sabato 24 gennaio 2009

Qui si danno i numeri....

Riuscita la manifestazione del 23 gennaio, adesso bisogna pensare ai prossimi passi da fare per la salvaguardia del posto di lavoro.
Da piu parti si dice di stare attenti ai sindacati TLC.....bhè si è la verità.
Sia chiaro non sono dei venduti, ma sono abituati a ragionare in altro modo, avendo a che fare con un contratto nazionale basato su regole ben diverse da quelle dei metalmeccanici sicuramente piu tutelati.

Il passaggio dal CCNL metalmeccanico a quello TLC è servito alla proprietà a questo, e cioè a diminuire le tutele ed i diritti acquisiti dagli ex Getronics e Bull


Da una settimana a questa parte stanno venendo fuori, su testate giornalistiche e nei vari blog e siti internet, i numeri sui quali si baserebbe il piano di ristrutturazione di Eutelia.

Non è ben chiaro da dove siano usciti fuori, visto che Eutelia ha sempre parlato di dismissione dell'intero comparto IT e il sindacato si è sempre tenuto ben lontano dal fare numeri, cosa che avrebbe in un certo qualmodo dato ad intendere all'azienda di aver gia metabolizzato l'idea di mettere per strada del personale.
Ma coincidenza delle coincidenze questi numeri sono sempre gli stessi
In breve, partendo da una base di 2700 dipendenti (in realtà sono di più):
  • 400 rimarrebbero in eutelia

  • 300 in "prepensionamento" (aggancio alla pensione con CIGS e mobilità)

  • 400 in mobilità (licenziati)

  • 1600 da vendere sul mercato ad aziende acquisitrici (spezzatino)

I sindacati sappiano bene che tutti i posti di lavoro devono essere salvaguardati e che mai i dipendenti avalleranno la scelta di mobilità e spezzatino.
Ben venga la vendita se si prospetta, ma nella totalità del comparto IT e senza un solo giorno di mobilità.




3 commenti :

Anonimo ha detto...

Se è cosi sarebbe una vera vergogna per una nazione che si dice "civile"

Anonimo ha detto...

Io spero che la manifestazione del 23 sia servita invece a qualcosa ed abbia fatto capire a cje di dovere che non staremo con le mani in mano

Anonimo ha detto...

E' proprio per questo che dobbiamo metterci nelle mani di avvocati indipendenti. Non solo contro l'azienda ma anche contro le varie sigle del sindacato, sempre se quello che si vede scritto è vero