lunedì 15 novembre 2010

AGILE/EUTELIA: GOVERNO ASSENTE, IL PIANO INDUSTRIALE PRESENTATO DAI COMMISSARI NON VA BENE

Nell’incontro al ministero dello Sviluppo Economico tenutosi giovedì 11 novembre u.s., abbiamo
conosciuto finalmente il Programma/Piano Industriale, che gli amministratori straordinari di Agile hanno redatto per la vendita della società.
All’incontro era incredibilmente assente il ministro Romani, malgrado gli impegni assunti con i lavoratori nell’incontro precedente.

Il piano presentato, che è stato giudicato assolutamente insufficiente dalle OO.SS. e dal Coordinamento
sindacale, risente della mancanza della maggior parte delle iniziative annunciate dal Governo e dalla
Presidenza del Consiglio dei Ministri, che dovevano servire a sostenere la possibilità di rilancio e di
ripresa delle attività aziendali e, quindi, dell’occupazione.

Il blocco amministrativo, la mancanza delle certificazioni, la possibilità di produrre garanzie per
procedere alle attività in appalto e le mancate risposte sui dispositivi che dovevano sostenere la società nelle gare d’appalto (sistemi premianti per la partecipazione in ATI alle gare d’appalto e per le
assunzioni dalla CIGS), sono gli elementi sui quali si erano spesi i vari interlocutori istituzionali che non hanno però ancora trovato risposte positive. Mentre la sensibilizzazione dei clienti “istituzionali”, ha prodotto risultati parziali che potrebbero essere vanificati proprio da quanto disatteso finora.

Tutto ciò condiziona pesantemente le prospettive di risoluzione dei problemi della società ed il piano
degli amministratori straordinari, che non può essere per questo accettato. Continuiamo a credere che
solo una risposta a tutti i 1500 lavoratori della società (anche differenziata), possa costituire una
risoluzione positiva della vertenza.

Come OO.SS. e come Coordinamento nazionale, continuiamo a credere che solo la reintegrazione del
ramo ceduto fraudolentemente da Eutelia ad Agile, possa rimettere in condizione tutti i lavoratori di
avere quella possibilità di trovare una prospettiva.
Sarebbe utile in primo luogo per ragioni industriali (l’integrazione tra le attività TLC e IT è un tema
sempre più attuale soprattutto in considerazione del fatto che stanno finalmente partendo gli
investimenti sulla “banda larga” e in Agile sono presenti le professionalità giuste per questo), per poter
svolgere le attività attuali (la titolarità dei contratti in capo a Eutelia e le attività svolte da Agile sono un elemento che crea ulteriore difficoltà) e di giustizia (la sentenza che ordina di rimuovere gli effetti della cessione ex art. 28 della legge 300/70 e quanto hanno subito ingiustamente i lavoratori).

L’alternativa proposta dal ministero di emettere i bandi di Eutelia ed Agile in contemporanea,
prevedendo la possibilità di “premiare” le offerte complessive, non appare sufficiente a rispondere alle richieste dei lavoratori.

Per quanto sopra nei prossimi giorni organizzeremo assemblee ed iniziative con tutti i lavoratori
affinché si modifichi l’impostazione del Piano e le risposte del ministero.

FIM, FIOM, UILM NAZIONALI
Roma, 15 novembre 2010

66 commenti :

Anonimo ha detto...

BASTAA SIAMO STUFI DI ESSERE PRESI PER IL C... SVEGLIAMOCI ANDIAMO A ROMA MA TUTTI

Anonimo ha detto...

Buffoni. Punto.

Anonimo ha detto...

Questi sono lontani anni luce dal vero problemi.

NON SI STUPISCANO, SE POI IN ITALIA SUCCEDONO COSE GRAVI E LA GENTE SI INCAZZA.

E' da più di un anno che stiamo aspettando delle risposte concrete e che ci permettano di tornare a una dignità RUBATA, e invece ogni volta leggo cose che allontanano sempre di più la soluzione che avrebbe dovuto esserci in una normale vertenza.

Ma veramente i sindacati si rendono conto di cosa stanno facendo, e del trempo che ci impiegano, oppure sono veramente collusi con chi sta facendo un gioco sporco e vergognoso.

La nostra professionalità è stata CALPESTATA, e OFFESA, da burocrati e opportunisti, che fino ad oggi, non hanno proprio dato soluzioni, ma solamente PAROLE.

Ma forse è quello che ci siamo meritati, per non essere Noi a cercare una soluzione, incazzandoci veramente quando doveva essere fatto.

Anonimo ha detto...

signori sindacati ma che c...zo di post e' questo? la volete capire che siamp inc...ti neri? volete svrgliarvi o no ?

Anonimo ha detto...

Perchè nel Verbale della Mobilità è indicato il 19 aprile come termine della attuale CIGS? Non era legata alla durata dei Commissari?

Anonimo ha detto...

NON SI STUPISCANO, SE POI IN ITALIA SUCCEDONO COSE GRAVI E LA GENTE SI INCAZZA.

potrebbe bastare SPEGNERE qualche server per pochi minuti in qualche ufficio "importante",
oggi questo,
domani l'altro,
dopodomani un altro ancora.

lo so è rischioso,ma anche stare 16 giorni sopra una gru lo è.

abbiamo i mezzi,usiamoli!!

Anonimo ha detto...

E' sufficiente staccare la rete aziendale:ZAC! E POI SI FERMA TUTTO!

Anonimo ha detto...

Perchè nel Verbale della Mobilità è indicato il 19 aprile come termine della attuale CIGS? Non era legata alla durata dei Commissari?

======================================probabilmente per il 19 aprile deve essere tutto finito

Anonimo ha detto...


Ma veramente i sindacati si rendono conto di cosa stanno facendo, e del trempo che ci impiegano, oppure sono veramente collusi con chi sta facendo un gioco sporco e vergognoso.


Fantastico leggere post di questo tipo, da piu' di un anno ci trasciniamo avanti nella merda, nessuno di quelli che poteva fare qualcosa ha fatto, e la colpa di chi e'? Ma del Sindacato! Ovviamente.

PS: Nel caso non lo sapeste, il piano presentato dai Commissari deve essere approvato solo dal MISE
, che e' il referente degli stessi, per diventare operativo.

Anonimo ha detto...

Il castello di Policiano resta sotto sequestro

Anonimo ha detto...

CHIEDIAMO UFFICIALMENTE LE DIMISSIONI DEI COMMISSARI !!!
QUALSIASI PERSONA AVREBBE SAPUTO FARE DI MEGLIO SENZA MANGIARE LO STIPENDIO !!
CHE IL SINDACATO SI MUOVA CON COMUNICAZIONI UFFICIALI

Anonimo ha detto...

A più di un anno dall’inizio dello stato di agitazione permanente che portò al presidio delle principali sedi italiane della società, durato oltre 4 mesi, i lavoratori Agile ex-Eutelia sono costretti a tornare in strada per rendere note le ragioni della loro protesta. Dopo l’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico avvenuto la scorsa settimana, la storia dei lavoratori Agile ex-Eutelia è giunta a un punto morto: non è stato presentato nessun piano industriale, non si prevede nessun ritorno alla normale attività lavorativa per un gruppo di lavoratori esperti nei settori dell’IT e delle TLC, quei settori che dovrebbero rappresentare l’ossatura essenziale per lo sviluppo della Banda Larga. L’appuntamento è per martedì 16 novembre 2010 alle ore 9,30 in via Alfieri, davanti a Palazzo Lascaris

Anonimo ha detto...

Non divisi per regioni o peggio per chi lavora e chi no, come da principio, siamo tutti destinati al macello.
Lottiamo ancora, uniti,con meno civilta!!!!!!!!?
Anche se a volte detesto alcuni colleghi,
in fondo gli voglio bene perche' siamo sulla stessa barca e dobbiamo continuare a vivere dignitosamente "TUTTI".

Anonimo ha detto...


CHIEDIAMO UFFICIALMENTE LE DIMISSIONI DEI COMMISSARI !!!
QUALSIASI PERSONA AVREBBE SAPUTO FARE DI MEGLIO SENZA MANGIARE LO STIPENDIO !!
CHE IL SINDACATO SI MUOVA CON COMUNICAZIONI UFFICIALI


Il tuo e' un classico messaggio da frustazione scritto senza pensare, a cosa scrivevi.

1 - Cosa dovrebbe scrivere il Sindacato e a chi?
2 - In una scala da 1 a 10 quanto pensi che il MISE valuti l'opinione del Sindacato sull'operato dei Commissari?
3 - Chiedere le dimissioni dei Commissari equivale a chiedere il fallimento di Agile.

Anonimo ha detto...

Ricordiamoci che se Agile si dovesse salvare ritornrebbe in mano a Massa e Liori. Bela fine!!!

Anonimo ha detto...

Non divisi per regioni o peggio per chi lavora e chi no, come da principio, siamo tutti destinati al macello.
Lottiamo ancora, uniti,con meno civilta!!!!!!!!?
Anche se a volte detesto alcuni colleghi,
in fondo gli voglio bene perche' siamo sulla stessa barca e dobbiamo continuare a vivere dignitosamente "TUTTI".

ce anche chi a famiglia,e non puo'piu' permettersi lotte a oltranza,che non finiscono mai.
ai voglia a dirgli,figlio mio,un giorno sarai orgoglioso di me,sempre che prima non muori di fame.
saluti.

Anonimo ha detto...

IL SINDACATO DEVE FARE UN COMUNICATO UFFICIALE DOVE SI CHIEDONO LE DIMISSIONI DEI COMMISSARI PER EFFETTIVA CONCLAMATA INEFFICIENZA !!


FACILE NO?? SEI TU QUELLO FRUSTRATO !! QUI SI CONTINUA A NON FARE NULLA ED INVECE TUTTI GLI ALTRI CI STANNO MASSACRANDO!! TANTO LA FARANNO FALLIRE LO STESSO!1 SE POI CHI LAVORA SPERA DI SALVARSI E' TUTTO DA RIDERE MA VETE VISTO LE AZINEDEN INTERESSATE?? BUFFETTI....AHAHAHAHAHAH

Anonimo ha detto...

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2010/11/16/con-bernabe-alla-uir-via-alla-banda.html

Anonimo ha detto...

Con Bernabè alla Uir via alla banda
Repubblica — 16 novembre 2010 pagina 11 sezione: ROMA

FRANCO Bernabè, amministratore delegato di Telecom Italia, è stato nominato ieri vicepresidente dell'Unione industriali di Roma. La nomina di uno dei più prestigiosi manager nazionali e tra i più esperti nel campo delle telecomunicazioni, rafforza la squadra che affianca Aurelio Regina nella realizzazione del suo programma di presidenza (che annovera già Mauro Moretti, Flavio Cattaneo, Giampaolo Letta, Rocco Sabelli) e soprattutto aumenta le possibilità di realizzazione del programma 'digitalizzazione e banda larga' che è una delle priorità della Uir. L'obiettivo è rendere Roma una delle prime grandi città d'Europa interamente cablate con rete in fibra ottica di ultima generazione. Il progetto prevede la partecipazione di Telecom e dei principali operatori telefonici con un investimento interamente privato di 600 milioni per5 annie un indotto occupazionale di oltre 1000 addetti. Il progetto di banda ultralarga nella capitale, che verrà coordinato direttamente da Bernabè, segna l'inizio del programma di modernizzazione della città, reso possibile grazie al coinvolgimento delle imprese.

Anonimo ha detto...

La ragione è la necessità di dare al territorio una chiave di sviluppo attraverso tre asset fondamentali: sviluppo del tessuto delle piccole e medie imprese; ammodernamento del territorio; indotto occupazionale. La rete di nuova generazione è in grado di abilitare collegamenti da terminali fissi e mobili per velocità fino a 100 megabit al secondo, e porterà allo sviluppo di piattaforme per nuovi servizi dedicati a cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni. Nella giunta di ieri è stato anche nominato, come rappresentante generale Pierluigi Antonelli, capo della filiale italiana della Bristol-Myers. Inoltre il consiglio direttivo ha nominato Eva d'Onofrio, amministratore delegato di Sistemi Informativi del gruppo Ibm, presidente del comitato strategico Uir Femminile Plurale, costituito nel 2000 da donne manager e imprenditrici di aziende per promuovere modelli organizzativi e di leadership mirati alla valorizzazione delle risorse umane. - (r.cro.)

Anonimo ha detto...

http://www.tomshw.it/cont/news/comuni-italiani-in-prima-linea-per-la-banda-larga/28098/1.html

Comuni italiani in prima linea per la banda largadi Dario D'Elia
Martedì 16 novembre 2010
Anci e Ministero dello Sviluppo economico hanno siglato un protocollo d’intesa per favorire lo sviluppo della banda larga e delle reti di nuova generazione. Ecco un punto di partenza per individuare le forme migliori per favorire gli investimenti in tal senso garantendo un ruolo ai Comuni nel Piano Nazionale Banda Larga e Ultra Larga.

Anonimo ha detto...

La sottoscrizione del protocollo d'intesa tra Anci e ministero sancisce la comune volontà di favorire lo sviluppo della banda larga e delle reti di nuova generazione nelle nostre città, che consideriamo infrastrutture strategiche per il rilancio della competitività dei territori", ha dichiarato il Sindaco di Torino nonché presidente Anci Sergio Chiamparino. "Il nostro obiettivo è quello di individuare le forme migliori per favorire gli investimenti in tal senso garantendo un ruolo ai Comuni nel Piano Nazionale Banda Larga e Ultra Larga".
"(Comuni, Ndr) sono i veri protagonisti del nostro Piano e solo coordinandoci in un progetto di sistema renderemo l'Italia leader nelle Tlc raggiungendo gli obiettivi della strategia Eu2020", ha commentato Roberto Sambuco, capo dipartimento per le Comunicazioni del ministero.
"L'importanza strategica del protocollo con i Comuni è legata alla recente firma dell'accordo per le reti di nuova generazione, tra Governo e operatori. Il 70% dei costi di queste reti è infatti per opere civili nel territorio comunale. Una maggiore sinergia e semplificazione è fondamentale". Si partirà quindi con la "sottoscrizione di una serie di accordi con i grandi operatori nazionali Tlc", come ha anticipato Chiamparino.
"Come Anci ci siamo presi l'impegno di avviare un'azione di sistema che coinvolga tutti i soggetti, pubblici e privati, che hanno competenza in materia nella definizione di interventi basati su modelli operativi il più possibile condivisi e replicabili".
Al momento la collaborazione a pieno ritmo riguarda soprattutto Fastweb, Telecom Italia e Vodafone e Iatt (Italian Association for Trenchless Technology). Quest'ultima soprattutto si distingue per il compito di promuovere l'utilizzo di "tecniche di scavo poco invasive per le infrastrutture dei sottoservizi, tra cui la posa di reti in fibra ottica", come riporta La Stampa.

Anonimo ha detto...

Crisi economica: chiude anche la Tecnimont
17 novembre 2010

La crisi industriale non dà tregua in Piemonte. Chiude lo stabilimento torinese della Tecnimont, ex Fiat Engineering. 450 i dipendenti in cassa integrazione: ieri sera hanno manifestato a Porta Susa e venerdì saranno davanti alla sede della Regione. Altra cassa integrazione anche a Mirafiori. Il provvedimento riguarderà a dicembre e a gennaio gli addetti alla produzione della Multipla e della Mito. Ieri una delegazione di lavoratori dell’Agile, ex Eutelia, ha incontrato i vertici regionali. Sena fideussioni non arrivano altre commesse. Circa 400 i dipendenti a rischio tra Torino e Ivrea. E sempre ieri in Consiglio regionale sono stati ricevuti i sindacati e i l’amministratore delegato della Sert di Caselle, a rischio chiusura per un problema burocratico legato a un terreno. E la delegazione cinese, potenziale acquirente della Wayassauto, è oggi a Asti. Prima è prevista una visita allo stabilimento e poi in municipio.

Anonimo ha detto...

Si continua, BLA BLA BLA BLA, non so voi ma io con tutte queste parole, non ci campo più, sia fisicamente che moralmente, mi hanno rovinato la vita.

E' brutto a dirlo, ma spero che la paghino, prima o poi.

L'italia del lavoro sta lentamente morendo, e presto ne vedremo delle belle, tutte le promesse fatte da qualche ministro, non avreanno storia, visto che a breve queseto governo cambierà, magari ci verranno a trovare prima per qualche voto, e poi tornetremo a essere nessuno.

GRAZIE ISTITUZIONI, SINDACATI, ETC.

Anonimo ha detto...

Finalmente una bella notizia dalla direzione Agile :

AVVISO PER TUTTI I DIPENDENTI IN SERVIZIO E SOSPESI IN CIGS


Le Addizionali Regionali e Comunali calcolate sui redditi 2009 e l’anticipo
dell’Addizionale Comunale 2010, anch’essa calcolata sui redditi 2009,
vengono trattenute, come da norma, sui cedolini 2010 a decorrere
rispettivamente da gennaio e da marzo e fino a novembre. Trattandosi di imposte
relative al reddito 2009 sono comunque dovute indipendentemente dall’avvenuto
pagamento delle retribuzioni 2010.

Nel 2010, per effetto della sentenza di insolvenza del 20 aprile 2010 ed alla
conseguente mancata corresponsione di alcune mensilità comprese tra gennaio
ed il 19 aprile e/o della collocazione in CIGS con pagamento diretto da parte
dell’INPS, sia la società Agile che l’INPS non sono state nelle condizioni
oggettive di versare tali tributi.

Pertanto:

- alle persone in servizio nel mese di novembre 2010 verranno trattenute dal
cedolino dello stesso mese le addizionali relative ai cedolini non
retribuiti nel periodo gennaio aprile 2010 ed il dovuto relativo agli
eventuali mesi di CIGS.

- alle persone che nel mese di novembre
sono sospese con ricorso alla CIGS, non potendo effettuare trattenute,
l’azienda invierà apposita comunicazione personale con gli importi
e le istruzioni affinchè l’interessato possa provvedere direttamente al
versamento delle addizionali. Tale versamento va effettuato entro il 16
dicembre 2010.

La Direzione HR

Anonimo ha detto...

- alle persone che nel mese di novembre
sono sospese con ricorso alla CIGS, non potendo effettuare trattenute,
l’azienda invierà apposita comunicazione personale con gli importi
e le istruzioni affinchè l’interessato possa provvedere direttamente al
versamento delle addizionali. Tale versamento va effettuato entro il 16
dicembre 2010.

-----

Altra somma da iscrivere al passivo

Anonimo ha detto...

qualcuno mi illumini!!
Ho letto che la nostra CIGS non puo' piu' essere erogata dal mese di novembre perche' manca il Decreto??
Ieri e' intervenuto il Ministro DAMIANO??????

Anonimo ha detto...


qualcuno mi illumini!!
Ho letto che la nostra CIGS non puo' piu' essere erogata dal mese di novembre perche' manca il Decreto??
Ieri e' intervenuto il Ministro DAMIANO??????



piu' che illuminarti hai bisogno di svegliarti, Cesare Damiano(PD)
non e' piu' il Ministro del Welfare da piu' di 2 anni, ora ce Sacconni(PDL).

Anonimo ha detto...


IL SINDACATO DEVE FARE UN COMUNICATO UFFICIALE DOVE SI CHIEDONO LE DIMISSIONI DEI COMMISSARI PER EFFETTIVA CONCLAMATA INEFFICIENZA !!


FACILE NO?? SEI TU QUELLO FRUSTRATO !! QUI SI CONTINUA A NON FARE NULLA ED INVECE TUTTI GLI ALTRI CI STANNO MASSACRANDO!! TANTO LA FARANNO FALLIRE LO STESSO!1 SE POI CHI LAVORA SPERA DI SALVARSI E' TUTTO DA RIDERE MA VETE VISTO LE AZINEDEN INTERESSATE?? BUFFETTI....AHAHAHAHAHAH



Anche il funzionario Sindacale piu' cinico e disincantato, avrebbe un tuffo al cuore leggendo il tuo post.
Credere che con un semplice comunicato di censura il Sindacato
riesca a far mutare la condotta dei Commissari, e magari ad indurli alle dimissioni, rappresenta qualcosa che va oltre le piu' rosee aspettative di qualunque funzionario Sindacale.

Anonimo ha detto...

CAMERA: DAMIANO (PD), MANCA DECRETO PER AGILE EUTELIA

AGENPARL) – Roma, 17 nov – Cesare Damiano è intervenuto in aula dove è in discussione la legge di stabilità sul decreto per garantire la cassa integrazione ai lavoratori dell'Agile – Eutelia. Il deputato del Pd ricorda come la lotta di quei lavoratori fu sostenuta da uno sciopero a staffetta di circa 120 parlamentari del Pd. "Non risulta che dopo gli incontri alla presidenza del Consiglio ci siano stati passi in avanti che possano rassicurare quei lavoratori. Agile Eutelia è oggi in amministrazione straordinaria ma risulta che manca il decreto per la cassa integrazione e non vorremmo che questi lavoratori non corressero il rischio di non veder pagata la cassa integrazione dal mese di novembre. Il lavoratori non devono pagare sulle loro spalle tutto il peso della crisi".

Anonimo ha detto...

O mi sono perso qualche passaggio, o qualcuno vede lontano.
L'ultima CIGS è stabilita con durata fino all'amministrazione straordinaria... quindi cosa sta succedendo?

Se rinunciare alla CIGS significa.. tornare al lavoro... allora dico....:
MAGARIIIIIIIIIIIIIII

Anonimo ha detto...

"Altra somma da iscrivere al passivo"

Eh si.. annotiamo, diciamo e.. "iscriviamo al passivo".
Sono soldi che non prenderemo mai!! Se tutto va bene, tra qualche anno, ci daranno 3 mensilità equiparate alla CIGS ma "NOI ISCRIVIAMO" e "SPERIAMO" ma di sicuro "PAGHIAMO" le tasse, il lavoro che ci hanno tolto e tutto il resto.
"GLI ALTRI" riscuotono sempre!! In ogni situazione, compresa la NOSTRA!!
Scusate lo sfogo ma non ne posso piu di essere preso in giro continuamente.
Quando giungerà il tempo di cambiare tutto questo schifo???

Anonimo ha detto...

NON PAGHERO' NIENTE FINO A QUANDO NON MI SARANNO DATI I MIEI SOLDI.

CHE MI PORTINO PURE IN GALERA, A QUESTO PUNTO NON ME NE FREGA PIU' NIENTE DI TUTTE QUESTE INFORMAZIONI E DI TUTTE QUESTE PERSONE CHE CI GIRANO ATTORNO, CHE NON SERVONO ASSOLUTAMETE A NIENTE.

Anonimo ha detto...

ma come e' possibile pagare delle tasse su soldi non presi?

Anonimo ha detto...

ma come e' possibile pagare delle tasse su soldi non presi?

LEGGI BENE:

Le Addizionali Regionali e Comunali calcolate sui redditi 2009...

Anonimo ha detto...

CAMERA: DAMIANO (PD), MANCA DECRETO PER AGILE EUTELIA

.....
Agile Eutelia è oggi in amministrazione straordinaria ma risulta che manca il decreto per la cassa integrazione e non vorremmo che questi lavoratori non corressero il rischio di non veder pagata la cassa integrazione dal mese di novembre.

-------------------------------------

Ma il decreto CIGS attualmente in vigore,
richiesto dai custodi giudiziari,
non è ancora valido fino a Febbraio
2011 ??

Anonimo ha detto...

Penso che Damiano si rifersca al decreto Cigs riferito alla procedura di settembre 2010, quella che ha coinvolto ulteriori colleghi, che infatti non hanno ricevuto il modello SR41 e non vedono il pagamento Inps.

Anonimo ha detto...

Ma il decreto CIGS attualmente in vigore,
richiesto dai custodi giudiziari,
non è ancora valido fino a Febbraio
2011 ??
----------------------------------
Dire che c'e' confusione e' poco..

Potrebbe essere febbraio 2011, in quanto scadenza annuale della prima Cigs.
Potrebbe essere 20 aprile 2011 in quanto scadenza annuale della dichiarazione d'insolvenza.
BHOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Anche il funzionario Sindacale piu' cinico e disincantato, avrebbe un tuffo al cuore leggendo il tuo post.
Credere che con un semplice comunicato di censura il Sindacato
riesca a far mutare la condotta dei Commissari, e magari ad indurli alle dimissioni, rappresenta qualcosa che va oltre le piu' rosee aspettative di qualunque funzionario Sindacale.
------------------------------------

SI MA INTANTO SI PUO' FARE PER FAR SAPERE CHE NON SIAMO IN ACCORDO!!

Anonimo ha detto...

Penso che Damiano si rifersca al decreto Cigs riferito alla procedura di settembre 2010, quella che ha coinvolto ulteriori colleghi, che infatti non hanno ricevuto il modello SR41 e non vedono il pagamento Inps

-------------------------------------

Non credo sai.....c'e' stato un ulteriore accordo che coinvolge tutto il personale

Anonimo ha detto...

Penso che Damiano si rifersca al decreto Cigs riferito alla procedura di settembre 2010, quella che ha coinvolto ulteriori colleghi, che infatti non hanno ricevuto il modello SR41 e non vedono il pagamento Inps

-------------------------------------

Non credo sai.....c'e' stato un ulteriore accordo che coinvolge tutto il personale
-------------------------------------
Attualmente e' in vigore il decreto n.ro 51404 del 20-04-2010, questo decreto e' per 1089 Cigs e va' dal 16-02-2010 al 15-02-2010.
Successivamente in data 20-09-2010(dopo la dichiarazione di amministrazione straodinaria), la Cigs e' stata richiesta per 1520 unita', il decreto che amplia questi numeri non e' stato ancora emanato, per cui rimane valido il primo (l'unico), che regola la Cigs di 1089 unita'.

Anonimo ha detto...

Attualmente e' in vigore il decreto n.ro 51404 del 20-04-2010, questo decreto e' per 1089 Cigs e va' dal 16-02-2010 al 15-02-2011.
Successivamente in data 20-09-2010(dopo la dichiarazione di amministrazione straodinaria), la Cigs e' stata richiesta per 1520 unita', il decreto che amplia questi numeri non e' stato ancora emanato, per cui rimane valido il primo (l'unico), che regola la Cigs di 1089 unita'.

Anonimo ha detto...

Se ho ben capito, il decreto per la CIGS, valido fino al febbraio 2011, riguardava 1089 unità per la Società Agile srl; società insolvente poi passata in A.S. a Luglio e di conseguenza la richiesta di CIGS ulteriore a Settembre per tutti i 1520. Suppongo debba essere emanato un ulteriore decreto a copertura di quanto sopra.
Ed ecco che ognuno di noi si domanda si chiede perchè; pertanto credo sia doveroso che il Sindacato, che ha presenziato e firmato gli accordi oggetto di cui sopra e nel rispetto ulteriore di tutti coloro che pagano la tessera, io compreso, spieghi con una "breve" nota la situazione attuale e di rassicurare tutti coloro che sono attualmente in CIGS.
Farebbe sicuramente cosa gradita con il minimo sforzo.
Attendo fiducioso!!!!!!

Anonimo ha detto...

pertanto credo sia doveroso che il Sindacato, che ha presenziato e firmato gli accordi oggetto di cui sopra e nel rispetto ulteriore di tutti coloro che pagano la tessera, io compreso, spieghi con una "breve" nota la situazione attuale e di rassicurare tutti coloro che sono attualmente in CIGS.
Farebbe sicuramente cosa gradita con il minimo sforzo.
Attendo fiducioso!!!!!!
----------------------------------
Concordo.

Anonimo ha detto...

un altro che non ha mai lavorato e che vorrebbe difendere i lavoratori.. E noi dobbiamo farci prendere per il c..o da gente del genere? Ancora..
_________________________________________________

Cesare Damiano è nato a Cuneo il 15 giugno 1948. Dopo aver conseguito il diploma di scuola superiore nel 1968 è stato assunto come impiegato dalla Società Riv-Skf nella sede centrale di Torino.

Nel 1970 si iscrive alla Fiom-Cgil, della quale diviene subito rappresentante sindacale aziendale.
Nel 1972 entra nella struttura della Fiom-Cgil di Torino diventando responsabile del lavoro sindacale tra gli impiegati. Nel 1974 è funzionario sindacale presso la V lega Fiom-Cgil di Torino con l’incarico di responsabile prima degli impiegati della direzione Fiat e poi dei lavoratori delle Officine meccaniche della Fiat Mirafiori.

Anonimo ha detto...

In merito alla nuova procedura di CIGS sono due gli aspetti da chiarire : la mancanza del decreto mette a rischio il pagamento CIGS per tutti da novembre? quale è la durata della nuova procedura?

Anonimo ha detto...

Ma chi se ne frega di cosa ha fatto Damiano, oggi non serve a un emerito c...o, e anche tutti gli altri lo confermano i FATTI.

Fatevi la cronistoria della nostra storia e poi tirate le somme di cosa è stato fatto e in che situazione ci troviamo.

Tutti questi bravi signori, SE NE FREGANO ALTAMENTE DEI NOSTRI PROBLEMI.

Tutto il resto sono chiacchiere.

Anonimo ha detto...

La cronistoria su Damiano, credo non sei un collega o comunque non sei tra quelli che stanno in questo grande casino perchè il deputato del PD (non è al Governo), ha soltanto fatto notare che alla data non vi è il decreto firmato circa la CIGS e che purtroppo rientra nelle competenze del Ministero del Lavoro del Governo. Immagino siete tutti concordi che è bene sapere come stanno le cose oppure dobbiamo aspettare che non arrivi la copertura di CIGS per poi chiederci il perchè???
Io invece lo ringrazio per l'interessamento ma soprattutto dobbiamo essere noi tutti a vigilare, a chiedere, a sapere come stanno le cose, cosa succede poi perchè c'è in gioco la nostra sopravvivenza e quella delle nostre famiglie.

Anonimo ha detto...

io invece non ringrazio proprio gente come Damiano che speculano sulla pelle di noi lavoratori senza aver mai lavorato. Cosa ne sanno loro di arrivare a fine mese? Loro hanno il sindacato alle spalle ma noi no.

Anonimo ha detto...


io invece non ringrazio proprio gente come Damiano che speculano sulla pelle di noi lavoratori senza aver mai lavorato. Cosa ne sanno loro di arrivare a fine mese? Loro hanno il sindacato alle spalle ma noi no.



Eccco bravo, non ringraziare e stai tranquillo.
Hai votato bene alle ultime elezioni.
Tanto come dici, sono tutti uguali,
continua pure a votare PDL, non farti crucci e dormi bene.

Anonimo ha detto...

magari mafia, camorra e ndrangheta potrebbero essere interessati a noi per reciclare un pò di soldi...

Anonimo ha detto...

Tanto come dici, sono tutti uguali,
continua pure a votare PDL, non farti crucci e dormi bene.


Il PD fa promesse per il lavoratori e non fa niente.
Il PDL non fa niente, ma nemmeno fa promesse per il lavoatori.

Anonimo ha detto...

Il PD fa promesse per il lavoratori e non fa niente.
Il PDL non fa niente, ma nemmeno fa promesse per il lavoatori.
-------------------------------------
Ma ci rendiamo conto a quale squallore siamo arrivatiiiii??
Qui tutti ci ca...no,tutti se ne fregano, e si fanno ste' POLEMICHE VUOTE E SENZA SENSO!!! BAHHHHHHHHH!!!

Anonimo ha detto...


Il PD fa promesse per il lavoratori e non fa niente.
Il PDL non fa niente, ma nemmeno fa promesse per il lavoratori.


Beh che dire, sicuramente sei uomo/donna di poco pretese.
Il puttaniere di Arcore puo' stare tranquillo.
Se hai 5 minuti di tempo sfoglia un dizionario, magari potresti capire che le parole maggioranza e opposizione, sono politicamente dei contrari, con significati molto differenti fra di loro.

Anonimo ha detto...

Nella drammaticita' della nostra condizione, effettivamente se si guardano le iniziative proposte e messe gia' in opera nelle diverse sedi territoriali, si deve concludere che esistono due realta', quella del nord,(che ha fornito i voucher della regione Lombardia,ha concordato il progetto Lsu al tribunale di Milano, e ora si agginge a startare un progetto di Job Placement), e quella del sud, che riassumendo fino ad ora NON HA FATTO NULLA!!!!

Anonimo ha detto...

Nella drammaticita' della nostra condizione, effettivamente se si guardano le iniziative proposte e messe gia' in opera nelle diverse sedi territoriali, si deve concludere che esistono due realta', quella del nord,(che ha fornito i voucher della regione Lombardia,ha concordato il progetto Lsu al tribunale di Milano, e ora si agginge a startare un progetto di Job Placement), e quella del sud, che riassumendo fino ad ora NON HA FATTO NULLA!!!!

-------------------------------------
al sud ce bisogno di gente che non fa nulla,(anche se potrebbe fare molto).
altrimenti il giocattolo si rompe.

Anonimo ha detto...

Beh che dire, sicuramente sei uomo/donna di poco pretese.


IO PRETENDO DAL PD UN IMPEGNO SIGNIFICATIVO DAI LAVORATORI VISTO CHE ESISTE SOLO PER QUEL MOTIVO!

Anonimo ha detto...

Il PD fa promesse per il lavoratori e non fa niente.
Il PDL non fa niente, ma nemmeno fa promesse per il lavoratori.

-------------------------------
Beh che dire, sicuramente sei uomo/donna di poco pretese.
Il puttaniere di Arcore puo' stare tranquillo.
Se hai 5 minuti di tempo sfoglia un dizionario, magari potresti capire che le parole maggioranza e opposizione, sono politicamente dei contrari, con significati molto differenti fra di loro.
-------------------------------

Mi guardo bene dal parlare positivamente di Berlusconi, ma è pur vero, proprio perchè abbiamo avuto la conferma che questo governo non intende risolvere i nostri problemi di lavoro causati dai suoi comparI (vedi P2), che QUESTA OPPOSIZIONE SI DIA DA FARE CON AZIONI FORTI che devono necessariamente essere supportati anche dai lavoratori... altrimenti E' FINITA !!!... BASTA CON LE CHIACCHIERE !!!

IL NODO DEL PROBLEMA E' PURAMENTE POLITICO, AD INIZIARE DALLA EMORRAGIA DI COMMESSE PUBBLICHE DI AGILE E MAI RECUPERATE FINO AGLI INTERESSI DI QUALCUNO SULLA FIBRA, OTTICA ED E' LI' CHE VANNO CERCATE LE SOLUZIONI !!!

Anonimo ha detto...

Mi guardo bene dal parlare positivamente di Berlusconi, ma è pur vero, proprio perchè abbiamo avuto la conferma che questo governo non intende risolvere i nostri problemi di lavoro causati dai suoi comparI (vedi P2), che QUESTA OPPOSIZIONE SI DIA DA FARE CON AZIONI FORTI che devono necessariamente essere supportati anche dai lavoratori... altrimenti E' FINITA !!!... BASTA CON LE CHIACCHIERE !!!

IL NODO DEL PROBLEMA E' PURAMENTE POLITICO, AD INIZIARE DALLA EMORRAGIA DI COMMESSE PUBBLICHE DI AGILE E MAI RECUPERATE FINO AGLI INTERESSI DI QUALCUNO SULLA FIBRA, OTTICA ED E' LI' CHE VANNO CERCATE LE SOLUZIONI !!!

----------------------------------

AD ESEMPIO ORGANIZZIAMO UNA MANIFESTAZIONE SOTTO LA SEDE DEL PD A ROMA... E VEDIAMO A QUEL PUNTO CHE FANNO... ORA O MAI PIU'.

Anonimo ha detto...

BASTA!!! E' ORA DI MUOVERSI QUI TUTTI STANNO CONTINUANDO A FARE I PROPRI COMODI,I LECCHINI E RACCOMANDATI AL LAVORO,I CAPI RIMASTI A GESTIRE L'AZIENDA COMA QUANDO C'ERANO PRIMA GLI IM-PRENDITORI DEL RESTO SONO RIMASTI SOLO I LORO SEGUACI,I COMMISSARI A PORTARE AVANTI IL PIANO BEN CONOSCIUTO PER CUI SONO STATI MESSI LI. e NULLA SI STA FACENDO PER OPPORSI E CONTRASTARE SI STA SOLO ASPETTANDO...........ED IL TEMPO INESORABILE PASSA,NESSUN COMUNICATO DA PARTE DEI SINDACATI,NESSUNA AZIONE E MORIAMO NELL'OBLIO. FATE TUTTI SCHIFO!!!

Anonimo ha detto...


QUESTA OPPOSIZIONE SI DIA DA FARE CON AZIONI FORTI


facci qualche esmpio di quelle che sono secondo te le azioni forti!


AD ESEMPIO ORGANIZZIAMO UNA MANIFESTAZIONE SOTTO LA SEDE DEL PD A ROMA... E VEDIAMO A QUEL PUNTO CHE FANNO... ORA O MAI PIU'.



Se il massimo che riusciamo a fare e' manifestare sotto la sede dell'opposizione perche' il Governo latita e non fa niente, siamo a cavallo... dell'asino girati verso la coda.

Anonimo ha detto...

scusate,colleghi
ma se proprio i sindacalisti sono fra quei pochi rimasti al lavoro...cosa possiamo sperare?
prendiamo per esempio il discorso sulle rotazioni,mi pare che almeno al sud,non si stia attuando.
Chi deve rispondere dell'ingiustizia che si sta perpetrando,considerato che monoreddito con figli a carico sono in cigs e altri colleghi (sindacalisti)che non avrebbero la priorità,non hanno mai fatto un giorno di cigs?
dovrebbero essere loro stessi a dire....prego,mi faccio da parte per fare tornare al lavoro un collega più bisognoso di me?
Sarebbe come il tacchino che organizza il pranzo di Natale!!!!!

Anonimo ha detto...

AD ESEMPIO ORGANIZZIAMO UNA MANIFESTAZIONE SOTTO LA SEDE DEL PD A ROMA... E VEDIAMO A QUEL PUNTO CHE FANNO... ORA O MAI PIU'.

Sarebbe sufficiente manifestare contemporaneamente in ogni sede provinciale del PD,dove è presente agile.

Anonimo ha detto...

Qualcuno ha notizie certe sul fatto che i lavoratori messi a casa da fine settembre/inizio ottobre al momento sono sospesi, ma non sono coperti da CIGS perchè nel governo nessuno a firmato questo ulteriore pacchetto di CIGS?

Se questa notizia fosse confermata... sarebbe davvero la beffa per molti altri lavoratori.... che si troverebbero a casa senza nessun ammortizzatore sociale.....

Anonimo ha detto...


AD ESEMPIO ORGANIZZIAMO UNA MANIFESTAZIONE SOTTO LA SEDE DEL PD A ROMA... E VEDIAMO A QUEL PUNTO CHE FANNO... ORA O MAI PIU'.

Sarebbe sufficiente manifestare contemporaneamente in ogni sede provinciale del PD,dove è presente agile.



E poi ne facciamo una anche sotto la sede dell'IDV, di Rifondazione Comunista, di Sinistra e liberta', dell'UDC, dell'UE, della FAO, della Croce Rossa, dell'ONU.....

Anonimo ha detto...

Scusate, ormai la delusione, la tristezza, il dolore, il senso di impotenza spinge anche alle farneticazioni, il Pd evvero che fino ad ora ci ha "semplicemente ascoltati", ma fino a prova contraria non e' un partito al governo!!!