugno”.bas 02

Nessun commento :