mercoledì 15 luglio 2009

Finalmente il comunicato dell'incontro del 9/07

FIM-CISL FIOM-CGIL UILM-UIL
FISTEL-CISL SLC-CGIL UILCOM-UIL

AGILE: NON C’È ANCORA CHIAREZZA
Il giorno 9 Luglio u.s. si è tenuta la riunione al ministero dello Sviluppo Economico, alla
presenza delle regioni interessate, delle OO.SS. e del Coordinamento delle RSU, per la
presentazione del Piano Industriale di Agile Srl.
Nel merito dell’incontro dobbiamo purtroppo rilevare che, a diversi giorni dall’acquisizione,
la società ha dichiarato di non essere ancora in grado di presentare il Piano Industriale.
Ha, infatti, detto che mentre il piano finanziario è sostanzialmente fatto, per quanto
riguarda gli aspetti industriali, poiché la società opererà in sinergia con altre, riuscirà ad
approntarlo quando la “rete di imprese” (come da DDL Sviluppo), sarà completata.
Ha inoltre dichiarato che per il momento sta lavorando sulle linee strategiche e sugli
interventi necessari per conoscere e rimettere in movimento la struttura.
L’azienda ha affermato che non ci sono problemi per i pagamenti degli stipendi e degli
arretrati e, per questo, abbiamo fissato due incontri (22 e 28 luglio p.v.) nei quali si
cercherà di ricostruire la situazione e risolvere nel più breve tempo possibile tutte le
“pendenze” economiche. Ha comunicato infine che non ci sono problemi sul fronte fiscale
e contributivo (INPS).
Come OO.SS. abbiamo espresso le nostre forti perplessità per il fatto che non era ancora
possibile valutare le prospettive industriali di Agile Srl e della sua conseguente sostenibilità
finanziaria e che molti problemi che non consentono un riavvio deciso delle attività ancora
permangono. Non sono transitate nel passaggio diverse certificazioni, alcuni fornitori
strategici, referenze e commesse molto importanti.
Per questo come OO.SS. nell’invitare l’azienda ad agire velocemente su questi temi,
abbiamo anche sospeso il giudizio in attesa degli ulteriori necessari chiarimenti.
Riteniamo inoltre, proprio in virtù della difficoltà nell’analisi della situazione e della
risoluzione dei problemi lasciati dalla precedente proprietà, ancora fondamentale il ruolo
delle Regioni e del Ministero. E’ importante non disperdere il lavoro fatto nei mesi scorsi e
riproporre (anche in un quadro che si presenta diverso), una unità di gestione della
vertenza che abbia un perimetro istituzionale di garanzia.

Roma, 13 luglio 2009

3 commenti :

Anonimo ha detto...

..è qual'è questo ddl sviluppo?
E' un'altra fregatura?

Anonimo ha detto...

.e certo che non ci sono problemi con gli stipendi.....non li pagano...che schifo

Anonimo ha detto...

Oggi 15/07 si doveva firmare dal notaio il contratto di rete tra Agile, Omega e Omia.

Ne sapete niente ?

Cerchiamo di trovare il contratto registrato e di pubblicizzarlo.

Sapremo così che cosa ci aspetta per i prossimi due anni.